1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 23 ottobre 2019, 22:05

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Google [Bot], ippiu e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Telescopi Orion Usa (Cina)
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 14:03 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:12
Messaggi: 1764
Località: Torino
Ma i tele della Orion che fine hanno fatto ? nei negozi online sono rimasti soltanto i dobson, un mak 127 e due semiapo (solo ottica). Spariti i newton, spariti i rifrattori acro...
Veramente strano, i prodotti che venivano importati (una piccola parte della produzione) non erano male, dopo nemmeno 1 anno dall'entrata sul ns mercato via tutto.

Non riesco a capire se il ns mkt è così piccolo da non poter giustificare commercialmente due/tre marche simili o se ci sia una specie di cartello sottobanco per evitare in ogni modo possibile la concorrenza.
A pensare male: Syntha produce skywatcher e orion, guarda caso la seconda marca sparisce dal mercato italiano. Se questo è il buongiorno dei prodotti cinesi che "avrebbero dovuto" migliorare la concorrenza e l'offerta siamo proprio alla frutta.
Che ne dite ?


P.S. Ho letto questo msg di Rick Deckard sul suo blog e lo condivido pienamente

Allora, la novita' del 2006 sembra evidente! Hanno esportato il modello di mercato adottato nel settore informatico al mercato dei telescopi. Spettacolare, i modelli vengono prodotti in serie chiuse, e la linea successivamente dismessa. Capita qundi che un rifrattore a caso, da 80mm, bello pitonato in oro o argento, arrivi, finisca, ritorni sotto altro nome, con parametri ottici leggermente diversi, tutto in TRE mesi...
Fantastico... chiameremo questi che hanno avuto questa pensata "Aladini", nel senso che ci vuole un VERO genio della lampada per adottare un modello produttivo strutturato per un mercato di massa e fortemente consumistico (ad alto turnover imposto, se volete le parolone) ad un settore asfittico, ultra di nicchia e con una obsolescenza misurabili in decenni.
E le vendite CALANO... che bello vedere la gente che quando ce l'ha dietro tira a sedercisi sopra...


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 14:24 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 15:24
Messaggi: 315
Località: Milano (MI)
Che dire...è un mercato strano qui in Italia, anche alla luce di questo post
http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?t=285
io penso che una bella petizione alle case produttrici dovremmo anche farla, non siamo mica cechi!

_________________
Tutto quello che ha un inizio ha anche una fine.

Osservo con Kenko 125 Cassegrain f/8 su montatura Kenko NES QS motorizzata A.R.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 16:31 

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:46
Messaggi: 70
Come poteva mancare la mia risposta?
I tele della Orion erano (sono) dal punto di vista dei prezzi più abbordabili
e proprio per questo non vengono quasi più messi sul mercato... alcune ditte on - line (adesso non ricordo quali) stanno svendendo le rimanenze...
Questo è il mercato italiano

_________________
"Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me" -I. Kant-

- Skywatcher 130/900 Newton
- Skywatcher 70/500 Rifrattore guida
- Fotocamera reflex Pentax P30 (meccanica)
- Binocolo 7x50 Breaker Optical


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 17:12 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:12
Messaggi: 1764
Località: Torino
Niso ha scritto:
Come poteva mancare la mia risposta?
I tele della Orion erano (sono) dal punto di vista dei prezzi più abbordabili
e proprio per questo non vengono quasi più messi sul mercato... alcune ditte on - line (adesso non ricordo quali) stanno svendendo le rimanenze...
Questo è il mercato italiano


Se ti riferisci ad astrotech sta vendendo le rimanenze da quando il marchio orion è stato messo in vendita anche da altri, probabilmente non avevano interesse a trattarlo in concorrenza con miotti e sanmarco.

Il punto è un altro secondo me, che senso ha mettere e togliere dal mercato in pochi mesi una linea intera di prodotti ? mi sembra di assistere alla corrida, ovvero dilettanti allo sbaraglio.
Per conto mio nel settore prodotti entry level siamo messi male, un produttore quasi unico su marchi diversi è peggio di prima dal punto di vista commerciale.
Il tutto alla faccia della concorrenza, cina o non cina per noi italiani non cambia proprio niente.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 18:11 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11612
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Beh, secondo me non c'è molto di strano.
La roba Orion costava meno degli altri marchi ma non è mai costata meno di Skywatcher. E adesso che la roba Skywatcher (che è esattamente identica a quella Orion in quanto prodotti entrambi da Synta) arriva con continuità sul mercato italiano, i rivenditori vendono quella che costa meno e fa esattamente le stesse cose.
E questo non riguarda solo i telescopi ma anche gli oculari.
Gli Hyperion sono identici in tutto e per tutto agli Stratus Orion. Cambia il paraluce ma tra i due ci sono 30 euro di differenza. Voi quale comprereste?
OK, il paraluce degli Stratus è molto meglio (infatti ne sto cercando uno) ma non vale mica 30 euro... :wink:
Cmq non mi sembra esattamente una tragedia. Questa vicenda dell'alta rotazione io finora l'ho vista solo sulla gamma bassa e onestamente non ci vedo niente di dannoso. Chi compra un telescopio di fascia medio/alta se lo può tenere tranquillamente decine d'anni. In realtà, puoi anche tenerti quello pitonato e con striature fucsia per 50 anni se non ti stufa: mica si sfascia a guardarlo (e se lo fa, forse l'hai pagato troppo poco).

Le cose per cui lamentarsi sono ben altre secondo me: tipo il fatto che Focas imponga dei prezzi sulla roba che distribuisce. Perché i rivenditori non possono farsi concorrenza?
Chiediamocelo...


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 22:38 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 15:24
Messaggi: 315
Località: Milano (MI)
Pilolli ha scritto:
Gli Hyperion sono identici in tutto e per tutto agli Stratus Orion.


E gli hyperion sono a loro volta imitazione dei Vixen LVW.... :oops:

_________________
Tutto quello che ha un inizio ha anche una fine.

Osservo con Kenko 125 Cassegrain f/8 su montatura Kenko NES QS motorizzata A.R.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 19 febbraio 2006, 23:11 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11612
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Vero ma quando dico che sono uguali in tutto e per tutto intendo che sono proprio lo stesso prodotto, fatto dalla stessa casa (cinese) e rimarchiato Baader o Orion. Gli LVW invece non sono fatti dalla stessa casa che fa gli Hyperion/Stratus.
E per me è stata una manna: mi piacciono molto quegli oculari ma non me li sarei mai potuti permettere di Vixen...
=)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 20 febbraio 2006, 8:49 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 15:24
Messaggi: 315
Località: Milano (MI)
Pilolli ha scritto:
Vero ma quando dico che sono uguali in tutto e per tutto intendo che sono proprio lo stesso prodotto, fatto dalla stessa casa (cinese) e rimarchiato Baader o Orion. Gli LVW invece non sono fatti dalla stessa casa che fa gli Hyperion/Stratus.
E per me è stata una manna: mi piacciono molto quegli oculari ma non me li sarei mai potuti permettere di Vixen...
=)


Si certo io infatti intendevo imitazione, non prodotto identico, il che però fa capire la grande ricerca e sviluppo intrapresa dai follower di mercato. Nella fattispecie, possedendo entrambi (anche se con focali molto diverse) bisogna ammettere che i Vixen sono ben migliori degli Hyperion.

_________________
Tutto quello che ha un inizio ha anche una fine.

Osservo con Kenko 125 Cassegrain f/8 su montatura Kenko NES QS motorizzata A.R.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 20 febbraio 2006, 11:40 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:12
Messaggi: 1764
Località: Torino
Pilolli ha scritto:
La roba Orion costava meno degli altri marchi ma non è mai costata meno di Skywatcher. E adesso che la roba Skywatcher (che è esattamente identica a quella Orion in quanto prodotti entrambi da Synta) arriva con continuità sul mercato italiano, i rivenditori vendono quella che costa meno e fa esattamente le stesse cose.


Costa meno skywatcher ? vediamo i telescopi e non gli accessori

Newton 150 f5 della orion 425€
Newton 150 f5 della skywatcher 518€

stesso telescopio e stessa montatura

Rifrattore acro 120 della skywatcher 667€ (senza motori)
Rifrattore acro 120 della orion sparito dai negozi era sulla stessa cifra compresi i motori, vado a memoria circa 650/660.

Secondo me hanno fatto il contrario, togliendo dal mercato quelli a prezzo inferiore.

P.S. prezzi di ottica sanmarco, da miotti le proporzioni sono simili.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], ippiu e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010