1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 19 novembre 2019, 1:38

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 30 ottobre 2006, 17:29 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2006, 9:07
Messaggi: 5198
Località: Savignano sul Rubicone (FC)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao ragazzi,

finalmente ho avuto modo di provare per un paio di serate la mia nuova torretta binoculare sul dobson Lightbridge 12".
Si tratta del modello Big Easy della Denkmeier.
A me interessava avere un visore in grado non solo di offrire ottime prestazioni nell'alta risoluzione, ma anche che potesse essere utilizzabile con profitto nell'osservazione deepsky, da cui la scelta su questo modello che, oltre ad essere corredato di un correttore OCS per newton in grado di fornire un fattore di ingrandimento minimo di soli 1.4x, ha anche apertura libera dei prismi di 26mm, il che si traduce nella possibilità di usare oculari di lunga focale senza vignettare.
Il tutto ad un prezzo ancora umano (attorno ai 500 euro).

Tutto questo sulla carta.
Passiamo alla resa dei conti.

COME SI PRESENTA
Il set Big Easy, a differenza delle altre torrette come la Maxbright, la Burgess, la William Optics, ecc. ecc., arriva SENZA oculari e SENZA valigetta. Questo per contenere al massimo il prezzo del visore. In pratica quì spendi tutto nel visore e negli OCS.
Il visore di per sè è ben realizzato, tutto in metallo, con movimenti per allargare la distanza interpupillare molto fluidi. Anche i due portaoculari sono molto ben realizzati. Pur mancando di un sistema per la correzione delle diottrie, sono molto migliori di quelli classici con le 3 viti per il serraggio dell'oculare che si trovano normalmente.
In pratica basta svitare la ghiera ad anello su ciascun portaoculare per allentare l'oculare e viceversa per stringerlo. In questo modo gli oculari risultano sempre perfettamente centrati in sede, senza nessun problema di allineamento. Per modificare le diottrie, basta estrarre uno dei due oculari rispetto all'altro (cosa peraltro semplicissima).
Gli elementi ottici che compongono l'OCS (si tratta di un 1.25") sono tutti in metallo anodizzato nero. In pratica si tratta di alcuni anelli dotati o meno di elementi ottici. A seconda della loro disposizione in sequenza si ottengono i diversi ingrandimenti (nel caso del newton 1.4x oppure 2.5x).

FUNZIONAMENTO SUL DOBSON
Intanto la denk con il suo OCS da 1.4x sul mio LB12" va a fuoco che è un piacere, anzi rimane anche parecchio margine per focheggiare, quindi non c'è nessun problema di fuoco.
Addirittura, mettendo quello da 2x ho dovuto estrarre un po' il tutto dal
focheggiatore perché altrimenti il fuoco era troppo esterno (solitamente il
problema con le bino è esattamente il contrario: fuoco troppo interno)!
Sin dalla prima occhiata non ho avuto nessun problema di merging delle immagini, con nessuna coppia di oculari che ho provato.

Primo target osservativo: ammassi aperti.
Su questi oggetti l'effetto 3D è assicurato! Osservando il doppio ammasso del perseo le stelline dell'ammasso fluttuano nel campo visivo! Un vero spettacolo!! L'unico problema (per la verità già messo in conto) è che con gli oculari GSO Superview da 20mm (68°afov) si ha un ingrandimento di 105x e ovviamente i due ammassi non entrano insieme nel campo, quindi se ne vede solo uno per volta.
Ho provato anche a mettere due Super25 della skywatcher (le ciofeche in
dotazione ai telescopi SW). Anche qui nessun problema di merging, ma sono comatosi ai bordi e l'immagine non è delle migliori. Qui però i due ammassi si vedono entrambi ma solo per metà e a bordo campo, dove c'è anche il coma maggiore....
Poi ho provato anche la terza opzione a mia disposizione: due oculari RINI da 30mm e 65°fov. Qui i due ammassi sono visibili entrambi, però questi oculari hanno un'estrazione pupillare esagerata quindi diventa difficile trovare il punto giusto per vedere correttamente l'immagine. Basta spostarsi un po' a destra/sinistra/avanti/indietro per perdere l'allineamento delle due immagini oppure vedere tutto nero.
A parte questo problema però, non ho notato vignettatura, nonostante il generoso campo inquadrato!
Durante la seconda serata, ho puntato gli ammassi dell'auriga. Anche qui è stato un vero e proprio spettacolo, specialmente per M37, ricchissimo di stelline finissime sullo sfondo, con qualche stella più luminosa che sembra uscire letteralmente dallo sfondo!

Secondo target: ammassi globulari.
L'unico globulare che sono riuscito a puntare la prima serata è stato M15 in pegaso. Per la verità il cielo era parecchio velato quindi non era il massimo, anzi! A 105x con i due GSO il globulare non era molto grande, ed era anche difficilmente risolto. Osservando bene si riusciva a risolverlo ma non era facile. L'immagine inoltre era piuttosto buia. Qui ho provato a togliere la torretta e a mettere lo speers waler da 10mm singolo, che mi da' 150x.
Risultato: stesso livello di risoluzione di prima, nel senso che l'ammasso era difficilmente risolvibile, però l'immagine era più luminosa! In pratica,
l'effetto di perdita di luce dovuto alla torretta si vedeva eccome, però il livello di dettaglio visibile non peggiorava.
Durante la seconda serata, decisamente migliore per trasparenza e seeing, ho osservato nuovamente M15 e poi anche M2. Questa volta entrambi i globulari erano risolti quasi fino al nucleo, sia a 105x che a 190x. Le immagini erano decisamente superlative, considerando che si tratta di due oggetti abbastanza piccoli (specialmente M2).

Terzo target: nebulose planetarie
Ho provato con M57 e M27. Entrambe belle e in visione 3d. Su M57 era ben visibile la stellina subito fuori dalla planetaria. Ho provato anche a mettere l'OCS da 2.5x per avere 190x su M57 e ovviamente la luminosità si è ridotta ma il dettaglio è rimasto, compresa la stellina di prima.
Provando un filtro UHC della Astronomink (il mio OIII Baader è un 2" e non può essere usato nell'OCS da 1.25"), a causa dell'ingrandimento già di per sè elevato, non ho notato vistosi miglioramenti nell'immagine.

Quarto target: galassie
Andromeda a 105x ovviamente non è visibile per intero. L'effetto 3d però è molto coinvolgente e l'osservazione può essere prolungata a piacimento grazie alla comodità di guardare con entrambi gli occhi.
M81 mostrava vagamente un accenno di spirali, mentre M82 mostrava nettamente le bande scure di polveri nella parte centrale.

Quinto target: nebulose ad emissione
Ho provato a puntare la veil nebula, ma senza alcun filtro e all'ingrandimento di 105x non sono riuscito a notare granché, solo un minimo accenno.
M42 invece mi ha restituito un'immagine migliore di qualunque fotografia abbia mai visto in giro!
A 105x non entrava completamente nel campo, ma la luminosità dell'oggetto era tale che mi sarei aspettato di vedere la parte centrale completamente satura. Invece il trapezio era lì in bella mostra, con le 4 stelline che sembravano uscire dalla nebulosità come in un film 3d (quelli da vedere con gli occhialini appositi)! Il colore generale era di un bel verdino sfumato.

Sesto target: luna e pianeti
Non ho ancora avuto il piacere.... magari stasera provo sulla luna e vi farò sapere!

Conclusioni:

PRO
- nessun problema di fuoco
- ingrandimento minimo sul newton di soli 1.4x (è un grande plus della denk rispetto agli altri, in questa fascia di prezzo)
- effetto 3d evidente
- nessun problema di merging. Allineamento degli oculari automatico, senza nessun problema di registrare nulla (altro pregio della denk)
- Nessun problema nemmeno per la correzione delle diottrie nonostante non sia previsto un sistema ad hoc in questo modello (c'è nel modello superiore, ma costa decisamente di più)
- nessuna vignettatura con gli oculari 20mm/68°fov e 30mm/65°fov

CONTRO
- perdita di luce rispetto al mono stimata in un 20% circa, anche se a questa perdita di luce non corrisponde una perdita nei dettagli visibili.
La perdita di luce del 20% l'ho stimata osservando lo stesso oggetto nel visore nel mio dobson da 12" e contemporaneamente in un dobson da 10" di un amico usato in mono. La luminosità delle imagini a parità di ingrandimento era praticamente la stessa. I dettagli visibili invece erano superiori nel visore.
- impossibilità di montare filtri da 2" con l'OCS in dotazione
- necessità di adeguare il parco oculari.

Sbab

_________________
Fabio Babini osserva con: Rifrattore AT80/550
http://www.sbab.it
http://www.astrofilicesena.it
http://www.astrofilirubicone.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 30 ottobre 2006, 17:53 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11616
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
sbab ha scritto:

- perdita di luce rispetto al mono stimata in un 20% circa, anche se a questa perdita di luce non corrisponde una perdita nei dettagli visibili.



Scusa ma questa non l'ho capita. Anche io ho notato una diminuzione di luminosità intorno al 20% con la mia maxbright ma che vuol dire che non perdi dettagli visibili? Se c'è una stellina al limite in mono, col bino la perdi. Le altre sembrano più luminose (e l'effetto è davvero ottimo) ma quella che sparisce se ne va. A meno che con il tuo tele non riesci a prendere abbastanza luce da tenerti cmq tutte le stelline e allora i dettagli che vanno perduti dovresti cercarli nello sfondo (ma perché dovresti? Beato te che hai 12" :)).

Cmq M37 è veramente uno spettacolo con la torretta.

Per la cronaca, la differenza di luminosità tra un 10 e un 12 pollici è del 44% circa... Sei sicuro di quello che è successo in quel test?

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 30 ottobre 2006, 18:12 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 3 maggio 2006, 9:07
Messaggi: 5198
Località: Savignano sul Rubicone (FC)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Quello che volevo dire è che i dettagli che vedevo nell'immagine mono (più luminosa) li vedevo anche nella bino, pur avendo un'immagine meno luminosa.
Giustamente, se prima avevo un astellina al limite della visibilità, questa risulterà inosservabile nella torretta.
Però, ad esempio per i globulari, se un ammasso mi appariva ben risolto in mono, anche nella torretta aveva più o meno lo stesso grado di risoluzione, pur essendo l'immagine meno luminosa.

Cita:
Per la cronaca, la differenza di luminosità tra un 10 e un 12 pollici è del 44% circa... Sei sicuro di quello che è successo in quel test?


L'impressione visiva diretta confrontando le immagini dello stesso oggetto era di avere all'incirca la stessa luminosità. C'è da dire che gli ingrandimenti usati non erano del tutto uguali. Si tratta più di un'impressione visiva, che di un confronto mirato.
Inoltre, a voler essere precisi, passando da un 10" ad un 12" è vero che si aumenta la luce raccolta del 44% circa, ma volendo fare la cosa inversa, passando da un 12" ad un 10" la perdita di luce è del 30% circa.
Mettendoci di mezzo gli ingrandimenti non proprio uguali nei due strumenti e il fatto che si trattava di una impressione complessiva sull'immagine, mi sembrava che il valore del 20% più volte sentito a riguardo delle torrette in generale ben si adattasse anche nel mio caso.

Sbab

_________________
Fabio Babini osserva con: Rifrattore AT80/550
http://www.sbab.it
http://www.astrofilicesena.it
http://www.astrofilirubicone.it


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 30 ottobre 2006, 18:22 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11616
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Capito, grazie.
:)

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010