1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 14 novembre 2019, 7:49

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 13:47 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:40
Messaggi: 5814
Località: Magenta (MI)
Heilà, bella questa sezione !
Voglio "inaugurarla" subito con un post un po' lungo perchè mi piace illustrare come io osservo in alta risoluzione e quale è stato il mio percorso... tralasciando l'era iniziale pionieristica !
Newton 6" f/5 su CG5-GT e rifrattorino Celestron 80ED f/7,5 sono gli strumenti che avevo a disposizione nell'estate 2004, più usato il secondo per questioni di velocità e insofferenza al seeing cattivo, più usato il primo per il profondo cielo in montagna.
Assieme al rifrattorino acquistai l'oculare Nagler zoom 3-6mm in USA approfittando di una bella offerta della ditta Televue e lo pagai 305$, caro ma li vale tutti.
E' un oculare con 50° di campo costanti e, una volta messo a fuoco sui 3mm, mantiene il fuoco perfetto su tutto il range dello zoom : insomma vale come ALMENO 4 oculari a corta focale, ed è leggero, piccolo e solido !
Ha soli 5 elementi ed un contrasto e correzione (fino al bordo) ottimi, estrazione pupillare decente di 10mm circa e multitrattamento mostruoso.
Sembra realizzato apposta per rapporti focali medi centrati sull' f/7,5 con cui fornisce da 32 a 64 ingrandimenti per pollice : in pratica 100-200x nel rifrattorino ED e 125-250x nel Newton 6".
Eccezionale il suo uso sulle stelle doppie !!!
Ottimo anche per il profondo cielo col Newton, ad esempio per esplodere il nucleo degli ammassi globulari.
Dopo aver goduto l'oggetto per quasi un anno ecco arrivare la rivoluzione : era da mesi che mi informavo sulle torrette binoculari, indeciso su quale modello scegliere chiedevo un poco a tutti, perfino al buon Antonio (Urania).
Durante lo sfortunato (piovoso) star-party di Cielostellato 2005 ebbi modo di guardare attraverso una binoculare cinese di giorno e potei così verificare che la visione stereo era di mio gradimento -attenzione su questo punto, perchè sembra che alcuni soggetti non riescano ad effettuare il merging delle due immagini usando la torretta- !
A fine Giugno uscì in Germania il nuovo modello Baader Maxbright a soli 250€ (forse per far concorrenza all'invasione dei modelli cinesi economici) e decisi di ordinarla subito con una coppia di oculari "normali", due Antares WA da 19mm 70°, pressochè il limite per essere sicuri di non aver vignettatura e molto comodi avendo estrazione pupillare di ben 22mm, il correttore di tiraggio a scelta (2,6x per il mio caso in entrambi i tele) era già incluso nella torretta : totale 370€.
Il giorno che mi arrivò la provai subito sul Sole, non riuscivo a credere che la visione fosse così comoda, e la granulazione era ben percepibile !
Poi fu la volta di Giove, basso sull'orizzonte, e lì rimasi quasi di stucco... i dettagli erano immediatamente percepibili e senza alcuno sforzo, potevo osservare per decine di minuti in completa tranquillità !
Luna... meglio non parlarne !!! :shock:
Vado ad elencare i vantaggi che io ho trovato nell'uso ormai costante in parecchi mesi :

- comodità e stress degli occhi nullo... più tempo all'oculare !
- maggiore dettaglio, e subito evidente
- sensazione di maggiore ingrandimento (10-15%)
- minori effetti degenerativi dovuti al seeing (opera del cervello ?)
- assenza delle particelle flottanti nel fluido dell'occhio, essendo diverse nei due occhi il cervello le ignora.
- maggiore correzione degli oculari, forse per lo stesso motivo di cui sopra
- migliore percezione dei colori
- effetto 3D, anche nel cielo profondo : ammassi e galassie paiono galleggiare nel cosmo.

E tutto ciò vale ben più di 370€ !!!

A corollario aggiungo che l'ho provata su un rifrattore acro 80/900 e le poche aberrazioni cromatiche che mostrava in visione monoculare risultavano almeno dimezzate ! Ciò sembra confermato da alcuni astrofili americani, quindi, rifrattoristi acro, preparatevi all'acquisto !

Ormai la visione binoculare è divenuta quasi esclusiva, nel senso che persino il buon Televue Nagler 3-6mm pare dimenticato... anche se così non è ovviamente, quanto a interpretazione del seeing grazie alla regolazione fine della focale e ad effetto zoom rimane insuperato.

Bisogna porre molta attenzione nell'acquisto di una torretta binoculare, soprattutto per quanto riguarda le misure del proprio telescopio in rapporto alla estrazione del fuoco, infatti sono richiesti almeno 110mm di escursione in più rispetto alla visione monoculare e perciò spesso si fa ricorso ai correttori di tiraggio (delle specie di Barlow che allungano la focale del telescopio, riducendo però il campo visuale !)
Nessun problema con l'utilizzo dei telescopi Schmidt/Cassegrain o i Mak, i quali hanno una grande escursione del fuoco possibile grazie allo spostamento dello specchio primario e perciò non occorre correttore alcuno (al limite la focale effettiva potrà risultare di 2200mm anzichè 2032 con un 8" f/10, con un incremento max del 10%).

Infatti il mio passo successivo in estate 2005 fu quello di acquistare il famoso C8 usato (e vendere il Newton 6") mentre mi recavo in Calabria per le ferie di Agosto.
Oh gioia !, che cielo sullo Ionio nei pressi di Cirò : via lattea a livello del mare ad occhio nudo, basta ripararsi dai pochi lampioni ed il cielo è spettacolare.

La prima sera puntai M13 con la torretta sul C8 : un fiore sospeso nel nero nulla !... e così via.
Molte prove ho condotto riguardo agli accessori e alle varie combinazioni possibili con la torretta e i vari schemi ottici, eccone un sunto, tenendo presente che gli oculari sono SEMPRE gli Antares 19mm 70° :

- Newton 6" f/5 : necessario correttore 2,6x con ingrandimento risultante di minimo 102x, ottimo per pianeti Luna e deep, 41' di campo reale.
Con l'aggiunta della Barlow Omni 2x completa si arriva ad un ingrandimento poco oltre i 270x (ci sono parecchi cm di mezzo tra Barlow e oculari e perciò essa non produce i meri 2x ma molto di più, quasi 3x), ottimo per i pianeti nelle giornate buone.
Con l'aggiunta della Barlow Omni incompleta (usando solo la parte finale della lente avvitata al naso della torretta) si arriva a circa 220x.

- Rifrattore Celestron C80ED f/7,5 : correttore non necessario in visione diretta senza diagonale (32x e 2,2° di campo!!!), ma il collo ne risente se si superano i 30° di altezza degli oggetti osservati.
Con diagonale 2" William Optics il correttore 2,6x non è sufficiente, ma è possibile mettere la Barlow 2x senza il correttore 2,6x ed ottenere quasi 100 ingrandimenti.
Con diagonale prismatico T2 di Amici Baader invece si raggiunge il fuoco col 2,6x ottenedo 82 ingrandimenti e 51' di campo.
Con correttore 2,6x e Barlow 2x Omni completa si arriva a 230x, eccezionale sui pianeti.
Con correttore 2,6x e Barlow 2x Omni incompleta (solo lente) si arriva a 180x, pure ottimo !

http://forum.astrofili.org/userpix/40_C80EDbino_3.jpg

- Schmidt Cassegrain 8" f/10 : correttore non necessario anche con diagonale 90°.
In modalità normale si ottengono 107x e un campo reale di 39'.
Con riduttore Meade 6,3 si arriva a 67x con 1° pieno, ma il riduttore di focale va usato con un diagonale del sistema Baader T2 con gli opportuni anelli per i passaggi T2-S/C e viceversa, e va posto tra diagonale e torretta !
In tal modo è possibile osservare, ad esempio, il doppio di Perseo oppure la grande M42 o la Luna intera con sufficiente campo inquadrato !
Con correttore 2,6x si raggiungono i 280 ingrandimenti, che abbinati alla capacità di raccolta di luce del C8 ne fanno un impressionante strumento per osservare i pianeti nelle giuste giornate (lo so che non è un taka 130),
Marte attorno all'opposizione della fine anno era uno spettacolo a 280x in visione stereo !
Senza correttore ma con Barlow 2x completa andiamo a circa 330x !, oltre è davvero troppo insistere.
E ci sono pure tutte le combinazioni Barlow2x o correttore2,6x col riduttore f/6,3 : praticamente con due soli oculari ecco ingrandimenti perfettamente modulabili a piacere.

http://forum.astrofili.org/userpix/40_C8bino_1.jpg

Penultimo acquisto è stata la montatura altazimutale Vixen Portamount nel mese di settembre, che può benissimo reggere rifrattorino e torretta lasciando ai movimenti micrometrici la capacità di seguire i pianeti anche a 230x con buona fluidità (niente a che vedere con un treppiede fotografico anche bello).

L' ultimo "esperimento" invece ha la sua ragione d'essere (incredibile quante scuse riesca a tirar fuori un astrofilo quando si incaponisce ad acquistare nuova strumentazione) nella ricerca della massima visione wide field abbinata a trasportabilità aerea compatibilmente col massimo diametro.
In sintesi mi son cuccato un C5 usato (da un amico del forum che sicuramente i più "anziani" conoscono bene), 127mm f/10 con peso di 2,7 Kg, comparabile col rifrattorino, ma compattezza maggiore e raccolta di luce almeno doppia.
Sulla Vixen Portamount si bilancia meglio e con la torretta binoculare offre quasi un grado di campo e 1,65° circa con riduttore !
Poi con solo il correttore 2,6x andiamo a circa 200 ingrandimenti, ottimi !

http://forum.astrofili.org/userpix/40_C5bino_1.jpg

http://forum.astrofili.org/userpix/40_C5binoupclose_1.jpg

Con C5 o C80ED su Vixen Portamount (una equatoriale serve a nulla sulla nave...) sono pronto per affrontare il viaggio della crociera dell'eclisse, assieme ad altri amici del forum... cui seguirà sicuramente dettagliato e barboso resoconto ! :wink:

Cieli sereni !

Alessandro Re

P.S.: se volete dei chiarimenti sull'uso della torretta non avete che da chiedere, non sono un'esperto ma ormai un po' di esperienza, e su vari schemi ottici, l'ho accumulata.

_________________
Sono socio del GAR http://www.astrofilirozzano.it e del GFP http://www.gruppofotograficoilponte.it
2 Dobson ARIETE: 14" +16"exmdl f/4,5
Celestron C8 , Newton 8" SW e Vixen 120S-NA su Vixen Sphinx SXW ; Celestron C80ED/OmniXLT100ED e C5 su CG5-GT/Vixen Porta
Torrette Baader Maxbright + Denkmeier DualArm PxS NPack + 2Antares 19mm 70°, Televue Nagler zoom 3-6mm, 7mm T1, 13mm T2 e T6, Pan 24mm.
Binocolo Steiner Rallye 20x80 su pantografo G. Fiorini normale e Maxi


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 14:10 

Iscritto il: martedì 24 gennaio 2006, 15:56
Messaggi: 83
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ottimo report!

Spero ardentemente che altri amici non siano da meno!

Personalmente utilizzo la torretta binoculare della baader (vechio modello), con il C8 senza tiraggio e diagonale.

Gli oculari sono due Xcell da 25mm e due genuine orto da 18mm.


Nel futuro sono tentato dall'acquisto dell'80 ed della vixen o, in alternativa, dell'80 alla fluorite della W.O. ma devo prima leggere qualche test sulle ottiche perchè non sono del tutto convinto come lo sono per la parte meccanica...


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 14:20 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 24 gennaio 2006, 15:35
Messaggi: 100
Località: Roma
complimenti king
hai fatto un report eccellente che fa onore a questo forum.
grazie per le tante informazioni che ci hai dato sommando la tua esperienza personale alle doti
di chiarezza e competenza che hai dimostrato.

anche antonio urania
mi ha sempre magnificato le doti delle torrette binoculari
e oggi la tua descrizione me ne ha confermato la validità.

purtroppo unico limite serio di queste torrette binoculari è il costo
che spesso è pari o superiore ai tubi ottici entry level.
altro limite è il fatto che bisogna dotarsi di un parco oculari doppio.

sicuramente però la soddisfazione che si può apprezzare nella osservazione visuale
può meritare lo sforzo economico necessario.

ps:
questo tuo intervento lo giudico degno di pubblicazione sulle riviste del settore.
mi auguro di continuare a leggere pagine cosi belle che trasmettono quello che urania chiama "esprit" dell' astrofilo.

ciao
alfonso


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 15:52 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:40
Messaggi: 5814
Località: Magenta (MI)
Bhè, innanzitutto grazie a entrambi per i complimenti !

Per Antonio :
anch'io ero orientato sul modello a 60°, ma costicchiava un po' per i miei gusti (600€ lo scorso anno) e l'attesa "infinita" fu rotta dalla comparsa del nuovo modello diritto che praticamente era a meno di metà prezzo... ed ero confortato anche dal fatto che i nuovi prismi sono leggermente più grandi.
Riguardo ai rifrattori, sei mooolto più esperto di me, però se stai parlando del Vixen 80ED f/7,5, sappi che si dice trattasi della stessa ottica e vetro (giapponese della ditta O'hara, e non cinese) che è montata sui rifrattori "cinesi" 80ED SkyWatcher, Orion e Celestron... come il mio.
Per il W.O. non ti so aiutare, ma se non sono i modelli top sembra ci sia un po' di casualità dal punto di vista della cella, ora un po' lasca, ora un po' stretta. Non per esperienza personale, però è capitato a un paio di amici sui vari Megrez.

Per Alfonso :
è vero che raddoppia il parco oculari, ma come puoi leggere, con "soli" 370€ si portano a casa torretta, correttore e due oculari economici.
Se solo ti ritrovi in casa una Barlow ecco che hai già tre possibilità di ingrandimento senza ricorrere a strane configurazioni, e tieni presente che gli oculari che ho scelto non sono perfetti, ma migliorano, e tanto, grazie alle proprietà interpretative del cervello nelle visioni stereo.


Un altro grande merito delle torrette Baader è la loro piena compatibilità col sistema di accessori e raccordi T2 (questo sì un po' caro!!!), ciò è molto utile per accorciare il cammino ottico del fascio di luce ed arrivare al fuoco con meno problemi, maggiormente coi rifrattori.
Io ho trovato bello il prisma a 90° di Amici (finalmente le carte stellari servono meglio !) e l'ho completato con il portaoculari click-lock, veramente ben fatto.

Cieli sereni !

Alessandro Re

_________________
Sono socio del GAR http://www.astrofilirozzano.it e del GFP http://www.gruppofotograficoilponte.it
2 Dobson ARIETE: 14" +16"exmdl f/4,5
Celestron C8 , Newton 8" SW e Vixen 120S-NA su Vixen Sphinx SXW ; Celestron C80ED/OmniXLT100ED e C5 su CG5-GT/Vixen Porta
Torrette Baader Maxbright + Denkmeier DualArm PxS NPack + 2Antares 19mm 70°, Televue Nagler zoom 3-6mm, 7mm T1, 13mm T2 e T6, Pan 24mm.
Binocolo Steiner Rallye 20x80 su pantografo G. Fiorini normale e Maxi


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 16:52 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 14:51
Messaggi: 1472
Località: 45,7°N-11,9°E (Vallà di Riese - Treviso)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Sono sempre stato lusingato dalla torretta binoculare, ma avendo concentrato i miei sforzi economici verso gli accessori fotografici, ho sempre assecondato l'acquisto anche scoraggiato dalle numerose incognite di resa con diversi oculari. Personalmente non ho un gran corredo: un Or4mm, Pl7mm, Pl10mm, SMA25mm, Pl40mm, tutti da 31.8. L'unico oculare decente è un Konig 2" da 32mm. In questi giorni stavo valutando un 8,8mm UWA Meade 5000 per osservazioni a largo campo (82°CA) definitive con il mio C8. Ora mi chiedo se abbia più senso acquistare un oculare così prestigioso oppure una torretta bino con 2 semplici Plossl. Personalmente mi ha sempre affascinato il largo campo inquadrato, anche ad alti ingrandimenti; ma gli oculari a grande CA hanno diametri fisici abbastanza elevati e mi chiedevo come potessero essere affiancati su una torretta bino senza che si sbattessero uno con l'altro alla distanza interpupillare minima: non vorrei che il loro ingombro pregiudicasse le piccole distanze interpupillari! Tu King che ne pensi? Credi che cmq non abbia senso impiegare oculari costosi con la torretta? Oppure due oculari a grande CA come 82° potrebbero restituirmi immagini indimenticabili con il C8 a 230x di ammassi globulari e pianeti senza problemi di dimensione fisica degli stessi? Non so se hai capito le mie perplessità.. ma vorrei qcosa in più della sola visione stereoscopica racchiusa in un piccolo buco di serratura che mi danno i Plossl a 50°CA..
CIAO

_________________
Manuele

C9.25XLT, Pentax75 SDHF, SW100 ED, Solarmax 60II
Oberwerk 20x80, Bresser 10x50
ASI183MM-PRO, QHY10, QHY5L-II-C, QHY5III-178M
SW EQ6pro v.4, Ioptron CEM120

___________________________
Quando sarò vecchio, dai boschi mi verranno incontro i ricordi dell'infanzia, e il cerchio si chiuderà.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 18:08 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:40
Messaggi: 5814
Località: Magenta (MI)
Ti rispondo domani, manuele, ora sono di fretta !

Cieli sereni !

Alessandro Re

_________________
Sono socio del GAR http://www.astrofilirozzano.it e del GFP http://www.gruppofotograficoilponte.it
2 Dobson ARIETE: 14" +16"exmdl f/4,5
Celestron C8 , Newton 8" SW e Vixen 120S-NA su Vixen Sphinx SXW ; Celestron C80ED/OmniXLT100ED e C5 su CG5-GT/Vixen Porta
Torrette Baader Maxbright + Denkmeier DualArm PxS NPack + 2Antares 19mm 70°, Televue Nagler zoom 3-6mm, 7mm T1, 13mm T2 e T6, Pan 24mm.
Binocolo Steiner Rallye 20x80 su pantografo G. Fiorini normale e Maxi


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 18:34 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 10:06
Messaggi: 147
Località: Rimini
Ciao a tutti.

Il problema posto da Manuele è concreto, infatti non penso sia possibile utilizzare, per dirne una, 2 Nagler 31 T5 su una Torretta, pesano 1KG l'uno e sono troppo grandi.

Ultimamente però le dimensioni degli oculari stanno diventando + umane, vedi i Nagler Tipo 6 o il Panoptic 24mm,a mio avviso anche per la grande diffusione che stanno avendo le torrette binoculari.

Comlimenti a King per l'ottimo report.

P.S. King ho letto (anche sul vecchio forum) diversi tuoi post sul Nagler zoom 3-6mm, i tuoi elogi a questo oculare mi hanno convinto all'acquisto, mi dovrebbe earrivare a giorni. :mrgreen:

_________________
--L'anello più debole è anche il più forte: Spezza la catena!--

www.webalice.it/batti38m1


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 22:01 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:57
Messaggi: 326
Tipo di Astrofilo: Visualista
Urania ha scritto:
Nel futuro sono tentato dall'acquisto dell'80 ed della vixen o, in alternativa, dell'80 alla fluorite della W.O. ma devo prima leggere qualche test sulle ottiche perchè non sono del tutto convinto come lo sono per la parte meccanica..

Ciao, se ti può interessare, sto preparando una recensione comparativa di tre rifrattori apo compresi fra i 75 e gli 80mm.
Ottime soddisfazioni anche in visuale, un po' buie le osservazioni planetarie di saturno con lo sdoppiatore binoculare, anche se sono i prismi di questo a fare spesso la reale differenza. Giudico davvero molto buono lo sdoppiatore DENK II con gli oculari dedicati serie Denkmaier, che hanno mostrato prestazioni di tutti rispetto anche di alcuni oggetti luminosi del cielo profondo come M41 ed m81.
Io però affianco questo genere di visoni con un binocolo 25x100 che per certi tipi di visione è "impareggiabile."
Cieli Sereni
Piergiovanni

_________________
Piergiovanni Salimbeni
www.binomania.it
www.piergiovannisalimbeni.com


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 14 febbraio 2006, 22:51 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11616
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
batti38 ha scritto:
non penso sia possibile utilizzare, per dirne una, 2 Nagler 31 T5 su una Torretta, pesano 1KG l'uno e sono troppo grandi.


Non ho ancora provato i binoculari baader e non so se due T5 ci stiano. Due Hyperion però (che piccoli non sono) ci stanno tranquillamente e quindi anche i vixen LWV o taglie simili. Bilanciare il telescopio inizia a diventare complicato in caso di cassegrain perché tutto il peso ti si accumula in fondo, però sulla torretta gli oculari ci stanno tranquillamente e con rifrattori o newton non dovrebbe essere neanche un incubo il bilanciamento...
Certo, è meglio usare stringioculari di qualità (magari a fascia stretta) onde evitare pessime esperienze di scivolamento.
C'è qualcuno che ha provato qualcosa di "largo" sulle torrette?


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2006, 12:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:40
Messaggi: 5814
Località: Magenta (MI)
Bravo Batti, vedrai che sarà per sempre tuo compagno il gioiellino !

Riguardo agli oculari, Manuele, penso che tu non debba ricercare il massimo possibile, ti spiego come la penso io :
posto che le riserve non sono infinite e che due Nagler 16mm 82° mi piacerebbero molto, mi sono detto : proviamo a spendere 60x2=120€ per due normali oculari che però hanno le caratteristiche di essere molto comodi (estrazione 22mm) e grande campo di 70° : Antares WA 19mm.

Bene, ho trovato che pur non essendo esenti da difetti quali cromatismo e distorsione ai bordi presi singolarmente, con la torretta lavorano magnificamente, tanto da non farmi nascere la necessità di andare oltre (ma se mi regali due Nagler 16mm T5 non li rifiuto certo !).
Inoltre sono piccoli e leggeri (160g l'uno).
Altro aspetto è che sono quasi al limite utile per non vignettare, ad esempio un normale Plossl Celestron 32mm 50° nella torretta dà seri problemi a causa della apertura libera dei prismi che è di circa 22/23mm.
Quindi andrebbero ricercati oculari con field stop non superiore ai 23mm.
Il Nagler 16mm 82° T5 ha appunto field stop di 22,1mm e con il C8 darebbe 127x portando il campo inquadrato a 38' scarsi.
Con i miei Antares ho 107x e 39' abbondanti di campo... vale la pena spendere sei volte tanto per gli oculari ?
E poi tra 107x e 127x è questione di lana caprina... e usando il correttore da 2,6x raggiungeresti l'ottimo per pianeti sul C8 (280x) e ti tornerebbe utile anche col Pentax o un futuro rifrattore.
Nulla vieta peraltro di pigliare un correttore aggiuntivo da 1,7x a 80€ che farebbe anche da 2x applicato prima del diagonale, et voilà, ammassi globulari sia a 180x sia a 214x.
Esiste poi chi sostiene che l'occhio lavori meglio con campi apparenti massimi di 65/70 che non oltre, ma questa è un'altra storia, magari falsa (ma perchè allora i binocoli non vanno mai oltre i 65/70°?) ma che mi conforta nella mia impossibilità attuale di accedere a due Nagler ! :wink:

Da ultimo, gli Hyperion 17 o 21mm sembrerebbero molto meglio dei miei Antares, soprattutto se considerati singolarmente, ma pesano più del doppio e sono enormi, anche se ci starebbero senza problemi poichè sono larghi appena 56mm, appunto la distanza interpupillare comunemente detta "minima".
Dalla loro hanno il fatto che l'elemento svitabile da 1,25" alla base contiene il doppietto negativo che ne diminuisce la focale e che ha il merito di essere inserito molto in basso, ciò significa che qualche centimetro (1-2?) lo può far risparmiare in termini di backfocus... (quando sei al limite è buono tutto)... così almeno mi ha risposto un tecnico della Baader.

Cieli sereni !

Alessandro Re

P.S.: Piergiovanni, cosa pensi riguardo alle ultime frasi sul campo apparente ottimo di 65/70° ? E' fantasia ?
Se sai qualcosa illuminaci, ti prego !

_________________
Sono socio del GAR http://www.astrofilirozzano.it e del GFP http://www.gruppofotograficoilponte.it
2 Dobson ARIETE: 14" +16"exmdl f/4,5
Celestron C8 , Newton 8" SW e Vixen 120S-NA su Vixen Sphinx SXW ; Celestron C80ED/OmniXLT100ED e C5 su CG5-GT/Vixen Porta
Torrette Baader Maxbright + Denkmeier DualArm PxS NPack + 2Antares 19mm 70°, Televue Nagler zoom 3-6mm, 7mm T1, 13mm T2 e T6, Pan 24mm.
Binocolo Steiner Rallye 20x80 su pantografo G. Fiorini normale e Maxi


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 43 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010