1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 16 dicembre 2017, 17:40

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 170 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Fotografia deep per principianti
MessaggioInviato: lunedì 7 agosto 2006, 22:54 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16566
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Leggo sempre più spesso (forse invogliati dalle calde e serene notti estive) messaggi di astrofili novelli che vogliono dedicarsi alla fotografia del profondo cielo stanziando budget di poche centinaia di euro.
Lungi da me voler salire in cattedra ma ho fatta molta gavetta e vorrei evitare tante delusioni a chi si vuole cimentare in questa difficile branca dell'astrofilia.
Tante foto che vedete realizzate richiedono esperienza, passione ma anche attrezzature costose.
Con questo non è detto che non si possa ottenere qualche risultato anche partendo con poco ma dobbiamo crearci dei target realistici.
Le foto di tanti astrofotografi che frequentano questo forum (Franco Sgueglia, Danilo Pivato, Mascosta, Stefano Vezzosi. morales e mi scuso con coloro che non ho nominato) sono realizzate con strumenti di pregio su montature granitiche e sfruttando tutte le tecniche di elaborazione.
Inoltre uno dei principali problemi è la guida. Seguire una minuscola stellina non è facile tanto più quando la focale di ripresa è lunga.
E allora? E' possibile fotografare intanto le costellazione, campi stellari, zone ricche di nebulose, sfruttando le ottiche fotografiche.
Una volta acquisite le prime immagini si imparerà i primi rudimenti dell'elaborazione.
Poi si passerà a focali più lunghe e via dicendo. Ci si accorgerà che l'appetito vien mangiando ma ogni passo porterà alla risoluzione di nuovi problemi ma anche a maggiori soddisfazioni.
Non dobbiamo pretendere di correre la finale dei 100 metri piani alle olimpiadi se non abbiamo ancora imparato a camminare.
Ulteriori informazioni su:
http://www.renzodelrosso.com/articoli/astrofotografia.htm

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Ultima modifica di Renzo il sabato 22 agosto 2009, 14:58, modificato 2 volte in totale.

Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 0:09 
Operatore Commerciale
Avatar utente

Iscritto il: domenica 26 febbraio 2006, 11:04
Messaggi: 10071
Località: Caserta (N:41° E:14°)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Mi trovi pienamente d'accordo. Si sente più spesso di nuovi principianti (vedi me ad esempio di principiante) che vogliono imparare tutto e subito,
senza pensare che prima di ogni cosa quando le nostre conoscenze si
formano necessitano di una mappa solida: il metodo.
In effetti con le mie immagini tratte con il rifrattorino ho voluto dare proprio
un colpo di spugna a coloro che pensano che bisogna avere subito il top
della strumentazione per ottenere belle soddisfazioni.
E addirittura cito un certo Guillaume francese che si diletta con tanto di
114/900 e devo dire che ci sta facendo di tutto...anche le uova a occhio
di bue sul misero specchio ;)
Provare per credere.
http://perso.orange.fr/astro-sug44/

_________________
Anto


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 7:54 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 30 maggio 2006, 12:10
Messaggi: 304
Località: Torino
Ammetto di essere uno di quelli che si vogliono cimentare con pochi soldi: il punto fondamentale è che se col budget limitato mi va male posso anche buttare tutto e vivere lo stesso, tanto di spese inutili ne ho fatte altre.
Se invece parto subito con un'attrezzatura professionale e poi (con ogni probabilità) non riesco a sfruttarla a pieno proprio perchè sono digiuno e quella è complessa, mi stufo e decido anche di rivenderla, a quanti mila o decamila euro devo dire bye bye?

Onestamente anche da un punto di vista visuale si inizia spesso con telescopi da 2-300 euro, immagina dovessimo tutti iniziare con apocromatici da 10-15000 euro!

Ovviamente ho messo in conto che i risultati saranno proporzionali alla spesa.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 10:58 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1012
Località: Roma
Parole sante quelle di Renzo. Perché, se già l'astronomia insegna a non essere precipitosi e ad adattarsi ai ritmi della natura ed alle beffe del caso, l'astrofotografia del cielo profondo insegna ad essere estremamente umili. Anche con attrezzature importanti il disastro è sempre dietro l'angolo e tutto ciò si accetta solo se il singolo fallimento si trasforma in esperienza utile per la volta successiva. L'altra sera ho dimenticato attivata la funzione che fa accendere il display della Canon dopo ogni posa. Il calore generato dal display mi ha rovinato quattro ore di posa e il sistema nervoso per la serata.
Ma se siete consapevoli di tutto ciò, benvenuti in questo mondo di pazzi...

Massimo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 13:04 

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 18:50
Messaggi: 51
grazie massimo mi hai insegnato un'altra cosa,cioe' qulla di disattivare il display della macchina fotografica,non sapevo che poteva incidere sulle pose,praticamente cosa succede surriscalda il sensore o cosa?
ciao peppe74


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 13:42 

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2006, 16:21
Messaggi: 79
Io penso che l'importante sia la passione e la pazienza e poi a poco a poco i risultati verranno.
Quindi forza principianti (squattrinati) che anche se per qualcuno (più ricco e soprattutto più esperto) le vostre saranno brutte immagini per voi saranno fonte di grande soddisfazione!

_________________
OSSERVO CON:
sw 80ed pro series
sw 150/750
eq5
Barlow 2x apo Celestron
Meade ETX 80


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 13:47 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1012
Località: Roma
Sì, surriscalda ulteriormente il sensore. I display LCD, anche piccoli, assorbono una grande quantità di energia, come pure la parte elettronica che li controlla. Hai fatto caso a quanta poca autonomia hanno le digitali non reflex che hanno il display sempre acceso?
Disattivarlo sempre, soprattutto d'estate. Sgrunt.

Massimo


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fotografia deep per principianti
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 14:16 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 23 aprile 2006, 22:02
Messaggi: 7499
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Renzo_Del_Rosso ha scritto:
Le foto di tanti astrofotografi che frequentano questo forum (Franco Sgueglia, Danilo Pivato, Mascosta, Stefano Vezzosi. morales e mi scuso con coloro che non ho nominato) sono realizzate con strumenti di pregio su montature granitiche e sfruttando tutte le tecniche di elaborazione.

...

Non dobbiamo pretendere di correre la finale dei 100 metri piani alle olimpiadi se non abbiamo ancora imparato a camminare.

Ciao Renzo, vorrei fare alcune considerazioni a complemento di quanto hai detto. Pur affermando che è un errore quello di voler raggiungere grandi risultati con poca spesa (di soldi, di tempo e di sudore) credo di conoscere la molla che spinge alcuni (e a suo tempo spinse anche me) a questo errore: si chiama entusiasmo. L'entusiasmo rifiuta gli ostacoli: "Non esiste nulla che io non possa fare con la mia montatura traballina, ho trovato in internet il sito di un tizio dell'isola di Tovalu, un tale Cont A. Ball, che con una EQ1 fa pose non guidate di 16 ore". L'entusiasmo rifiuta i propri limiti: "Le foto di Pinco Pallino sono più belle delle mie perché lui è ricco ed ha un C65545 da 7 metri montato su una EQ99 con motori diesel, non certo perché è più bravo di me". L'entusiasmo assimila il PC all'acqua di Lourdes: "Amici del forum: ho fatto con la mia digitale compatta una foto di 1/100 di secondo a M97, ma mi sono dimenticato di togliere il tappo. Vi allego il file JPEG ipercompresso: voi che siete tanto bravi me la elaborate in modo che sembri fatta dall'Hubble?".

A tutti gli entusiasti si può rispondere oppure no, tanto faranno (giustamente) di testa loro, sbaglieranno, si arrabbieranno, butteranno un sacco di soldi ed alla fine avranno un setup "standard" come quello che gli "esperti" gli avevano consigliato fin dall'inizio. Ciò detto sono comunque contento che il forum sia affollato anche da questi entusiasti che vogliono, da grandi, diventare Renzo Del Rosso. E poi se tutti usassimo gli stessi strumenti, gli stessi sensori, gli stessi tempi di integrazione, le stesse tecniche di elaborazione... faremmo tutti la stessa foto.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 14:31 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16566
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ho piacere che il mio messaggio fornisca spunto per parlare serenamente di questa questione. Volevo chiarire il mio pensiero in alcuni punti nei quali forse non mi sono espresso bene.
Non voglio assolutamente criticare chi vuole partire con poco. L'importante è che sappia che dovrà fare gavetta e i risultati non saranno certo all'altezza di quello che si vede nelle riviste o in internet.
Mi arrivano email dove questo discorso viene sostanzialmente ripetuto: "Cosa posso comprare con 300 euro per fare subito belle fotografie al telescopio?".
Come ho già detto e altri interventi hanno ripetuto, l'astrofotografia è una branca molto impegnativa nella quale gli errori sono sempre dietro l'angolo e l'attrezzatura è sempre "colpevole" di qualcosa.
Io ho cominciato usando telescopi altrui e facendo moltissimi errori (a quei tempi non c'erano neancora i pc, figuriamoci internet).
Ho usato anche una tavola equatoriale in legno per fare pose a largo campo senza avere una montatura. L'avevo costruita con dei miei amici e si manovrava a mano.
Le mie prime foto delle costellazioni o della Luna mi hanno inorgoglito.
Poi sono passato alle foto in parallelo e al fuoco diretto.
Non sono ancora passato al ccd ma so che prima o poi il prossimo passo sarà quello e dovrò azzerare molte delle mie conoscenze per reimparare l'uso del nuovo sistema di ripresa.
Il "tutto subito e a poco" purtroppo non esiste.
E' questo il messaggio che volevo trasmettere. E' giusto spendere poco ma è doveroso cercare di ottenere il massimo da quel poco senza pretendere di avere un HST al costo di un panino. Se accettiamo in partenza questo presupposto le soddisfazioni verranno fin dalle prime immagini sfocate e mosse. Perché saranno le "nostre" immagini, non quelle viste e fatte da altri.
Poi piano piano, con l'aiuto di tutti e tanta pazienza, si migliorerà la tecnica, si correggeranno gli errori e si avranno ulteriori soddisfazioni.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 8 agosto 2006, 16:33 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:12
Messaggi: 1764
Località: Torino
mascosta55 ha scritto:
Sì, surriscalda ulteriormente il sensore. I display LCD, anche piccoli, assorbono una grande quantità di energia, come pure la parte elettronica che li controlla. Hai fatto caso a quanta poca autonomia hanno le digitali non reflex che hanno il display sempre acceso?
Disattivarlo sempre, soprattutto d'estate. Sgrunt.

Massimo


Questo anche per pose brevi tipo 10/15 sec. ?


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 170 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 17  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010