1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 13 novembre 2019, 18:51

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: RECENSIONE completa etx90
MessaggioInviato: martedì 11 marzo 2008, 13:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 26 aprile 2006, 22:19
Messaggi: 3039
Località: VI
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ho posseduto e avuto così modo di testare il piccolo mak di casa Meade.
La prima cosa che probabilmente salta all'occhio ai più è il suo prezzo, nettamente superiore ai vari mak 90 (o 100) di altre ditte.
Uno dei più diffusi maksutov 90 mm è lo Skywatcher MC90, ma anche Orion, Ziel, Telescope-Service etc.. ne producono di simili.
La mia filosofia in fase d'aquisto è stata la convinzione che uno strumento dal costo così più elevato dei concorrenti una marcia in più da qualche parte dovesse avercela.
Così alla prima occasione l'ho preso usato.

Specifiche tecniche:
Diametro 105 mm.
Focale F 1250
Rapporto focale f/13.8
Schema ottico Maksutov - Cassegrain



Il tubo si presenta molto compatto, di un bel colore blu/violaceo lucido (molto bello al vedersi ma sulla cui superficie è facilissimo lasciare impronte).
Il peso è anch'esso molto contenuto, dando subito l'impressione di uno strumento solido e molto trasportabile.
Si nota l'assenza di paraluce metallico, cosa comunque facilmente rimediabile con l'autocostruzione. Personalmente me ne sono fatto uno in semplice cartoncino nero opaco molto funzionale.
Nella culatta del tubo trova posto un flip mirror interno che permette, tramite un'apposita levetta, di muovere lo specchio per deviare la luce verso il portaoculari da 1,25" posto nella parte superiore, oppure verso la parte posteriore, dove posson trovar posto accessori come raccordi per fotocamere e visual back.
Il focheggiatore agisce muovendo lo specchio tramite una piccola (fin troppo piccola) manopolina. Consiglio caldamente la prolunga flessibile, che consente una più comoda ed efficace messa a fuoco e che si può trovare su ebay per pochi euro.
Lo shift mirror è pressoche nullo. Ottima cosa dato che in altri strumenti catadiottrici la cosa disturba e non poco.

Il mio tubo ottico non aveva il cercatore normalmente dato di serie, quindi, non posso fare critiche, anche se da quanto si legge tale accessorio di serie è una delle cose peggiori e più scomode dell'etx90.
Io ho montato tramite fascetta stringitubo un cercatore 6x30 meade.

Nella parte inferiore del tubo ottico è posta una coppia di viti con passo fotografico, per montare l'Etx90 su un treppiede fotografico o su una barra a coda di rondine.

Otticamente il tubo mi ha soddisfatto davvero molto.
In alta risoluzione, in particolare sullal luna, ha un contrasto eccezionale, presentando immagini secche e ben definite.
In campo planetario svolge il suo lavoro egregiamente, soprattutto se si considera che l'apertura è di soli 90mm.
Confrontato con il takahashi 102 apo, che ho avuto modo di provare in varie occasioni il mak 90 meade mi ha davvero convinto, non mostrando segni di inferiorità, anzi la focale più lunga permette di salire davvero tanto con gli ingrandimenti.
In campo lunare (ma in condizioni di ottimo seeing anche in planetario) son riuscito a montare soddisfacentemente l'oculare Meade Plossl 6,7mm serie 4000, ottenendo così circa 185 ingrandimenti per poi raddoppiare l'ingrandimento con la barlow Meade Apo #140 2x (ottenendo perciò 370 ingrandimenti circa!!) mantenendo comunque una buona immagine della luna.

Le ottiche di questo piccolo strumento penso siano davvero eccelse. Purtoppo non ho mai avuto modo di confrontarlo con il maksutov MC90 skywatcher, di cui comunque si parla gran bene, sopratutto in rapporto al suo basso costo.

In planetario Giove e Saturno son davvero buone prede, certo i 90 mm e la lunga focale tendono a restituire immagini piuttosto scure ma la visione è comunque molto piacevole.

In deep sky c'è poco da dire. Ci vogliono centimetri di apertura e qui ci troviamo con soli 90mm. In più la focale è molto lunga, è un f/13 quindi il profondo cielo non è proprio il suo campo.
Certo qualche oggetto luminoso si può vedere, soprattutto sotto cieli bui, ma si ha comunque il problema del piccolo campo inquadrato che tende a far vedere (se si vedono) solo alcune parti dell'oggetto esteso che si va a puntare.

Come telescopietto da zaino però va più che bene, quindi portandolo in alta quota sotto cieli scuri il suo lavoro lo fa di certo!

In campo fotografico il rapporto focale spinto implica tempi di posa molto lunghi. In più la scarsa apertura e l'ostruzione peggiorano le cose. Il campo inquadrato è piccolo. Insomma le riprese con reflex meglio lasciarle perdere.

Totalmente diversa la questione riprese planetarie/lunari.
Qui con una buona webcam CCD si può spingere molto gli ingrandimenti, applicando anche barlow (e l'indispensabile, o quasi, filtro IR-cut), riprendere e sommare svariati frames, per ottenere alla fine immagini di tutto rispetto.

Il tubo io l'ho inizialmente montato sulla montatura astro-3 (eq3) con barra a coda di rondine e la leggerezza del tubo permetteva di non avere problemi anche se la montatura non era certo delle migliori.

Poi son passato a una eq5 motorizzata e qui praticamente il peso del tubo non si sentiva e la possibilità di inseguimento con i motori ha permesso di mogliorare di molto le riprese con webcam.

_________________

http://500px.com/davemarzotto/photos
[color=#0000FF][cerco autostar 494]

[/color]


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 11 marzo 2008, 13:47 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24725
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Inserisco la prova dello strumento in questa pagina "contenitore" per gli utenti del forum:
http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?t=984&start=60

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4
Celestron C8 XLT su Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010