1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 10 aprile 2021, 20:17

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 15:45 

Iscritto il: mercoledì 11 novembre 2020, 9:24
Messaggi: 13
Tipo di Astrofilo: Visualista
ciao a tutti!
un piccolo dobson 130 f5 fa il suo e, soprattutto, si tiene bene in bagagliaio; torna utile in ogni occasione possibile per pianetario di passaggio e per andare a caccia di ammassi :ook:
...sotto cieli bui però mostra solo qualche batuffolino del deep, motivo per cui mi piacerebbe un upgrade che possa diventare il tele di punta per le trasferte ai cieli buoni...
penso di restare su un dobson e dev'essere trasportabile... leggendo un po' in giro e misurando qua e là sono giunto all'idea che un focale 1200 sia il compromesso ideale, anche perchè non mi interessano ingrandimenti spintissimi. Per la vostra esperienza su che strumento potrei orientarmi?
Io pensavo ad un GSO 10" Deluxe; o é più maneggevole un 8" f6? le migliorie meccaniche del "Deluxe" fanno davvero la differenza?

vostre esperienze? :look:

grazie!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 16:02 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2020, 11:16
Messaggi: 404
Tipo di Astrofilo: Visualista
Fanno la differenza.
Ma i batuffolini, diventano batuffolotti. Quello che ci vuole davvero, sono: cielo trasparente, adattamento della pupilla al buio e assenza d'inquinamento luminoso.
Soddisfatti questi requisiti, è già una goduria osservare con un binocolo 15x50 (constatato di persona) figuriamoci con un gingillino anche da soli 130mm!

_________________
Newton: 150 f8, 300 f5, 150/1400 (Gollum)
Acro: 50 f12, 70 f5, ETX70 AT, 70 f10, 77 f12,8 e 90 f 5,5
Mak: Skywatcher 127, Vixen 110
Camere: Canon EOS 1000D e 1100D, QHY5L II, ZWO ASI120 MC-S
Montature: iOptron Cube Pro, Skywatcher AZ-GTi


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 27 novembre 2020, 18:46 

Iscritto il: mercoledì 11 novembre 2020, 9:24
Messaggi: 13
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie Angelo, certamente, io intendevo soddisfatti questi requisiti. Vuoi dirmi che in queste condizioni fra il 150 e il 300 che vedo in firma non hai differenze di resa?
del "piccolo" 130 sono soddisfatto! mi chiedo solo, con una differenza di diametro, a livello di dettagli, luminosità, comodità di osservazione con una focale più lunga e perché no, qualche ingrandimento in più quando il seeing lo permette, può dare qualche soddisfazione (e possibilità) in più? tenendo anche conto il tipo di focheggiatore, fondamentalmente a vite del 130 in questione (il piccolo dobson collassabile della SW). :oops:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 0:11 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2020, 11:16
Messaggi: 404
Tipo di Astrofilo: Visualista
Sotto un cielo suburbano, la resa è appiattita a causa della lattescenza del cielo; perfino un 130mm si avvicina a un 300mm.
Il divario fra le prestazioni aumenta in misura esponenziale col miglioramento delle condizioni osservative.
Dobson 300 nella specola e Mak 127 nel cortile, al riparo delle luci parassite: M94, l'ho vista meglio nel Mak. :shock:

Una precisazione: il seeing non influisce sulla sostanza, influisce sulla qualità; in particolare, ha un peso enorme nell'osservazione in alta risoluzione.

_________________
Newton: 150 f8, 300 f5, 150/1400 (Gollum)
Acro: 50 f12, 70 f5, ETX70 AT, 70 f10, 77 f12,8 e 90 f 5,5
Mak: Skywatcher 127, Vixen 110
Camere: Canon EOS 1000D e 1100D, QHY5L II, ZWO ASI120 MC-S
Montature: iOptron Cube Pro, Skywatcher AZ-GTi


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 11:54 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 25521
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Le mie esperienze ti suggeriscono di prendere il diametro migliore che puoi permetterti, sia come costi che come ingombro/trasportabilità.

Come ti hanno già detto, il cielo è fondamentale.
Ma per qualsiasi telescopio, non per quello più grande. :)

Recentemente ho avuto a disposizione nella mia postazione urbana (magnitudine limite -1 :mrgreen: ) un telescopio da 30cm accanto al mio vecchio C8 (20cm).

M13 era ovviamente più bello, più risolto e più contrastato nel 30cm :mrgreen:

Le galassie (quelle luminose, ovviamente) erano meno macchiette nel 30 che nel 20cm.

Sicuramente spendere tanti soldini per il telescopio più grande e usarlo da un cielo limitato è un grosso peccato rispetto a spenderne di meno per il telescopio più piccolo.

Ma, quando sarai sotto il cielo buono, recuperi alla grande.

_________________
Immagine

Da dove osservo? - Dobson 60cm f/4 - Dobson 30cm f/5 - Vixen VMC260L


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 13:05 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2020, 11:16
Messaggi: 404
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ci sono due altre cose da tenere in gran conto: l'umidità in sospensione e l'adattamento al buio della pupilla.

Per l'umidità c'è poco da fare; finché non si deposita, diffonde la luce. Quando lo ha fatto, è tutta un'altra musica: il cielo appare d'una trasparenza cristallina.

Per adattare la pupilla al buio, basterà imitare i fotografi d'un tempo e coprirsi la testa con un panno nero.

Se l'umidità si è posata al suolo e la pupilla si sarà adattata al buio, si potranno fare buone osservazioni anche in ambito urbano.

_________________
Newton: 150 f8, 300 f5, 150/1400 (Gollum)
Acro: 50 f12, 70 f5, ETX70 AT, 70 f10, 77 f12,8 e 90 f 5,5
Mak: Skywatcher 127, Vixen 110
Camere: Canon EOS 1000D e 1100D, QHY5L II, ZWO ASI120 MC-S
Montature: iOptron Cube Pro, Skywatcher AZ-GTi


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 20:05 

Iscritto il: mercoledì 11 novembre 2020, 9:24
Messaggi: 13
Tipo di Astrofilo: Visualista
di fatti proprio dei cieli più bui parlo, il 130mm lo terrei sempre pronto, in mcchina, ogni occasione é buona per la Luna e qualcosa di appariscente, senza pretese se non il buon gusto di ossrvare. :wink:
Ma ho anche modo di stare sotto cieli buoni, (soprattutto durante le ferie) il Cadore in alta montagna può offrire molto ed é li che vorrei puntare: belle nottate, tempo di acclimatamento ecc..... :thumbup:

Allora, se puntiamo al diametro un dobson 10" può essere un buon compromesso costo/apertura/portabilità ?
l'8" (stessa focale) avrebbe dalla sua solo un maggior rapporto focale e quindi meno aberrazioni?
il 12" (che vedo in firma ad entrambi e molti) offre lo stesso buon compromesso del 10"?
il GSO lo consigliereste, o c'é qualcosa che non compare molto che conoscete voi?

fine della sbombardata di domande... :rotfl:

grazie!


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 23:17 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 25521
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
La mia risposta: viewtopic.php?f=3&t=38376&hilit=la+figata+del+dobson

Dobson 30 cm truss.
Occupa meno del 25 cm a tubo chiuso.
Offre sicuramente di più :)

_________________
Immagine

Da dove osservo? - Dobson 60cm f/4 - Dobson 30cm f/5 - Vixen VMC260L


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 28 novembre 2020, 23:43 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2020, 11:16
Messaggi: 404
Tipo di Astrofilo: Visualista
Diciamo il pro, ma non si dicono il contro...

Non so dire degli Obsession, ma i Dobson truss industriali vanno collimati ogni "tre per due" durante la sessione.
Un Dobsoniano veterano se ne infischia, ma la cosa può essere una seccatura per un novellino...
Per questa ragione, di rado vengono proposti.
Un'alternativa valida, potrebbe essere il collassabile Skywatcher.

Fermo restando che sono più che soddisfatto del GSO 300 monolitico, sono pentito di non avergli preferito un truss da 400mm almeno. Pesi e ingombri sembrano aumentare con l'avanzare dell'età.

Da f6 a f5 si guadagna un po' di coma in più, ma niente per cui strapparsi i capelli.

_________________
Newton: 150 f8, 300 f5, 150/1400 (Gollum)
Acro: 50 f12, 70 f5, ETX70 AT, 70 f10, 77 f12,8 e 90 f 5,5
Mak: Skywatcher 127, Vixen 110
Camere: Canon EOS 1000D e 1100D, QHY5L II, ZWO ASI120 MC-S
Montature: iOptron Cube Pro, Skywatcher AZ-GTi


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 29 novembre 2020, 0:11 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 25521
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
La collimazione è un non-problema.
Una volta imparata, la si fa in meno di cinque minuti.
E, da novellino, si acquista un po' di esperienza in più.

Tra l'altro la collimazione è da fare in tutti i telescopi, non soltanto in quelli che si smontano.

_________________
Immagine

Da dove osservo? - Dobson 60cm f/4 - Dobson 30cm f/5 - Vixen VMC260L


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010