1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 17 novembre 2018, 10:08

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 16 febbraio 2018, 23:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Cita:
Tipo ?

Mi dovrebbe arrivare a breve un prototipo del Low Spec di Paul Gerlach (lo scafo stampato 3D in PLA) cui dovrò aggiungere il reticolo e le ottiche per provarlo, sono veramente curioso.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 17 febbraio 2018, 12:34 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 3 ottobre 2015, 10:33
Messaggi: 402
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Scafo a parte (che comunque è già molto) non è troppo "contorto" come schema ottico ?
Considerando che se uno si imbarca in questo progetto credo convenga partire da un reticolo da 600 l/mm, magari 300 è un po poco...ma tutte quelle ottiche e specchi da collimare e allineare c'è da impazzire non poco....non è certo per principianti....

_________________
"...e mi sovviene l'Eterno...."


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 17 febbraio 2018, 20:48 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Cita:
Scafo a parte (che comunque è già molto) non è troppo "contorto" come schema ottico ?

No, c'è solo il fascio ottico del collimatore piegato da uno specchietto per ridurre l'ingombro.Quello che sembra complicato è il sistema di guida, che è lo stesso dell'Alpy, Lisa, Lhires III di Shelyak e l' L 200 di Ken Harrison.In particolare, il layout mi sembra quello del Lisa: staremo a vedere, tanto, dovrebbe arrivarmi la prossima settimana.


Cita:
Considerando che se uno si imbarca in questo progetto credo convenga partire da un reticolo da 600 l/mm, magari 300 è un po poco...ma tutte quelle ottiche e specchi da collimare e allineare c'è da impazzire non poco....non è certo per principianti....


Il vantaggio di questa configurazione è , come per L'HiresIII, l'L 200 etc, che puoi intercambiare i reticoli e metterci quello che vuoi, da 150 a 2400 l/mm, variando la risoluzione e l'ampiezza dello spettro, cosa che non si può fare con l'Alpy ed il mio Spec 600.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 20 febbraio 2018, 20:49 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Oggi pomeriggio mi è arrivato lo scafo e gli accessori del Low Spec di Paul Gerlach, ottenuto con una stampante 3D.Devo dire che la qualità del materiale e l'apparenza dello stesso mi hanno meravigliato.Anche se ottenuto con una stampante 3D di alta fascia, l'oggetto è veramente rimarchevole.Domani comincerò a lavorarci su, e devo dire che sono oltremodo incuriosito e ansioso di vedere come si comporta sul campo.In ogni caso l'olandese ha fatto un lavoro egregio e merita la stima di tutta la comunità astronomica.Per quanto mi riguarda cercherò di vedere se sussistono margini di miglioramento e, quel che più conta, di ulteriore riduzione dei costi delle ottiche.Allego un'immagine dello scafo dello spettrografo.


Allegati:
Low Spec small.jpg
Low Spec small.jpg [ 984.82 KiB | Osservato 256 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 20 febbraio 2018, 21:54 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14737
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Fantastico cosa può fare una stampante 3D (seria), sembra indistinguibile da un elemento "stampato" (nella maniera standard). :shock:

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: https://associazioneastronomicamirasole.wordpress.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 7:26 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 30 aprile 2017, 13:43
Messaggi: 82
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Fulvio sono in attesa del tuo test, finora non ho dato inizio alla lavorazione del tuo Spec600 proprio per questo nuovo progetto.

_________________
.....e così scoprii la luce


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 8:39 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ah, davvero carino, ma ti ha fornito lo scafo ed i componenti li hai messi tu oppure ti ha fornito tutto il materiale?
Quanto hai speso? Perchè potrebbe interessare a molti.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 febbraio 2018, 11:16 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Cita:
Fantastico cosa può fare una stampante 3D (seria), sembra indistinguibile da un elemento "stampato" (nella maniera standard).

In effetti è veramente sorprendente: sono rimasto di stucco vedendo la precisione dei singoli elementi interni, oltre che l'apparenza esterna, dell'ordine di 1/10 di mm.La stampante , comunque, è di fascia medio-alta , una Felix pro2 da 2400 €, ma ho visto anche cose simili con stampanti entry level da 5-600 €.La cosa è di dimensioni che vanno ben oltre la spettroscopia e lo spettroscopio in quanto in tal modo è possibile assemblare qualsiasi componente od accessorio astronomico che non richieda una rigidezza estrema, a patto di avere un minimo di dimestichezza col CAD:io non ce l'ho, ma mio figlio sì, e sto quindi valutando l'acquisto di una stampante 3D di media fascia.
Cita:
Fulvio sono in attesa del tuo test, finora non ho dato inizio alla lavorazione del tuo Spec600 proprio per questo nuovo progetto

Si , aspetta un attimo: neanche a farlo apposta, proprio l'altro giorno ho terminato il mio 13° spettroscopio, spec 300, con un grism da 300l/mm e quindi comparabile con il Low Spec nella sua attuale configurazione.

Cita:
Ah, davvero carino, ma ti ha fornito lo scafo ed i componenti li hai messi tu oppure ti ha fornito tutto il materiale?
Quanto hai speso? Perchè potrebbe interessare a molti.


Dunque, vado nell'ordine:
1-Paul mi voleva regalare il tutto per farmi testare e valutare lo strumento, ma non ho accettato perchè non mi sembrava giusto, e quindi mi sono fatto mandare lo scafo ed i singoli accessori pagando un prezzo, modesto, ma accettabile.Le ottiche, il reticolo e tutto il resto dovrebbero già essere in mio possesso, parte di surplus,quindi l'esperimento per me è a prezzo estremamente contenuto.
2-Da una prima valutazione di massima il costo complessivo delle ottiche come indicate nel progetto, si aggira sui 500 € circa, ma alcuni elementi , come i doppietti acro e gli specchietti di rinvio potrebbero forse essere acquistati di surplus, riducendo anche di 150-200 € il costo.questa è una delle cose che devo valutare, e non delle meno importanti, anche perchè l'acquisizione di componenti di misure diverse da quelle previste comporterebbero un adattamento (che il sottoscritto è capace di fare, ma non tutti hanno la capacità o la voglia di fare),ovvero la modifica, anche modesta, del progetto e dei files STL.
3- Al costo delle ottiche va aggiunto quello della stampa 3D dei componenti, che è quasi zero se già si possiede una stampante, ma che potrebbe essere più consistente se così non fosse.
4- In definitiva penso che il costo complessivo dello strumento potrebbe aggirarsi in una forbice tra 500 e 700 € se non si possiede una stampante 3D, e tra 300 e 500 € se la si possiede già.Infatti i costi obbligati, per così dire fissi, sono quelli del reticolo e della piastra con fenditure alluminate (100 + 160 €), occorre tuttavia dire che l'attuale produttore della piastrina le vende doppie e penso non faccia storie se glie ne viene richiesta una singola, nel qual caso i costi fissi scenderebbero a circa 180 €, cui andrebbero aggiunte le ottiche (3 doppietti piccoli e due specchietti) che, se di surplus (Surplushed) non dovrebbero costare oltre i 20-30 €.A questo andrebbe poi aggiunto il costo della stampa, della quale non ho idea, e potrei valutare, magari sbagliando, in 200 €?.Se qualcuno può fare una valutazione precisa sulla base dei pezzi da stampare, si faccia avanti.Nel caso poi il prezzo fosse superiore , c'è sempre da valutare l'acquisto di una stampante entry level il cui prezzo si aggira sui 300-400 €.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 19:09 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Vi aggiorno sullo stato del lavoro con il Low Spec.
Innanzitutto, l’adattamento dello scafo e degli accessori ad ottiche già in possesso, come nel mio caso, si è rivelata un’operazione più difficile del previsto, e che quindi sconsiglio a chi non si è mai occupato di autocostruzione di strumenti del genere.
Consiglio invece, ove possibile, di procurarsi delle ottiche di surplus, ma con questa avvertenza: sia i doppietti che gli specchietti devono essere dello stesso diametro e della stessa focale (specie il collimatore) di quelle indicate nel progetto, in quanto le sedi sono precise al decimo di mm sia come diametro che come profondità, e non è possibile rilavorarle in quanto alcune fanno parte integrante dello scafo.
Domani conto di installare il reticolo e rimontare il tutto: speriamo sia tutto OK : sono piuttosto curioso.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 23 febbraio 2018, 21:10 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 30 aprile 2017, 13:43
Messaggi: 82
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Bene, ma per le ottiche e altri accessori non si potrebbe fare un unico ordine, mi spiego se qualcuno è interessato oltre a me una volta stabilito cosa serve ci si potrebbe organizzare.

_________________
.....e così scoprii la luce


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010