1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 26 luglio 2017, 17:44

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: binocoli 20x80 contro spotting scope
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 8:36 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 15
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti,
ho visto in altre parti del forum che l'argomento è stato trattato ma avrei qualche ulteriore domanda.
Premessa: parto in campeggio per 3 settimane e visto che starò in aree molto buie volevo acquistare un binocolo 20x80 con cavalletto per osservare il cielo e la luna la sera (non importa il peso, mi interessa la compattezza, altrimenti mi sarei portata dietro direttamente il telescopio).
Ho visto su amazon che modelli tipo quelli evidenziati da un altro utente del forum sembrano di primo acchitto lo stesso binocolo, o almeno alcuni di essi, mi domando se effettivamente esistono differenze sostanziali in termini di qualità che giustifichino le differenze di prezzo oppure sono un paio di ditte che li fanno e gli altri li marcano celestron, omegon etc.

Omegon Nightstar 20x80
Celestron Skymaster 20x80
TP Optix Triplet 20x80
TP Optix E 20x80
Bresser spazial astro 20x80

In base alla vostra esperienza mi consigliate di acquistare una marca in particolare il cui nome sia garanzia di qualità oppure uno vale l'altro?

Altra domanda: che mi dite del Celestron Spotting scope C 70 MAK a paragone dei precedenti binocoli? dite che per l'uso che ne devo fare risulta molto meno luminoso? sono allettata dalla compattezza e dalla possibilità di montare gli oculari del mio telescopio (io ho oculari 31.8 e il celstron sembra avere 31.7 dite che vanno bene o non entrano?) ed eventualmente collegarci la macchina fotografica ma non vorrei che essendo riflettore sia molto meno luminoso di uno dei precedenti binocoli. Secondo voi?

grazie;)

Giulia


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 9:37 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17778
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
I TP Optics non li ho mai sentiti nominare. Ah, ho capito sono quellivenduti dalla tedesca TS service. Questi sono forse migliori dei Celestron e dei Bresser, che ti sconsiglio. L'Omegon non lo conosco. I binocoli non sono tutti eguali. Importante è anche la meccanica, perchè se non sono collimati poi ci si vede doppio e sono inusabili. Se non sono solidi si scollimano subito, soprattutto quelli che danno molti ingrandimenti. Considera anche un'altra cosa, i binocoli ad elevati ingrandimenti necessitano di un cavalletto e quando sono dritti costringono sia il cavalletto che... l'osservatore ad una posa molto scomoda se si osserva il cielo. Molto meglio un binocolo angolato. Molto più caro però...

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 9:49 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 15
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
...speravo mi dicessi il contrario visto che costano nettamente di piu! del resto forse il prezzo maggiore spiega la migliore qualità dei TS ma non volevo arrivare a spendere tanto perchè devo preventivare anche il cavalletto.
Però vedo che il TS 20x80 E costa 170 contro i 240 del TS 20x80 Triplet. E' perchè cambia la qualità o la geometria dell'ottica Fabio?
Spero che qualcuno mi parli bene dell'Omegon dunque, ultima speranza... :)
Grazie per la risposta.

Giulia


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 9:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17778
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per il cavalletto se ci vuoi montare un binocolone per forza lo devi equipaggiare di una testa tipo la eLLe o la eLLe duo. Altrimenti se usi una testa normale quando punti in alto ti cade tutto all'indietro.
Per la trasportabilità c'è una soluzione di telescopio adatto a zone buie, si chiama Dobson Sumerian... Lo dico io che non sono certo un patito dei Dobson! pensa un po', il 20 cm Alkaid sta in una scatoletta di 35 x 26 x 14 cm più un pacchettino con le aste che sono comunque divise in due o tre pezzi.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 10:04 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 15
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si lo avevo visto, ma volevo evitare di comperare un secondo telescopio visto che il primo già lo uso poco, invece magari il binocolo potrebbe avere anche un utilizzo terrestre...


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 13 maggio 2017, 12:48 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13365
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Personalmente io utilizzerei il telescopio, il mak 130 è sufficientemente compatto da essere portato in giro ed il peso è molto simile a quello di un binocolone 20x80 e come ho detto in altra discussione, con un oculare da 24/25 mm avresti un campo di oltre un grado (equivalente a due volte la Luna piena) che andrebbe bene per la maggior parte degli oggetti del profondo cielo, inoltre è già "angolato" quindi ti ringrazieranno sia il portafogli che la cervicale. :mrgreen:
Ricorda poi che la "luninosità" di un telescopio (ovvero il suo rapporto focale) è importante solo ed esclusivamente in fotografia, mentre per l'occhio umano se tu stia osservando in uno strumento da 130 mm di diametro a 60x ad f/12 o che sia ad f/6 non fa alcuna differenza, la luce che arriva è sempre la stessa.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 16 maggio 2017, 19:08 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 24 agosto 2006, 21:52
Messaggi: 3339
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista
giuguar ha scritto:
Premessa: parto in campeggio per 3 settimane e visto che starò in aree molto buie volevo acquistare un binocolo 20x80 con cavalletto per osservare il cielo e la luna la sera (non importa il peso, mi interessa la compattezza, altrimenti mi sarei portata dietro direttamente il telescopio).
Ho visto su amazon che modelli tipo quelli evidenziati da un altro utente del forum sembrano di primo acchitto lo stesso binocolo, o almeno alcuni di essi, mi domando se effettivamente esistono differenze sostanziali in termini di qualità che giustifichino le differenze di prezzo oppure sono un paio di ditte che li fanno e gli altri li marcano celestron, omegon etc.
In base alla vostra esperienza mi consigliate di acquistare una marca in particolare il cui nome sia garanzia di qualità oppure uno vale l'altro?

Altra domanda: che mi dite del Celestron Spotting scope C 70 MAK a paragone dei precedenti binocoli?

sì, è sostanzialmente come dici tu: si tratta di serie di base, spesso indentificate come BA3 BA5 da alcuni costruttori cinesi poi variamente rimarchiati. La qualità non è eccelsa, me neanche troppo disprezzabile: più che accettabile per 3 settimane di campeggio; la meccanica può essere un terno al lotto così come la collimazione; quest'ultima però è più facilmente correggibile di altri strumenti (nel caso contattami e ti mando un tutorial). Il tripletto teoricamente dovrebbe essere meglio corretto per l'aberrazione cromatica e quindi più adatto al terrestre, ma è solo teoria perché a suo tempo e quando introdotto sul mercato (c'era ancora la Astrotech) il tripletto andava peggio del doppietto classico: una lente più= casini in più che si amplificano nelle serie economiche.
Se osservi cielo profondo lascerei perdere il mak 70: se il cielo è butio meglio 2 occhi su due 80 mm che uno solo su un 70 mm a meno tu voglia fare solo planetario.
Prenditi quindi un qualsiasi 20x80 doppietto, divertiti per 20 giorni e poi tienilo lì: sarà sempre uno strumento mordi e fuggi per cielo e natura in varie occasioni, senza troppi rimpianti per i soldi spesi.

_________________
Deneb osserva con:
due occhi....perchè two eyes is meglio che one...


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 maggio 2017, 23:49 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 settembre 2015, 10:28
Messaggi: 15
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
uuhmmm...
diventa sempre più ardua la scelta... sia il binocolone che il mak70 hanno pregi e difetti, di quest'ultimo mi seduce la compattezza e la possibilità di usare gli oculari del mio telescopio e del binocolone la comodità di usare ambedue gli occhi... effettivamente l'uso che ne farei è di tipo planetario prevalentemente. mah...
Angelo scusa quando parli del mak130 ti riferisci al mio telescopio che ho indicato in altra parte del forum oppure intendevi il mak70 celestron di cui chiedo qui?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 9:48 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17778
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ti dirò, tra qualche mese dovrei fare un piccolo viaggio e vorrei qualcosa da portarmi dietro. Però deve stare in una valigetta da bagaglio a mano da aereo e deve lasciare spazio anche per altre cose... La scelta è ardua... Si capisce che un normale binocolo lo porterò, ma per osservare i pianeti non va bene. Poi non potrei portare il treppiede... :think:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 20:47 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13365
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
giuguar ha scritto:
Angelo scusa quando parli del mak130 ti riferisci al mio telescopio che ho indicato in altra parte del forum oppure intendevi il mak70 celestron di cui chiedo qui?

Intendo quello che già possiedi, secondo me va piu che bene per quello che devi fare, lo hai già quindi nessuna altra spesa, ha un diametro decente per il deep, con l'unico vero difetto che il massimo campo raggiungibile e poco sopra il grado, rispetto ad un binocolone che sta sui 2 o 3 gradi di campo.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010