1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 12 dicembre 2017, 18:54

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Aspettando Giove
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 7:20 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 9697
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ieri sera aspettando che sorgesse giove mi sono dedicato al nostro satellite, a cui purtroppo raramente dedico tempo e studio.

Fondamentale è dotarsi di un buon atlante (ad esempio il rukl) oppure di una buona applicazione per smartphone.

Telescopio utilizzato: rifrattore 128mm aperto a f8.1. Piccolo inciso: l'fs128 sulla luna è davvero bello. Contrasto eccezionale, fondo cielo e parte in ombra della luna neri come il carbone, ottima resistenza agli ingrandimenti.

Il cratere G. Bond è un cratere a struttura aperta. dalla parte sud si dipanava una rima, la rima G Bond, di cui vedo la parte iniziale più a sud e si intravede con l'8 mm la parte che sale su a Nord.
Con il 6 mm ortoscopico di abbe la rima diventa netta in tutta la sua lunghezza. Pur con la luna molto bassa la visione è molto bella anche se si nota un po' di residuo cromatico dovuto la bassezza del nostro satellite.

Charconat è un cratere che si trova a sud di posidonius: la struttura è quasi a spirale, nel senso che è aperta a nord proprio nei pressi di posidonius. Al centro si trova un piccolo cratere e a ovest del cratere troviamo la rima che si vede solo nella parte finale o nord all'interno del cratere.

Il cratere Romer ha una sorta di doppio bordo al suo interno si trova un picco centrale, a sud del picco dovrebbe esserci una piccola valle che però non vedo, a nord del picco si trova un caratterino che si nota per il bordo ovest illuminato, il resto totalmente in ombra. La cosa interessante di Romer è la relativa rima che parte a est del cratere e si dipana verso nord quasi dritta, osservazione con ortoscopico di Abbe da 4 mm.

Cauchy èun piccolo cratere che si trova nella parte ovest del mare tranquillitatis. La particolarità del cratere, che di per sé quasi insignificante, è la presenza a nordovest di una bella rima molto difficile da vedere almeno con questa illuminazione e di una rupe che ricorda molto la rupes recta. Mentre la rupe è molto semplice da osservare in quanto ha la parte illuminata molto dritta che si vede bene mentre la rima ha un'ombra molto sottile poco contrastata che va quasi a lambire il bordo nordovest del cratere omonimo. Osservazione con il 4 mm di Abbe. Incredibile: con il planetary ed 3,2mm la rima diventa facile, 325x!

Gutemberg è un cratere dalla forma un po' strana ricorda un 8 rovesciato e non regolare. La sua particolarità è che dal bordo nord si dipana verso nord-est un sistema di rime formato da tre rime che ricordano gli artigli di Wolverine. A ovest si trova il cratere goclenius che ha anch'esso il suo sistema di rime molto interessante in quanto sono due rime poste a V: quella più a sud va a lambire il bordo del cratere nord ovest di Gutemberg e vanno tutte e due circa in direzione nord-est. Dal Rukl noto che c'è una terza rima più corta che non ho colto.

Ho sempre poco tempo da dedicare alla luna, ma quando mi ci ritrovo a osservarla è sempre foriera di "scoperte" meravigliose.

_________________
De kappellatis non disputandum est

Osservo con Dobson 42cm, un meade 8", un acro 150/750, Royal Astro 76/910 e una marea di ocularacci...

stelle già dal tramonto si contendono il cielo a frotte
luci meticolose nell'insegnarti la notte


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Aspettando Giove
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 7:43 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21088
Ok, ma poi Giove ti ha dato buca?

_________________
qa'plà!


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Aspettando Giove
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 8:04 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23173
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Da me c'era un seeing così scarso che l'unica Seléne affascinante era quella dai capelli biondi... Stasera porta sereno, magari sarà anche più calmo



_________________
In attesa di uscire a riveder le stelle

volpetta.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Aspettando Giove
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 8:46 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 21 dicembre 2007, 13:49
Messaggi: 4368
Località: Roma / Amelia (TR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Bella osservazione Vincenzo :clap:

Sia la rima Cauchy che la rupe sono strutture tettoniche, vere e proprie faglie che miliardi di anni fa hanno spaccato la superficie ed oggi appaiono sovraimpresse da crateri di epoca successiva. La rima si distingue nettamente da altre ad andamento sinuoso (che sono di origine vulcanica), questa ha andamento rettilineo (è una vera e propria fossa di sprofondamento con la parte centrale ribassata come si vede nella foto, in geologia si indicano con la parola tedesca "graben").

Bellissimo è l'andamento segmentato della rima, con le varie parti spostate lateralmente con sovrapposizione. Il cosiddetto andamento "en echelon" che più di ogni altra cosa ne evidenzia l'origine tettonica (una struttura analoga si vede anche sulla faglia del Vettore, quella che si è mossa durante il terremoto scorso).


Allegati:
Cauchy.jpg
Cauchy.jpg [ 85.43 KiB | Osservato 477 volte ]

_________________
Science is built up with facts, as a house is with stones. But a collection of facts is no more a science than a heap of stones is a house. (Henri Poincaré)

Dobson GSO 10" con Telrad - Celestron CPC800 - Meade ETX-70
Panoptic 24mm - FF 19 mm - Hyperion zoom 8-24 mm - Genuine Ortho 5mm - Barlow Televue 2X - Astronomik OIII
Zwo ASI 120 MC


Su xelu no est po is ominis, ma po Deus
Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Aspettando Giove
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 9:08 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 9697
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grande Andrea, dovresti tenerci lezioni di geologia lunare, sempre apprezzati e interessanti i tuoi interventi!

Tuvok, sono ordinato, Giove è al suo posto :D

_________________
De kappellatis non disputandum est

Osservo con Dobson 42cm, un meade 8", un acro 150/750, Royal Astro 76/910 e una marea di ocularacci...

stelle già dal tramonto si contendono il cielo a frotte
luci meticolose nell'insegnarti la notte


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010