1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 20 settembre 2019, 17:30

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 22 aprile 2006, 14:43 

Iscritto il: sabato 22 aprile 2006, 12:51
Messaggi: 1
Ciao a tutti, sono nuovo di qui :o !!!

Volevo chiedere aiuto a chiunque se la sentisse di intraprendere una

battaglia a favore della cultura e contro l'ignoranza ! :wink: Sperando

che poi la posizione giusta sia la mia :roll: ...... Ma, ecco i fatti:

proprio irei è sorta una disputa tra me ed un amico, non ricordo come ma ad un certo punto mentre si parlava è saltato fuori il discorso che la Terra poteva essere attratta dal Sole (e precipitarvi.... a certe condizioni). Io con quest'affermazione credevo di dire assolutamente qulcosa di banale, dato che a mio modo di vedere sembra abbastanza ovvio. Lui invece mi ha smentito ferocemente, schernendomi e dicendomi che erano soltanto teorie abberranti e che questo non sarebbe mai potuto capitare perchè la Terra ed il Sole stanno in un equilibrio tra di loro. E che quest'equilibrio dipendeva dalla loro rispettiva forza di gravità.
Io ho replicato, che ciò era vero (equilibrio tra traiettoria della Terra e Sole) ma NON perchè entrambe si attraggono quanto piuttosto perchè l'attrazione esercitata in particolar modo dal Sole veniva contemperata dalla forza centrifuga esercitata della Terra nel suo movimento di rivoluzione, e che quindi (per tornare all'oggetto della disputa) che se la Terra cessasse di ruotare attorno al Sole sarebbe attratta, finendo col tempo per cozzarvi contro (salvo incenerirsi prima).

Lui sosteneva che fosse impossibile. Così ho continuato spiegando che l'equilibrio tra Terra e Sole non solo permette alla Terra di evitare di essere "assorbita", ma c aiuta anche perchè in assenza di tale forza di gravità , nel momento in cui cessasse la Terra volerebbe via nello spazio allontanandosi....


La mia tesi, però, lungi dal convincerlo lo ha soltanto fatto infervorare nelle sue spiegazioni controverse. Ha infatti tirato fuori il discorso che i satelliti geo-stazionari pur restando immobili non vengono attratti dalla forza di gravià e restano infatti in orbita......Si è poi raggiunto il culmine quando ha citato la seconda legge di Keplero sostenendo, alla fine di una spiegazione strana e poco comprensibile, che aveva ragione dato che quando la Terra si trova lontano dal Sole lungo la sua traiettoria viaggia + lentamente. Da ciò deduceva quindi, a favore della sua tesi, che man mano che la Terra rallentava si allontanava dal Sole, di conseguenza se avesse incominciato a rallentare non ne sarebbe stata risucchiata (dal sole) ma se ne sarebbe allontanata sempre di +. Ipotizzava, infatti, che se prorpio la Terra si sarebbe fermata non lo avrebbe mai potuto fare di botto ma la sua velocità pian piano serebbe andata scemando ed una volta conclusa questa fase di rallentamento ormai la terra sarebbe stata lontanissima dal Sole.


Io non ha saputo cosa dire sui satelliti geo-stazionari, invece per quel che riguarda le leggi di Keplero le ho studiate molti anni fa, al liceo, ed ammetto di non ricordare bene nè la seconda, nè le altre. Di una sola cosa sono certo, però, e cioè che questi suoi ragionamenti siano solo partoriti da un ignorante che miscela un pò di nozionismo a qualche fugace ricordo dei libri di scuola e molta ma molta fantasia. Ad ogni modo, io ho risposto su Keplero che: al massimo si era fatta un pò di confusione e che si erano scambiate causa ed effetto, per cui la causa non è la : "lentezza del percorrimento lungo la traiettoria" e la conseguenza la : " distanza dal sole" che aumenta. Ma l'esatto contrario, e cioè che: man mano che la terra si allontana dal sole, questo allontanamento (causa) determina una conseguenza, e cioè che la velocità nel compiere la traiettoria diminuisce.


Scusate se vi ho annoiati con un post talmente lungo e stravagante, ma vorrei: intanto sincerarmi io che sono sulla posizione corretta, e poi vorrei che se è così lui legesse da Esperti (con la "E" maiuscola :!: rispetto a me) come stanno effettivamente le cose. Dato il vostro grado di preparazione infatti la vostra parola vale molto + della mia ai fini di tale coinvincimento..... Vi chiedo quindi se avrete la pasienza di scrivere di chiarire qualsiasi punto della vicenda.

Grazie ancora dell'attenzione :)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 22 aprile 2006, 14:50 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 20:57
Messaggi: 215
Località: Venezia
se è per quello c'è gente che pensa che le meteoriti ferrose provengano dal Sole......

_________________
M come Meteorite Collection

http://www.mcomemeteorite.org


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 22 aprile 2006, 15:51 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16673
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Io sono un semplice astrofilo come tanti e a scuola, tanti anni fa, studiai anch'io le leggi di keplero.
Il tuo amico, a mio parere, è in errore.
Due corpi, se non soggetti ad altre forze (ma questo è Newton), si attraggono fra loro con una forza proporzionale alla loro massa e inversamente proporzionale al quadrato della distanza.
Per cui il Sole attrae la Terra e la Terra attrae il Sole. Se fossero fermi in un universo senza altre forze tenderebbero ad avvicinarsi con veloictà sempre crescente.
Nel nostro universo c'è una forza principale che controbatte questa attrazione ed è la forza centrifuga dovuta all'orbita della Terra attorno al Sole. Logicamente sto semplificando il tutto al massimo.
Poiché la forza di attrazione diminuisce con l'aumento della distanza la forza centrifuga necessaria a controbilanciarla diminuisce all'apogeo e di conseguenza la velocità rallenta.
Per quanto riguarda i satelliti geostazionari questi non sono fermi ma ruotano attorno alla Terra in 24 ore. Poiché anche la Terra ruota su se stessa in 24 ore essi ci appaiono sempre nella medesima posizione ma proprio per il loro moto denominato geosincrono.
Consiglia però al tuo amico di leggersi con attenzione il libro da cui ha imparato a conoscere le leggi di Keplero perché penso che non abbia molto assimilato il loro significato.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 23 aprile 2006, 22:39 
... meno male che ha citato le leggi di Keplero !
Il tuo amico, se afferma ciò che ci hai riportato, si sbaglia di grosso.
Trovi una risposta esauriente con formule sul forum "cugino" a questo indirizzo:

http://www.skylive.it/forum5/topic.asp?TOPIC_ID=3301

ti devi però registrare.
Carlo


Top
     
 
MessaggioInviato: lunedì 24 aprile 2006, 6:42 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 14:35
Messaggi: 4114
Località: Padova
Visto che il Sistema Solare esiste da 4/5 miliardi di anni, ormai tutti i corpi che lo compongono (di una certa entità) giacciono su orbite ben definite e stabili. La Terra non fa eccezione.

Donato.

P.S.: effettivamente la Terra finirà nel Sole ma perchè quest'ultimo ne ingloberà l'orbita espandendosi nelle fasi terminali della sua (del Sole) evoluzione. Ma ci vorrà ancora parecchio tempo...


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 24 aprile 2006, 22:23 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 marzo 2006, 21:09
Messaggi: 114
Località: Sermoneta (LT)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Non sembra che le orbite siano cosi fisse, il problema della stabilità del sistema solare è molto complesso tento è vero che non è possibile determinere le orbite dei corpi per un tempo lungo e il sistema tende a diventare caotico (del resto molti corpi si sono formati in punti diversi da quelli occupati attualmente.
Sulle orbite geostazionarie non ricordo molto ma essendo circolari debbono risentire dell'accelerazione radiale che è data da V^2/R e questa è fornita dalla gravità terrestre g, che varia con la distanza dal pianetà. Quindi, in un obità circolare dovrebbe essere g a stabilire la velocità del corpo. Esisterà certamente una distanza per cui la velocità V farà compiere all'oggetto un'orbita completa ogni 24 ore, im parole povere essendo anche V = velocità angolare x raggio dell'orbita il satellite in orbita geostazionaria avrà la stessa velocità angolare della terrà.
Forse ho detto cretinate ma sono ant'anni che non prendo un libro di fisica in mano.
Sul tema della caduta il discorso è complesso. In realtà i pianeti, in un certo senso, come i satelliti artificiali, sono in caduta libera solo che la loro caduta va al di là dell'orizzonte. Sono cpomunque daccordo con te, se un corpo non avesse movimento si sposterebbe in modo radiale verso il sole.
Altro problema: le orbite sono stabili solo se il sistema non perde energia. Due corpi che ruotano uno intorno all'altro emettono energia sotto forma di onde gravitazionali e le loro orbite si avvicinano a spirale. Se il sole potesse esistere per un tempo sufficientemente lungo la terra finirebbe per cadere sul sole in barba a ciò che pensa il tuo amico ....e plutone prima o poi farebbe la stessa fina!
Grazie per l'invito allri riflessione!
El Sup


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: martedì 25 aprile 2006, 8:20 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 14:35
Messaggi: 4114
Località: Padova
SUP ha scritto:
Non sembra che le orbite siano cosi fisse, il problema della stabilità del sistema solare è molto complesso tento è vero che non è possibile determinere le orbite dei corpi per un tempo lungo e il sistema tende a diventare caotico

Noi sappiamo che, a grandi linee, la Terra occupa l'attuale posizione rispetto al Sole dalla sua formazione e che la manterrà fino alla sua distruzione da parte del Sole stesso.

Cita:
Sulle orbite geostazionarie non ricordo molto ma essendo circolari debbono risentire dell'accelerazione radiale che è data da V^2/R e questa è fornita dalla gravità terrestre g, che varia con la distanza dal pianetà. Quindi, in un obità circolare dovrebbe essere g a stabilire la velocità del corpo. Esisterà certamente una distanza per cui la velocità V farà compiere all'oggetto un'orbita completa ogni 24 ore, im parole povere essendo anche V = velocità angolare x raggio dell'orbita il satellite in orbita geostazionaria avrà la stessa velocità angolare della terrà.
Forse ho detto cretinate ma sono ant'anni che non prendo un libro di fisica in mano.

L'orbita geostazionaria è detta anche 'orbita Clarke' dal suo 'inventore' Arthur Charles Clarke (quello di '2001: Odissea nello spazio') che per primo la teorizzò nel 1945 in un articolo dal titolo 'Can Rocket Stations Give Worldwide Radio Coverage?'.

Cita:
Altro problema: le orbite sono stabili solo se il sistema non perde energia. Due corpi che ruotano uno intorno all'altro emettono energia sotto forma di onde gravitazionali e le loro orbite si avvicinano a spirale. Se il sole potesse esistere per un tempo sufficientemente lungo la terra finirebbe per cadere sul sole in barba a ciò che pensa il tuo amico ....e plutone prima o poi farebbe la stessa fina!
Grazie per l'invito allri riflessione!
El Sup

Facendo l'esempio del sistema Terra-Luna, dato che la Terra ruota su se stessa sempre più lentamente per l'effetto causato dalle maree, per poter (anzi, dover) mantenere inalterato il valore del momento angolare complessivo del sistema stesso la Luna è 'costretta' ad allontanarsi progressivamente. Effetto opposto (cioè avvicinamento e successiva caduta) si riscontrerebbe nel caso di interventi 'esterni' come, ad esempio, l'attrito con gli strati estremi dell'atmosfera da parte dei satelliti artificiali o interazioni gravitazionali 'occasionali' per i pianeti.

Donato.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010