1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 19 dicembre 2018, 6:21

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 158 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 11 settembre 2018, 17:02 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ieri sera ho osservato Marte, di sfuggita, perchè era stato nuvoloso tutto il giorno. Poi la sera ad un certo punto dalla finestra vedo Marte proprio davanti. Non ho resistito ed ho montato in casa sulla T-Sky il piccolo rifrattore ED Night Technology 80/550. Ci ho messo anche la torretta con una Barlow 4,5 x (effettivi) ed ho osservato prima con due 20 mm, poi con due 15 mm ed infine con 2 Flat Field 12 mm per 200 ingrandimenti almeno. Beh, non ci avrei creduto neppure io, si vedeva molto bene, a parte il seeing che faceva ondeggiare l'immagine. Però salendo di ingrandimenti non si perdeva nulla, anzi. Ho visto bene la calotta polare a sud bianca, poi la zona della Syrtis Maior, che era come la separazione scura tra due grossi cerchi più chiari della Hellas Planitia e la Isidis Planitia. Più a destra in basso (la destra e sinistra sono invertite ed il nord è in alto) la zona scura continuava con l'Hesperia planum e la Terra Cimmeria. Si capisce che non c'erano tantissimi dettagli, ma il piccolo 80/550 mi ha piacevolmente meravigliato. Effettivamente i piccoli ED possono superare l'ingrandimento considerato massimo senza avere un sensibile degrado dell'immagine.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 12 settembre 2018, 9:29 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10384
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Tieni conto che marte è molto luminoso e contrastato.

_________________
De kappellatis non disputandum est

Telescopi: Dobson 16,5", LX200 10", vari rifrattorini...

E’ in autunno che si misura l’astrofilo, la pasta della quale è fatto. Quanto è incazzato e paziente ad aspettare la notte non piovosa...


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 12 settembre 2018, 9:54 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Anche ieri sera ho ripetuto l'osservazione di Marte col piccolo Night Technology 80/550 sempre con la torretta, la Barlow 4,5x e la coppia di Flat Field 12 mm per 206 ingrandimenti. Il seeing era migliore ed i bordi del pianeta ondulavano davvero poco. Si apprezzavano meglio le caratteristiche del pianeta, descritte precedentemente, visto che la sua posizione muta di poco in due serate consecutive. L'immagine è sempre stata molto luminosa e con pochissimo cromatismo. Non ho avuto mai la sensazione di osservare ad un ingrandimento eccessivo. Anche tutte le lenti ed i prismi della torretta toglievano davvero poco, anzi toglievano un poco di cromatismo in parte anche atmosferico che appariva di più con l'oculare singolo. La torretta consente di osservare con più rilassatezza e per gli alti ingrandimenti elimina molto l'inconvenienti delle "mosche volanti" che affliggono molti, oltre a me. Questo piccolo ED, marchiato Night Technology, ma fabbricato in realtà dalla Long Perng mi ha davvero stupito. Anche la costruzione meccanica è davvero molto buona, con un fuocheggiatore da 2" davvero solido che non slitta e non flette assolutamente, nemmeno con il peso della torretta.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 6:40 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 10384
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ecco il disegno di ieri sera sera, con il meade 10”.

Allegato:
Commento file: Sud in alto, precedente a sinistra
C7D50C14-B114-4BCB-B461-D08FA920340A.jpeg
C7D50C14-B114-4BCB-B461-D08FA920340A.jpeg [ 85.52 KiB | Osservato 302 volte ]


In meridiano il mare cimmerium si infila nella “piana” lybia.
C’è un accenno di Hesperia, la spaccatura tra il cimmerium e il tyrrhenum, molto più corta che nelle solite mappe.

Sul bordo seguente a nord sta sorgendo il nubis lacus, mentre a sud sta arrivando hellas.

_________________
De kappellatis non disputandum est

Telescopi: Dobson 16,5", LX200 10", vari rifrattorini...

E’ in autunno che si misura l’astrofilo, la pasta della quale è fatto. Quanto è incazzato e paziente ad aspettare la notte non piovosa...


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 16 settembre 2018, 7:53 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8746
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
molto buono, in settimana mia moglie va via, magari rimetto il telescopio nella infelice postazione in cucina e riprovo anch'io il pianeta rosso.

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 11:49 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14777
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ieri sera ci siamo ritrovati con alcuni soci di AstroMirasole in abbazia per apparecchiare il San Giorgio e dare un'occhiatina a Marte prima che si riduca troppo in diametro (ora sui 16" abbondanti) osservazione iniziata alle 21 circa e terminata intorno alle 23:30 (locali), cielo perfettamente terso (finalmente!), abbiamo iniziato dando un'occhiatina a Saturno prima che finisse tra gli alberi (si sono riusciti a scorgere ben quattro satelliti, oltre al "solito" Titano, sono spuntati anche Dione, Rea e Teti).
Ad inizio osservazione il meridiano del pianeta passava dalle parti del monte Olimpo, inutile dire che lo strumento (che già su Saturno ha fatto gridare «WOW!») su Marte spaccava, in sequenza abbiamo provato un 15 mm (a 190x disco giallo oro luminoso, molto luminoso, troppo luminoso), un 10 mm, un 9 e un 8 mm (285, 317 e 356 mm) che restituivano ancora un disco luminoso, una calotta sud addirittura invadente per quanto era luminosa, alla fine è stato piazzato un bel 6 mm (475x rimasto sù praticamente per tutta la serata) che ha scurito sufficientemente da far apprezzare la marea di dettagli che lo strumento è in grado di offrire oltre a non far "sparare" troppo la calotta.

Alle 21 e qualcosa, ci siamo concentrati sul terminatore (fase del pianeta sempre piu accentuata, col "disco" a mò di pallone da rugby cicciotto) nell'area di Amazonis, quà si vede in maniera lampante la differenza tra i due emisferi, quello sud scuro e quello nord piu chiaro, visibili a sud la fascia scura di Mare Sirenum, oltre questa (ancora piu a sud) lo schiarimento di Icaria e Phaethontis e di nuovo il progressivo scurimento di Thile che poi viene bruscamente interrotta dalla luminosissima calotta sud; verso nord si estendeva la zona chiara di Amazonis su cui incombeva il terminatore, qui nei momenti di relativa calma del seeing (per un diametro del genere un discreto Antoniadi III con periodi fino a II) spuntava dal bordo del terminatore una virgola scura appena accennata, che probabilmente poteva essere la propaggine piu ad est di Propontis I.
Tornando verso l'emisfero sud, piu ad est in piena regione di Tharsis, si vedevano i due "grumi" scuri di Aonius Sinus (ben diviso da Mare Sirenum da Icaria e Memnonia) e Solis Lacus e soprattutto su questo (stavamo parlando delle osservazioni di Schiaparelli e della questione canali) mettendoci nell'ordine di idee dei pionieri e proprio su Solis Lacus contornato da una sorta di cinque petali chiari, le cui linee di divisione scure come Acampsis, Foelix, Thaumasia, Nectar, Phasis, ecc (eravamo con la mappa in mano naturalmente :mrgreen: ) davano la netta impressione di sottili filamenti, noi abbiamo in testa Hubble & Co. e sappiamo cosa c'è effettivamente, ma Schiaparelli & Co. no, nessuno aveva visto Marte così prima di loro, quindi non sapevano cosa aspettarsi.

Nel procedere con le osservazioni, intorno alle 22:30 il pianeta era girato un po, confermando che la virgola scura a nord era Propontis I, si completava la visione di Mare Sirenum lasciando in vista il suo confine (l'area chiara di Zephira), solo verso fine osservazione alle 23:15/23:20 dal terminatore sono spuntate le prime avvisaglie di Mare Cimmerium a sud e Phlegra a nord, poi l'altezza di soli 15° del pianeta ed il seeing che peggiorava ci ha consigliato di smettere, abbiamo dedicato gli ultimi dieci minuti sulla Luna, che con la torretta mkV (fantastica) ci a fatto godere di un'altra serie di "WOW!" puntando sul terminatore prima l'area di Mare Nectaris (Teophilus, Cyrillus, Fracastorius) e poi su Posidonius.

Un plauso va a Maurizio Sirtori che ha curato la meccanica/elettronica della montatura la quale a inseguito piu che efficaciemente a quasi 500x con oculari dal campo ridotto come abbe e monocentrici.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 11:52 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8746
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
magari dirlo? sarei venuto :evil:

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 11:55 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 14777
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Mi spiace. :oops:

EDIT:
E' stata cosa decisa a stretto giro nel pomeriggio di ieri (io stesso ho letto la mail mentre ero a lavoro) vedendo le previsioni molto favorevoli, non abbiamo fatto comunicazioni istituzionali, in pratica c'eravamo noi del direttivo (nemmeno tutti) piu altri due soci.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2018, 16:20 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8746
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
figures!

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 1 ottobre 2018, 18:39 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 9:11
Messaggi: 936
Località: Veneto
@Angelo. Molto bella la descrizione del Solis Lacus: deve essere stato un bel vedere....potevi fare un disegnino :D

ma.. il monte Olimpo si vedeva ?

_________________
Osservo con:
Dobson 450/1900, Travel-Dobson 250/1000, mini-dobson 150/600 autocostruiti
Intes Micro Alter Mak 715 deluxe


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 158 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010