1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 21 aprile 2018, 12:19

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: mario de caro e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 252 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 26  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 15:01 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14386
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Wikipedia mi pare possa fornire una chiave di lettura: a causa delle stagioni di Urano (che durano circa 20 anni terrestri ognuna), una foto di dieci anni fa non mostra una differenza di albedo uguale ad oggi. Non so come stiamo messi ora, magari siamo vicini ad un massimo?

In inglese:
Cita:
There are some indications that physical seasonal changes are happening in Uranus. Although Uranus is known to have a bright south polar region, the north pole is fairly dim, which is incompatible with the model of the seasonal change outlined above.[104] During its previous northern solstice in 1944, Uranus displayed elevated levels of brightness, which suggests that the north pole was not always so dim.[107] This information implies that the visible pole brightens some time before the solstice and darkens after the equinox.[104] Detailed analysis of the visible and microwave data revealed that the periodical changes of brightness are not completely symmetrical around the solstices, which also indicates a change in the meridional albedo patterns.[104] In the 1990s, as Uranus moved away from its solstice, Hubble and ground-based telescopes revealed that the south polar cap darkened noticeably (except the southern collar, which remained bright),[99] whereas the northern hemisphere demonstrated increasing activity,[97] such as cloud formations and stronger winds, bolstering expectations that it should brighten soon.[102] This indeed happened in 2007 when it passed an equinox: a faint northern polar collar arose, and the southern collar became nearly invisible, although the zonal wind profile remained slightly asymmetric, with northern winds being somewhat slower than southern.[100]

The mechanism of these physical changes is still not clear.[104] Near the summer and winter solstices, Uranus's hemispheres lie alternately either in full glare of the Sun's rays or facing deep space. The brightening of the sunlit hemisphere is thought to result from the local thickening of the methane clouds and haze layers located in the troposphere.[99] The bright collar at −45° latitude is also connected with methane clouds.[99] Other changes in the southern polar region can be explained by changes in the lower cloud layers.[99] The variation of the microwave emission from Uranus is probably caused by changes in the deep tropospheric circulation, because thick polar clouds and haze may inhibit convection.[109] Now that the spring and autumn equinoxes are arriving on Uranus, the dynamics are changing and convection can occur again.[97][109]



E con google translate (abbiate pazienza, non ho voglia di tradurre...)
Cita:
Ci sono alcune indicazioni che i cambiamenti fisici stagionali stanno accadendo in Urano. Sebbene sia noto che Urano abbia una regione polare meridionale brillante, il polo nord è piuttosto debole, il che è incompatibile con il modello del cambiamento stagionale sopra descritto. [104] Durante il suo precedente solstizio settentrionale nel 1944, Urano mostrava livelli elevati di luminosità, il che suggerisce che il polo nord non era sempre così debole. [107] Questa informazione implica che il polo visibile si illumina un po 'prima del solstizio e si scurisce dopo l'equinozio. [104] Analisi dettagliate dei dati visibili e delle microonde hanno rivelato che i cambiamenti periodici di luminosità non sono completamente simmetrici attorno ai solstizi, il che indica anche una modifica dei modelli di albedo meridionali [104]. Negli anni '90, quando Urano si allontanò dal solstizio, Hubble e i telescopi a terra rivelarono che il cappuccio polare sud si oscurava notevolmente (tranne il collare meridionale, che rimaneva luminoso), [99] mentre l'emisfero settentrionale dimostrava un'attività crescente [97] ] come formazioni nuvolose e venti più forti, rafforzando le aspettative che dovrebbe presto illuminarsi. [102] Ciò avvenne nel 2007 quando superò un equinozio: si alzò un debole collare polare settentrionale e il collare meridionale divenne quasi invisibile, sebbene il profilo zonale del vento rimanesse leggermente asimmetrico, con venti settentrionali leggermente più lenti del sud. [100]

Il meccanismo di questi cambiamenti fisici non è ancora chiaro [104]. Vicino ai solstizi d'estate e d'inverno, gli emisferi di Urano giacciono alternativamente in piena luce dei raggi del Sole o di fronte allo spazio profondo. Si ritiene che l'illuminazione dell'emisfero illuminato dal sole provenga dall'ispessimento locale delle nuvole di metano e degli strati di foschia situati nella troposfera. [99] Il colletto luminoso a -45 ° di latitudine è anche collegato a nuvole di metano. [99] Altri cambiamenti nella regione polare meridionale possono essere spiegati da cambiamenti negli strati di nubi inferiori. [99] La variazione dell'emissione di microonde da Urano è probabilmente causata da cambiamenti nella circolazione profonda della troposfera, poiché le spesse nuvole polari e la foschia possono inibire la convezione. [109] Ora che gli equinozi di primavera e d'autunno stanno arrivando su Urano, le dinamiche stanno cambiando e la convezione può ripetersi. [97] [109]

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 15:31 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 741
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Renato C ha scritto:
Quando si intende documentare con un minimo di attendibilità fenomeni così delicati ed evasivi come quelli atmosferici dei pianeti, e in particolar modo dei pianeti esterni così lontani e con angoli sottesi così piccoli come Urano o Nettuno si dovrebbe farlo sempre al fuoco diretto, in modo da eliminare difetti e aberrazioni ottiche del treno ottico

sarebbe così che hai ottenuto quell'immagine di Urano che hai postato qualche messaggio fa ? perché forse ti è sfuggito che il fuoco diretto del tuo C11 HD equivale a mettere davanti al sensore 1 lastra correttrice + 2 specchi + 1 ulteriore correttore... proprio un bel fuoco "diretto"... :lol:

Renato C ha scritto:
l'atmosfera del pianeta non mostra altro, non c'è nessuna delle bande chiare e scure così nette delle fotografie amatoriali.

e di queste che mi dici ?
Allegato:
keck uranus.jpg
keck uranus.jpg [ 11.19 KiB | Osservato 183 volte ]

sono state prese al telescopio del Keck a 2.2 micron (gli astrofili riprendono nel rosso o nell'infrarosso vicino ma la regione spettrale è la stessa).

Vabbé, io non mi sento più di continuare, andate avanti voi :lol:

_________________
Raf

La mia pagina su Google+
Astrotest, osservazione e strumentazione astronomica - http://www.astrotest.it


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 15:39 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14386
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Eh, ma Peter non ha gli occhi IR (credo, con lui non si sa mai cosa può tirar fuori :mrgreen: )

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 16:14 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 686
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Appena trovate su pinterest..

Immagine

Immagine

Nessuna informazione disponibile purtroppo..pero' si nota bene l'albedo 'polare'..

_________________
R.E.E.G.O. inventor


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 16:38 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 148
Raf584 ha scritto:
sarebbe così che hai ottenuto quell'immagine di Urano che hai postato qualche messaggio fa ? perché forse ti è sfuggito che il fuoco diretto del tuo C11 HD equivale a mettere davanti al sensore 1 lastra correttrice + 2 specchi + 1 ulteriore correttore... proprio un bel fuoco "diretto"... :lol:

Questa è divertente :lol: Quando fotografi smonti le lenti del rifrattore? che c'entra la lastra correttrice, gli specchi, il correttore? :rotfl:
Che io sappia, ma sono sempre disposto ad imparare, fotografare al fuoco diretto significa porre direttamente il sensore nel fuoco del telescopio senza interporre oculari, diagonali, riduttori ecc. Almeno fino ad oggi era così, magari adesso è cambiato tutto e io ne sono rimasto all'oscuro :lol: .


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 18:53 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2013, 17:28
Messaggi: 796
Località: Vimercate (MB)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Caspita che topic! E pensare che sto osservando Urano perché in giro non c'è altro! :cry:
Non lo avevo mai osservato prima, almeno non con attenzione.
In presenza di buon seeing e senza lesinare con l'ingrandimento Urano mi appare come una sferetta color acqua marina con una macchia tangente al bordo destro che vira verso il giallo.
Dopo l'osservazione prima di Natale ho disegnato ciò che vedevo e mi sono meravigliata per quel dettaglio inaspettato, ho fatto una breve ricerca e per ironia della sorte mi sono anche ritrovata in questa discussione aperta da Peter con il suo disegno che in buona sostanza mostra un po' meglio ciò che ho osservato io... E per me è stato un sollievo. Per intenderci sei tu Peter che hai postato un report da riferimento, mica io! :oops:
E comunque il pianeta è ancora ben osservabile se qualcuno volesse verificare un prima persona cosa si può vedere, senza dover accettare per fede o contestare a caso ciò che disegnamo :roll:

_________________
Laura Leoni since 1988
*****14/11/2015 Nulla sarà più come prima!!*****
Osservo con: Celestron 11 CF su montatura Sky Watcher NEQ6 Pro
Il resto? Vedi il mio profilo! :-)

"Cenerentola è la prova che un paio di scarpe giuste ti cambiano la vita!"
"Se non ti alleni non meriti di vincere!"
"Fuck the racism, be as a Panda: white, black and Asian!"


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 21:48 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 148
lauralions88 ha scritto:
E comunque il pianeta è ancora ben osservabile se qualcuno volesse verificare un prima persona cosa si può vedere, senza dover accettare per fede o contestare a caso ciò che disegnamo :roll:

Devo attendere che torni almeno un pò di sereno per fare la millesima osservazione di Urano,
nel frattempo si può dare un'occhiata ad un Urano fresco di giornata ripreso anche in IR con un C 9,25" da un noto e valente astrofotografo su Coelestis.
Spero di non infrangere il regolamento mettendo il link alla discussione, nel caso mi scuso e i moderatori lo cancelleranno.
Si può comunque cercare in quel forum la discussione con il titolo "Urano con la nuova montatura".
http://www.trekportal.it/coelestis/show ... hp?t=59344
Non c'è la minima traccia di aloni, festoni o altri dettagli. C'è solo il pianeta come lo vedo da sempre anch'io.
In ogni caso appena il tempo me lo concederà farò di nuovo le osservazioni e le riprese con il C11.
Sono propenso a pensare che l'alone giallo che tu hai visto sul bordo sia solo uno "sbaffo" dovuto al seeing, magari il pianeta era ancora basso sull'orizzonte?

Ps. Non prendiamo sempre sul personale qualsiasi critica si faccia alle recensioni o alle immagini postate, qui o altrove. A causa di queste prese di posizione mi sono allontanato per qualche tempo dal forum.
Una critica, se non è offensiva, e nel mio caso non vuole assolutamente esserlo, dovrebbe essere accettata di buon grado, serve solo a discutere del tema.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 22:50 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14386
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ma come giustamente ha suggerito il kap, concordi che anche in quest'ultimo esempio il pianeta appare illuminato in maniera non uniforme, i.e. da un lato appare piu' luminoso che dall'altro? Secondo te a cosa è dovuto? Prima di rispondere, pensa alla distanza di Urano dal Sole e alla distanza della Terra dal Sole e chiediti se possa apparire, dal nostro punto di vista, illuminato lateralmente...
Personalmente credo che l'osservazione giusta sia quella di Laura e che Peter, vedendo la zona più chiara al polo, sia stato indotto (grazie ai fenomenali meccanismi secondo i quali funziona il cervello, che lo portano ad esempio a cercare nella memoria quando l'informazione è poco chiara) a vedere una vera e propria banda dove in realtà non è percepibile.
D'altronde è proprio questa zona di maggiore albedo in prossimità di un polo ad ingannare il cervello e a dare a chi osserva Urano anche in foto amatoriali quell'impressione di sfericità che in realtà non dovrebbe essere percepibile.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 23:27 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 148
Intanto eliminiamo dal campo l'osservazione visuale. Le foto su Coelestis sono riprese con filtro infrarosso..e sono riprese fotografiche; non credo che Peter o Laura per l'osservazione visuale abbiano fatto uso di filtri, almeno non lo hanno dichiarato. Senza l'uso di filtri l'immagine del pianeta è assolutamente uniforme, su questo non ci piove. Basta osservarlo.
Venendo alla tua domanda sulla illuminazione leggermente laterale sul disco planetario nelle immagini su Coelestis (e anche nel mio ingrandimento) non ti so dare una risposta certa.
Potrebbe essere dovuta alla diversa inclinazione delle orbite della Terra e di Urano sul piano dell'eclittica e forse anche alla diversa posizione reciproca attuale dei diversi pianeti. In questa cornice potrei anche ipotizzare in linea puramente teorica un parziale oscuramento della luce solare da parte di un pianeta interposto, come succede fra il Sole la Terra e la Luna, sono solo ipotesi, chissà...non sono un esperto di meccanica celeste.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Urano
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 23:33 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14386
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Cita:
Senza l'uso di filtri l'immagine del pianeta è assolutamente uniforme, su questo non ci piove. Basta osservarlo.
Io non ci giurerei, visto che più persone affermano che non è così. Sarebbe certo interessante verificare la posizione dell'albedo rilevata rispetto a quello che ci dovrebbe aspettare per esserne assolutamente certi.

Cita:
Potrebbe essere dovuta alla diversa inclinazione delle orbite della Terra e di Urano sul piano dell'eclittica e forse anche alla diversa posizione reciproca attuale dei diversi pianeti.

Guarda un po' le distanze, usa un po' di trigonometria e ti renderai conto che non può essere altro che una reale disuniformità di albedo.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 252 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 ... 26  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: mario de caro e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010