1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 18 agosto 2017, 17:34

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Eventi, Appuntamenti e Iniziative



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 51 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2017, 22:47 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 755
Località: Milanistan
Angelo, su questo sono perfettamente d'accordo: ce la si prenda, allora, con chi di dovere senza tirare in ballo cose che non c'entrano.
Tanto per parlare chiaro: qui in bergamasca dove sono io non c'è vetta di montagna che non abbia la sua brava croce. Lo si voglia o no, è un segno che da decenni o addirittura secoli identifica FORTEMENTE queste comunità, fa parte del loro modo di essere e nessuno può sentirsi in diritto di insultarle sparando ad alzo zero in base a proprie convinzioni personali sul segno che le identifica.
Le convinzioni personali ognuno se le tiene entro le mura di casa propria, dove è libero di pensare ciò che vuole. Ma un segno pubblico che identifica un soggetto pubblico come una comunità o un'intera popolazione, con la sua storia, i suoi sacrifici e il suo comune sentire, esige un rispetto che, mi dispiace, qui non ho visto.
Naturalmente nessuno si sogna di illuminare a giorno ogni notte dell'anno le croci di vetta: vengono illuminate con discreti cordoni di lampadine solo le più significative, un paio di giorni in occasione di ricorrenze annuali e comunque NON per tutta la notte (anche perchè è un costo non da poco). Niente per cui strapparsi le vesti...
Quello che voglio dire è: non confondiamo un abuso fuori luogo (e tra l'altro mi par di capire che il caso in questione sia ancora da verificare) con un segno che è - lo si voglia o no, ripeto - un tratto distintivo del comune sentire di larga parte della nostra popolazione. L'abuso è l'abuso, ma insisto nel far notare che certi commenti che si leggono qui sono esagerati e fuori luogo, al limite dell'offesa.
Il problema è la luce, non la croce sulla montagna: voglio sperare che sia chiaro a tutti perchè a me non sembra.

Però, non volendo appesantire oltre questa discussione, rinnovo l'invito ai messaggi privati per chi sia interessato a capire la mia posizione: sia chiaro che non intendo a mia volta offendere nessuno, tantopiù che considero gli intervenuti persone molto serie, appassionate e ragionevoli. Ed è proprio per questo che mi sono permesso un giudizio franco, sebbene magari un po' ruvido... altrimenti me lo sarei tenuto per me.

Detto tutto ciò, naturalmente, se davvero questa illuminazione risultasse esagerata al limite del dannoso, è perfettamente ragionevole opporvisi; e sinceramente, per le stesse ragioni per cui difendo le croci sulle montagne, trovo perfettamente ragionevole difendere la possibilità di vivere insieme la passione per il cielo. Con equilibrio e rispetto, però...

edit: Vicchio, tu sei una delle persone serie, preparate ed intelligenti di cui sopra. Ma dai giudizi, appunto, in base alle tue convinzioni personali: legittime, ma che non devono valicare certi confini pretendendo di diventare assolute. Ce l'hai con i preti? Non sei il solo, ma tientelo per te: qui si parla di altro, non c'è bisogno di andare in giro pretendendo di insegnare il catechismo per giustificare una cosa per cui basta molto meno: troppa luce e va evitata. Tutto qui, non c'è bisogno di fare crociate o di andare in giro insultando i crocefissi...

_________________
Andrea, Milano
... lunga vita al sessantino!

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

L'ateismo militante è l'ultima, ipocrita forma di integralismo religioso; la cui fanatica e violenta intolleranza ha causato negli ultimi tre secoli più morti di quanti se ne contano nell'intera storia umana per le religioni che esso combatte.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 6:30 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 4 settembre 2006, 13:29
Messaggi: 5069
Località: Mugello
Tipo di Astrofilo: Visualista
Andrea non fraintendermi, non ce l'ho con "i preti" né insulto il crocifisso, ce l'ho con quei preti che lo usano come simbolo del loro potere, con quelle persone che usano il sentimento religioso della gente per controllarle, otemere i loro soldi e in generale avere il Potere. Una delle figure di riferimento della mia vita è un prete di queste parti, un certo Don Milani, e proprio perché sono cresciuto passando le mie estati nei campi di lavoro missionari in un paesino del nostro appennino, lavorando per mandare medicinali nei lebbrosari, mi hanno insegnato che la fede si porta nel cuore e nelle proprie scelte di vita, e che i soldi cheper sprechiamo qua possono salvare delle vite altrove. Negli anni ho imparato che i simboli vengono usati per esercitare il potere e affermare un dominio. La lotta tra i preti ricchi e potenti, con proprietà di lusso e grandi croci luminose sulle montagne, con i loro circoli di potere ristretti fatti di benestanti cone le croci d'oro al collo e preti poveri, di strada, che vivono in povertà in mezzo agli ultimi, con il vangelo nelle loro vite prima che nei simboli e nellei parole, c'è sempre stata, oggi gli ultimi hanno anche il Papa dalla loro parte e i potenti del clero lo combattono insieme ai loro affiliati. Storicamente anche la criminalità orgamizzata si è servita e si serve delle manifestazioni religiose come processioni e luminarie per affermare il proprio potere e l'appoggio del clero ricco, come documenta perfettamente nei suoi libri il Dott. Gratteri al quale ho avuto l'onore di stringere la mano. Quando guardi una croce alta decine di metri coperta di luminarie ti dimentichi che la Croce era di legno , quello sfarzo e quella megalomania ne negano il significato e l'essenza.

_________________
Il Cielo Stellato sopra di Me e la Legge Morale in Me. Kant
Grandi Menti parlano di Idee, Menti Mediocri parlano di Fatti, Menti Piccole parlano di Persone. Eleanor Roosevelt


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 6:33 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 6 luglio 2009, 19:38
Messaggi: 3815
Località: via stella Anzio
Ma nel 2017 ancora c'è chi crede ad un simbolo ?( tra l'altro orribile come il crocefisso)
Visto che nelle comunità montane ormai sono più i lavoratori mussulmani di quelli cristiani , togliersi la croce in favore della mezzaluna

_________________
e ho visto i raggi b balenare nel buio

Ancora morti per il fanatismo religioso.
Fino a quando dovremo subire la superstizione?


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 7:20 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:08
Messaggi: 7402
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Titolo: E' LA FINE?

Andrea75 ha scritto:
...
Le convinzioni personali ognuno se le tiene entro le mura di casa propria, dove è libero di pensare ciò che vuole. Ma un segno pubblico che identifica un soggetto pubblico come una comunità o un'intera popolazione, con la sua storia, i suoi sacrifici e il suo comune sentire, esige un rispetto che, mi dispiace, qui non ho visto.
Naturalmente nessuno si sogna di illuminare a giorno ogni notte dell'anno le croci di vetta: vengono illuminate con discreti cordoni di lampadine solo le più significative, un paio di giorni in occasione di ricorrenze annuali e comunque NON per tutta la notte (anche perchè è un costo non da poco). Niente per cui strapparsi le vesti...
Quello che voglio dire è: non confondiamo un abuso fuori luogo (e tra l'altro mi par di capire che il caso in questione sia ancora da verificare) con un segno che è - lo si voglia o no, ripeto - un tratto distintivo del comune sentire di larga parte della nostra popolazione. L'abuso è l'abuso, ma insisto nel far notare che certi commenti che si leggono qui sono esagerati e fuori luogo, al limite dell'offesa.
Il problema è la luce, non la croce sulla montagna: voglio sperare che sia chiaro a tutti perchè a me non sembra...

Detto tutto ciò, naturalmente, se davvero questa illuminazione risultasse esagerata al limite del dannoso, è perfettamente ragionevole opporvisi; e sinceramente, per le stesse ragioni per cui difendo le croci sulle montagne, trovo perfettamente ragionevole difendere la possibilità di vivere insieme la passione per il cielo. Con equilibrio e rispetto, però...



Ciao Andrea, in via del tutto confidenziale spero che il mio messaggio non sia tra quelli che ti abbiano direttamente chiamato in causa, perchè, da appassionato di montagna, ho trovato che qui nel Lazio-Abruzzo e Marche in questi ultimi anni abbiamo assistito ad una reale invasione di crocefissi su tutte (ripeto tutte) le cime montane di queste regioni.

Francamente un'esagerazione che si ripercuote prevalentemente sulle bellezze naturali, incondizionate, di queste montagne. Una presenza di questi crocefissi a volte di cattivo gusto, messe proprio con l'intento di marcare un territorio con una simbologia artistica di non felice gusto e che, francamente, se ne potrebbe (a volte) fare sensibilmente a meno. Da buon cattolico, in tutta franchezza ho spesso trovato "esagerata" tale presenza, tanto che su alcune di queste cime sembra quasi di trovarsi in un cimitero, invece che su di un ambito naturalistico per quante croci sono state installate e perchè poi? Col fine di interrompere viste paesaggistiche di incredibile bellezza! Quello che probabilmente non sono stato in grado di trasmetetere col mio messaggio è stato il senso specifico per un avanzamento alle autorità competenti per una richiesta formale affinche venga regolamentata l'installazione delle croci sulle vette perchè, e torno a ripetermi, alcune sono - effettivamente - di cattivo gusto estetico e, in alcuni casi, in numero realmente esagerato!
Se poi per par conditio e nell'assurdità che le altre religioni volessero-dovessero reclamare anche loro il proprio sibolo religioso sulle nostre montagne, cosa succederebbe visto i tempi in cui viviamo?
La soluzione migliore? Lasciamole al naturale, please! E che la religione ognuno se la tenga e la viva interiormente.
Cari saluti,

Danilo Pivato

_________________
Immagine

SITO WEB IN RIFACIMENTO
Latest New: http://www.danilopivato.com/introduction/latest_news/latest_news.html


Ultima modifica di Danilo Pivato il giovedì 3 agosto 2017, 7:59, modificato 2 volte in totale.

Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 7:40 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16542
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Vorrei chiarire alcuni punti sul problema Amiata (visto che si sta sconfinando in modo palese).
La Croce "incriminata" è posta quasi in vetta sulla parte iniziale della pista del campo scuola e si affaccia verso SUD ed EST
Subito sotto vi sono alcuni alberghi e ristoranti (circa 100 mt più in basso).
Il Prato della Contessa è posto a OVEST e si trova in una conca per cui la croce non si vede ed è schermata sia dagli alberi del crinale Ovest sia da una parte della vetta dell'Amiata.
Per quanto siano poste più in basso e schermate le luci degli alberghi e dei ristoranti sono certamente più invasive ed esistono da prima dell'inizio degli star party.
Sul prato dello star party disturbano molto di più le luci della piana del lago di Bolsena e quelle verso Siena.
Se vogliamo fare una guerra facciamola ma allora cerchiamo di colpire i bersagli giusti.
Non si spara alla bandiera del nemico ma a quello che ci può fare più male.
Altrimenti si rischia di trovarci isolati.
Danno più noia campetti di calcetto con luci sparate verso l'alto o una croce contornata da led?
Con questo non voglio dire che illuminare le montagne sia una pratica corretta e utile. Tutt'altro.
Ma cerchiamo di combattere per qualcosa di veramente utile e non fare una crociata nella quale sicuramente saremmo perdenti.
Perché questa è la realtà.
Le leggi attuali non ci consentono di fare assolutamente nulla contro questa "cavolata"

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 8:17 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 755
Località: Milanistan
Grazie Renzo, quel che dici è esattamente ciò che intendevo io e che ho stigmatizzato con interventi forse anche troppo duri (ma con certi commenti, anche di due righe, che continuo a leggere... insisto: se ce l'avete con "la superstizione" fate bene a starvene a casa, siete fuori dal mondo almeno quanto lo era Voltaire duecento anni fa. Oppure siete semplicemente di una sconcertante superficialità).
Grazie anche a Danilo e a Vicchio per aver chiarito da pari loro ciò che intendevano dire.
In particolare il tuo intervento, Danilo, ma anche in altro modo quello di Vicchio sottolinea un aspetto importantissimo che - anche se esula un po' dall'oggetto della discussione, ma forse meno di quanto sembra - val la pena di affrontare.
L'uso obiettivamente esagerato di un simbolo, sia cristiano sia di altro genere (per restare in tema con la mia permanenza nella bergamasca, penso all'ultrà atalantino che "tappezza" strade, muri e tronchi d'alberi di date, simboli e non so cos'altro che hanno significato solo per lui; o ad un certo uso dei collettivi di sinistra a Milano, che si permettono di scrivere sui muri di mezza città frasi che basterebbero a metterli in galera a vita se solo si volesse applicare la legge), è una questione eminentemente educativa.
Dice, cioè, che in realtà quel simbolo non "simboleggia" più un tubo, o meglio: può essere ormai totalmente distaccato da suo significato originario ed essere ridotto ad un modo di "marchiare" il territorio, o addirittura ad un feticcio (quanti si tengono lì la classica statuetta di padre Pio a mo' di talismano... non so se altrettanti, magari, si tengono in camera il poster di Margherita Hack... :angel: ), e quindi oggetto di abusi.
"Educativo" è un termine che ha come primo tassello la conoscenza, autentica e leale, della realtà con cui si ha a che fare: che nel caso della Chiesa e dei cristiani, ad esempio, significa un certo metodo che se dovessi descrivere qui sarei enormemente OT - molto più di quanto stia già facendo. Su questo punto mi rivolgo in particolare all'ottimo Vicchio, con cui però magari - se lui vuole - mi piacerebbe proseguire davvero il dialogo privatamente.
Questa conoscenza è la base per un uso della realtà "adeguato allo scopo". Se non lo conosci, puoi usare un telescopio guardando dalla parte dell'obiettivo e puntandolo verso un formicaio per guardarlo meglio, oppure puoi usarlo come una clava da dare in testa al vicino: alla mala conoscenza corrisponde un cattivo uso. Con l'inquinamento luminoso - e non tanto le croci in sè, e finalmente torniamo minimamente in tema - è lo stesso. Puoi avere decine di leggi, leggine e disposizioni statali, regionali comunali, vattelapesca... puoi armare un esercito di guardiani che setaccino metro per metro tutta Italia, che "stanino" i colpevoli, che spengano le luci... ma questo non smuoverà di un millimetro la situazione, perchè non cambierà mai la mentalità. La gente, e non solo "la politica" ma proprio la gente, deve arrivare a rendersi conto che con meno luce, o comunque con la luce usata nel modo giusto, "è meglio". E non solo per quattro squinternati che hanno la fissa di guardare per aria di notte, ma per tutti: rende di più, costa meno, e via di questo passo. Se non sbaglio ci sono anche iniziative in merito legate a questo forum...

_________________
Andrea, Milano
... lunga vita al sessantino!

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

L'ateismo militante è l'ultima, ipocrita forma di integralismo religioso; la cui fanatica e violenta intolleranza ha causato negli ultimi tre secoli più morti di quanti se ne contano nell'intera storia umana per le religioni che esso combatte.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 9:06 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 7 aprile 2008, 14:06
Messaggi: 1281
Località: Arezzo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Noi di Arezzo ci stiamo battendo per attivare qualche forma di protesta. Su facebook nella pagina del video che fa vedere la croce ci sono un sacco di commenti negativi.
Scusa se mi permetto renzo... la croce darà poca noia ma è l'inizio di una serie di altre idee che possono avere altri. Si rischia che presto tante altre croci vengono illuminate. comunque per la cronaca si vede e benissimo perche molto più brillante di quando fu illuminata anni fa.
Il uai deve fare qualche cosa, ho scritto un post sulla pagina uai.

_________________
http://www.arezzometeo.com Il mio sito Meteo
http://www.lorenzosestini.it Il mio sito personale
http://www.arezzoastrofili.it La mia associazione


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 10:06 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 22:10
Messaggi: 755
Località: Milanistan
Sull'eccesso, e sul fatto che possa costituire un precedente rischioso anche in altri ambiti, sono assolutamente con voi - nonostante non sia incline a fidarmi dell'omologazione che viene dai social, non do molto credito alla "massa" che tende irrazionalmente a seguire i pareri maggioritari.
Spero, come comunque sembra a sentire Renzo, che in un modo o nell'altro lo star party dell'Amiata resti fattibile!

_________________
Andrea, Milano
... lunga vita al sessantino!

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

L'ateismo militante è l'ultima, ipocrita forma di integralismo religioso; la cui fanatica e violenta intolleranza ha causato negli ultimi tre secoli più morti di quanti se ne contano nell'intera storia umana per le religioni che esso combatte.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 10:14 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 25 agosto 2006, 17:13
Messaggi: 6763
Località: Ostia (RM)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Notificato a Di Sora e Cielo Buio via messaggio privato su Facebook.

_________________
Luca ~ Coronado Solarmax II 60mm BF15 + Celestron C8 su NexStar SE + Hutech astro modded Canon 5D mkIII (Tamron 15-30/2.8 VC, Nikon AIS 50/1.8, Canon 85/1.8, Nikon AF ED 180/2.8, Canon 300/4 IS, Nikon AFS 500/4 mkI ) + PaintShop 10&X7, PhotoShop CS2, Deep Sky Stacker, NoiseWare, Pixinsight Le


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' LA FINE?
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2017, 10:20 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:41
Messaggi: 21253
Non toccate le croci. Tutto il resto è un grave attentato alla natura, alla qualità di vita degli animali, al diritto di avere un cielo buio e di vedere le stelle. Ma nessuno tocchi le croci.

_________________
qa'plà!


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 51 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010