1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 16 agosto 2017, 16:18

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 12:10 

Iscritto il: mercoledì 2 aprile 2008, 19:58
Messaggi: 171
Località: Catania
Salve. Usando il correttore-spianatore Skywatcher specifico per l'ED80, con la DSLR bastava l'anello M48 con attacco Canon per ottenere la corretta distanza del sensore (55 mm).
Ora userò la QHY10, che ha un back focus di 20 mm. Ho un adattatore lungo 38,2 mm, quindi arrivo a una distanza di 58,2 mm contro i 55 mm ideali.
Vi chiedo, questi 3 mm di differenza (su 55mm) pensate siano importanti? O devo necessariamente arrivare a 55 mm esatti?

Grazie in anticipo.
Giuseppe.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 12:30 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 23 aprile 2007, 23:13
Messaggi: 2664
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Di solito questa tolleranza dipende da una serie di fattori, ma più semplicemente ti consiglio di provare una ripresa con quello che hai a disposizione, e verificare la bontà delle stelle ai bordi del campo della QHY10. Solo successivamente, potrei prendere in considerazione l'acquisto di raccordi adeguati.

Per quanto mi riguarda, posso solo dire che con un correttore di coma ed un telescopio Newtoniano, ho faticato un po' prima di trovare la distanza corretta ed avere un ottimo campo spianato. La distanza dichiarata dal costruttore (i soliti 55mm), non era quella alla quale, il mio sistema, performava meglio..


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 12:51 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6732
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Non vorrei essere indiscreto :mrgreen:
Ma ... a quale distanza s'è rivelato più performante il correttore di coma? :?:
(sto lottando esattamente con lo stesso problema;
secondo alcuni autori, dato che la finestra della Qhy10 avrebbe anteriormente un filtro con spessore di 3mm, la distanza corretta sarebbe 55mm+0.4x3mm= 56,2mm.
Ci sta? Vi torna? :?: :roll: :D )
Con la DSLR 55mm erano ok.
Grazie. Ciao. :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 17:02 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 23 aprile 2007, 23:13
Messaggi: 2664
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao Costanzo, per quanto mi riguarda ho trovato che 58mm sia la misura che mi fornisce il risultato migliore: il telescopio risulta perfettamente spianato sul formato della QHY8L..

Allegato:
Treno ottico resize.jpg
Treno ottico resize.jpg [ 393.81 KiB | Osservato 221 volte ]


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 17:07 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6732
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Grazie mille Roberto, avevo proprio bisogno di un riscontro.
Molto chiaro. Ok anche per la posizione del piano del sensore.
:wink: :mrgreen:
:wave: Ciao :wave: .

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 18:31 

Iscritto il: mercoledì 17 ottobre 2007, 11:38
Messaggi: 10864
Località: Roma
Costanzo ma non è detto che sia valido quel valore per tutti. pèuò darsi che cambi anche il valore a secondo dell'F. :wink:

_________________
http://www.ara.roma.it/


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: venerdì 14 luglio 2017, 20:27 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6732
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Certamente Ras, ma un riscontro in più è molto utile. :wink: :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: sabato 29 luglio 2017, 13:43 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6732
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
In questi ultimi tempi mi sono fatto un po' di prove col correttore di coma, visto che dovevo sistemare il nuovo treno ottico.
Porto le conclusioni a cui sono arrivato.
Le pubblico nella speranza di trovare riscontri che possano far chiarezza nella questione.
Sintetizzo analizzando le stelle nell'angolo inferiore destro dei fotogrammi.

1. Quando il correttore di coma è troppo vicino al sensore (nel mio esempio 54.5 mm) le stelle d'angolo appaiono ellittiche allungate nella direzione della diagonale del fotogramma, così:
Allegato:
Distanza troppo piccola (54.5 mm).jpg
Distanza troppo piccola (54.5 mm).jpg [ 130.52 KiB | Osservato 122 volte ]


2. Quando il correttore di coma è troppo lontano dal sensore (nel mio esempio 58.5 mm) le stelle appaiono ovalizzate in direzione perpendicolare al caso precedente, con l'asse minore in direzione della diagonale del fotogramma, così:
Allegato:
Distanza troppo grande (58.5 mm).jpg
Distanza troppo grande (58.5 mm).jpg [ 161.39 KiB | Osservato 122 volte ]


3. Quando il correttore di coma è alla distanza ottimale (nel mio caso è 57.5) le stelle d'angolo appaiono pressocè tonde, così:
Allegato:
Distanza ottimale (57.5 mm).jpg
Distanza ottimale (57.5 mm).jpg [ 122.22 KiB | Osservato 122 volte ]


Mi farebbe piacere se qualcuno riesce a confermarmi il criterio, non le distanze che variano da caso a caso.
La distanza s'è rivelata critica, sensibile anche ai decimi di mm.
NB: negli esempi sopra riportati le stelle al centro del fotogramma erano perfettamente a fuoco e il Newton 200/f4 perfettamente collimato.
Grazie.
:wave: Ciao :wave: .

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: sabato 29 luglio 2017, 16:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17870
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il correttore di coma fa proprio quello che hai illustrato nelle foto, mette di suo una aberrazione opposta alla coma. Quindi a seconda della distanza alla quale lo si pone sottocorregge o sovracorregge. Quando è alla distanza "giusta" fa il suo dovere... Quelle foto sono la migliore documentazione.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: quanto è critico il back focus?
MessaggioInviato: domenica 30 luglio 2017, 18:56 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14061
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Interessante confronto, però credo che non sia semplice ricavare una formula generale, anche perché presumo dipenda dallo specifico correttore di coma. In ogni caso una tale riscontrata sensibilità è un risultato interessante di cui tenere conto

CEO

_________________
{andreaconsole.altervista.org}
ballscope 300/1500 DIY "John Holmes", dobson 200/1000 DIY, GSO Newton 200/800 su Heq5, DSI II Pro, ToucamII LE, un rasoio di occam; ...e varie Inutility
Immagine Immagine

Proud Member of: "Bannati da Coelestis®" and of:"Astrofili della domenica 29 febbraio®"
'Non sono più l'astrofilo che non sono mai stato' [yourockets]
AstroGOOGLE


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010