1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 19 agosto 2017, 8:18

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: martedì 4 aprile 2017, 22:55 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 116
Ciao a tutti.
Avrei bisogno di un vostro parere circa un problema di forte vignettatura e di flat field non corretto che affligge il mio nuovo (anche se gli strumenti hanno almeno 10 anni) setup ottico.
In pratica ho montato in sequenza a partire dal tubo del telescopio (un Meade SC 10" f/10) il seguente "treno ottico":
- Focheggiatore Optec TCF-S 2
- Riduttore di focale Meade f/6.3 serie 4000
- Holder Meade per nasello da 31.8 mm
- Nasello di diametro 31.8 lungo circa 30 mm
- Ottica adattiva Sbig AO8
- Camera CCD Sbig ST10XME con sensore KAF 3200 ME di dimensione 14.85 X 10.01 mm

Il problema riscontrato è una fortissima vignettatura, a tal punto che il sensore di guida che si trova poco sopra il sensore principale è quasi cieco.
So che l'utilizzo dei riduttori di focale genera sempre una certa vignettatura, ma speravo che non fosse così pronunciata da rendere praticamente inutilizzabile il sensore di guida, e di conseguenza pure l'ottica adattiva AO8.
Il sensore si trova ad una distanza dalla lente del riduttore di circa 100 mm, quindi piuttosto vicino alla posizione teorica suggerita per quel tipo di riduttori, pari a 105 mm.
Il mio dubbio, ma potrei sbagliare, è che il problema sia il diametro del nasello di soli 31.8 mm, la cui parte frontale in pratica arriva a contatto con la lente del riduttore creando così una sorta di diaframma e magari questo genera l'enorme perdita di energia luminosa poco al di fuori del centro ottico.
Forse usando un adattare T (che dovrebbe essere più largo di 31.8 ) la vignettatura diminuirebbe?

Il secondo problema invece riguarda la scarsa efficacia del flat field che ho applicato all'immagine originale.
Il flat è stato ottenuto riprendendo un pannello bianco illmuminato da una lampada posta ad una certa distanza.
Sembra quasi che il flat abbia sovracorretto l'immagine originale.

Per cercare di rendere più chiara la faccenda, allego delle immagini.

- Media di 3 pose da 5 minuti con darkframe sottratto.
- Media di 3 pose da 5 minuti con darkframe sottratto e flat field applicato.
- Schema del treno ottico utilizzato.

Spero che qualcuno di voi mi sappia suggerire come risolvere la situazione.

Grazie per ogni consiglio che vorrete darmi.


Allegati:
Commento file: Immagine originale - dark
M65-M66-rid-dark.jpg
M65-M66-rid-dark.jpg [ 73.86 KiB | Osservato 586 volte ]
Commento file: Immagine originale - dark - flat field
M65-M66-rid-dark-flat.jpg
M65-M66-rid-dark-flat.jpg [ 243.03 KiB | Osservato 586 volte ]
Commento file: Treno ottico
treno ottico.jpg
treno ottico.jpg [ 83.5 KiB | Osservato 586 volte ]
Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 12:47 

Iscritto il: mercoledì 3 settembre 2014, 16:38
Messaggi: 271
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao sei sicuro della sequenza del tuo treno ottico? Mi capitava la stessa cosa sul C8 era dovuto al riduttore di focale che era messo dopo il foche e non direttamente avvitato sulla culatta del C8.
Di solito sto problema sui SC è sempre dovuta alla distanza non giusta tra riduttore e piano del sensore, nei SC già hai un fascio in uscita è ridotto di perse a f10, quando vai a 6.3 il campo si riduce ancora notevolmente e se poi introduci anche una distanza non corretta mi sa che ottieni il tuo risultato.

Devo dire che non ho esperienza con i Meade (se però hai un ACF questo riduttore non va bene).

_________________
Noi siamo i Borg. Abbassate i vostri scudi e arrendetevi. Assimileremo le vostre peculiarità biologiche e tecnologiche alle nostre. La vostra cultura si adatterà a servire noi. La resistenza è inutile...

Gruppo Astrofili UATV
http://www.osservatoriodelcelado.net/


Ultima modifica di Spectre68 il mercoledì 5 aprile 2017, 12:57, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 12:54 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16542
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
La distanza ottimale del riduttore di focale deve essere rispettata per avere la giusta riduzione e poca vignettatura.
Nel tuo caso sicuramente non viene rispettata tale distanza in quanto, se ricordo bene, questa deve essere intorno ai 55 mm mentre te sei a circa il doppio.
Questo comporta una riduzione maggiore e di conseguenza una maggior vignettatura.
In presenza di vignettatura anche il flat può poco perché se il segnale non c'è il flat non lo inventa ma, anzi, per equiparare le zone esterne a quelle interne, deteriora queste ultime.
Prova a toglie intanto il nasello da 30.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 13:19 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 116
Spectre68 ha scritto:
Ciao sei sicuro della sequenza del tuo treno ottico? Mi capitava la stessa cosa sul C8 era dovuto al riduttore di focale che era messo dopo il foche e non direttamente avvitato sulla culatta del C8.

Il riduttore è messo come nel disegno, ossia dopo il fuocheggiatore, come in realtà ho visto fare spesso.

Spectre68 ha scritto:
Devo dire che non ho esperienza con i Meade (se però hai un ACF questo riduttore non va bene).

Il mio Meade è il classico, non ACF.

Renzo ha scritto:
La distanza ottimale del riduttore di focale deve essere rispettata per avere la giusta riduzione e poca vignettatura.
Nel tuo caso sicuramente non viene rispettata tale distanza in quanto, se ricordo bene, questa deve essere intorno ai 55 mm mentre te sei a circa il doppio.

In realtà ho trovato scritto su vari siti che la distanza per garantire effettivamente un rapporto di f/6.3 è 105 mm.
Questa misura sembra confermata anche da questo calcolo su questa pagina:
http://andreaconsole.altervista.org/ind ... formula#FR

Fra l'altro, se fosse solo 55 mm non si potrebbe praticamente utilizzare un riduttore con una ottica adattiva tipo la AO8 che da sola ha uno spessore di 52 mm e men che mai se dovessimo aggiungerci la ruota porta filtri che introduce un ulteriore spessore di 25 mm.

P.S.
Dalle informazioni che ho trovato in giro sembrerebbe che esistano due versioni del riduttore serie 4000 che adopero.
A quanto pare, mentre quelli più vecchi (ed il mio ha almeno 15 anni) avevano un backfocus di 105 mm, quelli successivi costruiti in Cina avevano solo 55 mm.
Il mio penso proprio che sia di quelli vecchi.


Comunque potrei aver capito male io.


Ultima modifica di Angelo Cutolo il mercoledì 5 aprile 2017, 13:29, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 15:02 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1360
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Fossi in te proverei a spostare il riduttore.
Lo avviterei, cioè, alla culatta del tele e solo dopo metterei il fok.
Il riduttore dovrebbe avere un passo SC femmina per l'innesto nel tele e poi un passo SC maschio per fargli avvitare, in coda, il fok.

Poi, se non va bene, proverei a togliere la prolunga da 31,8 e metterci una da 2" o almeno T2.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 15:08 

Iscritto il: martedì 28 agosto 2012, 21:52
Messaggi: 116
Se però metto il riduttore avvitato alla culatta del telescopio e poi il fuocheggiatore+AO8+ST10XME, la distanza fra riduttore ed il sensore diventa davvero notevole... essendo solo il fok lungo circa 90 / 100 mm.
Ho il sospetto che questa configurazione dia origine ad una riduzione di focale troppo spinta...

O forse mi sfugge qualcosa?


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 15:22 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16542
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Più aumenta il tiraggio e più riduce (e vignetta)
Questo è certo!

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 15:25 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 7872
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sposto nella sezione più adatta.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 15:33 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 991
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Goldrake71 ha scritto:
Se però metto il riduttore avvitato alla culatta del telescopio e poi il fuocheggiatore+AO8+ST10XME, la distanza fra riduttore ed il sensore diventa davvero notevole... essendo solo il fok lungo circa 90 / 100 mm.
Ho il sospetto che questa configurazione dia origine ad una riduzione di focale troppo spinta...

O forse mi sfugge qualcosa?


I riduttori per SCT che si avvitano alla culatta hanno infatti il problema che mal si prestano all'uso con focheggiatori esterni proprio per questa ragione.

Come ti hanno detto proverei a modificare il treno ottico avvitando il riduttore alla culatta ed eliminando la prolunga da 31.8 (che sicuro può dare problemi di vignettatura) quindi inserendo ottica adattiva e camera direttamente nel focheggiatore usando magari anelli filettati con spessori minimali oppure inserendo il naso da 2" della camera dall'AO direttamente dentro il focheggiatore.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quale sarà il problema?
MessaggioInviato: mercoledì 5 aprile 2017, 16:21 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 7872
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ho affrontato e risolto il problema tempo fa.

Il riduttore di focale F6.3 della Celestron (quello MEADE dovrebbe essere identico) necessita di un tiraggio di 110mm misurato a partire dall'anello di metallo che contiene la lente del riduttore di focale rivolta verso il CCD. Celestron aveva la decenza di dare delle dimensioni (anche se in un documento parlano di 110mm e in un altro 105mm :facepalm: ) invece Meade parla solo di Meade T-Adapter, come indicato qui. Sul sito Meade non danno una misura manco morti (serietà :thumbdown: ) però da diversi venditori (Amazon e altri) si parla di 6x4x4 pollici.

La SBIG invece (gente seria) rilasciava le specifiche di ingombro (credo che adesso siano nello zippone degli archivi), per fortuna li ho salvati qui.

Dopo questo bel pippone, il discorso fuocheggiatore esterno: un bagno di sangue :facepalm: Il problema è il riduttore di focale, infatti questo accessorio è sì studiato per lavorare su determinati strumenti rispettando la distanza tra sensore e lente ma, e questo non è scritto, è anche studiato per lavorare con lo specchio primario alla distanza giusta, ossia quella che si ottiene mettendo a fuoco un sensore posto a 110mm dal riduttore.
Se si interpone un fuocheggiatore esterno ci si trova in due situazioni distinte:
  1. SCT-Riduttore-Fuocheggiatore-distanziali-camera in questo caso il tiraggio del riduttore cambia con la messa a fuoco con l'effetto collaterale di non correggere le deformazioni ottiche
  2. SCT-fuocheggiatore-riduttore-distanziale110mm-sensore in questo caso la distanza tra riduttore e sensore è di 110mm la lo specchio primario è necessariamente spostato in avanti (verso la lastra correttrice) per poter estrarre il fuoco a sufficienza, come effetto collaterale il riduttore vignetta così tanto che il sensore di guida rimane al buio (completo) e si formano comunque delle sottocorrezioni

Come risolvere?
  1. Si rinuncia al riduttore di focale e si fuocheggia con il fuocheggiatore esterno
  2. Si rinuncia al fuocheggiatore esterno

Io ho scelto la seconda possibilità.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010