1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 20 settembre 2019, 4:22

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 27 maggio 2019, 14:58 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 3 ottobre 2010, 2:26
Messaggi: 625
Località: Salerno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
ciao a tutti.
dopo un po di pausa da foto, mi sono ritrovato in queste sere con un C8 prestatomi da un amico, per provare un po' di deep a lunga focale. Ho sempre lavorato a 400-600mm di focale, e l'intento era di riprendere oggetti come le galassie poiché aprile maggio sono notoriamente scarsi di oggetti estesi. Ovviamente grazie al maltempo tutto e' andato all'aria e sono già in giro le belle nebulose estive :mrgreen:. Comunque, qualche sera fa, ho avuto una finestra per provare un po' l'ebbrezza delle guida a 2000 di focale sulla mia montatura ed a riprendere M16. Lavorando a piena focale, senza riduttore, ho impostato le riprese in Bin2 del kaf8300 come da manuale del bravo astrofotografo. Con questa modalita' la definizione cala (forse l'ho detta brutta, ma lasciatemela passare così), e cala anche la dimensione dell'immagine totale. Allora ho provato con un nuovo flusso di lavoro , utilizzando un software che effettua il "resize intelligente", per elevare un po' la definizione e la dimensione di immagine (intelligente perché la pubblicità' dice che non usa i classici metodi di interpolazione, ma piuttosto modelli di Intelligenza artificiale :surprise: ). Stavo gia' provando con soddisfazione questo software per foto "normali", per fare delle stampe. Beh, la prova non e' male! Con tale software (si tratta di Gigapixel AI di TOPAZ, trial 30gg), con una gestione fine di "blur" e "supppress noise" credo di aver trovato un buon compromesso per ricavare una buona immagine. Ho effettuato un resize dai 2 Mpix della immagine in bin2 a circa 8-9 Mpix, un po' per ricostruire la size del sensore kaf8300. Vi mostro qui un confronto delle due immagini prima e dopo così come le vedo alla stessa dimensione sullo schermo

Allegato:
Cattura pillars.JPG
Cattura pillars.JPG [ 90.64 KiB | Osservato 497 volte ]

la prima a sinistra e' uno zoom del 144%, la seconda e' dopo il resize con Gigapixel, "ingrandita" al 66%.

Come flusso mi sembra che applicare il resize dopo lo stretch sia migliore che farlo a fine elaborazione (mi "ingigantiva" e dettagliava anche il rumore, per cui farlo prima mie e' sembrato piu efficace).
Alla fine con una buona deconvoluzione (che io non sono mai riuscito a tarare per bene, colpa mia :facepalm: ) ed un semplice resize (se necessario) probabilmente si raggiungono gli stessi risultati, pero' l'approccio e' da esplorare meglio.
Da usare con parsimonia (e' anche estremamente lento), per foto in bin2, o per resize in caso di stampe, per crop spinti, o forse anche su immagine planetarie tipicamente di piccola taglia. Insomma, da provare.

Comunque la foto finale, senza pretese, e' questa:
Allegato:
M16_per-forum.jpg
M16_per-forum.jpg [ 730.76 KiB | Osservato 497 volte ]

pose solo Ha di 12x5min a 2000mm di focale, ccd QHY9 su CEM60, OAg celestron + Qhy5IIL


e qui la versione a massima risoluzione
Pillars of creation by Fabrizio, su Flickr

Se lo provate sulle vostre immagini, fatemi sapere cosa ne pensate.

_________________
Strumentazione
- Ottiche: intes Mk-66, Celestron 80ed, Borg 125Ed, TS65Q
- Mount: Ioptron CEM60, Celestron CG5-ADGT
- Camera: CCD QHY8L, QHY9M, Canon 500D unmodded
- Guida: SW 80/400, tecnosky 60/228, Magzero Mz-5m, QHY5L-II
- Attaccapanni: 114/900 anni '80


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 27 maggio 2019, 15:55 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 9024
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
:surprise:
Vedo qualche artefatto ma generalmente il risultato è molto buono (secondo me, naturalmente).

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 27 maggio 2019, 21:26 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 gennaio 2009, 21:32
Messaggi: 2608
Località: LV426/Acheron
Purtroppo il metodo in questione va capito: Topaz utilizza delle reti neurali addestrate su un grande database di immagini e letteralmente INVENTA dettagli PLAUSIBILI.
Mi ricordo che tempo addietro su Cloudy Nights c'ear un tizio che sfornava immagini in alta risoluzione che superavano i limiti ottici dello strumento che aveva.... chiedi e richiedi non volva svelare il suo metodo ma diceva che ci volvano ore e ore di lavoro in PS. Alla fine si è capito che ritoccava manualmente le immagini migliorando la definizione dei dettagli che lui credeva ci fossero.

Ecco i software basati su reti neurali questo fanno: aggiungono dettagli credibili... ma NON necessariamente veri. Un conto è una deconvoluzione, o altri metodi di signal processing, che cercano di estrarre e rendere evidente tutta l'informazione che c'è; altro è aggiungere quello che potrebbe esserci.

Mi sa che fra poco sarà la fine dell'alta risoluzione "vera".


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 14:01 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 3 ottobre 2010, 2:26
Messaggi: 625
Località: Salerno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
ok, chiaro il messaggio. Pero' si parla di astrofoto estetica e non scientifica e non e' ne il primo ne l'ultimo software ne metodo di elaborazione che aggiunge "estetica" ad un foto con poco riguardo per l'informazione scientifica contenuta in essa (poi se uno aggiunge a mano qualcosa tenendolo segreto per chissa' quale gloria.. e' un'altra storia). Tutto sommato, se questo o altri software lavorano bene (ed in quella immagine credo che Gigapixel abbia lavorato bene) non ne denigro certo l'utilizzo. Come dicevo, un po' da sperimentare il campo e lo scopo di utilizzo. In fondo lo stavo usando per il resize di vecchie foto (terrestri) o crop per avere una risoluzione decente in fase di stampa. Quindi, se qualcuno vuole stamparsi la sua migliore foto di Giove in formato generoso probabilmente non puo' partire da un file da 1.2 Mpx, e se un resize "intelligente" aiuta, perche' no? . Certo, anche da dire che avere qualche comoda slider da tirare a destra o sinistra per sperimentare non mi fara' mai capire ne studiare come trovare la corretta psf e tutto quegli altri parametri per la deconvoluzione :think:

_________________
Strumentazione
- Ottiche: intes Mk-66, Celestron 80ed, Borg 125Ed, TS65Q
- Mount: Ioptron CEM60, Celestron CG5-ADGT
- Camera: CCD QHY8L, QHY9M, Canon 500D unmodded
- Guida: SW 80/400, tecnosky 60/228, Magzero Mz-5m, QHY5L-II
- Attaccapanni: 114/900 anni '80


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 14:32 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 15118
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Secondo me e' semplicemente il futuro dell'astrofotografia amatoriale, anzi sono stupito non sia gia' diventato l'approccio standard. Deal with it :D

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 15:04 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 19 gennaio 2009, 21:32
Messaggi: 2608
Località: LV426/Acheron
Una rete neurale, volendo, può creare immagini dal nulla. Scegli il tipo di pianeta, varie altre caratteristiche, ecco. fatto.
https://www.corriere.it/tecnologia/19_f ... pale.shtml


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 15:07 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 15118
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Anche con photoshop si possono creare immagini dal nulla :mrgreen:

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 28 maggio 2019, 17:33 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 17 maggio 2014, 5:29
Messaggi: 2122
prova a paragonare questo software con altri...

se ne era parlato anche qui
viewtopic.php?f=5&t=101888&p=1151852&hilit=intelligenza#p1151852

_________________
http://themaurosky.wix.com/astrophotography


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010