1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 18 febbraio 2019, 20:29

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: IC 417 LRGB QHY163m
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 12:22 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 23 aprile 2007, 23:13
Messaggi: 2880
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Purtroppo il timore riguardo a eventi meteo avversi è fondato: la mia postazione si trova a due passi da casa, e in due minuti posso uscire e chiudere il tetto (manualmente, non ho automazione). Ovviamente, chi ha la strumentazione in remoto, deve per forza di cose avere un sensore che rileva l'eventuale copertura nuvolosa, un sistema che ferma la sequenza, parcheggia il telescopio, eventualmente fa il warmup della CCD (è tutto quello che posso fare ora):

Per una gestione competamente automatizzata (apertura/chiusura di tetto, cupola, accensione degli interruttori, dei sistemi, varie ed eventuali) è necessario l'"hardware" adeguato gestito magari da Viking Starkeeper:

https://software.starkeeper.it/index.php/viking/

Chissà, prima o poi forse avrò anche la completa automazione: comunque anche una parziale gestione del sistema, è fondamentale anche per chi è itinerante, specialmente per chi ha una camera mono con filtri; è impensabile stare svegli tutta la notte per cambiare filtro, rifare il fuoco, controllare l'andamento della guida, etc..


Allegati:
Voyager.JPG
Voyager.JPG [ 38.66 KiB | Osservato 63 volte ]
Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: IC 417 LRGB QHY163m
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 15:04 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 28 settembre 2011, 23:28
Messaggi: 2678
Località: Torvajanica
Tipo di Astrofilo: Fotografo aspirante Visualista
Interessante sia la foto che la discussione.
Il setup mi sembra pronto a darti grosse soddisfazioni sia in termini fotografici che onirici... :D

_________________
www.flickr.com/photogallery_H-persei
"...Con tanta fatica che la m'era insopportabile; e pure io mi sforzavo." (Benvenuto Cellini artista rinascimentale, autore del Perseo di bronzo)
_______________________________________________________________________________________________
Newton Konus 200/1000 - Ts Komacorr - Neq6 pro -
Skywatcher 80ED Pro - Riduttore/correttore Sw 0.85x -
Canon Eos450D Baader - QHY5L-II color


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: IC 417 LRGB QHY163m
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 22:19 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 26 gennaio 2010, 14:19
Messaggi: 3681
Località: Rescaldina (Mi)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Immagine molto bella!
Se puoi aggiungi un po' di Ha per rinforzare le nebulosità di campo (avevo iniziato anche io a riprendere questo campo proprio in Ha, ma ho ancora il lavoro in sospeso).
roberto_coleschi ha scritto:

Si, sono andato a dormire :D . Dopo aver osservato il meridian flip e il riavvio della sequenza (centraggio del target via
plate solving, autofocus, calibrazione e riavvio dell'autoguida), sono andato a dormire con un po' di timore per via delle velature; mi sono detto che male che vada ritroverò la montatura in Park position, e invece, messa la sveglia alle 3,00 del mattino, ho trovato la CCD che faceva il suo warm-up, e un sacco di LRGB nell'hard disk..

...esattamente come faccio io: preferisco sempre "essere presente" (a distanza!) nel momento del meridian flip, poi una volta che il tutto si è riavviato vado a nanna e punto la sveglia dopo un paio di ore e intanto Voyager lavora per me :D

_________________
Roberto Marinoni
http://www.astrobin.com/users/Bluesky71/


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: IC 417 LRGB QHY163m
MessaggioInviato: lunedì 11 febbraio 2019, 22:28 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 23 aprile 2007, 23:13
Messaggi: 2880
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Grazie Roberto, avevo iniziato stasera le riprese in Ha ma ho dovuto chiudere causa nuvole. Anche tu usi Voyager? Mi fa piacere.. :) Io ho un po' paura dei cavi al momento del passaggio al meridiano, ma ho visto ormai che tutto funziona bene (Leonardo ha fatto un mini tutorial su come aggiustare i cavi per il flip)..


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010