1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 15 agosto 2018, 12:07

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: domenica 20 maggio 2018, 17:55 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5964
Località: Roma
Primo tentativo di spettroscopia di M57 con uno spettroscopio a fenditura, il mio Spec 600: Serata piuttosto sofferta (oltre che, manco a dirlo, parzialmente nuvolosa) in quanto non c’è stato verso di attivare l’autoguida (guidare su una stella di 13^ era evidentemente superiore alle forze della Lodestar) e mi sono dovuto accontentare della somma di 20 frames da 1 min senza autoguida, comunque alla fine, seppur molto rumoroso , uno spettro è venuto fuori con le principali righe di emissione della nebulosa.Ho dovuto operare, con Vspec, la sottrazione del continuo per renderlo meglio visibile.La prossima volta ripeterò l’esperienza con una guida in parallelo.Nell'immagine la nebulosa, come appariva attraverso la Lodestar, inserita nel modulo di guida dello spettroscopio, ed il profilo dello spettro , dominato dall'emissione dell'OIII a 4959 e 5007 A . Questo spiega anche come il filtro interferenziale relativo sia particolarmente utile per questo oggetto.


Allegati:
M57 Spc_ Spec 600 C14 f7 _19_05_18 web.jpg
M57 Spc_ Spec 600 C14 f7 _19_05_18 web.jpg [ 402.9 KiB | Osservato 388 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: lunedì 21 maggio 2018, 18:27 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 25 luglio 2006, 19:58
Messaggi: 1311
Località: Riccione
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao Fulvio , forte questa cosa.
Domanda stupida : questo grafico mostra che m57 ha più segnale nell OIII che in ha?

_________________
Immagine
Franci Michele
http://www.astroriccione.it


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: lunedì 21 maggio 2018, 20:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5964
Località: Roma
Cita:
Domanda stupida : questo grafico mostra che m57 ha più segnale nell OIII che in ha?

La domanda non è affatto stupida,nel senso che l'apporto relativo dei singoli elementi è anche in funzione della posizione della fenditura ma la risposta è sì,; del resto si osserva molto bene dall'immagine che allego, ripresa con un filtro Star Analyser, ovviamente senza fenditura.


Allegati:
M57_SPC_final2.jpg
M57_SPC_final2.jpg [ 79.81 KiB | Osservato 349 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: martedì 22 maggio 2018, 11:37 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 25 luglio 2006, 19:58
Messaggi: 1311
Località: Riccione
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Nelle immagini Ha-O3 noto che i dettagli sono sempre nell Ha mentre nell O3 sembra come sfuocato. Come mai?oppure sbaglio?

_________________
Immagine
Franci Michele
http://www.astroriccione.it


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: martedì 22 maggio 2018, 12:48 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5964
Località: Roma
Cita:
Nelle immagini Ha-O3 noto che i dettagli sono sempre nell Ha mentre nell O3 sembra come sfuocato. Come mai?oppure sbaglio?


No, non sbagli, ma è così, basta guardare il profilo spettrale per rendersi conto che il flusso dell'NIII è meno della metà di quello dell'Halfa.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: sabato 2 giugno 2018, 20:12 

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2018, 19:46
Messaggi: 22
Tipo di Astrofilo: Fotografo
"Nelle immagini Ha-O3 noto che i dettagli sono sempre nell Ha mentre nell O3 sembra come sfuocato. Come mai?oppure sbaglio?"

Michele, a questo link trovi una interessante animazione dell'ESA che mostra dove sono posizionati i diversi gas che emettono radiazione luminosa. Specie nelle nebulose planetarie, le regioni gassose sono molto variegate.

https://youtu.be/5mqneNB4Vpc

Come hai giustamente osservato, la nebulosa composta da ossigeno è molto diffusa. Quella che forma l'anello più luminoso contiene invece principalmente azoto e, in percentuale minore, idrogeno. Un altro elemento importante è l'elio ad alta temperatura, il cui guscio gassoso oblungo occupa solo la parte centrale dell'anello.
Tutto questo trova riscontro nello spettro di M57 che ho preso con l'Alpy 600 e si apprezza soprattutto osservando la sua versione bidimensionale. Lo spettro è in scala con l'immagine della nebulosa e permette di capire quali sono le regioni nebulari che producono le varie righe.

Allegato:
M57_2D.jpg
M57_2D.jpg [ 110.71 KiB | Osservato 257 volte ]


La riga spettrale più intensa generata dal gas che compone l'anello esterno è dovuta all'azoto [N II] a 6584 Angstrom di lunghezza d'onda. Poco a sinistra troviamo la riga H-alfa 6563 A e, molto ravvicinata, una seconda componente dell'azoto a 6548 A. L'azoto è mancante o poco presente nella zona centrale dell'anello, dove rimane solo una emissione più debole dell'idrogeno. Il guscio interno oblungo formato dall'elio che si vede nel video crea la riga He II a 4686 Angstrom. Nello spettro questa occupa solo la regione centrale, senza estendersi fino alla parte luminosa dell'anello. Le fortissime righe dell'ossigeno, [O III] 4959 e 5007 Angstrom, abbracciano la nebulosa in modo più omogeneo, senza però spingersi fino alla parte periferica dell'anello dove arriva solo l'azoto.


Mostro il profilo spettrale dell'anello, la parte verso nord, e quello della zona centrale, ottenuti con il C9.25 e l'Alpy 600:

Allegato:
m57_nord_US.jpg
m57_nord_US.jpg [ 235.6 KiB | Osservato 257 volte ]


Allegato:
m57_centro_US.jpg
m57_centro_US.jpg [ 195.5 KiB | Osservato 257 volte ]


Visto che siamo nella sezione di astrofotografia, provo a chiedere se qualcuno è riuscito a riprendere la nebulosa M57 in falsi colori con filtri a banda molto stretta, separando la luce H-alfa da quella dell'azoto. Con i comuni filtri con banda passante maggiore di 7-10 nanometri penso che non si riesca in quanto la banda lascia passare sia il doppietto dell'azoto che la riga dell'idrogeno. Ma usando alcuni tipi con banda particolarmente stretta, se ricordo bene gli Astrodon, sarebbe possibile. Il risultato potrebbe essere molto interessante perchè all'azoto e all'idrogeno corrispondono due regioni gassose dalla forma molto diversa.
Saluti. Umberto


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: domenica 3 giugno 2018, 11:31 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 novembre 2016, 13:00
Messaggi: 227
Località: Arezzo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Davvero molto interessante questo lavoro, interessante la spettroscopia in generale. Si evince che su questo soggetto una ripresa con tecnica bicolor Ha-O3 porta già ad un risultato pressoché completo, andando a raccogliere la maggior parte del segnale emesso. Sapevo già che per le planetarie non serviva aggiungere altro ma ora ne capisco meglio il perché.

Staccare il segnale Ha da quello del'azoto diventa difficile dato che i due picchi sono separati da appena 2 nm, l'unico modo sarebbe usare un filtro Ha da 3nm, centrato essendo centrato sul picco dell'Ha +- 1,5 nm staccherebbe il picco del'azoto di soli 0,5nm. Io posseggo un filtro Ha da 3nm ma mi manca la focale giusta per riprendere questi soggetti.

Una curiosità: ma esistono filtri per l'azoto? Non li ho mai visti in commercio, forse non ci ho mai fatto caso

Saluti e complimenti ancora

Tommaso

_________________
sw 80ED; ccd SBiG st8300 mono; filtri Ha - o3 - s2 - Lrgb Baader; montatura sw Heq5 PRO

http://www.tommasorubechi.it/ - sito personale con immagini e tutorial
https://www.facebook.com/belvederehomeobservatory/ - La pagina facebook del mio osservatorio casalingo
http://www.arezzoastrofili.it/ - la mia associazione


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: domenica 3 giugno 2018, 12:35 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5964
Località: Roma
Cita:
Si evince che su questo soggetto una ripresa con tecnica bicolor Ha-O3 porta già ad un risultato pressoché completo, andando a raccogliere la maggior parte del segnale emesso

Basta un filtro UHC per prendere sia l'OIII che l'Halpha, e non solo per M57, ma per buona parte delle planetarie.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: domenica 3 giugno 2018, 13:37 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 novembre 2016, 13:00
Messaggi: 227
Località: Arezzo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
fulvio mete ha scritto:
Basta un filtro UHC per prendere sia l'OIII che l'Halpha, e non solo per M57, ma per buona parte delle planetarie.

Si, ma io non ho un uhc! Quindi se in futuro vorrò fare qualche planetaria so che posso tranquillamente evitare di riprendere anche l's2! Son cose magari ovvie per molti, non per me che mi sono avvicinata da poco ai filtri a banda stretta!

_________________
sw 80ED; ccd SBiG st8300 mono; filtri Ha - o3 - s2 - Lrgb Baader; montatura sw Heq5 PRO

http://www.tommasorubechi.it/ - sito personale con immagini e tutorial
https://www.facebook.com/belvederehomeobservatory/ - La pagina facebook del mio osservatorio casalingo
http://www.arezzoastrofili.it/ - la mia associazione


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Spettroscopia di M57
MessaggioInviato: domenica 3 giugno 2018, 21:19 

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2018, 19:46
Messaggi: 22
Tipo di Astrofilo: Fotografo
"Una curiosità: ma esistono filtri per l'azoto? Non li ho mai visti in commercio, forse non ci ho mai fatto caso
Saluti e complimenti ancora"

Grazie Tommaso.
Cercando con Google ho trovato un sito che pubblica la curva di trasmissione di un Astrodon da 3 nanometri centrato sull'azoto a 6584 A:

http://www.almadenobservatory.net/RobsO ... s/N-II.png

Lo scopo di questi filtri è proprio quello di tenere separate le emissioni luminose dei gas per poter evidenziare in una immagine a falsi colori la loro diversa distribuzione spaziale. Usando un unico filtro che le lascia passare tutte, questa possibilità viene persa. Ho paura però che il costo di filtri così particolari sia molto elevato.
Saluti.Umberto


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010