1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 21 settembre 2018, 12:48

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: venerdì 6 aprile 2018, 14:02 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 agosto 2012, 23:05
Messaggi: 87
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Tripletto di Galassie nel Leone in LRGB, ripresa la notte di venerdì 23 marzo da Fortunago (provincia di PV). Newton SkyWatcher 200/1000 e ASI1600MM-Cool raffreddata a -20C. Mi pare incredibile a vedere il segnale che ho tirato fuori, ma si tratta di soli 16 minuti totali di integrazione :wtf: (Lum 50x10s, RGB 15x10s ciascuno - Bin1x1 - Gain 300 - Offset 50 - Niente Darks, Flats o Bias). L'ASI 1600 funziona davvero bene! Ripresa con Sequence Generator Pro. Elaborazione con Deep Sky Stacker e Photoshop.

Sto ancora cercando di "imparare" a combinare correttamente le riprese sui vari canali, e mi interessa qualsiasi commento che mi aiuti a migliorare l'approccio. :)


Allegati:
LeoTriplet_PSL_ForumAstro.jpg
LeoTriplet_PSL_ForumAstro.jpg [ 700.97 KiB | Osservato 489 volte ]

_________________
SkyWatcher Black Diamond Newton 200/1000 su NEQ-6 Pro
Riprendo con: il Tubone Nero (SW200/1000) e ASI 1600MM-C, Autoguida QHY5L-II su acromatico ArteSky 240mm. Software SGP+PH2 e DSS.
Osservo con: TeleVue Nagler 17mm T4, SkyWatcher AERO 40mm 2", Heyford 12mm, SW 10mm e 25mm, Barlow 2x, Filtri CLS e Lunare

http://www.flickr.com/cristianosecci
https://dso-browser.com/profile/cristiano_secci
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: venerdì 6 aprile 2018, 18:22 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 7940
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
:clap: Niente male!!! :clap:
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: domenica 8 aprile 2018, 17:43 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 20 settembre 2008, 9:31
Messaggi: 8317
Località: San Romualdo - Ravenna
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Davvero un bel lavoro per come è stato acquisito!

Cristina

_________________
http://www.cfm2004.altervista.org


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: lunedì 9 aprile 2018, 7:24 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 10:55
Messaggi: 591
Località: Bologna
Micidiale... somiglia parecchio alle mie CINQUE ore di intregrazione con Canon 600d, ma è molto più dettagliata. Credo che ne vedremo delle belle, nei prossimi anni. Ho già letto di chi con queste camere usa dobson su piattaforma equatoriale e facendo molte esposizioni minuscole, dell'ordine di pochi secondi, ottiene risultati eccellenti. A me sembra una svolta epocale, soprattutto appunto per quanto riguarda l'inseguimento. Se tanto mi da tanto, le montature (specie quelle di alta precisione) hanno gli anni contati, almeno nel settore amatoriale.

_________________
I never go out unless I look like Joan Crawford, the movie star. If you want to see the girl next door, go next door.

Joan Crawford

----------------

Ed 80, acro 80 f5 per guida con toucam su eq6, eos 600d; tal 100rs


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: lunedì 9 aprile 2018, 7:56 

Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 23:47
Messaggi: 519
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Concordo su tutto!

Matteo

_________________
astrofilo principiante dal 1995


Ultima modifica di Angelo Cutolo il lunedì 9 aprile 2018, 10:20, modificato 1 volta in totale.
Eliminato quote del post precedente, in questi casi è bene utilizzare il tasto "RISPONDI" che si trova in basso a Sx dopo l'ultimo post.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: lunedì 9 aprile 2018, 13:20 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 agosto 2012, 23:05
Messaggi: 87
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
joegalaxy ha scritto:
Micidiale... somiglia parecchio alle mie CINQUE ore di intregrazione con Canon 600d, ma è molto più dettagliata. Credo che ne vedremo delle belle, nei prossimi anni. Ho già letto di chi con queste camere usa dobson su piattaforma equatoriale e facendo molte esposizioni minuscole, dell'ordine di pochi secondi, ottiene risultati eccellenti. A me sembra una svolta epocale, soprattutto appunto per quanto riguarda l'inseguimento. Se tanto mi da tanto, le montature (specie quelle di alta precisione) hanno gli anni contati, almeno nel settore amatoriale.


Ma infatti è incredibile quanto poco serva per rischiare di saturare. Devo ancora fare delle prove a Gain zero: dai vari articoli/forum che ho letto in giro infatti sarebbe da usare sotto cieli veramente bui, dove hai bisogno di maggiore gamma tonale per poter distinguere dettagli più fini. Per ora ho sempre provato a Gain 139 (unity-gain) e a Gain 300. A 300 cmq è incredibile il segnale che ricava, ed il basso rumore che ne esce.

Altra cosa che non ho ben capito, e che magari qualcuno di voi è in grado di spiegarmi meglio: se faccio un paragone con un sensore CMOS di una reflex, a bassi ISO corrisponde anche un rumore più limitato. Qui invece la sensibilità è inversamente proporzionale alla quantità di rumore generato! :wtf: :wtf: :wtf: Forse perchè la maggior parte del rumore esce in base alla durata della posa? Come a dire: dovrei paragonare il rumore in uscita da una posa a Gain 0 di 60 secondi, con una posa a Gain 300 di 60 secondi. Di fatto le due immagini non sarebbero paragonabili a parità di ottica impiegata, poichè non avendo un diaframma (come su una reflex) non posso variare la terza componente dell'esposizione, cioè l'apertura.

In generale comunque mi pongo l'obiettivo, per le prossime uscite, di trovare i setting giusti per non rischiare di saturare le stelle, facendone uscire il colore. Ed è qui, credo, che servirà aumentare sensibilmente il numero di pose per fare uscire il segnale degli oggetti deepsky, mantenendo contemporaneamente la piena leggibilità delle stelle.

Che dite, ho capito giusto?

_________________
SkyWatcher Black Diamond Newton 200/1000 su NEQ-6 Pro
Riprendo con: il Tubone Nero (SW200/1000) e ASI 1600MM-C, Autoguida QHY5L-II su acromatico ArteSky 240mm. Software SGP+PH2 e DSS.
Osservo con: TeleVue Nagler 17mm T4, SkyWatcher AERO 40mm 2", Heyford 12mm, SW 10mm e 25mm, Barlow 2x, Filtri CLS e Lunare

http://www.flickr.com/cristianosecci
https://dso-browser.com/profile/cristiano_secci


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: sabato 14 aprile 2018, 17:00 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 25 luglio 2006, 19:58
Messaggi: 1362
Località: Riccione
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ciao
che sensibilita!e quanto poco rumore!!complimenti!
unico neo le stelle , sicuramente hai qualche posa mossa.

_________________
Immagine
Franci Michele
http://www.astroriccione.it


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: sabato 14 aprile 2018, 23:19 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 agosto 2012, 23:05
Messaggi: 87
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
helixnebula ha scritto:
ciao
che sensibilita!e quanto poco rumore!!complimenti!
unico neo le stelle , sicuramente hai qualche posa mossa.


Ciao Michele, grazie. Onestamente credo che sia più un problema del correttore di coma che non sta lavorando alla giusta distanza dal sensore. Devo trovare il modo di avvicinarlo di un paio di mm per arrivare alla distanza corretta.

A proposito: qualcuno di voi può dirmi in che modo monta il correttore di coma sul treno ottico? Che distanziatori usate, e a quale livello di precisione bisogna arrivare per ottenere un risultato corretto?

_________________
SkyWatcher Black Diamond Newton 200/1000 su NEQ-6 Pro
Riprendo con: il Tubone Nero (SW200/1000) e ASI 1600MM-C, Autoguida QHY5L-II su acromatico ArteSky 240mm. Software SGP+PH2 e DSS.
Osservo con: TeleVue Nagler 17mm T4, SkyWatcher AERO 40mm 2", Heyford 12mm, SW 10mm e 25mm, Barlow 2x, Filtri CLS e Lunare

http://www.flickr.com/cristianosecci
https://dso-browser.com/profile/cristiano_secci


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: domenica 15 aprile 2018, 10:24 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 7940
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
cricro76 ha scritto:
... credo che sia più un problema del correttore di coma che non sta lavorando alla giusta distanza dal sensore. Devo trovare il modo di avvicinarlo di un paio di mm per arrivare alla distanza corretta.
A proposito: qualcuno di voi può dirmi in che modo monta il correttore di coma sul treno ottico? Che distanziatori usate, e a quale livello di precisione bisogna arrivare per ottenere un risultato corretto?

Da quello che ho sperimentato, la distanza del correttore di coma dal sensore è da calibrare bene per risultati ottimali.
Anche i decimi di mm in più o in meno possono far sentire la loro influenza.
Guarda i ritagli d'angolo dei fotogrammi qui riportati:
http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?f=5&t=99846&p=1129668&hilit=correttore+coma#p1129668
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Tripletto del Leone
MessaggioInviato: mercoledì 18 aprile 2018, 17:55 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 14 agosto 2012, 23:05
Messaggi: 87
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Costanzo grazie mille!!! Utilissimo il confronto che mi hai girato! In effetti il risultato che ho al momento (visibile nell'immagine del tripletto qui postata) è proprio di una "sovracorrezione" del coma, dovuta ad una distanza appunto maggiore dei 55mm previsti da Baader.

Molto bene, urge trovare una flangia di adattamento che mi consenta di recuperare/rimuovere quei 2mm di troppo. :uhm:

_________________
SkyWatcher Black Diamond Newton 200/1000 su NEQ-6 Pro
Riprendo con: il Tubone Nero (SW200/1000) e ASI 1600MM-C, Autoguida QHY5L-II su acromatico ArteSky 240mm. Software SGP+PH2 e DSS.
Osservo con: TeleVue Nagler 17mm T4, SkyWatcher AERO 40mm 2", Heyford 12mm, SW 10mm e 25mm, Barlow 2x, Filtri CLS e Lunare

http://www.flickr.com/cristianosecci
https://dso-browser.com/profile/cristiano_secci


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010