1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 23:24

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: gianpri, Google [Bot] e 6 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum


Ciao! Se devi postare una fotografia, uno scatto o un'immagine ricorda di caricare anche direttamente sul Forum la tua foto.
Questo per permettere a tutti quanti di vedere sicuramente, ora e in futuro, l'immagine postata
Qui trovi le istruzioni per il caricamento file: viewtopic.php?f=13&t=86546.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ritorno alla pellicola :)
MessaggioInviato: sabato 21 ottobre 2017, 15:23 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:51
Messaggi: 1770
Località: Ginevra
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti,

Vi propongo un brevissimo star trail, una ventina di minuti di posa, con macchina fotografica analogica, ritorno al passato :D

Corpo macchina: Pentax MX (datato anni '70)
Obiettivo: Pentax 50mm F1.7, aperto a F2 (datato anni '70)
Montatura: treppiede fotografico manfrotto
Pellicola: Ilford HP+ 400 asa
Luogo di ripresa: Jura francese, ~900 m slm, non lontano da Ginevra
Data e orario di ripresa: 11-10-2017, 8.30pm circa
Note: serata molto umida
Processing: sviluppo rullino e stampa chimica in camera oscura effettuati dal sottoscritto :D

Non è nulla che non si possa già fare con modernissimi ccd o semplici e altrettanto comuni e diffuse DSLR. In realtà, sto iniziando ad effettuare un po' di prove, perché a breve (spero) dovrebbe arrivarmi il nuovo setup con cui mi dedicherò cielo profondo.

Ci infilerei anche un po' di fotografia chimica, scatto già con reflex analogica e sviluppo/stampo da me per piacere personale. Quindi mi sono chiesto: prima di un ccd raffreddato (ho comprato tutto tranne quello, acquisto programmato nei prossimi mesi), perché necessariamente impazzire con dark, flat, ecc. ecc. (cosa che comunque farò, sarei stupido :mrgreen: ) e non provare invece anche qualche scatto su pellicola? Vedremo come va, userò anche la mia 1100D, ma le premesse per divertirsi anche con una reflex completamente meccanica sembrano esserci :wink:

Dettaglio: dal negativo non lo avrei detto, ma l'immagine è un po' vignettata, non capisco se a causa di bagliori oppure a causa della lente dell'ingranditore che non sono riuscito a chiudere oltre f16 (e magari anche a causa dell'apertura del 50mm che ho usato).

Concludo con la cosa che più mi piace di questa fotografia e della fotografia sul pellicola in generale, momento romanticismo :mrgreen: : quel negativo è stato impressionato da [url]quella[/url] manciata di fotoni arrivata dallo spazio siderale. Senza nulla togliere al digitale, questa volta non si tratta di elettroni, di luce trasdotta, ma di luce vera che arrivata da non si sa dove si è fermata su quel pezzo di pellicola ed è stata rivelata durante lo sviluppo...

Se qualche veterano della fotografia vuole darmi qualche consiglio, ne sarò ben contento, sarà un piacere immenso. Ad esempio, che pellicola consigliereste? :wink:

Cieli bui e sereni,
Matteo

P.S. Il file allegato è una foto con iphone della stampa reale, non ho uno scanner a casa, quindi la qualità dell'immagine non è altissima. Se c'è qualche curioso, posso scannerizzare direttamente il negativo settimana prossima


Allegati:
northpole.jpeg
northpole.jpeg [ 964.7 KiB | Osservato 163 volte ]

_________________
...fui matteom29


http://matteomarzo.blogspot.com/


C 9.25 XLT in alluminio
montatura HEQ5 SkyScan pro
camera basler ACE acA640
filtri: IRpass Baader, W47 Lumicon, IR-UVcut Astronomik
Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ritorno alla pellicola :)
MessaggioInviato: sabato 21 ottobre 2017, 17:03 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18441
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Bello! Per la pellicola ti consiglio... quella che riesci a trovare! :lol:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ritorno alla pellicola :)
MessaggioInviato: sabato 21 ottobre 2017, 18:30 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 7012
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
E' una bella impresa.
Condivido lo spirito e l'intenzione.
Tuttavia le cose non sono facili neanche col digitale ...
:ook: :clap: :ook:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ritorno alla pellicola :)
MessaggioInviato: sabato 21 ottobre 2017, 21:20 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:08
Messaggi: 7518
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
A vedere il risultato di consigli ce ne sarebbero un bel po' da dare :D

Tanto per cominciare eccone alcuni sulla procedura di sviluppo della pellicola: occhio alla temperatura di sviluppo della pellicola;
fare il possibile per stabilizzarla sui 20° C. sia per lo sviluppo che per il bagno d'arresto e sia per il fissaggio.

E' molto importante rispettare i tempi di sviluppo in base alla scelta degli ISO impostati nel corso dell'esposizione della pellicola.
All'inizio di ogni minuto del bagno di sviluppo, bisogna rovesciare di 180° - continuamente - la tank per 10 secondi e ripeterlo
ad ogni inizio minuto così che le parti esaurite del rivelatore si ricambino spesso e l'azione deterrente sull'emulsione sia uniforme.

Per quanto riguarda poi il diaframma dell'obiettivo dell'ingranditore c'è un motivo speciale perché l'hai usato ad f/16?

Impostalo tra f/5,6 e f/8 che eviterai i valori di diffrazione negativa dell'obiettivo stesso e ovviamente, proporzionalmente, accorcerai
i tempo di esposizione di stampa.

Attenzione poi al mantenimento della pellicola, perché dopo il lavaggio in acqua corrente l'emulsione in questa fase risulta delicata
ed è facile graffiarla e riempirla di peletti. Usa l'Imbibente per rendere l'asciugatura uniforme e priva di calcare in un ambiente
privo e protetto dalla polvere. Per il momento mi fermo qui. :wink:


Se t'interessa svenderei a prezzo stracciato diverso materiale professionale da camera oscura (bacinelle di piccolo, medio e grande
diametro per la stampa; timer; termometro; alcune tank in Inox e pvc per gli sviluppi delle pellicole di diverso formato, e molto altro
materiale tutto in ottimo, in quanto non ne faccio più uso e poi per liberare spazio in casa.
Liquido tutto in blocco e, credimi è un vero affare! Contattami in mp per l'elenco.
Cari saluti,

Danilo Pivato

_________________
Immagine

SITO WEB IN RIFACIMENTO
Latest New: http://www.danilopivato.com/introduction/latest_news/latest_news.html


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ritorno alla pellicola :)
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 0:34 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 23 giugno 2007, 12:51
Messaggi: 1770
Località: Ginevra
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti :D

fabio_bocci ha scritto:
Bello! Per la pellicola ti consiglio... quella che riesci a trovare! :lol:

Eppure sai Fabio, di pellicole sembra che se ne trovino ancora in giro, c'è molta gente che scatta su pellicola :D

ippogrifo ha scritto:
E' una bella impresa.
Condivido lo spirito e l'intenzione.
Tuttavia le cose non sono facili neanche col digitale ...
:ook: :clap: :ook:

Ippogrifo, al mio stato attuale credo sarà un impresa qualunque cosa, anche stazionare :mrgreen: scherzi a parte, troppo tempo passato dall'ultima sessione fotografica, sono molto arrugginito :mrgreen:

Danilo Pivato ha scritto:
A vedere il risultato di consigli ce ne sarebbero un bel po' da dare :D

Tanto per cominciare eccone alcuni sulla procedura di sviluppo della pellicola: occhio alla temperatura di sviluppo della pellicola;
fare il possibile per stabilizzarla sui 20° C. sia per lo sviluppo che per il bagno d'arresto e sia per il fissaggio.

E' molto importante rispettare i tempi di sviluppo in base alla scelta degli ISO impostati nel corso dell'esposizione della pellicola.
All'inizio di ogni minuto del bagno di sviluppo, bisogna rovesciare di 180° - continuamente - la tank per 10 secondi e ripeterlo
ad ogni inizio minuto così che le parti esaurite del rivelatore si ricambino spesso e l'azione deterrente sull'emulsione sia uniforme.

Per quanto riguarda poi il diaframma dell'obiettivo dell'ingranditore c'è un motivo speciale perché l'hai usato ad f/16?

Impostalo tra f/5,6 e f/8 che eviterai i valori di diffrazione negativa dell'obiettivo stesso e ovviamente, proporzionalmente, accorcerai
i tempo di esposizione di stampa.

Attenzione poi al mantenimento della pellicola, perché dopo il lavaggio in acqua corrente l'emulsione in questa fase risulta delicata
ed è facile graffiarla e riempirla di peletti. Usa l'Imbibente per rendere l'asciugatura uniforme e priva di calcare in un ambiente
privo e protetto dalla polvere. Per il momento mi fermo qui. :wink:


Se t'interessa svenderei a prezzo stracciato diverso materiale professionale da camera oscura (bacinelle di piccolo, medio e grande
diametro per la stampa; timer; termometro; alcune tank in Inox e pvc per gli sviluppi delle pellicole di diverso formato, e molto altro
materiale tutto in ottimo, in quanto non ne faccio più uso e poi per liberare spazio in casa.
Liquido tutto in blocco e, credimi è un vero affare! Contattami in mp per l'elenco.
Cari saluti,

Danilo Pivato


Ciao Danilo, grazie per il tuo commento tecnico.
Ho tenuto la temperatura tra i 19 ed i 21 gradi per sviluppo, arresto e fissaggio, rispettato i tempi di sviluppo ed agitato, come suggerisci tu, la tank.
Ho chiuso molto il diaframma dell'ingranditore perché mi sono accordo che tutto aperto l'immagine ne risentiva in termini di definizione (cosa intendi per diffrazione negativa dell'obiettivo? :roll: ).
Per quanto riguarda la fase di asciugatura, beh lì sicuramente sono stato frettoloso e un po' approssimativo, non vedevo l'ora di passare all'ingranditore (perdona le domande forse stupide, ma sono un neofita della fotografia chimica: cosa sarebbe l'imbibente di cui parli?).

Saluti,
Matteo

_________________
...fui matteom29


http://matteomarzo.blogspot.com/


C 9.25 XLT in alluminio
montatura HEQ5 SkyScan pro
camera basler ACE acA640
filtri: IRpass Baader, W47 Lumicon, IR-UVcut Astronomik


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: gianpri, Google [Bot] e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010