1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 20 settembre 2017, 6:36

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Quanto calore ci arriva dalle stelle?
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 10:56 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 351
Leggendo un libro di Patrick Moore relativo al mese di Giugno, mi sono addentrato nella descrizione della costellazione del mese, ossia Bootes.
Mi ha incuriosito leggendo della gigante arancione Arturo, una parte del calore emesso arriva addirittura sulla Terra ed è circa paragonabile a quello di una candela posta a otto chilometri di distanza. (certo è pochissimo, ma è qualcosa!)
Dunque, mi son chiesto, tutte le stelle nel complesso rilasciano del calore che arriva fino a noi? E' possibile determinarlo?
Qualcuno sa qualcosa di questo argomento che mi ha affascinato?
Grazie in anticipo!

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 15:32 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 25 giugno 2016, 18:41
Messaggi: 21
ciao andrew

Il calore in generale può essere trasmesso in 3 modi diversi ( convezione conduzione ed irraggiamento)
i primi due avvengono quando è presente un mezzo nella quale il calore può "scorrere" , ma come ben saprai nello spazio che separa la terra e le stelle c'è praticamente il vuoto quindi il calore può essere trasmesso solo tramite l'irraggiamento , ovvero il calore viene trasportato dalla radiazione elettromagnetica che un corpo emette e che si puó propagare nel vuoto, questa radiazione ( la radiazione termica ) dipende dalla temperatura del corpo , infatti per la maggior parte dei materiali quando raggiungono alte temperature iniziano ad emettere la radiazione termica anche nello spettro del visibile per questo si illuminano.
il calore scambiato per irraggiamento fra due corpi (considerati come corpi neri assorbono ed emettono il massimo della radiazione) è:
Q12=A1*F12+k*(T1^4-T2^4)
dove A1 è la superfice del corpo emittente F12 il fattore di vista tra i 2 corpi e k la costante di stefan boltzmann .
ora andrebbe calcolato il fattore di vista fra 2 sfere che rappresenterebbero stella e terra ma è abbastanza complicato e sul web non trovo nulla posso solo dire che tale fattore è inversamene proporzionale alla distanza quindi fate voi un po' i conti...
in totale penso che venga un calore piccolissimo anche perchè con quella formula si considerano le stelle dei corpi neri . non so se si potrebbe esprimere anche in base alla magnitudine :|


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 19:38 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 351
Interessante iridiumflare grazie per questo approfondimento.
Dunque, sul libro il dato per Arturo era il risultato di una rilevazione di strumenti sofisticati e all'avanguardia.
A questo punto, sarebbe virtualmente possibile utilizzare quella formula per avere come risultante lo scambio di calore tra il Sole e la Terra.
Dopodiché sottrarre questo valore (scambio Terra-Sole) a quello di una rilevazione strumentale del valore effettivo su di un punto sulla Terra (che dovrebbe essere quindi scambio fra Terra e Sole+Stelle), si dovrebbe ottenere così un valore piccolissimo che dovrebbe essere quel poco che ci arriva dalle stelle nel suo "complesso".
A parte comunque che sto parlando da profano in materia e non so se il ragionamento sia corretto, e poi immagino ci siano un infinità di variabili (es. il calore del sole non sempre costante) e l'errore degli strumenti che rendono totalmente improponibile questo metodo.

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 30 maggio 2017, 19:49 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18056
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Alla fine il calore che proviene dalle stelle è proporzionale grossomodo alla quantità di luce visibile che ci arriva. Quindi una misura approssimativa si potrebbe calcolare semplicemente dal valore dell'SQM del cielo buio.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 20 giugno 2017, 10:46 

Iscritto il: martedì 9 maggio 2006, 23:43
Messaggi: 3883
Località: Padova
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Se arriva luce arriva anche infrarosso, non c'è una corrispondenza costante tra magnitudine nel visuale e calore perché dipende dalla classe spettrale. Ma in ogni caso che c'entra la misura con l'SQM del cielo e l'inquinamento luminoso?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 20 giugno 2017, 11:17 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7739
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
credo che Fabio intenda che l'sqm fornisca una misura approssimativa della quantità di radiazione che arriva, ci sono molti libelli di approssimazione ovviamente... fra cui, come dici tu, il fatto che fra l'infrarosso e il visibile non c'è una correlazione diretta (fra l'altro dovrebbe arrivare anche infrarosso in assenza di luce visibile se non sbaglio)... sono stime un tanto al chilo per valutare una quantità molto bassa.
credo.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 giugno 2017, 16:25 

Iscritto il: martedì 9 maggio 2006, 23:43
Messaggi: 3883
Località: Padova
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
yourockets ha scritto:
credo che Fabio intenda che l'sqm fornisca una misura approssimativa della quantità di radiazione che arriva

Non può funzionare perché anche da un cielo perfetto senza inquinamento il valore di 22.0 è dovuto all'airglow dell'atmosfera ed è ancora molto lontano dal vero nero che si vedrebbe dallo spazio. Quindi la luce delle stelle è sempre minoritaria, come 1 kg di sale da cucina gettato nel mare rispetto al sale che il mare ha già. :P :wink:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 giugno 2017, 21:44 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18056
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Alla fine la quantità di calore che arriva dalle stelle sarà proporzionale alla quantità di luce che arriva dalle stelle. Non eguale ma proporzionale. Non si considera una stella singola, ma la somma della radiazione di tutte. Dal valore dell'SQM e dalla media del grafico di H.R. si ptrebbe ricavare un valore approssimato.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 22 giugno 2017, 6:12 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7739
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Be' io parlavo di approssimazioni :) poi sul "tasso" di approssimazione e relativa affidabilità della stima non saprei proprio che dire :).
Del resto qualcosa mi fa pensare che si tratti di stimare una quantità davvero minima :)


Ultima modifica di yourockets il giovedì 22 giugno 2017, 19:02, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 22 giugno 2017, 16:05 

Iscritto il: martedì 9 maggio 2006, 23:43
Messaggi: 3883
Località: Padova
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
fabio_bocci ha scritto:
Dal valore dell'SQM e dalla media del grafico di H.R. si potrebbe ricavare un valore approssimato.

Ma hai letto quello che ho scritto prima? Allora passiamo alla pratica perché tanto i numeri si sanno già, ad esempio nell'ultima uscita lo scorso inverno in Val Visdende avevo 21,5. A casa ho 18,3. Ebbene, di questi dati adesso che te ne fai? :think:


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010