1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 19 settembre 2017, 21:47

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 17:15 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 1878
Non ricordo se ve lo già postato ma visto che ci ho messo tanto tempo a cercarlo lo rinvio, buona lettura:

http://www.ucs.louisiana.edu/~jjm9638/icarus2011.pdf

Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 19:07 
Ma è un articolo vecchio di 7 anni!


Top
     
 
MessaggioInviato: mercoledì 17 maggio 2017, 19:58 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 1878
Renato C ha scritto:
Ma è un articolo vecchio di 7 anni!


Si, ma l'autore è stato il primo a portare se non prove indizi seri su questo pianeta,
tra l'altro questo non è il miglior suo articolo sto cercando tuttora quello con le tracce
dei transiti di ben due pianeti o stelle.
Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 20 maggio 2017, 11:30 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 351
Comunque, nonostante la possibile scoperta di questo/i nuovi pianeti all'inizio mi abbia entusiasmato pian piano mi pare stia un po scemando la cosa, non si leggono piú notizie e continuo a chiedermi come mai tutto sto tempo, insomma stiamo scoprendo pianeti su altre stelle, minuscoli pianetini nella periferia del nostro sistema e ancora non si trova un pianeta di mole relativamente grande?

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 20 maggio 2017, 13:29 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18056
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per prima cosa si deve evitare di ascoltare i media generalistici che delle notizie forniscono solo l'aspetto che secondo loro colpisce la curiosità e l'interesse "dell'Utilizzatore finale" della notizia. E' questo il motivo per l'interesse altalenante verso questi argomenti.
Poi va visto quale è il sistema con il quale si scoprono i pianeti di altre stelle e va confrontato col metodo che si può utilizzare e che è stato messo alla prova per scoprire l'esistenza del famigerato pianeta X (ics, non 10... :lol: ). Sono metodi differenti, nessuno dei quali parte dall'osservazione diretta dell'oggetto. Il pianeta X forse si potrebbe anche osservare direttamente, ma essendo poco illuminato dal Sole, se è vero che è ad una distanza comparabile con un anno luce, risulta molto difficile se non impossibile da scorgere in una ricerca a largo campo. Probabilmente solo sapendo una posizione abbastanza precisa si potrebbe riuscire a "vederlo", sempre che si utilizzasse uno dei più grandi telescopi esistenti e lo si avesse a disposizione per il tempo necessario. Due cose ardue da mettere assieme...

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 20 maggio 2017, 15:08 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 351
Ecco si, della ricerca visuale impossibile per l'esigua luminositá unito all'enorme distanza l'avevo letto.
Ma quali sono gli altri metodi di ricerca?
Ricordo quando si ipotizzó la natura binaria del Sole l'ipotesi di una nana bruna venne subito smentita da un altro tipo di ricerca, sicuro non quella visuale sennó erano ancora a cercarla.
Un pianeta del genere non dovrebbe emettere un campo elettromagnetico tale da poter essere giâ individuato a quest'ora?

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 21 maggio 2017, 20:47 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 1878
Andrew189 ha scritto:
Ecco si, della ricerca visuale impossibile per l'esigua luminositá unito all'enorme distanza l'avevo letto.
Ma quali sono gli altri metodi di ricerca?
Ricordo quando si ipotizzó la natura binaria del Sole l'ipotesi di una nana bruna venne subito smentita da un altro tipo di ricerca, sicuro non quella visuale sennó erano ancora a cercarla.
Un pianeta del genere non dovrebbe emettere un campo elettromagnetico tale da poter essere giâ individuato a quest'ora?


A che banda ti riferisci esattamente? Raggi gamma no, raggi X no, raggi ultravioletti no, quindi rimangono ottico infrarosso e radio.

Nel radio la risoluzione è troppo bassa a meno che non si usi l'interferometria intercontinentale ma bisogna avere le coordinate dove puntare, genericamente potrebbe sembrare una piccolissima nebulosa, ma il lento moto non permetterebbe di vedere lo spostamento annuo anche se forse nel radio potrebbe essere un sistema interessante da usare.

Ottico? bisogna sapere dove guardare, in effetti il cielo è stato ripreso tutto parecchie volte, ma avete mai provato a guardare uno foto profonda della Via Lattea? riuscireste a vedere che un puntino in un'immagine è lo stesso oggetto ripreso dopo 10-20-30 anni a 3 minuti primi di distanza?
E con tutte le stelle variabili, raggi cosmici e difetti di lastre o pixel caldi? Buona fortuna! Probabilmente a posteriori troveremo almeno una mezza dozzina di immagini di prescoperta.

Rimane l'infrarosso (vicino, medio, lontano), in effetti il primo telescopio infrarosso, IRAS, due oggetti vicini li aveva beccati, poi non se ne è saputo più niente, era il 1983!!!

I telescopi all'infrarosso sono brutte bestie: devono avere liquido refrigerante, una volta esaurito diventano rottami in orbita.
I telescopi terrestri hanno l'atmosfera terrestre, la mia associazione ha usato a Tenerife un telescopio professionale da 1,5 metri, sai come abbiamo dovuto operare? (E bada bene che avevamo un professore universitario con noi specialista dell'infrarosso). Riprendendo immagini di pochi secondi da sommare per ottenere la magnitudine desiderata.

Purtroppo la questione di questo pianeta funziona così:

o c'è e prima o poi lo becchiamo o non c'è e ovviamente non lo beccheremo mai.

Se c'è occorrerà inquadrare la zona giusta, raggiungere la magnitudine limite giusta e rifare il tutto dopo qualche mese/anno per dare il tempo all'oggetto di muoversi. Dimenticavo, ovviamente l'oggetto non deve capitare in un difetto delle riprese, come capitò con Plutone alcuni anni prima della sua scoperta ufficiale.

Una volta scoperto allora potremo, oltre che ad esplorarlo con sonde, dopo qualche anno/decina di anni, puntargli addosso molti strumenti, alcuni non ancora pronti, e allora gli potremo fare pelo e contropelo, ma fino ad allora ....
Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 26 maggio 2017, 17:24 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1384
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ma che magnitudine si stima che abbia, questo pianeta X?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 26 maggio 2017, 18:14 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 18056
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Piacerebbe a molti saperlo... 8)

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 26 maggio 2017, 18:16 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 1878
giacampo ha scritto:
Ma che magnitudine si stima che abbia, questo pianeta X?


Non si sa, comunque non credo di sbagliarmi dicendo tra la +18a e la +30a,
e questo significa che parecchi di noi lo potrebbero riprendere coi loro telescopi,
sapendo dove puntare, e magari come ho già detto, qualcuno lo ha già ripreso
in mezzo a migliaia di stelle :D e la sua immagine servirà assieme ad altre riprese
negli ultimi 50 anni a calcolare l'orbita (sicuramente lunghissima).

Lo sapete che Galileo osservò Nettuno nel gennaio 1610?

Lo sapete che sono state scoperte osservazioni di Urano fino a 50 anni prima
dalla sua scoperta?

Lo sapete che Plutone avrebbe potuto essere scoperto una quindicina di anni
prima se non fosse capitato nel difetto di una lastra fotografica impedendo
così nel blinkaggio della coppia di lastre di mostrare il suo moto proprio?
E che le più antiche lastre con Plutone risalgono a fine 800?

Allora vi meravigliereste se disponessimo di qualche decina/centinaio di
immagini con questo pianeta fantasma?

Attualmente è in corso una sua ricerca proprio usando coppie di immagini
riprese nelle ultime decine di anni, io sono tra i blinkatori del programma
e voi?
Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010