1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 22 agosto 2017, 13:47

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 7 febbraio 2017, 19:58 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17902
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
"Cioè, con un esempio stupido: la velocità di fuga nella zona dei satelliti geostazionari è di circa 4.3 km/s, che è certamente bassa rispetto alla scala di velocità che si riscontrano del sistema solare. Però la mia domanda è: perché non può esistere un asteroide che passi a quella distanza a 4 km/s?"
Quella non è la velocità di fuga, ma la velocità orbitale. Ma non fa nulla, è solo una questione di termini. Se un asteroide passasse a quella distanza a 4 km/s vorrebbe dire che è già in orbita geostazionaria! Altrimenti avverebbe anche il contrario, i satelliti in orbita geostazionaria potrebbero schizzare via. Chi glielo impedirebbe? perchè deve valere anche l'inverso. Se non ci fosse l'atmosfera che crea attrito, sparando un proiettile verso l'alto questo quando ricadrebbe a terra 8se si spara con meno di 11 km/s ma è sempre così) avrebbe esattamente la stessa velocità di quando era uscito dalla canna del fucile. Ovviamente si può fare i calcoli, ma i calcoli mi annoiano e alla fine non fanno necessariamente capire il fenomeno.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 7 febbraio 2017, 20:46 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 21 dicembre 2007, 13:49
Messaggi: 4313
Località: Roma / Amelia (TR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
La velocità dell'asteroide può diminuire per effetto di un passaggio ravvicinato presso la luna. Dal punto di vista della luna la velocità di approccio sarà uguale a quella di partenza, ma nel sistema di riferimento della terra l'asteroide può cedere momento angolare alla luna rallentando quel tanto da permettere la cattura in orbita terrestre.

Tra l'altro si è pensato a "spostare" asteroidi in orbita terrestre (a scopo minerario) usando proprio la luna per la frenata senza ricorrere a motori.

_________________
Science is built up with facts, as a house is with stones. But a collection of facts is no more a science than a heap of stones is a house. (Henri Poincaré)

Dobson GSO 10" con Telrad - Celestron CPC800 - Meade ETX-70
Panoptic 24mm - FF 19 mm - Hyperion zoom 8-24 mm - Genuine Ortho 5mm - Barlow Televue 2X - Astronomik OIII
Zwo ASI 120 MC


Su xelu no est po is ominis, ma po Deus


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 7 febbraio 2017, 23:47 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 12 aprile 2016, 12:48
Messaggi: 234
Località: Lombardia / Sanremo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti.
Faccio due considerazione:
In un sistema a due corpi se supponiamo che il primo corpo stia orbitando attorno al secondo, mi sembra plausibile l'affermazione che la velocità relativa sia maggiore di quella di fuga.
Ma questo non è vero con 3 o più corpi. Una cometa con un'orbita molto eccentrica avrà una velocità angolare che varia da "molto più lenta di quella terrestre" in afelio a "molto piu veloce" in perielio. Considerando che l'orbita terrestre è poco eccentrica e che quindi la sua velocità angolare è piuttosto costante, esisterà un momento in cui le velocità angolari sono uguali.
A questo va aggiunto che le due traiettorie devono per forza intersecarsi in due punti.
Detto questo, non trovo nessuna spiegazione per dire che il punto in cui le due orbite si intersecano non possa pure essere quello in cui le due velocità radiali sono uguali.

Se questo avvenisse la velocità relativa del corpo e della terra sarebbe pressoché zero. Ovvero minore della velocità di fuga.

Osservazione 2:
La parte matematica nel primo post è SBAGLIATA. È tardi, ma se non ho preso una cantonata ne sono piuttosto sicuro.
L'affermazione che la cattura avviene se l'energia potenziale è maggiore di quella cinetica non ha senso. L'energia potenziale è definita a meno di una costante e ha senso valutarne solo le variazioni. Fare un confronto tra le due non ha senso. Inoltre, da come è posta la frase, mi sembra di sottointendere che reputi l'energia potenziale in qualche modo proporzionale all'attrazione gravitazionale. È l'esatto contrario: una è proporzionale e aumenta con la distanza, la seconda diminuisce col quadrato.
Un corpo con un'orbita lontanissima dalla terra ha un'energia potenziale enorme nei confronti della terra.


Sent from my iPhone using Tapatalk

_________________
Vecchio nick: Pj1989


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 8 febbraio 2017, 0:23 

Iscritto il: domenica 4 marzo 2007, 16:02
Messaggi: 1171
Località: Genova/Varese
fabio_bocci ha scritto:
"Cioè, con un esempio stupido: la velocità di fuga nella zona dei satelliti geostazionari è di circa 4.3 km/s, che è certamente bassa rispetto alla scala di velocità che si riscontrano del sistema solare. Però la mia domanda è: perché non può esistere un asteroide che passi a quella distanza a 4 km/s?"
Quella non è la velocità di fuga, ma la velocità orbitale. Ma non fa nulla, è solo una questione di termini.

No, la velocità che io ho citato è proprio la velocità di fuga a quella distanza. La velocità orbitale è invece circa 3 km/s (v. https://en.wikipedia.org/wiki/Geostationary_orbit#Orbital_stability). Tra i due valori c'è un fattore pari a sqrt(2).
fabio_bocci ha scritto:
Se un asteroide passasse a quella distanza a 4 km/s vorrebbe dire che è già in orbita geostazionaria!

In condizioni di fly-by tipo questo:

https://en.wikipedia.org/wiki/Gravity_assist#/media/File:GravAssis.gif

un corpo minore che si avvicini ad un altro più grande di norma ha un punto di minima distanza, prima e dopo il quale la distanza sarà per definizione maggiore. Quindi nel caso di un asteroide con fly-by a 36000 km dalla superficie terrestre per quasi tutta la sua traiettoria e in ogni punto di essa i "famosi" 4 km/s saranno maggiori della velocità di fuga necessaria in quel medesimo punto.
fabio_bocci ha scritto:
Altrimenti avverebbe anche il contrario, i satelliti in orbita geostazionaria potrebbero schizzare via. Chi glielo impedirebbe? perchè deve valere anche l'inverso.

No, perché i satelliti in generale sono su un'orbita stabile, quindi non possono scappare a meno che non siano dotati di propulsione propria. Quelli in orbita bassa sono penlaizzati dall'attrito atmosferico, me quelli geostazionari possono invece stare in orbita per tempi lunghissimi (decenni di sicuro, probabilmente anche secoli) prima che le perturbazioni esterne gli sottraggano significativa energia.
fabio_bocci ha scritto:
Ovviamente si può fare i calcoli, ma i calcoli mi annoiano e alla fine non fanno necessariamente capire il fenomeno.

Certamente bisogna prima di tutto capire il fenomeno, ma a volte i calcoli possono aiutare a trovare una conferma. Gli esempi pratici sono sempre utili.

_________________
Emmanuele Sordini
- ° -
Sito Internet personale: http://www.bloomingstars.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 8 febbraio 2017, 10:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17902
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
"No, perché i satelliti in generale sono su un'orbita stabile..." Ossia, se intendi bene quello che volevo dire:
"Si (= non schizzano via), perché i satelliti in generale sono su un'orbita stabile..." :wave:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010