1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è domenica 26 marzo 2017, 2:35

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Non disponibile! Vecchio Forum
* Mercatino
* Meteoblue.com
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 14:06 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17090
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Le macchie ci sono, ma sono davvero poca cosa, vedi l'altro thread: viewtopic.php?f=9&t=96080&start=180 C'è casomai qualcosa di più nell'attività della cromosfera. Le macchie 2635 ora stanno per tramontare e (almeno per ora) rimarrà un disco tutto bianco. Queste stesse macchie nei giorni scorsi hanno subito una diminuzione nel numero e nella estensione, come se volessero confermare una voglia di bassa attività.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 18:11 

Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 15:13
Messaggi: 20
Si, in effetti concordo: c'è anche una minima attività del vento solare; a volte mi chiedo, se la minima attività solare si raggiungerà nel 2022 come alcuni sostengono (ma chi può dirlo?), quale sarà l'incidenza di questa bassa attività solare sulla temperatura terrestre.
Claudio Sauro


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: mercoledì 15 febbraio 2017, 21:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5322
Località: Roma
Cita:
Quindi appare come se il ciclo si fosse "compresso" in un arco di tempo ben inferiore ai 10 -12 anni.

Esatto. sembra un ciclo formato ridotto, perchè è iniziato in ritardo , nel 2009, e sembra finire in anticipo , nel 2017 o poco oltre: un ciclo novennale anzichè undecennale.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: venerdì 17 febbraio 2017, 8:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5322
Località: Roma
Aggiorno gli eventuali interessati sulla questione iniziale del topic:
Come immaginavo,il valore del campo magnetico dell'AR 2628 del 25 gennaio inferiore al minimo era dovuto ad un mio errore, anche se subdolo e difficile da trovare, ma tutto sommato di una semplicità estrema: quando avevo determinato il centro riga con Visual Spec, avevo operato su un continuo molto disturbato per effetto della diffrazione della nuova fenditura da 5 micron e della scarsa altezza del sole sull'orizzonte (curva blu del profilo allegato), quindi sbagliavo il centro riga con un conseguente errore su B (questione di centesimi di Angstrom).Ho allora operato nel seguente modo: ho fatto un filtro continuo sintetico (curva rossa dell'immagine ) che mi ha fatto individuare con precisione il continuo, e sulla base di questa ho tracciato con il mouse il rettangolo per individuare il centro riga delle due cuspidi delle righe splittate.Ora tutto è tornato nella normalità , dato che ho ottenuto un valore di circa1897 Gauss, che ritengo sia esatto.
Ho quindi codificato la procedura, che seguirò nel futuro, per ovvi motivi di uniformità delle osservazioni e dei valori trovati.Tale procedura, unitamente alla predetta fenditura di 5 micron mi permettono ora la rilevazione dei campi magnetici di macchie solari anche di modesta estensione con la massima affidabilità consentita dalla strumentazione in mio possesso.
Sto inoltre terminando un lavoro complessivo sulla magnetografia solare amatoriale che riporta le esperienze del 2016 e le prime del 2017, il testo è bilingue, italiano ed inglese per diffonderlo all’estero, dato che costituisce ,una volta tanto, un punto in cui gli astrofili italiani sono un passo avanti a quelli degli altri paesi: è infatti la prima volta che viene portato avanti a livello di amatori un progetto non casuale, ma sistematico, di misurazione del magnetismo delle macchie solari.


Allegati:
Center line definition_2.JPG
Center line definition_2.JPG [ 447.45 KiB | Osservato 131 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: venerdì 17 febbraio 2017, 9:36 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17090
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Bravo Fulvio! Mi fai venire la voglia di costruirmi uno spettrometro solare! Per essere stupido anni fa non mi sono tenuto i reticoli di vecchi spettrofotometri in disfacimento.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: venerdì 17 febbraio 2017, 10:12 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 18:08
Messaggi: 537
Località: Benevento
Ciao Fulvio, non ho capito una cosa, ma il continuo "sintetico" (in rosso) lo hai sottratto ai dati (in blu)?

_________________
"La libertà è un diritto di tutti gli esseri senzienti" (Optimus Prime)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: venerdì 17 febbraio 2017, 10:18 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5322
Località: Roma
Cita:
Bravo Fulvio! Mi fai venire la voglia di costruirmi uno spettrometro solare! Per essere stupido anni fa non mi sono tenuto i reticoli di vecchi spettrofotometri in disfacimento.


Ottimo, Fabio: mi farebbe estremo piacere poter condividere questa mia attività con altri e non lavorare più in solitudine.Se non fossero sufficienti le informazioni contenute nel mio libro, contattami pure, sarò ben contento di aiutarti nell'impresa!Quanto ai reticoli, se ne trovano ad iosa, sia nuovi che usati, l'importante è sapere quali funzionano per lo scopo.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: sabato 18 febbraio 2017, 8:34 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5322
Località: Roma
Cita:
Ciao Fulvio, non ho capito una cosa, ma il continuo "sintetico" (in rosso) lo hai sottratto ai dati (in blu)?


No, Dario:
Mi è servito semplicemente come punto di riferimento su dove porre la " base" del rettangolo fatto col mouse e centrato sulla cuspide della riga, che costituisce la selezione della quale la routine "line center" calcolerà il centro riga.Questo perchè spostamenti anche piccoli della base comportano, come nel caso che si è visto, notevoli differenze nei risultati.Vspec e gli altri programmi simili non sono fatti per misurare righe inclinate (la correzione di slant è infatti necessaria per tutti), quindi questo produce un'altra fonte di errore, che risulta tuttavia minima se si ha l'accortezza di restringere al massimo l'area di binning, ovvero la fettina longitudinale dello spettro bidimensionale sul quale andrà calcolato il profilo.Avevo anche pensato di fare una correzione di slant sulle sole righe splitatte, ma poi ho riflettuto che avrebbe dato altri problemi.Comunque la procedura che ho standardizzato prevede anche che , prima di estrarre in profilo e calcolare i centri riga, si effettui una misura grossolana della distanza in pixel tra i centri delle righe splittate per determinare in via preliminare il d lambda, da affinare poi con Vspec.Ciò per avere un sistema di controllo nel caso il software dia valori fuori del normale.
E' un campo ignoto, nel quale mi sono mosso "a naso" , dato che nessuno, al momento, mi può consigliare: nè gli amatori,che non hanno mai fatto nulla del genere, nè i professionisti, che prendono i dati già pronti dello SDO per valutarli: lavoro quindi, come dicevo a Fabio, in perfetta solitudine, e non è una bella cosa perchè se faccio un errore, concettuale o di calcolo, quello rimane.

Dario:
ho risposto al tuo quesito: ora te ne faccio uno io.
Se uso una barlow in uscita , ovvero attaccata alla videocamera, lo spettro ottenuto avrà una dispersione doppia, ma una risoluzione appena superiore o uguale:Secondo te vale comunque la pena di farlo per aumentare la precisione del sistema nell'individuazione dei centri riga, o no?

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: sabato 18 febbraio 2017, 11:03 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17090
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ti rispondo come la penso io, dipende da quale è il collo di bottiglia del tuo strumento, se fosse tutto ottimizzato mettendo la Barlow otterresti la stessa risoluzione oppure anche una inferiore, a causa dello scadimento della nitidezza. Quindi è una prova da fare.
Oggi ancora calma, come dall'ultimo post del thread: viewtopic.php?f=9&t=96080&p=1111107#p1111107
Ancora non ho capito che tipologia di strumento potrei adottare. mi piacerebbe poter usare un aggiuntivo da applicare al posto dell'oculare di un telescopio che già posseggo. Tipo il Dados.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: sabato 18 febbraio 2017, 13:45 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5322
Località: Roma
Cita:
Ti rispondo come la penso io, dipende da quale è il collo di bottiglia del tuo strumento, se fosse tutto ottimizzato mettendo la Barlow otterresti la stessa risoluzione oppure anche una inferiore, a causa dello scadimento della nitidezza. Quindi è una prova da fare.


In realtà la prova l'ho già fatta e dà i risultati cui ho accennato in precedenza.Il problema è che non l'ho fatta in una situazione estrema, come l'uso di una fenditura da 5 micron nella quale la diffrazione si aggiunge ai tremolii del seeing:L'immagine allegata, amplificazione di circa 2X di uno spettro Zeeman, rende l'idea, solo che è stata fatta con una fenditura di circa 15 micron, mentre quella che uso attualmente è tre volte più stretta, col risultato che il tremolio è tre volte più ampio, se non di più.Il.fatto è che la risoluzione spettrale è ben diversa dalla risoluzione ottica, in quanto dipende non solo dal seeing, dal potere risolutivo del reticolo e dal potere risolutivo dell'ottica ( poco) , ma anche e principalmente da altri fattori, il più importante dei quali è l'ampiezza della fenditura ed i relativi fenomeni di diffrazione quando è molto chiusa.

Cita:
Oggi ancora calma, come dall'ultimo post del thread: viewtopic.php?f=9&t=96080&p=1111107#p1111107
Ancora non ho capito che tipologia di strumento potrei adottare. mi piacerebbe poter usare un aggiuntivo da applicare al posto dell'oculare di un telescopio che già posseggo. Tipo il Dados.


Il Dados è un'ottimo spettroscopio, ma ha una risoluzione troppo bassa per l'osservazione solare, sia come spettroeliografia che come magnetografia; per la prima si parla di R oltre 30.000 e per la seconda di oltre 60.000, mentre il Dados non so se arriva a 1000.Se la questione ti interessa ti dico io come devi farti uno strumento ad hoc.


Allegati:
Slit errors.jpg
Slit errors.jpg [ 128.08 KiB | Osservato 108 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010