1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 22 settembre 2020, 11:45

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 87 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 14:43 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14780
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Se posso fare l'avvocato del diavolo, forse la frase scritta da Fabio, seppur corretta, e' un po' difficile da interpretare alla prima lettura e magari ha portato ad un'incomprensione. Probabilmente basterebbe gia' una virgola in piu' per renderla piu' comprensibile. Meglio ancora potrebbe essere riformulata da cosi':
fabio_bocci ha scritto:
Roberto, dire che un oggetto di 25a magnitudine è sempre di 25a magnitudine è vero ma non tanto applicabile al nostro caso. Perchè le magnitudini vengono calcolate per una emissione nel visibile, mentre il nostro pianeta IX potrebbe riflettere quasi nulla nel visibile, perchè troppo lontano dal Sole ed emettere una "luce propria" nell'infrarosso, perchè potrebbe avere o aver conservato un poco di calore. Quindi l'energia emessa potrebbe essere sufficiente a poterlo vedere a patto di osservare nell'infrarosso. In questo caso parlare di magnitudini non sarebbe tanto consono.

A cosi' (non me ne voglia Fabio, che in quanto toscano ha sicuramente un italiano migliore del mio per definizione :D ):
fabio_bocci ha scritto:
Roberto, dire che un oggetto di 25a magnitudine è sempre di 25a magnitudine è vero ma non tanto applicabile al nostro caso, perché le magnitudini vengono calcolate per una emissione nel visibile, mentre il nostro pianeta IX potrebbe riflettere quasi nulla nel visibile a causa della sua distanza dal Sole (e, aggiungerei, della sua albedo). Potrebbe invece emettere una "luce propria" nell'infrarosso, perché potrebbe avere o aver conservato un poco di calore sufficiente a renderlo visibile a telescopi che lavorano nell'infrarosso. Questo pero' non impatterebbe sul valore della sua magnitudine, perché, come dicevo, la magnitudine viene misurata nel visibile.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 16:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20265
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Nel precedente messaggio (ossia nel successivo rispetto a quello corretto da Andrea) ho cercato di spiegarmi meglio. Dei fraintendimenti ci possono essere, perchè scrivendo così, all'impronta, è facile esprimersi male e/o in un italiano poco corretto. Ma il senso è quello.
Peccato che il forum non numeri i messaggi, sarebbe comodo. Potrebbe essere un suggerimento. Magari sono numerati e non me ne sono mai accorto!

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 18:06 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 2807
fabio_bocci ha scritto:
Roberto, ti posso assicurare che non confondo affatto riflessione ed emissione, anzi se devo dire la verità, mi sembrava che questa confusione la facessi proprio tu. Ma potrebbe essere un refuso.

cut

La speranza per poterlo identificare visualmente è che, al pari di Giove, possa emettere della radiazione, o perchè ne ha conservata dal momento della sua genesi, oppure perchè, come appunto Giove, ne produca al suo interno. In questo caso si potrebbe cercare di osservarlo nell'infrarosso. Se la situazione fosse questa, la ricerca di immagini in "vecchie" lastre, come fatto con altri oggetti, potrebbe essere del tutto infrutttuosa, dato che raramente sono nell'infrarosso.

cut

Non capisco quello che dici: "In che cosa la sua temperatura potrebbe alterare la sua riflessività? La riflessività vale anche per i pianeti di Proxima Centauri a 200.000 UA!" La riflessività o riflettanza di un corpo non dipende dalla sua temperatura ma dalla natura della sua superficie, mentre la radiazione infrarossa che emette è funzione della sua temperatura, visto che si comporta come un "corpo nero". Cosa c'entrano i pianeti di Proxima Centauri?

cut

Mentre un pianeta che si trova a metà strada tra Proxima ed il Sole riceve ben poca luce da parte delle due stelle!

cut


Ho levato parti del tuo messaggio per poter rispondere meglio, spero.

Può darsi che mi sia espresso male, purtroppo la fretta spesso è cattiva consigliera, vediamo di chiare la questione.

Sono d'accordo che di lastre all'infrarosso ce ne sono poche, o meglio ce ne sono poche di disponibili, molti sono gelosi delle proprie lastre come se contenessero le chiavi di un tesoro, contenti loro! Inoltre molte lastre IR contengono difetti, lavorare l'IR è difficile e richiede tecniche particolari.

Detto questo, io personalmente non punterei tutto su di esso, anzi, punterei sul classico ottico, perché?
Non è detto che il pianeta X sia un gigante gioviano e che quindi emetta infrarosso, naturalmente non essendo allo zero assoluto un'emissione termica la deve avere ma se dobbiamo basarci su di essa allora dovremo aspettare ancora parecchi anni prima di provare ad iniziare la ricerca di X.

Riguardo invece l'ottico (la banda ottica) abbiamo le semplici leggi di riflettività: superfice riflettente, albedo (ottico) e distanza dalla sorgente illuminante, niente di più, niente di meno. Possiamo farci dei grafici e vedere di che magnitudine dovrebbe essere un oggetto con diametro x, albedo y e distanza dal sole z (in UA): potremmo ottenere risultati sconfortanti, tipo 40a, 50a ma è nell'ottico che avremo i più grandi progressi, nonostante Webb e &.

Poi c'è pure la riflettività IR: lì andiamo ancora peggio sia della riflettività ottica sia dell'emissione IR. La riflettività IR è forse la causa del malinteso: la mia frase "In che cosa la sua temperatura potrebbe alterare la sua riflessività?" era riferita al confronto tra due cose diverse, la riflettività ottica e l'emissione IR, la riflettività IR è influenzata dall'emissione IR, quando guardiamo una stella non cerchiamo di vedere i riflessi di altre stelle sulla sua superfice, lo stesso per l'IR.

Infine la luce ricevuta da un pianeta, anche quelli a metà strada da Proxima o su M31: possiamo sempre calcolare la magnitudine di un pianeta, solo che se ci viene fuori qualcosa tipo +100a, non ci pensiamo più, ma questo è un limite puramente strumentale, quando andavo a scuola la possibilità di vedere un esopianeta era classificata nei romanzi di fantascienza di 4 categoria, eppure oggi studiamo la composizione delle loro atmosfere e questo in soli
40-50 anni. Non è detto che X debba essere scoperto nel 2018, piacerebbe a tutti, ma potrebbe esserlo nel 2028.

Senza dimenticare l'inizio del thread: probabilmente X sarà stanato per la sua azione gravitazionale sugli altri pianeti e corpi del sistema solare.

Spero che questa volta sia tutto chiaro.
Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 20:04 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 1755
Località: Manziana (Rm)
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Riguardo quella publicazione che citavo qualche messaggio piu su,nella quale si ipotizza che sarebbe piu profiquo cercare nella radiazione cosmica di fondo nelle microonde anziche nell infrarosso,cosa ne pensate?

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Orion Apex Mak127
TELESCOPIO 3: Skywatcher 72ED
MONTATURA 1: SW AZ4.1
MONTATURA 2: Celestron NexStar SE
MONTATURA 3: SW Eq3 Pro Synscan (con treppiedi eq5)
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Orion SP 25mm,Celestron Kellner:(15mm,9mm),Celestron Omni Plossl 6mm - Filtri Celestron:lunare,#80A blu,#25 rosso - FOTOCAMERE: Canon eos 4000d - obiettivo 18-55 - Zwo ASI120

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 21:06 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 546
:facepalm:


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2018, 22:02 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 689
Ares dove hai sentito questa teoria?

Gia ci sto capendo poco, figuriamoci con la radiaziome cosmica di mezzo :crazy:

Comunque quello che ho capito è che questo corpo riflette luce visibile e potrebbe emettere nell'infrarosso.
Dunque che abbia anche un minimo di riflessione è sicuro (?).
Quello che mi chiedevo, la luce riflessa del sole comprende anche l'infrarosso?
E, nel caso, che ruolo puó avere l'emissione o meno dell'infrarosso di questo corpo ?
Alla fine anche le stelle non emettono una parte della loro luce nell'infrarosso?

Scommetto che si è giá risposto a queste domande, nel caso penso di non aver compreso la risposta, scusate :crazy:

Quello che mi pare chiaro comumque è che ci sono dei limiti strumentali, come diceva roberto forse l'unica cosa che puó aiutare sono ulteriori studi sul moto dei corpi minori in modo da restringere sempre di piú la ricerca.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 7 marzo 2018, 12:17 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1785
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
della ricerca nell'infrarosso se ne parla qui

https://www.ilpost.it/2017/02/16/ricerca-pianeti-nasa/

questo il sito della Nasa (è piu facile trovare un ago nel pagliaio, provare per credere)

https://www.zooniverse.org/projects/mar ... s-planet-9

Però ricordo di aver letto, tempo fa, che una scansione del cielo fatta con i telescopi delle Hawai, non aveva trovato nulla o quanto meno aveva escluso nane brune e pianeti gioviani nei sobborghi del nostro sistema solare.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 7 marzo 2018, 12:38 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 1755
Località: Manziana (Rm)
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ma avete letto il mio report e cio che ho aggiunto nella terza pagina di questo topic mentre parlavo con Fabio?
Che potrebbero tentare di usare la radiazione cosmica di fondo guardando nello spettro delle microonde non me lo sono inventato io,è una publicazione di Nick Cowan ed è tra le principali publicazioni fatte su questo benedetto pianeta9..se non credete a quello che dico io andate a fare una ricerca sulle proposte che fece Nick Cowan per trovare questo pianeta..
Comunque per facilitarvi il tutto andate al minuto 15:55 del video che vi metto qui sotto,anche se lo avevo gia inserito nel mio report a pagina 3..
Minuto 15:55 e troverete cio che vi sto dicendo
https://youtu.be/zvYMrPdvQ6Q

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Orion Apex Mak127
TELESCOPIO 3: Skywatcher 72ED
MONTATURA 1: SW AZ4.1
MONTATURA 2: Celestron NexStar SE
MONTATURA 3: SW Eq3 Pro Synscan (con treppiedi eq5)
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Orion SP 25mm,Celestron Kellner:(15mm,9mm),Celestron Omni Plossl 6mm - Filtri Celestron:lunare,#80A blu,#25 rosso - FOTOCAMERE: Canon eos 4000d - obiettivo 18-55 - Zwo ASI120

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Ultima modifica di Ares86 il mercoledì 7 marzo 2018, 13:31, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 7 marzo 2018, 12:49 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 689
Si scusa avevo letto ma siccome era appena accennato e non ho capito la reazione di Renato volevo sapere se cera un articolo più approfondito su questo tipo di studio.
Effettivamente se il corpo fosse con una bassa temperatura penso non emetterebbe manco nell'infrarosso.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 7 marzo 2018, 13:17 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 1755
Località: Manziana (Rm)
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Appunto..l'ipotesi nasce da li..Cowan pensa,che se fosse troppo freddo il pianeta,forse sfugge ai grandi telescopi ad infrarossi..nemmeno io ho capito la reazione di Renato..se ha del materiale che smentisce cio che ho appreso dalle mie ricerche puo condividerlo qui con noi..ma credo che se Nick Cowan della McGill University dovesse vedere che qualcuno ride sopra alle ricerche che ha fatto,penso che si incaxxxrebbe molto..è tra quelli in prima linea su queste ricerche,parallelamente al massimo esponente Michael Brown (l'assassino di Plutone,nonchè scopritore di Sedna ed Eris).

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Orion Apex Mak127
TELESCOPIO 3: Skywatcher 72ED
MONTATURA 1: SW AZ4.1
MONTATURA 2: Celestron NexStar SE
MONTATURA 3: SW Eq3 Pro Synscan (con treppiedi eq5)
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Orion SP 25mm,Celestron Kellner:(15mm,9mm),Celestron Omni Plossl 6mm - Filtri Celestron:lunare,#80A blu,#25 rosso - FOTOCAMERE: Canon eos 4000d - obiettivo 18-55 - Zwo ASI120

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 87 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010