1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 23 ottobre 2017, 23:32

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Radiazione cosmica di fondo
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 19:17 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:26
Messaggi: 215
Località: Fano (PU)
Cari amici del forum...ho un dubbio sulla radiazione cosmica di fondo..
Premetto subito che nn è semplice spiegare a parole ciò che ho in testa...cmq ci provo :lol:

Allora...tutto ok finchè si dice che è scaturita dal big bang...e la sua lunghezza d'onda è aumentata nel tempo fino ad essere ora tra le microonde...
Ma quello che mi chiedo...è:

Perchè continuiamo a percepirla di continuo?

cioè mi spiego (spero) con un esempio:

consideriamo una stella lontana 1000 anni luce. se si spegnesse improvvisamente, continueremmo a vederla per altri 1000 anni ... poi però non la vedremmo più!

Dunque...il Big Bang è un avvenimento passato, la sua radiazione ci ha raggiunti ma poi, una volta fatto..non dovremmo piu sentirla dal momento che ha smesso di essere prodotta (un po' come la luce della stella, che ci ha raggiunti, ci ha sorpassati, e non ci arriverà piu dato che la stella si è spenta ...)

Non so se sono riuscito a spiegarmi...Sarei cmq felice di ricevere vostre risposte :D

Inoltre: se il big bang è avvenuto 15 mld si anni fa, significa che anche che la radiazione di fondo ha viaggiato per 15 mld di anni luce???

grazie

_________________
http://andreapagnoni.myblog.it

telescopio: Konus newton 114/1000 (no motori)
telescopio: Bresser Skylux 70/700 (no motori)
telescopio: Meade ETX 70AT 70/350 (motorizz)
binocolo: Tasco 8-21x40
webcam: labtec webcam
fotocamera:Canon Eos 350D non modificata (18-55 + 55-200)
fotocamera: Kodak dx7630


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: venerdì 10 marzo 2006, 19:24 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16554
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non sono un astrofisico ma cerco di spiegarmi al meglio.
La radiazione cosmica di fondo non si è generata da un punto in particolare così come non non ci allontaniamo da un punto di origine del big bang. L'universo si sta espandendo, secondo la teoria del big bang e pertanto lo la radiazione di fondo, che faceva parte dell'universo primordiale, continua a far parte dell'universo attuale in quanto come eravamo prima all'interno di un universo giovane e meno dilatato così ci troviamo all'interno di un universo più grande e più invecchiato. Ma ne siamo sempre all'interno come la radiazione medesima.
Non è facile spiegare questo concetto che mi è rimasto a lungo ostico, con parole semplici. SPero di essere stato sufficientemente chiaro.

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sabato 11 marzo 2006, 0:03 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 4 marzo 2006, 21:09
Messaggi: 114
Località: Sermoneta (LT)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Renzo, sei stato chiarissimo. Sull'età della radiazione cosmica di fondo c'è da fare una piccola riflessone. La sua origine dovrebbe essere collegata al momento in cui l'universo divento trasparente evento collocato a circa z=1000 (se ricordo bene cilrca 300 000 mila anni dopo il Big Bang).
El Sup


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: domenica 12 marzo 2006, 15:28 

Iscritto il: mercoledì 22 febbraio 2006, 16:20
Messaggi: 173
Località: Liguria
Caro setisklak,
il quesito che hai posto è molto importante (e intrigante!) perchè va dritto al cuore delle controversie sulla questione cosmologica.

Infatti, quando Penzias e Wilson scoprirono, con una botta di serendipity, la radiazione cosmica di fondo, stavano combattendosi due teorie cosmologiche: quella dello "Stato Stazionario" (sostenuta da Hoyle ed altri), e quella dell'esplosione primordiale da una "singolarità" (come sai battezzata per scherno "Big Bang" proprio da Hoyle), risalente all'abate Lemaître e successivamente formalizzata da Gamow e altri.

L'arrivo della CBR spostò decisamente l'ago della bilancia a favore di quest'ultima teoria, che ormai prevale negli ambienti scientifici anche se, costantemente, vengono alla luce aspetti cosmici non predetti dalla teoria od osservazioni di elementi anomali (come la questione del redshift discordanti di numerosi quasar: semmai ne potremo parlare in altra occasione).

Allora, perchè ho detto che quanto tu chiedi va al cuore della questione?
Perchè alla tua domanda si potrebbe anche rispondere che non c'è bisogno di chiamare in causa il Big Bang per spiegare la CBR, quindi le varie problematiche che poni in termini di età, durata, ecc. verrebbero a cadere.

Infatti, ben prima che Penzias e Wilson catturassero con le loro antenne questa radiazione, e altrettanto tempo prima che venisse formalizzata la teoria del Big Bang:
- la temperatura della "radiazione di fondo" era già stata prevista e calcolata, con molta maggiore accuratezza, ed attribuita a cause differenti dal Big Bang: Guillaume nel 1896 (5-6°K), Eddington nel 1926 (3,18°K), Regener nel 1933 (addirittura 2,8°K!);
- la previsione teorica di temperatura della CBR fatta da Gamow negli anni 1946-1952 nell'ambito del big bang si discostava invece di molto da quella poi effettivamente osservata (prima 5°K, poi 7°K, poi addirittura 50°K anziche il valore rilevato da Penzias e Wilson, di 3,5±1,0°K, successivamente fissato in 2,7°K).

Ne conseguirebbe la caduta della seconda "prova regina" del Big Bang, mentre la prima, la recessione di Hubble, è anch'essa in discussione proprio sui dati di redshift dei quasar: tanto basta per scatenare reazioni a non finire da parte dei sostenitori dell'una teoria contro quelli dell'altra: come infatti è attualmente una costante nel mondo della cosmologia.

Con questo non sono qui per sostenere questa o quella verità, ma solo per sottolineare come non sempre tutto quello che comunemente viene detto, scritto e divulgato come dato di fatto incontrovertibile trova poi riscontro nei lavori scientifici, basta andarli a leggere e qualche sorpresa c'è, e qualche dubbio è bene coltivarlo.

Mi fermo qui, per ora, disponibile a proseguire su altre domande se l'argomento è d'interesse.

Ciao.

_________________
Dubitare giova alla Scienza


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lunedì 13 marzo 2006, 20:46 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 17:26
Messaggi: 215
Località: Fano (PU)
La storia della radiazione..e dell'astronomia in generale, dagli antichi ai giorni nostri nostri..piu o meno la ricordo...dopo l'appassionante lettura del meraviglioso libro "Big Bang" di Simon Sigh (ve lo consiglio vivamente..è un testo fantastico), cmq grazie mille per avermi fatto nuovamente chiarezza (non è mai troppa...quando si parla di concetti così...complessi..e soprattutto lontani dalla vita di tutti i giorni...)!!

Il fatto è che comunque...il dubbio rimane.....

Ringrazio sia Renzo che Antares per le risposte...
Ciò che mi ha detto Renzo, più o meno lo sapevo già, ed è proprio la stessa risposta che mi hanno dato le persone più afferrate sull'argomento che ho interpellato :P !!!

Lo so che forse non esiste una spiegazione più chiara di così...ma abbiate pazienza...a me il dubbio resta!

Cmq ho ancora un paio di persone a cui domandare (laureati in fisica e astronomia...) e poi magari, vi faccio risapere :P

ciao e grazie
Andrea

_________________
http://andreapagnoni.myblog.it

telescopio: Konus newton 114/1000 (no motori)
telescopio: Bresser Skylux 70/700 (no motori)
telescopio: Meade ETX 70AT 70/350 (motorizz)
binocolo: Tasco 8-21x40
webcam: labtec webcam
fotocamera:Canon Eos 350D non modificata (18-55 + 55-200)
fotocamera: Kodak dx7630


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010