1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 13 dicembre 2017, 23:38

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: [BIBLIOTECA] Le vostre recensioni
MessaggioInviato: mercoledì 22 febbraio 2017, 20:18 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 dicembre 2013, 21:32
Messaggi: 375
Località: ITALIA
Tipo di Astrofilo: Visualista
-Titolo: Star Clusters and how to observe them
-Autore: Mark Allison
-Casa editrice: Springer
-Anno di pubblicazione: 2006
-Prezzo: su Amazon 31,15 Euro e 21,65 Euro la versione Kindle
-Pagine: 211
-Formato: Cartaceo e Kindle
-Lingua:Inglese
-Categoria: Guida all'osservazione e studio della categoria
-Pubblico: Visualisti e astrofotografi

Parte di un’ interessantissima collana a carattere tematico di 10 volumi, Mark Allison nella sua guida si sofferma in maniera specifica sull’osservazione di questi oggetti, sia in visuale che in astroimaging, senza dilungarsi in nozioni o aneddoti storici(lo dice chiaramente nell’introduzione del volume),passando direttamente alle tecniche di osservazione e l’utilizzo sul campo di questo libro.
“Star Clusters and how to observe them” è pensato quasi come un vero“ hand book” e cioè una guida da portarsi sempre dietro. L’autore inizia introducendo il lettore, alle nozioni base dell’astronomia come: formazione delle stelle, delle galassie, degli ammassi aperti e così via(Prima parte, capitoli da #1 a #9).La Seconda parte, i capitoli da #10 a #14 introducono l’astrofilo, alle tecniche d’osservazione degli oggetti sia con rifrattori che con riflettori, terminando con la catalogazione degli ammassi osservati. Nel capitolo #15 c’è un elenco di oggetti selezionati dall’autore che, ai più comuni della categoria(vedi cataloghi M e NGC/IC), affianca ammassi sempre più difficili da osservare provenienti da cataloghi esotici e non comuni(vedi Alessi, Berkeley, Palomar, Stock, Teutsch, Trumpler, etc, etc). A corredo del volume nel capitolo finale (#16 )Mark Allison aggiunge gli elenchi dei vari cataloghi esistenti, e i più importanti siti web(al 2005)disponibili.
Allegato:
#0.JPG
#0.JPG [ 354.83 KiB | Osservato 304 volte ]

Francesco


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: [BIBLIOTECA] Le vostre recensioni
MessaggioInviato: martedì 10 ottobre 2017, 20:41 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:08
Messaggi: 7539
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
E' uscito da pochi giorni e già può essere acquistato su Amazon.it; prima però due note sugli autori che troppo
spesso nel corso delle recensioni - in genere - rimangono a torto ai più sconosciuti.

- Michael Konig: laureato in astrofisica ha studiato galassie per molti anni è un astrofilo tedesco scopritore
di due asteroidi;

- Stefan Binnewies: vanta oltre 30 anni di esperienze nel campo dell'astrofotografia anch'egli é tedesco
e fa parte del gruppo di curatori del Capella Observatory.

- Phillip Helbig: è un esperto di cosmologia e lenti gravitazionali avendo lavorato ad Amburgo, al Jodrell Bank
Observatories e al Kapteyn Astronomical Institute, anche lui è tedesco (traduttore).

The Cambridge Photographic Atlas of Galaxies è un libro che certamente va a colmare un settore editoriale poco
fecondo, almeno per quanto riguarda le richieste da parte degli appassionati del cielo, in quanto illustra
(è questo senz'altro il termine corretto per indicare e collocare il volume nel target dell'astronomia amatoriale)
passando in rassegna le galassie più famose e caratteristiche di tutto il cielo (boreale e australe) descrivendone
sommariamente caratteristiche apparenti e fisiche.

250 galassie documentate da belle fotografie inedite, tutte a colori, realizzate con strumenti amatoriali di
medio-grande diametro. I telescopi usati per riprendere le galassie contenute nel libro hanno infatti i seguenti
diametri: 1,3m; 800mm; 600mm; 400mm; 310mm ed altri ancora.
Gli autori delle fotografie sono in maggioranza astrofili di diverse nazionalità e di alcuni di essi, chi naviga soprattutto
in rete avrà avuto modo d'imbattersi nei loro siti web, gestiscono indipendentemente un proprio osservatorio.

Il libro vale l'esborso almeno e soltanto per vedere il grado di spettacolarità di alcune di queste immagini che poco
o nulla hanno da invidiare a quelle realizzate nei grandi osservatori professionali

Il volume è composto da 344 pagine di cui soltanto le prime cinque sono dedicate all'introduzione e ad una
sintetica spiegazione fisica, e relativa classificazione, su cosa in realtà sappiamo oggi su questi affascinanti
universi che popolano le regioni più o meno remote dell'universo.

Tutte le galassie sono suddivise e quindi raccolte nel libro tramite l'ordine morfologico di appartenenza
pertanto abbiamo i seguenti capitoli: Spiral; Barred Spiral; Elliptical; Irregular & Interacting System; Ring;
Gruppi e Ammassi; Attive, Quasars e Gravitational Lenses. Ad ogni inizio capitolo è spiegato l'ordine morfologico
trattato che viene poi chiuso con un'intrigante bibliografia di riferimento per ulteriori approfondimenti.

Ad ogni galassia è dedicata almeno una pagina compresa l'immagine; oltre al testo di spiegazione si trovano
per ciascuno oggetto una tabellina con le indicazioni sommarie del: nome principale e/o da altri cataloghi;
Costellazione di appartenenza; Coordinate AR e Dec; magnitudine; Tipo di galassia; Autore/i della foto;
diametro del telescopio; Camera ccd; tempo di esposizione complessivo; Località.

Il libro è ben concepito ed egualmente stampato, oltre ad essere "bello" da sfogliare è piacevole da leggere.

Consigliato!

Cari saluti,
Danilo Pivato

The Cambridge Photographic Atlas of Galaxies
Autori: Michael Konig & Stafan Binnewies
Edizione: Cambridge University Press
Lingua: Inglese
Prezzo € 58,87

Allegato:
TheCambridgePhotographicAtlasOfGalaxies.jpg
TheCambridgePhotographicAtlasOfGalaxies.jpg [ 39.61 KiB | Osservato 149 volte ]

_________________
Immagine

Latest New: http://www.danilopivato.com/introduction/latest_news/latest_news.html


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [BIBLIOTECA] Le vostre recensioni
MessaggioInviato: domenica 22 ottobre 2017, 11:31 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:08
Messaggi: 7539
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Atlas of Deep-Sky Splendors di Hans Vehrenberg



Un libro che per almeno tre decenni ho desiderato facesse parte della mia collezione di libri sull'Astronomia, ma che invece, per una serie sfortunata di circostanze, non ho avuto modo d'impossessarmene fino ad oggi.

E' grazie a questa importante opera del compianto Hans Vehrenberg, che ho avuto la fortuna di avere in prestito per diverso tempo, che ho maturato quella caparbietà e meticolosità - fondamentali - per imparare a destreggiarsi nel campo della fotografia astronomica.

Hans Vehremberg con le sue diverse pubblicazioni è stato per questo un maestro. Già all'epoca della prima edizione l'autore dell'atlante era considerato come uno degli astrofotografi più famosi al mondo avendo realizzato personalmente un archivio di splendide immagini del cielo profondo, superiore alle 10.000 unità! Unità che non riguardavano la semplice fotografia digitale, ancora ben lontana dall'essere inventata, bensì con quell'altra tipologia nata con lo scopo di raccogliere immagini in modo più sofisticato e antico, contestualizzante l'epopea ormai leggendaria della pellicola chimica fotografica.

Sfogliare l'Atlas of Deep-Sky Splendors all'inizio degli anni '80 fu per me il susseguirsi di una serie di stimoli ed obiettivi da raggiungere ad oltranza. E' da questa fonte infatti che venni a conoscenza dell'esistenza della Lichtenknecker Optics di Hasselt - Belgio - (v. pag.208 del libro) a cui lo stesso Hans Veherember attribuiva, illustrando la sua seconda Camera Schmidt, la realizzazione delle parti ottiche della suo telescopio fotografico. E' così che sul finire degli anni '80 acquistai la Flat Field Camera 760mm f/4 della Lichtenknecker Optics (leggere[url]qui[/url]).

Atlas of Deep-Sky Splendors è una rassegna di fotografie a grande campo sul cielo che difficilmente rischiano di diventare obsolete, in quanto sono un punto di riferimento importante della fotografia amatoriale ancorata alla vecchia tradizione dell'emulsione chimica. Non a caso infatti sono state realizzate, e quindi pubblicate, ben quattro edizioni dell'Atlas of Deep-Sky Splendors, vendute in tutto il mondo. La prima edizione risale al 1965, dove le fotografie erano tutte in b/n. La seconda edizione, pubblicata in Germania, è del 1971 ed era intitolata: "Mein Messier Buch". La quarta edizione, presentata in questo contesto, fu pubblicata dalla Sky Publishing Corporation (la casa editoriale di Sky & Telescope) nel 1988.

Quest'opera composta da 242 pagine è tuttora il capostipite e il riferimento per molte altre pubblicazioni divulgative. Oltre ad essere la prima guida fotografica di tutti gli oggetti del catalogo di Messier, arricchita da un cospicuo numero di oggetti dei cataloghi NGC ed IC, comprende anche un interessante numero di nebulose ed ammassi stellari che ammontano complessivamente a 400 soggetti dei quali vengono fornite brevi descrizioni e nozioni fisiche. Tutte le immagini fotografiche sono state riprodotte alla stessa identica scala e forniscono al lettore la migliore rappresentazione iconografica degli oggetti deep-sky del trentennio: 1965-1995.

Come afferma lo stesso Vehrenberg nella prefazione: "...ho ritenuto che fosse necessaria una rappresentazione fotografica di tutti gli oggetti Messier su una scala uniforme, rappresentata da un campo di stelle sufficientemente ampio..." egli realizzò l'atlante per aiutare gli astrofili. Infatti le fotografie a grande campo di questo libro, realizzate tramite tre diverse camere Schmidt: The Schmidt Camera 300/450/1000mm usata tra il 1963-1973; The Hamburg Schmidt Camera 360/440/625mm del Boyden Observatory in Sud Africa dal 1963 al 1966 e la Celestron 14-inch Schmidt Camera 340/356/600mm impiegata al Gamsberg in Namibia dal 1975 al 1977, sono servite a molti astrofili per riconoscere, nel corso delle osservazioni visuali, gli oggetti più luminosi del profondo cielo, allor quando non esistevano planetari e atlanti particolareggiati. Con l'aiuto infatti del cosiddetto sistema Star Hopping praticato prima sul libro e poi applicato al telescopio, prima dell'avvento degli attuali sistemi automatici go-to coadiuvati dal massiccio impiego dell'elettronica, è stato possibile rintracciare e riconoscere gli oggetti deep-sky boreali e australi.

Atlas of Deep-Sky Splendors è dunque senza alcun dubbio un libro storico che non può mancare nella biblioteca di qualsiasi astrofografo, perchè contiene pagine e immagini che hanno suscitato stupore, ammirazione e venerazione a diverse generazioni di astrofili che nel tempo e inesorabilmente continuano ad essere attratti dal fascino dell'Astronomia.

Hans Vehrenberg: nato a Emden (Germania) il 6 marzo 1910, è morto il 2 agosto 1991 a Dusseldorf. Per circa un decennio è stato redattore della rivista tedesca "Sterne und Weltraum". La sua prima pubblicazione è stata il Falkauer Atlas un atlante fotografico composto da 303 fotografie con campo apparente equivalente a 12°x12°. Realizzato nel suo osservatorio privato nel 1960 situato nella Foresta Nera (Germania), con due astrografi Zeiss Tessar, impresse sulle sue lastre stelle fino alla 13^ magnitudine. Nel 1964 Vehrenberg ampliò il Falkauer Atlas con altre 125 fotografie del cielo australe che fece al Boyden Observatory in Bloemfontein in Sudafrica. Nel 1970 realizzò l'Atlas Stellarum mit Äquinoktium 1950.0 tramite uno Zeiss Sonnenfeld; per molti anni è stata l'unica alternativa amatoriale al costosissimo e professionale atlante fotografico del: Palomar Observatory Sky Survey (POSS). Altra opera che lo rese famoso anche in ambito professionale fu il "Astrovierlinser Atlas Stellarum" che comprendeva un totale di 450 carte. Seguirono: l' Atlas der schönsten Himmelsobjekte; l'Atlas of Selected Areas; il Werk Atlas Galaktischer Nebel e il Handbuch der Sternbilder.

Nel 1984 gli è stato attribuito l'asteroide (3030) Vehrenberg.

17 ottobre 2017


Titolo: Atlas of Deep-Sky Splendors
Autore: Hans Vehrenberg
Edizione: Cambridge University Press - Fourth Edition - 1988
Lingua: Inglese
Prezzo: Non disponibile (su Ebay ci sono copie usate che vengono vendute al prezzo di $ 174.95) - 0ttobre 2017!

Allegato:
Atlas-of-Deep-Sky-Splendors.jpg
Atlas-of-Deep-Sky-Splendors.jpg [ 488.25 KiB | Osservato 112 volte ]

_________________
Immagine

Latest New: http://www.danilopivato.com/introduction/latest_news/latest_news.html


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [BIBLIOTECA] Le vostre recensioni
MessaggioInviato: mercoledì 8 novembre 2017, 21:35 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:08
Messaggi: 7539
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Astrophysical Data: Planets & Stars by Kenneth R. Lang
Springer-Verlag New York, Inc. 1992



Numeri, numeri e numeri; tanti numeri e tanti dati. In sostanza Astrophysical Data: Planets & Stars è un libro composto per il 94% da numeri che sono i protagonisti e il principale contenuto di quasi tutte le pagine del volume che però, in più di una circostanza, torneranno utili, anzi utilissimi. Si può dire in pratica senza esser smentiti che sia tutto lo scibile, trasformato in cifre, del nostro Sistema Solare e della nostra Galassia.

Questo spesso volume dunque raccoglie una enorme quantità d'informazioni distribuite su 936 pagine (!) con riferimenti che vanno dalle costanti fisiche fondamentali ai dati orbitali degli asteroidi principali, dei gruppi di asteroidi, alle comete di speciale interesse, le "split Comets", le comete Sun-Grazing, alcune comete a lungo e corto periodo; dagli sciami meteoritici, ai satelliti di tutti i pianeti. I capitoli relativi alla Terra e ai pianeti comprendono, ad esempio: dati sui campi magnetici, masse, dimensioni, velocità di rotazione, dati sulle orbite e sugli anelli per quei pianeti che li hanno. Sempre riguardo i pianeti sono elencate tutte le caratteristiche delle loro atmosfere, le loro forze gravitazionali le pressioni e le temperature superficiali. Altri capitoli trattano del Sole, della Luna, delle stelle in generale, delle stelle più brillanti e vicine, stelle Wolf-Rayet, stelle magnetiche e stelle attive. Per quanto riguarda gli oggetti del cielo profondo sono inclusi i dati relativi agli ammassi stellari e ammassi globulari, regioni di stelle in formazione, nebulose ad emissione, nebulose a riflessione, nebulose planetarie e residui di supernova. Sono inclusi anche dati su stelle darf, pulsar, buchi neri candidati, sistema binario interattivo, stelle simbiotiche, supernove e le sorgenti a raggi x e raggi gamma. Insomma vien da dire realmente: di tutto e di più!

Compilato dall'autore di: "Astrophysical Formulae", questo libro è un riferimento per gli astronomi, gli astrofisici, i planetologi, per gli astrofili e per chiunque abbia bisogno di aggiornare le informazioni e cognizioni su tutti gli oggetti contenuti e conosciuti nella nostra Galassia. Molto approfondite le pagine sulle referenze poste alla fine del libro. La data di pubblicazione risale al 1992, quindi alcune informazioni potrebbero risultare datate ma, secondo il mio modesto parere, le differenze fra i nuovi e i vecchi dati sono talmente esuguie, da far risultare il libro non proprio datato.

Per questo libro ci sarebbe dovuto essere un secondo volume, parte II, che avrebbe dovuto fornire dati numerici su Galassie e il restante Universo. Ma da 25 anni a questa parte nulla è pervenuto: che l'autore nel frattempo ci abbia ripensato?

Titolo: Astrophysical Data: Planets & Stars
Autore: Kenneth R. Lang
Edizione: Springer - Verlag New York, Inc. 1992
Lingua: Inglese - Pagine: 936
Prezzo: 109 $ - Novembre 2017

Allegato:
Atrophysical-Data-Planets-&-Stars.jpg
Atrophysical-Data-Planets-&-Stars.jpg [ 168.97 KiB | Osservato 66 volte ]

_________________
Immagine

Latest New: http://www.danilopivato.com/introduction/latest_news/latest_news.html


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: [BIBLIOTECA] Le vostre recensioni
MessaggioInviato: mercoledì 13 dicembre 2017, 21:58 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 429
Questa biblioteca/recensioni è davvero grandiosa, la consulto molto spesso per i miei acquisti, ci tenevo a dirlo che mi sembra il minimo, grazie a tutti per le vostre recensioni, più avanti sicuramente cercherò di contribuire anch'io.

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter
Astronomia in 90mm - Spazio web creato da neofiti, per neofiti


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 65 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010