1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 1 aprile 2020, 21:31

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2006, 10:09 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 4 maggio 2006, 19:34
Messaggi: 218
Località: Mestre
Ciao a tutti! :D

Ciò che sto per chiedervi riguarda un tema a mio parere importante per quanto riguarda il futuro dell'esplorazione spaziale astronautica.

Mi sono sempre chiesto: come faremo, nel tempo, ad organizzare missioni UMANE di esplorazione spaziale per colmare le enormi distanze che ci separano anche solo da Giove?
Esiste già qualche ricerca per fonti di propulsione alternative, o magari studi nel campo della fisica che si pensa un giorno ci permetteranno di superare la velocità della luce? :shock:

Se già coi mezzi attuali per un equipaggio umano è un'impresa raggiungere Marte, figuriamoci andare più in là! :roll:

Saluti!

_________________
I cieli sono stati il motore della scienza dell'uomo per millenni, fulcro delle sue speranze e dei suoi sogni per il domani.. (J.B. Sellers)

- Astrotech 25x100 FB su treppiede con joystick per il puntamento.
- Bresser Skylux 70/700 su EQ.3


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2006, 14:27 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 1 maggio 2006, 16:52
Messaggi: 5511
Località: Savona
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ti sei già risposto da solo!
Non siamo mica astronomi(quelli che prevedono il futuro), siamo solo astrofili!!!
Mi sa che hai sbagliato forum!! :wink:

_________________
Davide Ghiso
Meade Schmidt-Newton 6" (763mm F/5) - William Optics Zenithstar 66 ED - Eq6 skyscan Barlow 2x e 4x apo coma - Oculari meade superploss 26mm
Kellner 20 e 4 mm Ploss 10mm - Hiperion 8mm - Atik 383l+ monocromatic
filtri baader 36mm R,G,B,L,H-alpha - magzero mz_5 bn
Gruppo Astrofili Volontari Ingauni Albenga SV

Davide Ghiso
ma chi sarà mai questo Dario Fo!?


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2006, 14:39 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 4 maggio 2006, 19:34
Messaggi: 218
Località: Mestre
GHISO983 ha scritto:
Non siamo mica astronomi(quelli che prevedono il futuro), siamo solo astrofili!!!

Eh eh, ma non sono gli astrologi quelli che prevedono il futuro? :wink:

Comunque non ho chiesto se sarà mai possibile inteso come visione del futuro, volevo solo sapere se ci sono già degli studi a riguardo, e se così fosse, su che basi si sta studiando :)

Ps= complimenti per le foto che posti nelle sezioni di astrofotografia!!

_________________
I cieli sono stati il motore della scienza dell'uomo per millenni, fulcro delle sue speranze e dei suoi sogni per il domani.. (J.B. Sellers)

- Astrotech 25x100 FB su treppiede con joystick per il puntamento.
- Bresser Skylux 70/700 su EQ.3


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2006, 15:10 
Beh...teoricamente, credo, non potremo mai raggiungere la velocità della luce! E poi...non siamo ancora andati su Marte, figuriamoci quanto tempo ci vorrà prima che l'uomo vada, ad esempio, su Europa... :wink: Credo che quelle distanze verranno percorse almeno per i prossimi 200 anni dalle sonde...poi...non si sa mai.... :roll:


Top
     
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mercoledì 2 agosto 2006, 21:39 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 giugno 2006, 19:19
Messaggi: 74
Salve a tutti!
è il mio primo post e quindi colgo l'occasione per fare i complimenti al forum e per salutare tutti.
Cmq riguardo la velocità della luce nn so dirvi nulla xò sullo scorso numero de "Le Scienze" in un articolo dicevano che uno dei principali problemi dei viaggi spaziali sn i raggi cosmici. Infatti l'esposizione prolungata ed intensa(viaggio interplanetario) alle radiazioni dei raggi cosmici potrebbe causare danni al nostro DNA.
E in questo caso anche un viaggio su Marte risulterebbe dannoso se non impossibile.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2006, 7:54 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 4 maggio 2006, 19:34
Messaggi: 218
Località: Mestre
Xaper ha scritto:
Cmq riguardo la velocità della luce nn so dirvi nulla xò sullo scorso numero de "Le Scienze" in un articolo dicevano che uno dei principali problemi dei viaggi spaziali sn i raggi cosmici.
...
E in questo caso anche un viaggio su Marte risulterebbe dannoso se non impossibile.

Ciao Xaper, e benvenuto nel forum :wink:

Penso che magari presto un tipo di schermatura adatto verrà trovato, se non adirittura esiste già, altrimenti non credo sarebbe nemmeno in progetto un viaggio su marte. Anche se potrebbe semplicemente essere tutta una bufala degli USA per farsi un pò di pubblicità a livello politico e militare.. :roll:

La velocià della luce... è talmente immensa che per raggiungerla coi mezzi odierni non riesco nemmeno ad immaginare che razza di spinta bisognerebbe dare ad una navicella per fargliela raggiungere! :shock:
Mantenerla poi, non c'è problema, dato che si andrebbe a inerzia, ma poi fermarsi? Bisognerebbe penso ridare la spinta di partenza, uguale e contraria per poter arrestarsi.. e se già tutto il propellentente non venisse usato per partire, quello che avanzerebbe sarebbe usato tutto per l'arresto.. e poi??

Per questo secondo me gli studi devono essere direzionati per poter sfruttare qualcosa in materia di fisica..
so che esiste una teoria che parla come di "curvare" lo spazio, il cui esempio è un foglio di carta con disegnati due punti alle 2 estremità: piegando il foglio i due punti si toccano e la distanza tra loro è azzerata.

Ma possibile che al giorno d'oggi su come raggiungere la velocità della luce non esista nemmeno una teoria???? :(

_________________
I cieli sono stati il motore della scienza dell'uomo per millenni, fulcro delle sue speranze e dei suoi sogni per il domani.. (J.B. Sellers)

- Astrotech 25x100 FB su treppiede con joystick per il puntamento.
- Bresser Skylux 70/700 su EQ.3


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2006, 8:55 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 30 luglio 2006, 10:06
Messaggi: 1476
caeles ha scritto:
Xaper ha scritto:

Ma possibile che al giorno d'oggi su come raggiungere la velocità della luce non esista nemmeno una teoria???? :(


Ma attualmente non è concepibile nemmeno arrivarci a quella velocità.

Cerca "massa fotone velocità luce energia" su google .....qualche chiarimento dovresti trovarlo.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2006, 9:25 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 4 maggio 2006, 19:34
Messaggi: 218
Località: Mestre
Grazie per la dritta Shedar :wink:

Ho finalmente trovato la risposta alla mia domanda, e la potete leggere anche voi qui:
http://www.cosediscienza.it/spazio/02_tachioni.htm

Mi sa che certe cose anche solo a sognarle sono proibitive.. uff.. :roll:

_________________
I cieli sono stati il motore della scienza dell'uomo per millenni, fulcro delle sue speranze e dei suoi sogni per il domani.. (J.B. Sellers)

- Astrotech 25x100 FB su treppiede con joystick per il puntamento.
- Bresser Skylux 70/700 su EQ.3


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2006, 9:32 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 giugno 2006, 19:19
Messaggi: 74
caeles ha scritto:

Penso che magari presto un tipo di schermatura adatto verrà trovato, se non adirittura esiste già



Sempre nello stesso articolo si parlava di tre possibili soluzione nel costruire i mezzi per i viaggi spaziali:
-Poichè è l'atmosfera della terra con la sua massa a proteggerci dai raggi la prima soluzione sarebbe un guscio sferico spesso 5 metri riempito d'acqua ma peserebbe circa 400 tonnellate
-Un elettromagnete che respinge le particelle ma causa la sua forza potrebbbe essere pericoloso
-Emettere un fascio di elettroni nello spazio per caricare positivamente l'astronave, questa soluzione però richiede troppa corrente elettrica(carica della navicella: 2 miliardi di volt)

Questo è quello che ho letto... ma sicuramente stanno sperimentando molte altre soluzioni anche e sopratutto a livello medico.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: giovedì 3 agosto 2006, 14:57 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 1 maggio 2006, 16:52
Messaggi: 5511
Località: Savona
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Quello che volevo dire, è che è inutile fare teorie!
Ora come ora un viaggio umano su giove, sarebbe lungo, e dispendioso, e di per sè inutile(anche andare su marte!)
Per il momento è meglio usare le sonde automatiche, che tanto se le perdi , hai perso solo dei soldi, ma non delle persone!
Una missione umana oltrelunare, è per ora impensabile, se non con l'avvento di nuove tecnologie, che in primis, abbattano i costi dei materiali, e permettano di sviluppare spinte (o meglio velocità) maggiori,di quelle di adesso!
Quindi in definitaiva è un no secco!
Per ora poi in futuro chissà!!

Per i raggi cosmici, premetto che ne so poco, ma da quel poco che ne so, mi sembra che il problema che possano danneggiare il dna, è irrisorio, ovvero:
Il danno al dna, avviene in ugni caso di radiazione, che superi una certa soglia, da quell'energia in poi, il danno avviene comunque, l'unica cosa che cambia, in funzione dell'energia, ma non solo, è una grandezza chiamata sezione d'urto, che rappresenta la probabilità di "colpire" il bersaglio, il nostro corpo però, è in grado di rigenerare il dna rovinato, solo che, per ragioni statistiche ogni tanto sbaglia,(la probabilità è minuscola), non solo se si sbaglia, deve essere anche che l'errore porti un danno, e le probabilità scendono nuovamente.

Ricapitolando per aver danno al dna si deve avere che:

Flusso alto di particelle radioattive
alta sezione d'urto

Considera che sulla terra, sei circondato da radiazioni, che mediamente hanno un certo valore (fra parentesi i posti meno radiottivi della terra sono in teoria le centrali nucleari, perchè per legge sono obbligate ad emettere al di sotto della media, quindi vanno costruite in posti a bassa radioattività, e devono essere molto ben schermate!), e a quanto ne so il flusso di particelle cosmiche nè relativamente bassino(l'atmosfera non le frena per nulla) quindi in definitiva hai che nello spazio ci sono radiazioni cosmiche, più o meno come sulla terra+ radiazioni solari(quelle provenienti dal sole di cui non so nulla a parte che vengono in parte bloccate dall'atmosfera)
Ma comunque resta il fatto che esse diminuiscono con il quadrato della distanza dal sole!
In definitiva secondo me è più radiottiva la terra che non lo spazio!!

_________________
Davide Ghiso
Meade Schmidt-Newton 6" (763mm F/5) - William Optics Zenithstar 66 ED - Eq6 skyscan Barlow 2x e 4x apo coma - Oculari meade superploss 26mm
Kellner 20 e 4 mm Ploss 10mm - Hiperion 8mm - Atik 383l+ monocromatic
filtri baader 36mm R,G,B,L,H-alpha - magzero mz_5 bn
Gruppo Astrofili Volontari Ingauni Albenga SV

Davide Ghiso
ma chi sarà mai questo Dario Fo!?


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010