1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 26 agosto 2019, 8:08

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 14 luglio 2019, 22:20 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 14:49
Messaggi: 2098
Località: Milano
Costanzo,
noto con piacere che non solo l'aspetto fisico/matematico/astronomico del caro Isacco, ti ha coinvolto
molto sotto il profilo scientifico, ma anche quello storico non ti lascia indifferente….bravo.

Spero solo che il coinvolgimento globale non diventi compulsivo :D e alla fine finisca con il prevalere
sul puro piacere "ludico" dell'astrofilia... 8)

Pensa, circa 25 anni fa, in una grande e famosa abbazia del Lazio ho avuto il piacere di leggere,
ed ammirare un volume dei "Principia" del 1711 (il Nostro era ancora vivo) all'interno vi era una tavola
piegata e ripiegata lunga oltre un metro, con disegnata l'orbita della cometa che gli era servita per
"inventare" la Gravitazione Universale ! (per inciso il volume era stato donato da una regina (?) svedese
in visita all'abbazia)...te la faccio breve, toccando il testo, sentendo il suo odore, soppesandolo, ho avuto
quasi l'impressione di essere in presenza del Newton in persona 8) (non ridere).

Questo non potrà, purtroppo, mai accadere con Internet e altri derivati elettronici….pazienza.

Per farmi perdonare dal lungo sproloquio, posto due immagini interessantissime; una è il disegno originale
che il Newton ha usato per descrivere la scomposizione e ricomposizione della luce e l'altro è un'incisione
presente su la seconda edizione del "Neutonianismo" stampato a Venezia a metà 700 (come ormai tutti avranno capito, possiedo :D ) nota la differenza e l'evoluzione della grafica 8)

Piccolo OT; il disegno fatto dal giovane Isacco fu visto e studiato,nel baule che egli lasciò alla università,
da Segrè, uno dei ragazzi di via Panisperna, premio Nobel, negli anni sessanta... ti saluto, se vuoi ne possiamo parlare in MP. Ciao

Cliccate sulla seconda immagine per avere una risoluzione maggiore, la prima l'ho presa da internet... 8)


Allegati:
Fig. 661 A -.jpg
Fig. 661 A -.jpg [ 10.53 KiB | Osservato 235 volte ]
Fig. 662 A -.jpg
Fig. 662 A -.jpg [ 624.89 KiB | Osservato 235 volte ]

_________________
Paolo
Lunt 60-Ha--Lunt 60-CaII K - e....molto altro.
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 15 luglio 2019, 19:11 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9560
Località: Francia Corta (Bs)
Bella storia, Paolo, bellissima storia. :please:
Sono profondamente, terribilmente attirato anch'io dal passato che riaffiora e rivive negli scritti e negli oggetti antichi. :please: :clap:
* * *
E, difatti, ecco il passo significativo, scritto da Newton forse apposta per un forum, semplificato per essere compreso in modo inequivocabile anche da me! :D (Non escludo che nei Principia ce ne siano altri).
Allegato:
CHIAVE 00.jpg
CHIAVE 00.jpg [ 523.26 KiB | Osservato 196 volte ]

Newton qui cerca l'essenziale, trattando solo traiettorie circolari percorse a velocità costante.
In primo luogo arriva facilmente alla formula della forza centripeta
Allegato:
CHIAVE 01.jpg
CHIAVE 01.jpg [ 314.87 KiB | Osservato 196 volte ]

(inutile dire che è la formula che usiamo noi, oggi, con K = m, la massa)
Poi esegue questo elementare passaggio cinematico:
Allegato:
CHIAVE cinematica.jpg
CHIAVE cinematica.jpg [ 126.22 KiB | Osservato 196 volte ]

Nei corollari successivi, passa in rassegna, con incredibile lucidità, il moto di corpi in traiettoria circolare soggetti a forze centrali di varia natura.

Corollario 3 : è il caso del moto rigido

Corollario 4 : forza centrale costante nel modulo

Corollario 5 : caso delle velocità costanti in modulo !!! Moto delle zone periferiche delle galassie, teorie MOND !!! Incredibile!

Ecco qua:
Allegato:
CHIAVE 02.jpg
CHIAVE 02.jpg [ 191.28 KiB | Osservato 196 volte ]

e ...
finalmente!!!!
Allegato:
CHIAVE 04.jpg
CHIAVE 04.jpg [ 121.14 KiB | Osservato 196 volte ]

Tradotto nel nostro linguaggio
Allegato:
CHIAVE 05.jpg
CHIAVE 05.jpg [ 43.26 KiB | Osservato 196 volte ]

C'è una conclusione che si allaccia ad una base sperimentale.
Avrete probabilmente riconosciuto la terza legge di Keplero che risulta indissolubilmente legata alla legge della gravitazione universale per come l'abbiamo conosciuta prima di Einstein.
Nel frattempo abbiamo saggiato la complessità, la vastità, la solidità del lavoro di Newton.
E della sua mente.
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 15 luglio 2019, 20:41 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 22 maggio 2010, 14:49
Messaggi: 2098
Località: Milano
Solo tu potevi scoprire che nei "Principia" c'era la teoria MOND... :shock: grande Costanzo !

(purtroppo la Mond non funziona, peccato, ma Lui era già sul pezzo ! :mrgreen: )

Buona serata.

_________________
Paolo
Lunt 60-Ha--Lunt 60-CaII K - e....molto altro.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 5:35 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9560
Località: Francia Corta (Bs)
E si permette anche di scrivere la regola generale (corollario 7), come dire "fate voi … ":
Allegato:
CHIAVE 06.jpg
CHIAVE 06.jpg [ 142.42 KiB | Osservato 162 volte ]

Il tutto Newton lo fa in poche righe, con sintesi mirabile, non scrivendo formule come siamo forse abituati noi, ma enunciando la dipendenza delle grandezze l'una dall'altra con la relazione di proporzionalità diretta o inversa, semplice o con potenze.
Il linguaggio è rigoroso, le pagine sono dense di concetti e fitte di ragionamenti, ogni parola ha una funzione importante, essenziale, e costringe il lettore a meditare.
Interessante. :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 10:31 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 9099
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
non ho letto i principia per ovvia incapacità, ne ho letto delle parti rimanendo molto colpito proprio dal linguaggio che è già quello della scienza moderna.

in quanto all'espressione con proposizioni invece che con formule (che sono poi proposizioni "stilizzate") devo dire che per l'ignorante come me è molto più abbordabile (sena nulla togliere alle formule che sono necessarie)...

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 16 luglio 2019, 12:09 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9560
Località: Francia Corta (Bs)
Ammetto che certi passaggi algebrici fatti da Newton per proposizioni mi hanno un po' sconvolto inizialmente. Mi sembravano addirittura sbagliati. E invece no. Tradotti in formule sono perfetti! E lui vi si trova a suo agio, con naturalezza. (Immagino la disperazione dei suoi studenti, ma forse allora era abitudine procedere così).
Comunque sono convinto che certi teoremi che Newton espone in un paio di pagine (o anche meno) hanno bisogno di una bella giornata per essere compresi ed assimilati, almeno per me, se sono in forma :shifty: .
Naturalmente non escludo affatto che ci sia chi li afferra al volo. :please:
Come dicevo, è impressionate la parte sulle coniche. Sono addirittura convinto che molte proprietà che lui dominava le abbiamo dimenticate, forse per semplificare. Ma allora ne discutevano (mi sembra ci sia un riferimento a Galilei ed altri personaggi).
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010