1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 14 dicembre 2018, 2:49

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 94 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 11:19 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8744
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
mario de caro ha scritto:
Se il problema è la co2 prodotta dall'uomo allora è meglio mettersi l'anima in pace visto che ad oggi la vera bomba ecologica deve ancora scoppiare: parlo del miliardo e mezzo di Indiani che ancora vivono senza elettricità nelle case e che presto la vorranno(leggi centrali a carbone)....poi mandiamo qualcuno dei nostri a convincerli che non va bene e che è meglio vivere senza corrente elettrica.


assolutamente no, si tratta di trovare soluzioni alternative non di regredire al '700... e assolutamente si, si tratta di impedire che si attivino altre centrali a carbone. purtroppo non c'è nessuna autorità in grado di farlo, ma andrebbe fatto.

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 12:03 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 settembre 2008, 11:45
Messaggi: 2596
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
yourockets ha scritto:
si tratta di trovare soluzioni alternative non di regredire al '700...

Nell'immediato no, ma in prospettiva credo che dovremo regredire parecchio di più. Tipo al neolitico.
Ci vorrà qualche generazione, ma gli indicatori puntano in quella direzione.
(sempre se non finiremo con l'estinguerci del tutto...) :(

_________________
Marco Pierfranceschi,
autore del libro: Il cielo ritrovato - guida pratica all'astronomia visuale
nonché Blogger


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 12:09 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 8744
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
quella non è una soluzione, ma una conseguenza del problema se non si riesce ad affrontarlo...

_________________
dovrete espellere anche me


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 12:20 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 9:31
Messaggi: 3568
Tipo di Astrofilo: Visualista
Se volete, ricorda un po' quello che disse Einstein sulle guerre: «Io non so con quali armi sarà combattuta la terza guerra mondiale, ma so che la quarta sarà combattuta con pietre e bastoni.»

_________________
Stefano
Binocoli: APM 23-41x100; Vortex Vulture 10x50; Pentax Papilio 6,5x21
Telescopi: Dobson GSO 300 deluxe; WO Zenithstar 66SD


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 12:23 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: domenica 7 settembre 2008, 11:45
Messaggi: 2596
Località: Roma
Tipo di Astrofilo: Visualista
Miyro ha scritto:
Fresca fresca, di giornata!

Gli impatti del global warming sugli ecosistemi marini vanno molto più in là dell'erosione delle coste.
Tra acidificazione e anossia, rischiamo di giocarci una fetta consistente della biosfera.
Questo articolo, non recente, riassume i punti chiave:
http://www.greenreport.it/news/sempre-p ... li-oceani/

Ma ci sono fonti più pessimiste. Ad esempio il blocco della Corrente del Golfo potrebbe fermare la circolazione termoalina negli oceani, causando un'anossia diffusa.
https://it.wikipedia.org/wiki/Acque_anossiche

Insomma, come la giri la giri, l'unica soluzione è nella riduzione della pressione antropica sul pianeta: meno esseri umani, meno allevamento, meno agricoltura, meno pesca, meno estrazione di minerali.
Per inciso, avverrà comunque, ci piaccia o no.
L'unica variabile consiste in quanto saremo in grado di salvare prima e durante il collasso (temo pochissimo), per lasciarlo in eredità a chi verrà dopo di noi e ci ricorderà.

_________________
Marco Pierfranceschi,
autore del libro: Il cielo ritrovato - guida pratica all'astronomia visuale
nonché Blogger


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 13:22 

Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 9:25
Messaggi: 615
Località: viterbo
Tipo di Astrofilo: Visualista
Interessante l'articolo sul depauperamento delle spiagge a causa dell'innalsamento dei valori di acidità dei mari.
Ero rimasto all'erosione dovuta alle correnti marine deviate da strutture antropiche...

Ma l'effetto del progresso sulle masse di popolazione in via di sviluppo non dipende certo da un arretramento a livelli di vita in stile rinascimentale!
Si tratta di un effetto della globalizzazione :tutti ambiscono a vivere nel comfort di uno stile di vita tipico dei paesi come il nostro.
Per avviare questo processo è indispensabile produrre energia e utilizzare il carbone è una diretta conseguenza.
In Europa siamo 5000000 , in India sono il triplo....
Poi faremo i conti con le nuove e inevitabili emissioni di co2.
Un altro potenziale pericolo può venire dalle meduse:possono alterare in modo significativo lo stok di plancton negli oceani, se non ricordo male, e conseguentemente alterare le biomasse marine ecc...

_________________
Osservo con:
Officina stellare apo152f8,Celestron c9,1/4
Astro professional 152 f6
Montatura eq6pro,torretta baader maxbr.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 novembre 2018, 15:11 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 2 aprile 2017, 18:17
Messaggi: 1036
Località: Manziana (Rm)
Aggiungo un altro link anche io che parla proprio di oceani,carenza di ossigeno e fitoplacton..
Gia da molto tempo è noto che il fitoplacton è alla base dell'ecosistema e che dasolo produce gran parte dell'ossigeno,quindi la sua estinzione porterebbe per tutti la fine...sarebbe peggio di un disboscamento totale..
Lessi molto tempo fa un articolo su fonti scientifiche molto serie ma ad oggi ho trovato solo questo link..ma in pratica il succo è il medesimo
https://www.lastampa.it/2010/07/28/scie ... agina.html

_________________
TELESCOPIO 1: Celestron Powerseeker 70-700 AZ -
TELESCOPIO 2: Celestron Astromaster 90az
TELESCOPIO 3: Orion Apex Mak127
Oculari: Baader Plossl Classic 32mm,Orion SP 25mm,Celestron Kellner:(20mm,15mm,10mm,9mm),Celestron Omni Plossl 6mm,Celestron H.4mm - Filtri: Celestron lunare,Celestron #80A blu,Celestron #25 rosso - Diagonale a specchio Omegon - Adattatore fotografico per smartphone Solomark - Fotocamera: smartphone Lgk10 13mp.

FORUM PENSATO PER I NEOFITI
http://astrofili.forumfree.it


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 17 novembre 2018, 0:03 

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2010, 16:39
Messaggi: 323
Una soluzione è fare meno figli per ridurre i miliardi di persone di troppo, senza intaccare la "qualità" di vita dei viventi, visto che l'aumento di co2 correla con l'espansione demografica... qui sembra che abbiamo già cominciato a fare progressi, toccherebbe ai cosiddetti paesi "in via di sviluppo"...


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 17 novembre 2018, 0:35 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 28 novembre 2006, 9:31
Messaggi: 3568
Tipo di Astrofilo: Visualista
HackMan ha scritto:
Una soluzione è fare meno figli per ridurre i miliardi di persone di troppo, senza intaccare la "qualità" di vita dei viventi, visto che l'aumento di co2 correla con l'espansione demografica... qui sembra che abbiamo già cominciato a fare progressi, toccherebbe ai cosiddetti paesi "in via di sviluppo"...

Purtroppo non è così semplice. Una società che non fa figli è una società che invecchia sempre di più, che avrà sempre meno gente in età lavorativa sia per portare avanti l'economia produttiva che per pagare la pensione a chi l'ha maturata ed è una società che avrà sempre più anziani bisognosi di cure ed assistenza, con un aumento esponenziale delle spese sanitarie. E' quello che sta avvenendo in Italia, ma non solo.
Al netto della propaganda politica, l'arrivo e l'integrazione di tanti giovani provenienti dall'Africa, se ben disciplinata, andrebbe visto più come opportunità e meno come minaccia.

_________________
Stefano
Binocoli: APM 23-41x100; Vortex Vulture 10x50; Pentax Papilio 6,5x21
Telescopi: Dobson GSO 300 deluxe; WO Zenithstar 66SD


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 17 novembre 2018, 2:16 

Iscritto il: lunedì 22 marzo 2010, 16:39
Messaggi: 323
A parte che fare meno figli non significa non farne, è un altro tipo di problema che è meno grave di rischiare l'estinzione proseguendo sui soliti modelli: è appunto una sorta di dogma propagandato, per esempio non c'è alcun "aumento esponenziale" di spese sanitarie, l'età media è praticamente ferma da anni e si va pure indietro, ed anche i più anziani prima o poi "tolgono il disturbo"... oltre al fatto che i figli di oggi sono gli anziani di domani, e che comunque si muore ad ogni età. Tra parentesi, senza intenzioni polemiche, "integrazione" e "disciplinata" attualmente non sono che pure intenzioni...


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 94 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010