1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 23 maggio 2018, 19:54

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: fulvio mete e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 8 febbraio 2018, 20:57 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 600
Ciao, il topic sul Falcon Heavy ha destato in me l'interesse verso questo hobby di cui ho letto sul numero di gennaio di Nuovo Orione, hobby di cui si trovano purtroppo ben poche informazioni online, che sia forse un po sconosciuto in Italia?
Quindi, oltre che condividere con voi questo hobby particolare che sono sicuro che a qualcuno potrebbe interessare (a livelli avanzati si passa addirittura all'inserimento di sonde) mi piacerebbe anche sapere qualcosa in più, per esempio dove si trovano delle guide e dei negozi online o dei link utili per conoscerne di più.

Riporto da wikipedia la descrizione e aggiungo un video

Cita:
Il razzimodellismo è una specialità del modellismo che, per definizione, si occupa della realizzazione di modelli volanti di vettori spaziali, razzi, missili, riproduzioni del vero o di fantasia fatti con materiali leggeri (balsa, cartone, plastica, etc.) e non metallici, senza utilizzo di propulsori fatti in casa e con sistema di recupero che permetta loro di volare infinite volte.

Questo hobby è stato inventato negli Stati Uniti sul finire degli anni cinquanta da G .Harry Stine ed Orville Carlisle per porre fine alla lunga serie di incidenti causati dalla realizzazione casalinga di propulsori. L'utilizzo di motori reperibili in commercio, innocui e sicuri, realizzati unicamente per questo scopo da aziende specializzate ha permesso agli appassionati di dedicarsi a questa attività in totale sicurezza. I modellini spaziali possono raggiungere altezze che variano da 50 a 300 metri (modelli piccoli e medi) fino ad oltre 1.000 metri (modelli grandi o High Power), talvolta con carichi utili come altimetri o sistemi di videoripresa. L'attuale reperibilità di componenti e dispositivi elettronici a basso costo e miniaturizzati ha reso possibile la realizzazione di carichi utili per riprese video, fotografiche e di piccoli strumenti elettronici. Il recupero del modello e dell'eventuale carico avviene tramite un paracadute o altro sistema di rallentamento, generalmente estratto dal corpo del missile tramite l'espulsione dell'ogiva per l'azione di un meccanismo compreso nel motore che si attiva al termine della fase di spinta e del volo per inerzia.

Pagina completa --> wikipedia

Un video You Tube --> https://youtu.be/0FEUffhvFuc

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter

"Ogni oggetto celeste è, in un certo senso, un quadro, un quadro fatto di luce e di notte"
Paolo Maffei


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 8 febbraio 2018, 21:56 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1538
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ci sono dei forum sul web, anche italiano, tempo fa li seguivo.
In effetti avevo visto piccoli razzi commerciali che ei potevano comprare ed utilizzare.
Adesso non ritrovo il sito, vai con google comunque, es. scrivi: missili forum autocostruzione


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 9 febbraio 2018, 13:52 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quando avevo vent'anni mi sono cimentato assieme a degli amici nella costruzione di razzi. Ma smettemmo presto. Allora non c'era nulla di già fatto, i nostri razzi erano a combustibile solido ed usavano un propellente micidiale, chiamato "micrograna" di semplice formulazione (non cercatela su Google perchè non c'è). I razzi erano dei semplici tubi in alluminio con un ugello in ferro tornito, con due sezioni coniche, una convergente a 90 - 100°, poi c'era una piccola sezione cilindrica (1 o 2 mm), quindi la parte conica divergente (a 60°). In cima erano chiusi con una ogiva in legno. Il combustibile solido era però terribile, basti dire che la propagazione del fronte della fiamma, in qualsiasi sezione, era di 2 m/s. Quindi un razzo di 1 m di lunghezza esauriva il propellente in 0,5 secondi! Questo conferiva una spinta ed un'accelerazione micidiale, tipo quella di un proiettile. Il tutto era ben lungi dall'essere sicuro, nei casi di insuccesso (la maggior parte dei lanci...) il razzo esplodeva con una fiammata alta come un palazzo di 3 - 5 piani con una esplosione tremenda. Allora noi si raccoglieva velocemente i resti semifusi fumanti per esaminarli più tardi (per scoprire l'origine dell'insuccesso) e si fuggiva a tutta velocità! :facepalm: Eravamo pazzi! Naturalmente si andava in luoghi brulli senza vegetazione e lontanissimi dalle zone abitate. Per fortuna siamo riusciti a smettere prima che ci arrestassero! Ora con la paura del terrorismo sarebbe più dura! :lol:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 9 febbraio 2018, 14:08 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 21 dicembre 2007, 13:49
Messaggi: 4551
Località: Roma / Amelia (TR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Fabio, anche Von Braun ha cominciato così. Solo che lui poi ha continuato :D

Per rispondere ad Andrew, in Italia non lo so, ma all'estero è un hobby molto diffuso, se digiti "Amateur rocketry" su Google vengono fuori molti siti utili.

Un buon punto di inizio è Space Rockets

Sui negozi online, qualche volta ho visitato Apogee

_________________
Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Dobson GSO 10" con Telrad - Celestron CPC800 - Meade ETX-70
Panoptic 24mm - FF 19 mm - Hyperion zoom 8-24 mm - Genuine Ortho 5mm - Barlow Televue 2X - Astronomik OIII
Zwo ASI 120 MC


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 9 febbraio 2018, 14:17 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Von Braun ha collezionato anche lui molti insuccessi all'inizio. Ma anche noi abbiamo avuto i nostri successi. Solo che erano meno "appariscenti" degli insuccessi. Nei casi di lancio riuscito il nostro razzo partiva con uno "stpù", nessuna fiamma e con una accelerazione tale che non lo si vedeva partire. Dove diamine siano andati a finire i pochi partiti bene non lo sa nessuno... debbono aver fatto dei chilometri. Prima di realizzare i modelli provvisti di un dispositivo di segnalazione ci siamo fermati.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 9 febbraio 2018, 20:57 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 600
Caspita Fabio eravate davvero pazzi :shock: :rotfl:
Cita:
Per fortuna siamo riusciti a smettere prima che ci arrestassero!

....per fortuna anche prima di farvi del male direi, raccogliere i cocci fumanti forse non era una saggia idea !!

@Andrea63
Grazie per i suggerimenti.
Quindi mi tocca andare di google traduttore.
Speravo ci fosse qualche forum in italiano, dunque effettivamente direi un hobby quasi sconosciuto dalle nostre parti.
L'unico sito significativo che ho trovato in Italiano è quello dell'associazione ACME.

Inoltre ho trovato delle discussioni generiche, da cui non si capisce bene se lanciare un modellino qui italia si possa fare o no :think:
Nel senso che non sono i motori il problema (in quanto non sono esplosivi) ma il fatto che forse sono necessari dei permessi particolari.

_________________
Nell'avatar: Galassia Sombrero, disegno realizzato da Peter

"Ogni oggetto celeste è, in un certo senso, un quadro, un quadro fatto di luce e di notte"
Paolo Maffei


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: sabato 10 febbraio 2018, 0:18 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Le prime prove per trovare la formulazione precisa del propellente si facevano con le bomboline del seltz. L'innesco era fatto con una martingala di fiammiferi antivento legati col nastro adesivo da elettricisti. :facepalm:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 10 febbraio 2018, 10:11 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1041
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Quando avevo 13 anni con un mio amico riempimmo un tubo di piombo usato in idraulica di cherosene costruimmo l'ogiva attaccata ad un modulo di "servizio" che avrebbe dovuto in seguito contenere un paracadute. Poi un ugello fatto tornire, alette ...

Non fu mai lanciato e non avrebbe MAI potuto volare.


Nel razzimodellismo moderno hai ormai tutti i componenti, motori anche riutilizzabili compresi.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Skywatcher AZ-EQ6, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME, SBIG ST2000-XM. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Ultima modifica di Angelo Cutolo il sabato 10 febbraio 2018, 17:05, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi, in questi casi utilizzare il tasto giallo "MODIFICA" in basso a dx, per aggiunte o correzioni al post già scritto. Grazie.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 10 febbraio 2018, 14:29 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19474
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ora che la NASA non lo fa più si potrebbe fare una replica del Saturno 5... :lol:

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 10 febbraio 2018, 15:38 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 21 dicembre 2007, 13:49
Messaggi: 4551
Località: Roma / Amelia (TR)
Tipo di Astrofilo: Visualista
https://www.apogeerockets.com/Rocket-Kits/Skill-Level-5-Model-Rocket-Kits/Saturn-V-1-70th-Scale

_________________
Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Dobson GSO 10" con Telrad - Celestron CPC800 - Meade ETX-70
Panoptic 24mm - FF 19 mm - Hyperion zoom 8-24 mm - Genuine Ortho 5mm - Barlow Televue 2X - Astronomik OIII
Zwo ASI 120 MC


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: fulvio mete e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010