1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 16 settembre 2019, 9:24

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 24 agosto 2019, 10:19 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
Mirabilmente semplice la costruzione, non la dimostrazione.
Al punto che potete affidarla ad un bimbetto di 5^ elementare.
Allegato:
Principia Newton 11 moto su parab 01.jpg
Principia Newton 11 moto su parab 01.jpg [ 261.43 KiB | Osservato 299 volte ]

Moto di una cometa che viene dalla nube di Oort su orbita praticamente parabolica.
Allegato:
Principia Newton 11 moto su parab 00.jpg
Principia Newton 11 moto su parab 00.jpg [ 297.47 KiB | Osservato 299 volte ]

E' un giochetto.
Segmenti proporzionali al tempo sull'asse verticale (io li ho presi tutti uguali),
seguite le semplici indicazioni di Newton e visualizzerete sulla parabola le posizioni
per intervalli di tempo costanti.
Allegato:
Principia Newton 11 moto su parab.jpg
Principia Newton 11 moto su parab.jpg [ 1.07 MiB | Osservato 299 volte ]

Ma per arrivare a questa sintesi, bisogna saperla lunga, incredibilmente lunga.

Chiedo venia ma il meteo mi propone regolarmente serate nuvolose :cloud: .
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 24 agosto 2019, 15:35 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
Animazione ad intervalli di tempo costanti:
ogni posizione ha la sua costruzione
e cioè un semplice cerchio che interseca la parabola
e passa per il Fuoco (nonché per il Vertice);
il centro del cerchio sta sull'asse del segmento Vertice-Fuoco
e si sposta di una quantità costante ad ogni intervallo di tempo
secondo le indicazioni del Maestro. :matusa: :please:
Allegato:
Principia Newton 11 moto su parab 01.gif
Principia Newton 11 moto su parab 01.gif [ 301.47 KiB | Osservato 278 volte ]

:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 25 agosto 2019, 9:29 

Iscritto il: mercoledì 21 febbraio 2007, 12:50
Messaggi: 2548
ippogrifo ha scritto:
Animazione ad intervalli di tempo costanti:
ogni posizione ha la sua costruzione
e cioè un semplice cerchio che interseca la parabola
e passa per il Fuoco (nonché per il Vertice);
il centro del cerchio sta sull'asse del segmento Vertice-Fuoco
e si sposta di una quantità costante ad ogni intervallo di tempo
secondo le indicazioni del Maestro. :matusa: :please:
Allegato:
Principia Newton 11 moto su parab 01.gif

:wave:


Interessantissimo demo!

Sai che mi è venuto in mente? Che con una quarta dimensione spaziale
si potrebbe spiegare anche la gravità! Ma non chiedermi come, è solo
un'intuizione, forse giusta forse sbagliata.
Ciao.
Roberto Gorelli


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 26 agosto 2019, 17:17 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
E be' le intuizioni sono importanti. :ook:

Guardando la dimostrazione, Newton fa molte considerazione sulle aree.
Le aree all'interno delle coniche, intere o a pezzi, non avevano segreti per Lui.
Naturalmente area spazzata dal raggio vettore significava tempo, nei suoi disegni.

Moltissime definizioni strettamente tecniche relative alle coniche erano usate da Newton (e probabilmente dagli studiosi suoi contemporanei) con grande padronanza e sorprendente dimestichezza. Trovarle tali e quali anche sui nostri libri moderni può meravigliare non poco.

Grazie, ciao. :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 27 agosto 2019, 18:42 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
Nelle pagine vicine c'è un riferimento interessante:
Allegato:
Principia Newton 11 Galileo lat.jpg
Principia Newton 11 Galileo lat.jpg [ 425.52 KiB | Osservato 211 volte ]

Allegato:
Principia Newton 11 Galileo it.jpg
Principia Newton 11 Galileo it.jpg [ 407.84 KiB | Osservato 211 volte ]

Anche Galileo Galilei sapeva bene che se un'orbita ellittica si allunga all'infinito diventa una parabola.
E Newton sapeva di Galileo.

Ciò che ci tramanda la storia viene talvolta semplificato dagli intermediari che riportano solo le notizie alla portata della comprensione popolare.

Ai tempi di Newton si conosceva molto bene la continuità sfumata che unisce le ellissi alle parabole e alle iperboli. Si sapeva dell'eccentricità delle sezioni coniche, delle loro proprietà come luogo di punti, dei loro assi, dei diametri coniugati e molte altre definizioni e caratteristiche. Si sapevano disegnare tutte le coniche con grande precisione, se ne sapevano trovarne perfettamente le tangenti senza usare le equazioni del piano cartesiano. Si sapevano calcolare aree di figure complesse.

Sorprende come in poche righe e con poche parole Newton spesso descriva dimostrazioni impegnative e complicate, dando per scontata la conoscenza di molte proprietà di base niente affatto semplici e forse cadute nell'oblio.

E' una bella lezione ancora oggi, a mio modo di vedere.

:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 2 settembre 2019, 9:34 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
E' proprio vero che indagando nella storia spesso si scoperchia un vaso di Pandora.

La conoscenza profonda delle coniche, che è indiscutibilmente palesata negli scritti di Newton,
trova radici profonde nelle opere di Apollonio di Perga, grande matematico ed astronomo
vissuto addirittura 200 anni prima di Cristo.

Una quantità incredibile di proprietà erano ben note già da molto tempo
e Newton le aveva studiate attentamente e le conosceva molto bene.
Da qui il suo linguaggio stringato e sintetico nelle dimostrazioni, con riferimenti assai precisi.
Evidentemente molte nozioni di base erano quasi scontate.

Questo compendio dell'epoca rende abbastanza bene l'idea della vastità di quelle conoscenze:
Allegato:
Compendio coniche Apollonio.jpg
Compendio coniche Apollonio.jpg [ 283.6 KiB | Osservato 154 volte ]

bastino un paio di tavole:
Allegato:
Compendio coniche Apollonio Tab.jpg
Compendio coniche Apollonio Tab.jpg [ 441.5 KiB | Osservato 154 volte ]


Questa geometria "euclidea", con dimostrazioni grafiche, è un po' caduta in disuso nel tempo,
probabilmente a favore di una più comoda geometria cartesiana,
basata su meccanismi algebrici di equazioni e di matrici,
che ha trionfato grazie anche all'avvento massiccio di computer con crescente potenza.
Al punto che oggi questi ragionamenti sulle figure disegnate possono apparire macchinosi e complicati,
ma probabilmente tali metodi erano la prassi a quei tempi.

Se qualche matematico o appassionato volesse aggiungere delle note, dei ragguagli o delle precisazioni farebbe cosa gradita, naturalmente. :mrgreen:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 4 settembre 2019, 19:22 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 9624
Località: Francia Corta (Bs)
Dal compendio del 1722 citato precedentemente
ecco qualcosa di ben riconoscibile anche per noi:
le proprietà ottiche della parabola dimostrate rigorosamente.
Allegato:
Compendio Pr ottiche parabola.jpg
Compendio Pr ottiche parabola.jpg [ 394.03 KiB | Osservato 104 volte ]

Con la relativa figura N°29 che si trova in fondo al testo:
Allegato:
Compendio Pr ottiche parabola figura.jpg
Compendio Pr ottiche parabola figura.jpg [ 289.87 KiB | Osservato 104 volte ]

Fortunatamente questa non l'abbiamo persa.
In definitiva, risulta evidente che anche Newton costruisce i suoi ragionamenti su conoscenze assai vaste e raffinate che sono frutto del lavoro di studiosi precedenti e sicuramente oggetto di dibattito tra i contemporanei.
:D :wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010