1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 26 giugno 2017, 9:44

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: alexconte, Bing [Bot] e 6 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: sabato 18 marzo 2017, 12:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 342
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Apro un nuova discussione per avere qualche chiarimento in piu' dagli esperti in strumenti a rifrazione (io sono un dobsoniano convinto anche se possiedo piccoli acro che uso come binoscopi o come cercatori)

Con il tool di collimazione che ho autocostruito ero arrivato a questo risultato che mi sembrava incoraggiante.

Immagine



Poi nel dubbio ho incollato un mirino nel retro del tappo copriottica e ho scoperto questo..

Immagine



Panico! Questa foto denota una evidente scentratura del complesso riflessi (pur essendo questi regolari) rispetto all'asse del tubo.

A voi esperti la sentenza. Quanto e' grave questa scollimazione? Ero riuscito a centrare bene i riflessi ma su questo disallineamento purtroppo non posso intervenire..

Ps. Facendo le dovute proporzioni valuto la distanza tra i due assi 1,5/2 mm.

_________________
Dobson SW 12" truss-heyford 127/820+70/500-torretta w.o.- Oculari Maxvision 24mm/82°- Baader zoom 8-24+ Barlow baader 2,25x - Filtri OIII TS baader uhc-s.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 18 marzo 2017, 18:27 

Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2012, 20:09
Messaggi: 1205
Ciao Carlo,
io non sono un esperto della meccanica di un rifrattore, ma, in base ad una mia vecchia esperienza, con un guaio simile al tuo, ho preso in considerazione l'intero asse ottico, dall'oculare, attraverso la diagonale, lungo il focheggiatore e il tubo ottico del tele. Ne è uscito che, sostituendo il focheggiatore, il guaio stava proprio in quest'ultimo pezzo: focheggiatore del tutto scollimato. Ho preferito sostituirlo, con uno migliore e il problema è stato risolto.
Prova un po' a fare questa considerazione.

P.S.
Se il focheggiatore che hai adesso è ruotabile di 360°, prova a vedere se in ogni posizione il difetto rimane o cambia. Se così avviene è quasi sicuramente probabile che la causa sia quella che ho detto: focheggiatore scollimato. Per me è stato così.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 18 marzo 2017, 19:20 

Iscritto il: sabato 21 novembre 2015, 8:30
Messaggi: 72
ciao !
sono curioso riguardo al tool di collimazione che hai autocostruito ..... potresti darmi piu spiegazioni !


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 18 marzo 2017, 19:40 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 342
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ciao rubicon puoi leggere qualcosa qui
http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?f=15&t=95017

:wink:

moebius ha scritto:
Ciao Carlo,
io non sono un esperto della meccanica di un rifrattore, ma, in base ad una mia vecchia esperienza, con un guaio simile al tuo, ho preso in considerazione l'intero asse ottico, dall'oculare, attraverso la diagonale, lungo il focheggiatore e il tubo ottico del tele. Ne è uscito che, sostituendo il focheggiatore, il guaio stava proprio in quest'ultimo pezzo: focheggiatore del tutto scollimato. Ho preferito sostituirlo, con uno migliore e il problema è stato risolto.
Prova un po' a fare questa considerazione.

P.S.
Se il focheggiatore che hai adesso è ruotabile di 360°, prova a vedere se in ogni posizione il difetto rimane o cambia. Se così avviene è quasi sicuramente probabile che la causa sia quella che ho detto: focheggiatore scollimato. Per me è stato così.

Considera che il fok l'ho gia' inclinato un po..questo per ottenere i riflessi a croce che vedi piu simmetrici possibile..prima dell'intervento erano storti. Quindi da un lato ho messo in asse obiettivo e focheggiatore, dall'altro mi trovo questo traslamento dei riflessi che non mi spiego. Provero' a fare come dici..puo' essere che il tubo interno del fok sia leggermente fuori asse..

_________________
Dobson SW 12" truss-heyford 127/820+70/500-torretta w.o.- Oculari Maxvision 24mm/82°- Baader zoom 8-24+ Barlow baader 2,25x - Filtri OIII TS baader uhc-s.


Ultima modifica di Angelo Cutolo il domenica 19 marzo 2017, 12:16, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 11:37 

Iscritto il: lunedì 3 dicembre 2012, 20:09
Messaggi: 1205
Guarda Carlo,
dal quel poco che so di meccanica strumentale ( lo dicevo prima) io credo nell'impossibilità che, accessori provenienti da parti diverse e di diversa fattura, messi tutti in linea con l'asse di un rifrattore, praticando la rotazione del fok, si possa mantenere costante questo asse. In altre parole, tu puoi montare su di un rifrattore fok, diagonale e un oculare e ottenere un soddisfacente treno ottico allineato, ma se agisci sulla rotazione del fok, vedrai che l'oggetto, prima puntato al centro dell'oculare, uscirà, magari di poco da quel centro, portandosi verso la periferia del campo visivo e molto probabilmente, continuando la rotazione, finirà col riposizionarsi al centro. Questo fenomeno l'ho visto più volte e credo, almeno su strumenti amatoriali, che sia irrisolvibile: bastano infatti un leggero errore di puntamento (un oggetto che si crede di avere messo al centro dell'ottica, ma che in realtà non lo è), un lieve fuori asse del tubo ottico, magari anche di un mm, una diagonale il cui specchio ha un'inclinazione errata anche se di poco, un oculare a più lenti non esattamente posizionate in asse, e succede quello che succede.
Se ascolti me, lasci tutto come sta e giace; evita di ruotare il fok, anzi bloccalo con le apposite viti e se proprio si rende necessario inclina solo la diagonale, di poco, a destra o a sinistra.
Spero di non averti dato un consiglio sbagliato.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 13:16 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13293
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Come dice giustamente moebius, se si eccettuano modelli meccanicamente ben studiati, qualche "lasco" o posizionamento approssimativo vi è sempre, però si possono, se non eliminare del tutto, ridurre gli elementi che creano problemi o almeno ridurre le "variabili" di cui tener conto quando si cerca la causa di una scollimazione (cosa imparata putroppo dall'esperienza col mio 80ino "passaguai").

Quindi pensare prima alle cose "fisse" (in teoria) che compongono il telescipio, ovvero l'obiettivo (assunto che i suoi elementi siano già ben collimati di loro nella cella), il tubo ed il focheggiatore, accertarsi che questi tre elementi siano collineari tra loro (asse geometrico comune) dal punto di vista meccanico, cosa che si può ottenere facendosi delle dime in cartoncino e dei traguardi come spiegato i svariati tutorial in rete; fatto ciò passare alla collimazione vera e propria col "metodo del cartoncino" (un cheshire o usando il tuo tool da cui è mutuato), questo va fatto con il focheggiatore tutto rientrato (per non aggiungere la "variabile" -flessione del drawtube- all'equazione) e (se necessario) spessorando con del nastro adesivo il barilotto del tool, cheshire, laser, ecc per inserirlo a pressione e centrato nel portaoculari (per non aggiungere la "variabile" -flessione del barilotto- all'equazione).

Fatto questo, abbiamo almeno collimato le parti (sempre in teoria) "meno mobili", ora se si vuole ci si può dedicare a rendere meno flessibile il drawtube del focheggiatore nella sua sede, magari aggiungendo dei listelli in teflon dell'opportuno spessore, regolando i giochi tra pignone e cremagliera (o piastra se crayford), spessorando oppurtunamente i barilotti perché entrino centrati nel portaoculari, o cambiando proprio questo con un click-lock et simila.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 17:24 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 342
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Quindi non devo preoccuparmene se ho ben capito..scostamento dell'asse a parte, questo strumento f5 fornisce comunque ottime immagini e centriche perfette allo star test.

_________________
Dobson SW 12" truss-heyford 127/820+70/500-torretta w.o.- Oculari Maxvision 24mm/82°- Baader zoom 8-24+ Barlow baader 2,25x - Filtri OIII TS baader uhc-s.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 18:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17520
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
L'immagine con i riflessi in croce dimostra che lo strumento è perfettamente collimato. La mira messa nel tappo anteriore non dice nulla, se non che non è nell'asse ottico. Ma questo per diversi motivi, il principale è che il paraluce non è affatto detto che sia in centro.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 18:42 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 30 dicembre 2015, 23:52
Messaggi: 342
Località: Provincia di Treviso
Tipo di Astrofilo: Visualista
Questo mi consola.. :D

_________________
Dobson SW 12" truss-heyford 127/820+70/500-torretta w.o.- Oculari Maxvision 24mm/82°- Baader zoom 8-24+ Barlow baader 2,25x - Filtri OIII TS baader uhc-s.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 19 marzo 2017, 21:10 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5423
Località: Roma
Ciao:
Ti consiglio quanto segue:
1- verifica su una stella ad alto ingrandimento (ca 150- 200X) (od anche su una stella artificiale) la collimazione mettendo il riferimento della eventuale direzione di scollimazione sul tubo .
2- Una volta accertata (se c'è) la scollimazione,ruotare il fok completamente ritratto rispetto al tubo verificando man mano se la scollimazione si attenua o sparisce, motivo per cui è imputabile al fok: in tal caso cercare di bloccare il fok in quella posizione o cambiarlo.
3- Se invece con la rotazione del fok la scollimazione resta immutata in direzione, le cause potrebbero essere altre, tipo cella obiettivo non correttamente posizionata all'interno del tubo, paraluce storto, etc.
Durante tali operazioni andrebbero usati solo portaoculari autocentranti, e non quelli con le viti, senza diagonali (che potrebbero essere loro stessi fuori asse).

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 27 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: alexconte, Bing [Bot] e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010