1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 22 giugno 2018, 10:00

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Maverick94 e 9 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 11:23 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 23:47
Messaggi: 514
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ciao Bardix e grazie della segnalazione,
non avevo visto il tuo topic, spero di non aver involontariamente copiato qualcosa. Dopo lo guardo sicuramente.
Riguardo alla formula io non ho effettuato una grande ricerca bibliografica a dir la verità. Avevo bisogno solo di trovare un riferimento per parametrizzare la pupilla in funzione dell'età. Sicuramente il riferimento che hai postato tu è più preciso del mio.
Il fatto di prevedere un valore di pupilla massimo di 8 mm è stato dettato per venire incontro alla richiesta di Davide, infatti anche nella formula che usavo prima io il valore massimo era 7 mm.
Posso modificare il foglio di calcolo inserendo un menù a tendina che consente di scegliere tra un valore di pupilla da formula (la tua che sembra migliore) oppure da input diretto.
Grazie ancora

Matteo

_________________
astrofilo principiante dal 1995


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 11:25 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23791
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Il discorso si fa sempre più interessante. :)

E si, Matteo, sta facendo un bel lavorone e di grande iniziativa!

Ho provato a googlare gli autori che cita Bardix e ho trovato qualche link:

http://fisherka.csolutionshosting.net/a ... yeage.html
https://www.researchgate.net/profile/Ba ... bjects.pdf

Detto questo, in passato ho letto degli studi di Schaefer e, soprattutto di Clark.
Mentre il secondo non riporta le sue fonti di studio, Schaefer prese un campione di persone su cui fare misurazioni sistematiche.
Non so se Schaefer fece studi su astrofili, ma comunque non capisco davvero come mai in due visite separate, a distanza di 5 anni, il valore della mia pupilla dilatata è sempre stato misurato sugli 8.3 con uno scarto di errore di +/-0.1. Non credo di essere un alieno e sono più propenso a pensare all'errore di misurazione. Ma non voglio lasciare nulla al caso e, magari, visto che la pupilla viene mossa da dei muscoli, forse il modo di mantenerli in allenamento è...far stare l'occhio al buio e usare la visione notturna il più possibile. Non ho bevuto, anche se può sembrare così da quello che scrivo :D

Ad ogni modo, voglio leggere ancora di più di questi studi. Stasera provo a cominciare col PDF.

_________________
Immagine
Dobson 60cm f/4 - SCT 20cm f/10 - Acromatico 80mm f/11.4
When darkness is at its darkest, that is the beginning of all light (Lao-Tzu)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 11:58 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 23:47
Messaggi: 514
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Grazie.
Beh ovviamente non credo che hai bevuto... :lol:
Non sono medico ma effettivamente se l'occhio è allenato (nel vero senso della parola) può essere che questo consenta di essere un po' oltre la media per come è abituato l'occhio. Un po' come la frequenza cardiaca a riposo: normalmente è a 70 battiti/minuto, ma in una persona moderatamente allenata si abbassa abbastanza (io arrivavo a 56 senza essere un atleta professionista)..

Matteo

_________________
astrofilo principiante dal 1995


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 12:09 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23791
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Comunque sia vorrei approfondire (con letture) anche il discorso astigmatismo che, da quanto so, è causato da una deformazione della curvatura del profilo della cornea.
Deformazione che, spesso, è in 3 dimensioni.
Ci sono vari tipi ed entità di astigmatismo.
Solo guardando quelli corneali, una topografia della nostra cornea ci può far capire se il suo profilo assomiglia al campo di Holly e Benji oppure a una pista di motocross.
Che questo possa cambiare anche quel valore in cella C5 del foglio di Matteo?

_________________
Immagine
Dobson 60cm f/4 - SCT 20cm f/10 - Acromatico 80mm f/11.4
When darkness is at its darkest, that is the beginning of all light (Lao-Tzu)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 12:17 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 356
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Matteo Ghellere ha scritto:
... spero di non aver involontariamente copiato qualcosa

Ma figurati, se non si posta per condividere (e far riutilizzare la conoscenza acquisita) perché lo si dovrebbe fare ?
Matteo Ghellere ha scritto:
Non sono medico ma effettivamente se l'occhio è allenato (nel vero senso della parola) può essere che questo consenta di essere un po' oltre la media per come è abituato l'occhio. Un po' come la frequenza cardiaca a riposo: normalmente è a 70 battiti/minuto, ma in una persona moderatamente allenata si abbassa abbastanza (io arrivavo a 56 senza essere un atleta professionista).

Beh, se restare al buio allena l'occhio a dilatarsi :shock: , io lo alleno 7.30 ore al giorno ... :angel: ... quando dormo ... :wink:

Scherzi a parte, tutte queste formule vorrebbero descrivere le caratteristiche dell'occhio "medio": senza bisogno di citare gli omini verdi provenienti da Marte, sappiamo che la distribuzione di ogni caratteristica umana si distribuisce nella classica "curva a campana" (distribuzione Gaussiana) e la formula vuole rappresentare il "funzionamento" in prossimità dell'apice della curva.

Il nostro "amministratore" potrebbe benissimo avere una caratteristica che lo pone, in questa statistica, al 90esimo percentile o oltre.
davidem27 ha scritto:
Detto questo, in passato ho letto degli studi di Schaefer e, soprattutto di Clark.

Mi permetto di ricordarti che Schaefer utilizza, nei suoi studi, la formula che ho riportato, difatti è proprio in un suo articolo che l'ho incontrata per la prima volta; se riprendi il materiale relativo la potrai ritrovare.

Buon lavoro a tutti.

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 12:27 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23791
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ma non voglio pormi in quel punto percentile, bardix :)
Anche perchè il mio occhio è pieno di problemi e, nonostante questi, osservo e lo faccio discretamente bene, avendo avuto paragoni illustri con cui confrontare le visioni all'oculare.

Al contrario tuo, non ho grande feeling con le formule e non le ricordo quasi mai al primo colpo (ma ricordo benissimo molti oggetti osservati e le loro denominazioni).
Quindi sono sicuro che ritroverò cose già lette, ma che saranno come nuove :mrgreen:

_________________
Immagine
Dobson 60cm f/4 - SCT 20cm f/10 - Acromatico 80mm f/11.4
When darkness is at its darkest, that is the beginning of all light (Lao-Tzu)


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 12:36 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 356
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
davidem27 ha scritto:
Al contrario tuo, non ho grande feeling con le formule ...

... e pensare che a scuola "raspavo" appena per scavare la sufficienza ... :oops: ... chissà cosa direbbe il mio vecchio professore di matematica :silent:

P.S. anche i miei occhi fanno un po' di bizze :cry: ... almeno compenso con un po' di teoria :geek:

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 13:35 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 23:47
Messaggi: 514
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Inserisco una nuova versione del foglio di calcolo con menù a tendina che permette di scegliere la PU,max in funzione dell'età in 3 modi:
-Default (lineare): interpolazione lineare
-Kumnick et.al.: funzione esponenziale come suggerito da Bardix
-Misura effettiva: utilizza l'input diretto della cella misura Pupilla.

Matteo


Allegati:
Tabella oculari astigmatismo R4.zip [22.74 KiB]
Scaricato 9 volte

_________________
astrofilo principiante dal 1995
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 20 settembre 2017, 15:41 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 19680
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
davidem27 ha scritto:
...il valore della mia pupilla dilatata è sempre stato misurato sugli 8.3 con uno scarto di errore di +/-0.1. Non credo di essere un alieno ... Non ho bevuto, anche se può sembrare così da quello che scrivo ...

Si, però la pupilla si dilata anche per l'uso della Cocaina... :lol: :lol: :lol:
Per quello che mi riguarda da dove osservo c'è sempre una discreta quantità di luce ambientale che non mi farebbe avere una pupilla di 7 mm nemmeno se fossi un bambino cocainomane...

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Maverick94 e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010