1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 20 settembre 2018, 17:27

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: venerdì 3 febbraio 2017, 9:44 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 29 novembre 2009, 13:50
Messaggi: 611
Località: Bolzano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
salve a tutti,
mi chiedevo se per riprese hires su nebulose planetarie piccole sia meglio aumentare la focale a 2000 e usare il binning con pixel da 5 che diventano superpixel da 10...oppure
lasciare la focale 1000 che ho ora e usare una ccd con pixel piccoli da 3,8 ? Sono valori ipotetici su cui mi dovrò orientare (attenzione il ccd da 3,8 non fa bin2).

Oltre a questo associerò anche la tecnica lucky imaging per il centro delle nebulose.


Se ho capito bene leggendo sul web non cambia proprio nulla in termini di dimensione e di dettaglio della planetaria se lavoro in bin 2 mettendo una barlow , piuttosto che lavorare in bin1 con la focale nativa (ridotta) sulle planetarie...
...a parte il fatto che le righe dei pixel in bin 2 non sarebbero utili e la barlow diminuirebbe luce...
In fatto di risoluzione e dettaglio è uguale perchè da una parte taglio l'immagine, dall'altra viene ridotta dal bin2. Mentre il seeing incide in fattore uguale e il ccd riceverebbe la stessa luce nei 2 casi.


Quindi che fare? Credo che la FWC in questi casi non c'entri molto visto che le pose saranno corte.
Le 2 camere che ho pensato sono la classica kaf8300 e la asi zwo 1600 rigorosamente in bn

_________________
MN190 f5.3 (Mak-Newton) ,Atlas EQGoto SYNSCAN moddata (vsf SKF + cuscinetti Gierlinger,timone polare,qhy pole master ) UHC-IDAS LPS2 2'' - CCD Orion DSCI v2 pro,asi 120 st4


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: venerdì 3 febbraio 2017, 12:43 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14714
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Raddoppiare la focale e lavorare in binning (anche ammesso che sia reale), e' un nonsense, come hai giustamente evidenziato tu. Inoltre, pixel da 5um a 1000 di focale, per le planetarie, sono gia' troppo grandi, imho. Io al momento sperimenterei volentieri le capacita' del CMOS, visto quello che si e' detto al riguardo. Forse pixel da 3.8 a 1000 di focale e' forse ancora poco, ma con le tecniche di drizzling potresti tirar fuori dettagli interessanti (alle brutte allunghi un po' la focale, poi dipende dal soggetto)

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: venerdì 3 febbraio 2017, 21:27 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5990
Località: Roma
Cita:
Raddoppiare la focale e lavorare in binning (anche ammesso che sia reale), e' un nonsense, come hai giustamente evidenziato tu. Inoltre, pixel da 5um a 1000 di focale, per le planetarie, sono gia' troppo grandi.

Per me la ripresa delle nebulose planetarie è assimilabile a quella dei pianeti, quindi occorre campionare in modo da fare sì che ogni pixel del sensore sottenda un arco pari ad 1/2 del potere risolutivo del tele.Nell'ipotesi che il tele sia da 20 cm di apertura (PR 0.6 arcsec) e la camera con pixel da 3.8 micron la focale dovrà essere tale da far ottenere 0.3 arcsec ogni 3,8 micron, ovvero F= (0.0038x 206265) /0.3 = 2612 mm.Direi quindi, con tale camera, di raddoppiare la focale lasciando perdere il binning.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: venerdì 3 febbraio 2017, 22:32 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 5 dicembre 2006, 8:20
Messaggi: 2759
D'accordo Fulvio però come la metti con le pose "lunghe"? Non vorrai dirmi che fai pose da 1s o meno, allora ti darei ragione ma, anche con planetarie tipo M27 (che è un faro) vuoi fare 30s/1m per ogni singola posa ed allora chi comanda? Il campionamento oppure il seeing?

_________________
http://www.vao.altervista.org/


Ultima modifica di Angelo Cutolo il sabato 4 febbraio 2017, 11:50, modificato 1 volta in totale.
Eliminato quote del post precedente


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 0:04 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5990
Località: Roma
Ciao, Vaelgran:
M27 è l'eccezione che conferma la regola; buona parte delle planetarie è al di sotto di uno-due primi d'arco. M27 e le altre planetarie più grandi (M97, Ngc 7293, etc) rientrano in quella categoria di oggetti per i quali il seeing è influente in quanto sono oggetti estesi e richiedono tempi più lunghi di posa, in virtù dei quali, come diceva Andrea,per campionare correttamente con pixel da 3.8 micron 1000 di focale sono già troppi in condizioni di seeing medio.Vorrei comunque chiarire che a, a mio avviso, il seeing conta sempre, sia per il planetario che per il Deep Sky, è il sistema di ripresa che cambia , per ottenere la massima resa sui particolari.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Ultima modifica di Angelo Cutolo il sabato 4 febbraio 2017, 11:50, modificato 1 volta in totale.
Eliminato quote del post precedente


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 10:28 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 6 luglio 2009, 19:38
Messaggi: 3767
Località: via stella Anzio
Perché non si possono fare scatti da un secondo su m27?

_________________
e ho visto i raggi b balenare nel buio


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 11:03 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 5 dicembre 2006, 8:20
Messaggi: 2759
Non è che non si possano fare scatti da 1s ma tale tempi sono riservati solo ad alcune planetarie luminose; quando poi inizi a riprendere anellini di +14/+15 ed oltre ti voglio vedere fare pose corte... :)

Il discorso di trattare gli oggetti DEEP come HI-RES (tempi cortissimi per congelare il seeing) lo puoi fare "solo" con nebulose luminose e basta. E quanti sono questi oggetti?

E poi comunque il tempo di 1s, secondo me, è già troppo; ricordiamoci che in Hi-res lavoriamo con frazioni di secondo perchè il seeing, almeno dalle mie parti, non concede che qualche frazione di secondo di calma. Quindi che esposizioni usi per esempio su M57? 1/10s, 1/2s, 1s? Che segnale hai con 1s? Molto poco direi, e stiamo già parlando di una bella planetaria luminosa.

E ancora, cosa fai in post elaborazione, fondi le pose brevi (con super risoluzione delle parti luminose) con quelle più lunghe per fare emergere le parti deboli? Il risultato come sarà? Dettaglio alto al centro e super morbida nelle zone periferiche?

Occorre provare prendendo in considerazione camere con sensori sensibilità altissima e molto puliti già con pose brevi.

_________________
http://www.vao.altervista.org/


Ultima modifica di Angelo Cutolo il sabato 4 febbraio 2017, 11:51, modificato 1 volta in totale.
Eliminato quote del post precedente, si prega di utilizzare in questi casi il tasto "RISPONDI" e non il tasto "citazione". Grazie.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 12:13 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 29 novembre 2009, 13:50
Messaggi: 611
Località: Bolzano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
fulvio mete ha scritto:
Ciao, Vaelgran:
M27 è l'eccezione che conferma la regola; buona parte delle planetarie è al di sotto di uno-due primi d'arco. M27 e le altre planetarie più grandi (M97, Ngc 7293, etc) rientrano in quella categoria di oggetti per i quali il seeing è influente in quanto sono oggetti estesi e richiedono tempi più lunghi di posa, in virtù dei quali, come diceva Andrea,per campionare correttamente con pixel da 3.8 micron 1000 di focale sono già troppi in condizioni di seeing medio.Vorrei comunque chiarire che a, a mio avviso, il seeing conta sempre, sia per il planetario che per il Deep Sky, è il sistema di ripresa che cambia , per ottenere la massima resa sui particolari.

Da quello che ho capito sono troppo grandi quelli da 3.8 .
Io vedo di buon occhio usare la lucky per il centro e usare pose lunghe per l'esterno..
Frega nulla se sono morbide fuori e croccanti dentro :))

_________________
MN190 f5.3 (Mak-Newton) ,Atlas EQGoto SYNSCAN moddata (vsf SKF + cuscinetti Gierlinger,timone polare,qhy pole master ) UHC-IDAS LPS2 2'' - CCD Orion DSCI v2 pro,asi 120 st4


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 12:17 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 6 luglio 2009, 19:38
Messaggi: 3767
Località: via stella Anzio
Siccome mi sto muovendo verso quel tipo di deep , mi piaceva sentire qualche commento.
http://www.astrokraai.nl/viewimages.php?id=253&cd=7

Questa come ti sembra?

_________________
e ho visto i raggi b balenare nel buio


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: CCD e bin su nebulose planetarie
MessaggioInviato: sabato 4 febbraio 2017, 12:24 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14714
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Innanzitutto volevo precisare che sono stato frainteso: penso che pixel da 3.8 a 1000 di focale su planetarie di pochi primi sia un campionamento troppo poco spinto, se non altro per le dimensioni del soggetto ripreso. Non mi sentirei però neanche di ignorare il seeing come nel calcolo di Fulvio; per quello dicevo che, a seconda del soggetto, si potrebbe anche provare ad allungare un po' la focale, magari senza arrivare per forza ai due metri. Suggerivo inoltre il drizzling, che consente di aumentare virtualmente la focale equivalente senza rimetterci in termini di rapporto segnale rumore e con risultati sorprendenti (in un vecchio thread c'è un esperimento a riguardo). Certo oltre i limiti del seeing non è comunque possibile andare, è bene tenerlo a mente. Un'altra tecnica che sperimenterei, per quanto computazionalmente pesante, è la deconvoluzione di ogni singola posa prendendo una stella nel campo: in questo modo si potrebbe mettere una toppa ai danni prodotti dal seeing prima della somma, forse in maniera più efficace

CEO

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010