1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 3 dicembre 2020, 14:54

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: venerdì 20 novembre 2020, 23:48 

Iscritto il: domenica 9 ottobre 2016, 14:19
Messaggi: 72
Località: Palombara Sabina
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Salve a tutti, so che quello della distanza tra correttore di coma e sensore è un argomento trattato molte altre volte, avrei però bisogno di conferme.
Utilizzo un newton f/4 ed un treno così composto: Optolong L-pro> correttore Baader RCC I Rowe> prolunghe T2> Anello T2 Nikon> Nikon D3300.
Il back focus dichiarato dalla Baader per questo correttore è di 91mm. Io ho utilizzato una prolunga da 40mm, una da 5mm prendendo in considerazione che da quanto sono riuscito a trovare on line, tra l'innesto degli obiettivi ed il sensore, la Nikon dovrebbe avere 46,5mm.
In allegato riporto un'immagine ottenuta in queste sere. Tra i vari difetti, riporta chiaramente dei problemi di correzione del coma.
Sbaglio qualcosa nelle misure?
Oltretutto osservando le aberrazioni agli angoli, sembrerebbe presentare difetti in maniera più accentuata su un lato che sull'altro. Significa che il correttore non è allineato con l'asse ottico del telescopio? Potrebbe dipendere dalla collimazione? Credo di aver collimato abbastanza bene prima degli scatti, ma non si sa mai...


Allegati:
integration_ABE ph.jpg
integration_ABE ph.jpg [ 1.36 MiB | Osservato 346 volte ]
Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 21 novembre 2020, 12:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11672
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao!
Mi sembra che tu sia ancora troppo vicino con il correttore, dovresti allontanarlo un po'. Il fatto che da un lato il problema sia maggiore rispetto all'altro dipende dalla collimazione/allineamento. Potrebbe esserci una flessione da qualche parte, oppure una collimazione da rifinire.

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 21 novembre 2020, 13:01 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 11569
Località: (Bs)
Ha detto molto chiaramente Pilolli. :thumbup:
Stelle allungate radialmente: ancora troppo vicino il correttore al sensore.
Più da una parte che dall'altra: collimazione/allineamento non perfetti.
(Influisce anche la posizione del secondario perché il treno ottico col correttore di coma stabilisce un suo asse ottico inequivocabile; deve essere tutto in linea, non ci si scappa).
Newton F4: una bestia molto esigente. La distanza del correttore di coma deve essere aggiustata al decimo di millimetro per un correttore che sia adatto all'F4.
(Questa è la mia esperienza).
:wave:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 21 novembre 2020, 13:43 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:35
Messaggi: 16755
Località: Dove mi portano le stelle
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Dico anch'io la mia, debole della mia esperienza ormai che sta svanendo dopo anni di inattività.
Visto che il lato più interessato dalla "fuga" è un lato corto considererei anche la possibilità di una leggerissima flessione sul focheggiatore dovuta al fatto che i cavi "tirano" un pochino o che comunque sbilanciano l'assetto.
Infatti se i cavi si attaccano su un lato della camera questa tende a sforzare un po' in quella direzione con la conseguenza che dal lato opposto il sensore si allontana di qulache centesimo di mm e dalla parte dei cavi si avvicina in pari misura.
Sicuramente Giancarlo "Pilloli" ha identificato questa differenza di distanza nel posizionamento ma ciò può essere divuto anche a questo shift laterale.
Per ovviare il più possibile a questo inconveniente è possibile usare una fascetta collegata al corpo fisso del focheggiatore. I cavi fanno una breve rotazione dal corpo macchina e poi si fissano alla fascetta (ovviamente senza tirare). A questo punto si ricalibra la collimazione avendo cura di aver bloccato bene il focheggiatore.
Così si capisce con certezza quanto manca a un corretto posizionamento del correttore.
Ci sono passato anch'io ai tempi del Vixen R200SS :facepalm:

_________________
Cieli sereni da Renzo
Immagine

Prima di un acquisto parallelo, pensateci - link

Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 21 novembre 2020, 17:55 

Iscritto il: domenica 9 ottobre 2016, 14:19
Messaggi: 72
Località: Palombara Sabina
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Cita:
Mi sembra che tu sia ancora troppo vicino con il correttore, dovresti allontanarlo un po'.


Ho ancora una prolunga da 3 mm da aggiungere, ma non so se potrà essere sufficiente vista l'evidenza del difetto.

Cita:
(Influisce anche la posizione del secondario perché il treno ottico col correttore di coma stabilisce un suo asse ottico inequivocabile; deve essere tutto in linea, non ci si scappa).


Effettivamente avevo pensato che anche la posizione del secondario rispetto al piano del sensore potrebbe influire... ma sinceramente comincia ad essere una cosa piuttosto complessa da verificare e controllare. Forse con il collimatore che ho potrei riuscire a sbrogliare la matassa, ma non sono sicuro (https://www.adrianololli.com/articolo.asp?ID=2279)

Il sistema fascette verrà sicuramente utilizzato per evitare "tirate laterali" da cavi. Grazie per le idee.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: sabato 21 novembre 2020, 20:35 

Iscritto il: mercoledì 3 dicembre 2014, 12:36
Messaggi: 330
Località: Como
ippogrifo ha scritto:
Ha detto molto chiaramente Pilolli. :thumbup:
Stelle allungate radialmente: ancora troppo vicino il correttore al sensore.
Più da una parte che dall'altra: collimazione/allineamento non perfetti.
(Influisce anche la posizione del secondario perché il treno ottico col correttore di coma stabilisce un suo asse ottico inequivocabile; deve essere tutto in linea, non ci si scappa).
Newton F4: una bestia molto esigente. La distanza del correttore di coma deve essere aggiustata al decimo di millimetro per un correttore che sia adatto all'F4.
(Questa è la mia esperienza).
:wave:


Come è vero! Bisogna provarlo :crazy:

Beppe


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: lunedì 23 novembre 2020, 18:04 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 701
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Saluti a tutti amici irriducibili sempre pronti ad aiutare nel momento del bisogno. Come al solito sarò severo e perdonate.... Nella foto non si capisce niente secondo me bisogna avere il coraggio di rivedere tutto da capo. Nell'analisi fatta con ccdinspector si vede un campo deformato forse influito dalla presenza della rosetta, ma il campo è fortemente tiltato! Fare dei tentativi a caso significa perdere tempo e non avere mai il telescopio a posto. Sulle procedure da adottare ne possiamo riparlare ora è troppo lungo. Per tornare alla distanza non sono d'accordo che il sensore sia troppo vicino, al contrario per me è troppo lontano. Rifacciamno i conti: il correttore chiede 91mm di backfocus, tu hai inserito una prolunga da 40mm, + una prolunga da 5mm + l'anello T2 nikon 11mm + il tiraggio nikon 46,5mm portano la distanza a 102,5 E' vero o sbaglio? allora se le cose stanno così il sensore è troppo lontano! Comunque hai in mano tutto il necessario non ti resta che montare il treno rispettando i dati del costruttore e misurare la distanza dalla battuta del correttore al sensore della reflex indicato con un pallino e una lineetta sul corpo della fotocamera. Un consiglio... nel treno dovresti lasciare tra gli anelli uno spazio dove poter inserire o togliere gli anelli di compensazione 0,5mm 1mm che servono per ottimizzare la distanza correttore-sensore direttamente sul campo quando avrai il telescopio collimato! Nella foto si vede il vixen con il quale ho avuto a che fare in tempo passato, mi chiedo perchè non hai adottato il correttore originale? L'analisi dimostra la distorsione del campo ma sopratutto il tilt del sensore. Ripeto che in queste condizioni fare delle prove a caso non serve a niente!
Volevo chiedere a Pilloli, perchè vedo nei suoi strumenti una camera B-S zen identica alla mia, se funziona ancora? , io dismesso la mia, dopo averla spostata non c'è più stato modo di fare foto. La usavo da quasi 20anni la conoscono come le mie tasche, l'ho allineata svariate volte senza problemi, non capisco cosa sia successo.
alla prox.
Emiliano.


Allegati:
Senza titolo-3.jpg
Senza titolo-3.jpg [ 52.64 KiB | Osservato 192 volte ]

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
https://www.astrobin.com/users/starmazz/
https://www.flickr.com/photos/142594708@N04/


strumenti: Zwo asi 294, asi 244, canon eos 30D modificata, canon eos 7D.
ottiche:Tecnosky 80mm flat f/4,3, Boren-Simon 6" f/2.8, SC 300mm f/10, Mitakon 85mm f/2, GSO R.C. 6" f/9, Acromatico 120mm f/5
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: martedì 24 novembre 2020, 0:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11672
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao Emiliano.
I tentativi non vanno mica fatti a caso, si guarda l'immagine (e si vede abbastanza bene cosa c'è da sistemare) e si procede di conseguenza. Perché la vedi così nera? :)
Secondo me si tratta di scollimazione del primario, con spianatore troppo vicino al sensore (non di tanto), ma chi deve metterci le mani è ovviamente Atergan.

La Baker funziona ancora bene. Il focheggiatore è un po' duro, ma per il resto fa il suo dovere. La uso molto poco, purtroppo. Infatti tra poco temo che finirà su Astrosell. Ho troppi telescopi e adesso che vado poco in montagna, non riesco più usarli tutti.

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: martedì 24 novembre 2020, 19:46 

Iscritto il: domenica 9 ottobre 2016, 14:19
Messaggi: 72
Località: Palombara Sabina
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Cita:
Come al solito sarò sever

esattamente quello che cercavo.

Cita:
l'anello T2 nikon 11mm

Vero, non l'avevo considerato. Però l'ho misurato e il mio raccordo T2 Nikon sembrerebbe prendersi circa 8mm quindi dovrei aver lavorato a 99,5mm invece che a 91. Ho preso le misure dalla battuta dell'innesto dell'obiettivo alla battuta di fine filettatura.

Cita:
nel treno dovresti lasciare tra gli anelli uno spazio dove poter inserire o togliere gli anelli di compensazione 0,5mm 1mm che servono per ottimizzare la distanza correttore-sensore direttamente sul campo quando avrai il telescopio collimato!

Gli anelli di compensazione sono per me una novità. In passato ho sempre utilizzato degli SC e tutti questi problemi con misure, raccordi, adattatori, prolunghe... non ne ho mai avuti. Mi informerò. Per la collimazione, ti assicuro che avevo collimato. Il problema secondo me sta anche nel focheggiatore dello SkyWatcher. Dopo aver utilizzato altri focheggiatori posso dire che quelli montati sui tubi Skywatcher, anche sul mio 250 f/4, sono veramente dozzinali, il barilotto ha una misura indefinita e l'anello di bloccaggio è di qualche decimo di millimetro più stretto dei 2", infatti alcuni accessori li devo praticamente forzare per entrare. poi passato l'anello di bloccaggio ballano abbondantemente dentro il barilotto. Considerando che il correttore è attaccato all'anello T2-Nikon tramite prolunghe T2, quindi con diametro più piccolo dei 2 pollici, a mio avviso il correttore si posiziona come capita nel focheggiatore.

Cita:
mi chiedo perchè non hai adottato il correttore originale?

Semplicemente perchè l'ho pagato un terzo ed ho visto ottimi risultati ottenuti da altre persone con il Baader.

Ho effettuato altri scatti aggiungendo anche la prolunga da 3mm dopo aver letto i primi interventi.
Appena avrò modo di dargli una sistemata vediamo se effettivamente la situazione è peggiorata.

Intanto grazie per il tempo dedicato al mio problema.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Distanza correttore-sensore
MessaggioInviato: mercoledì 25 novembre 2020, 17:51 

Iscritto il: domenica 9 ottobre 2016, 14:19
Messaggi: 72
Località: Palombara Sabina
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ho cercato di riproporre la stessa inquadratura ed ho cercato di far alloggiare in modo migliore il correttore dopo aver fatto una scrupolosa collimazione.
Effettivamente direi che a parte alcune geometrie, aggiungendo anche la prolunga da 3 mm la situazione sia peggiorata.


Allegati:
rosetta integration_ABE.jpg
rosetta integration_ABE.jpg [ 1.91 MiB | Osservato 124 volte ]
Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010