1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 17 settembre 2019, 14:15

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 13:04 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 467
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Strumentofilo
Buongiorno a tutti;

ho appena aggiornato il mio foglio elettronico contenente tutti i dati ed i calcoli che io sia stato capace di inserire (viewtopic.php?f=3&t=95839&p=1181653#p1181653) e mi sono soffermato su un argomento solitamente poco trattato: il Coefficiente di trasmissione.

Se, mettendo assieme un buon rifrattore ed un ottimo oculare, composto da un numero ridotto di lenti, realizzare con ottimi vetri e con dei trattamenti anti riflesso di ultima generazione, è possibile avere un coefficiente di trasmissione abbastanza vicino all'unità (97-98%) il che comporta una perdita, espressa in magnitudini di circa 0,03, ho provato anche a fare un altro esperimento.

Risulta cosa nota che gli SC siano tra le configurazioni più "sprecone" in tal senso ma non credevo tanto, specialmente quelli più datati.

Dunque: due superfici aria-vetro per la lastra di Smith, tre coefficienti per i tre specchi (primario, secondario e diagonale), oculare di media qualita ... se ci aggiungiamo anche la torretta binoculare (50% per ogni occhio più l'assorbimento dovuto allo spessore dei prismi), risulta un fattore di trasmissione totale che sembra incredibilmente basso, tanto da far perdere, a seconda della qualità dei passaggi citati ...

... beh, se vi anticipo i risultati potreste darmi del pazzo.

Quello che proporrei, a chi ne abbia curiosità e voglia, è di provare a fare un po' di conti, magari uno in linea di minima (immaginando di usare prodotti di qualità e costosi) ed un secondo di massima (immaginando di utilizzare prodotti economici) e poi confrontare i dati qui, nel forum.

Sappiatemi dire.

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Ultima modifica di bardix il giovedì 8 agosto 2019, 7:50, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 14:22 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24664
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ma tutti questi conti li proveremo poi direttamente sul cielo? :)

Tre settimane fa ho fatto, finalmente, la prova che aspettavo di fare da anni: ho confrontato due immagini che due telescopi dello stesso diametro e diverso rapporto focale mi restituivano allo stesso ingrandimento e con lo stesso numero di lenti, trattamenti antiriflesso moderni e occhi differenti a valutare.

In particolare ho fatto la prova tra uno Schmidt Cassegrain 20cm f/10 e uno SkyWatcher 20cm f/6.

Uno era equipaggiato con un Explore Scientific 24mm 68° (2,3mm di p.u. sul C8) e uno con il Nagler 13mm Type 6 (2,1mm di p.u. sul newton).

M51 era assolutamente identica nei due tubi :mrgreen:
Luminosità uguale.
Dettagli uguali.
Fondo cielo scuro uguale.

Finalmente ho potuto aver la prova empirica che in visuale è la pupilla d'uscita a comandare la luminosità dell'oggetto, e non il rapporto focale.
Che poi, in realtà, era una cosa ben nota. Però, mai provata sui miei occhi.

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4
Celestron C8 XLT su Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 14:28 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 467
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Strumentofilo
Personalmente posso dirti che ho provato la torretta (con gli stessi oculari) e su un C9.25 dove scuriva "drammaticamente", diversamente dal mio dobson 300/1500 dove la riduzione di luminosità si notava molto meno.

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 14:38 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24664
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Eh, infatti sul C9,25 (e con gli stessi oculari) avevi una pupilla d'uscita molto inferiore rispetto a quella che avevi sul Newton.

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4
Celestron C8 XLT su Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 15:13 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 467
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Strumentofilo
No, non hai capito, il confronto è C9.25 con e senza torretta e dobson, con e senza torretta, non C9.25 con dobson.

In altre parole il primo, montandogli la torretta scurisce molto di più, di quanto non faccia il secondo, sempre confrontando la luminosità sullo stesso strumento senza e con la torretta.

Comunque, con tutta la simpatia, io avrei aperto questo 3D sul coefficiente di trasmissione; direi che la pupilla di uscita, per quanto argomento interessante sia un tantino OT :wink:

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 15:43 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 26 settembre 2008, 9:11
Messaggi: 974
Località: Veneto
bardix ha scritto:
Quello che proporrei, a chi ne abbia curiosità e voglia, è di provare a fare un po' di conti, magari uno in linea di minima (immaginando di usare prodotti di qualità e costosi) ed un secondo di massima (immaginando di utilizzare prodotti economici) e poi confrontare i dati qui, nel forum.

Christen ha fatto un confronto simile:

http://www.csun.edu/~rprovin/roland/coating.html

_________________
Osservo con:
Dobson 450/1900, Travel-Dobson 250/1000, mini-dobson 150/600 autocostruiti
Intes Micro Alter Mak 715 deluxe


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 16:00 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11607
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
bardix ha scritto:
Buongiorno a tutti;

ho appena aggiornato il mio foglio elettronico contenente tutti i dati ed i calcoli che io sia stato capace di inserire (viewtopic.php?f=3&t=95839&p=1181653#p1181653) e mi sono soffermato su un argomento solitamente poco trattato: il Coefficiente di trasmissione.

Se, mettendo assieme un buon rifrattore ed un ottimo oculare, composto da un numero ridotto di lenti, realizzare con ottimi vetri e con dei trattamenti anti riflesso di ultima generazione, è possibile avere un coefficiente di trasmissione abbastanza vicino all'unità (97-98%) il che comporta una perdita, espressa in magnitudini di circa 0,03, ho provato anche a fare un altro esperimento.

Risulta cosa nota che gli SC siano tra le configurazioni più "sprecone" in tal senso ma non credevo tanto, specialmente quelli più datati.

Dunque: due superfici aria-vetro per la lastra di Smith, tre coefficienti per i tre specchi (primario, secondario e diagonale), oculare di media qualita ... se ci aggiungiamo anche la torretta binoculare (50% per ogni occhio più l'assorbimento dovuto allo spessore dei prismi), risulta un fattore di trasmissione totale che sembra incredibilmente basso, tanto da far perdere, a seconda della qualità dei passaggi citati ...

... beh, se vi anticipo i risultati potreste darmi del pazzo.

Quello che proporrei, a chi ne abbia curiosità e voglia, è di provare a fare un po' di conti, magari uno in linea di minima (immaginando di usare prodotti di qualità e costosi) ed un secondo di massima (immaginando di utilizzare prodotti economici) e poi confrontare i dati qui, nel forum.

Sappiatemi dire.


Scusa la domanda un po' cruda, ma... lo scopo di questo thread quale sarebbe? Vedere se sappiamo usare una calcolatrice? :)

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 16:08 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24664
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ah e dicetelo! :oops:

Quoto la firma del buon Renzo:
Il titolo del topic non è un optional. Usiamolo bene!

Perdonami ma avevo preso il topic un po' più in senso largo.

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4
Celestron C8 XLT su Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 17:34 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 13:55
Messaggi: 467
Località: Trieste
Tipo di Astrofilo: Strumentofilo
dob ha scritto:
Christen ha fatto un confronto simile:

http://www.csun.edu/~rprovin/roland/coating.html

Accipicchia, mi hai praticamente spoilerato il 3D :surprise:

Aggiungici la torretta e trasforma il risultato in magnitudini perse: quando ho fatto i conti non ci potevo credere :crazy:

@ Pilolli: lo scopo sarebbe quello di rendere gli amici del forum coscienti e cosapevoli (senza dare la pappa in bocca a tutti) dell'enorme differenza fra un prodotto di qualità ed uno dozzinale e di quanto quest'ultimo sprechi; averlo scoperto personalmente e quasi per caso per me è stata una sorpresa che sulle prime non ci potevo credere.

_________________
Cieli limpidi sopra menti serene.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Da non credere ...
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 17:52 

Iscritto il: venerdì 11 marzo 2011, 21:13
Messaggi: 170
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista
Parere di un neofita
Utilizzando la torretta sul Dobson non cambia suo raporto focale pero su catadiottrici si ,per esempio un C8 con focale 2000 mm in monoculare utilizzando torretta avra un focale 2400 mm e da f/10 diventa f/12 e utilzzando un oculare 20 mm abbiamo per monoculare x117 e PU 2 e con torretta abbiamo x141 con PU 1,6 ,secondo voi questo non po essere il motivo che il C9,25 scurisce di piu.

_________________
Osservo con
APM 140/980 TS apo 130/910 e C8 HD e torretta Zeiss
Binocolo APM 120/660 ED.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010