1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è sabato 7 dicembre 2019, 16:23

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: astrofotografia con Celestron C.9.25
MessaggioInviato: sabato 3 agosto 2019, 22:59 

Iscritto il: domenica 7 luglio 2019, 19:57
Messaggi: 4
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Salve a tutti.
Ho alcuni dubbi riguardo al mio setup fotografico e sul mio strumento. Una delle cose che non mi spiego riguarda la focale. Mi spiego meglio: la focale dichiarata dalla casa celestron é 2350 mentre da una foto di pinpoint risulta 2110... differenza notevole... come si spoega? Il mio setup prevede un riduttore alan gee con oag ruota atik e ccd atik383. Inoltre non riesco a collimare bene lo strumento... cosa che mi porta via molto tempo seppur avendo installato le bobs... anche perche noto che perde la collimazione molto faciñmente forse dovuta alla mncnza del blocco del primario. Poi noto che il secondario ha un po di gioco come se si stesse svitando o comunque si muove e credo non debba farlo. Finora solo tanti tentativi per far uscire una foto decente ma ad ogni trasferta esce qualche nuovo inghippo. Vi ringrazio per le risposte e vi prego di consigliarmi qualsiasi soluzione possa facilitarmi con questo setup. Grazie a tutti Giacomo


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 5 agosto 2019, 16:07 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 19:37
Messaggi: 11616
Località: Bergamo
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao Filippo.
Innanzitutto, direi che nel tuo setup c'è qualcosa di serio che non va. Se hai dentro un riduttore di focale e la riduzione è inferiore al 10% della focale originale, decisamente abbiamo un problema.
Per farci un'idea chiara, dovresti descriverci per bene il tuo setup, magari corredandolo da una foto. Sei sicuro di aver rispettato tutte le giuste distanze tra le varie componenti di ripresa?
Il secondario che va a zonzo non è un buon segno. Se oltre a ruotare si sposta, potrebbe essere quello il problema che riscontri. Dovresti bloccarlo meglio serrando la ghiera interna (o quella esterna se è un fastar).
Attendiamo più informazioni. :)

_________________
Strumentazione
Newton TS 6" - RC 8 GSO - MN 180/1000 Skywatcher - Zen schmidt camera 250 F/3 - Vixen Visac
Simak 240/1310 Zen - Konus Vista arancione (acro 80/400) - TMB 152 F/8, Borg 100ED, SolarAlpha 120
G11 fs2 - Vixen NEXSXD
Canon 450D - Magzero 9- QHY8L- Lodestar II - Moravian G3 6300


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 13:35 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 459
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Anche secondo me, il problema di perdita di collimazione, è dovuto al movimento del secondario, che è assolutamente da sistemare.
Per quanto riguarda quella focale, penso sia il valore senza riduttore, generalmente si discosta da quello ufficiale, ad esempio il mio c9xlt ha una lunghezza focale di 2241!
Certo che te hai ulteriori 130 mm in meno..
Con il riduttore dovresti andare intorno ai 1350/1400 mm..

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 15:00 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: martedì 6 maggio 2008, 11:59
Messaggi: 9045
Località: San Francesco al Campo [TO]
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Buongiorno, io ho un C8 e, negli anni, credo di aver capito (ma potrei sbagliarmi) un po' di cose relativamente agli SCT: nel C8 il primario è F2 (quindi 406mm) mentre il secondario funziona da moltiplicatore di focale x5. Il problema è che questo rapporto moltiplicativo soffre dello stesso difetto delle barlow: lavora bene quando la posizione reciproca tra primario e secondario sono ad una determinata distanza, ossia quella necessaria per andare a fuoco con un oculare da ~25mm, il visual back da 1"¼ e un diagonale.

Per il riduttore di focale il discorso è analogo: il riduttore della Celestron lavora bene a 110mm (secondo altri docuementi della Celestron a 105mm) dal sensore purché sia avvitato direttamente alla culatta dello SCT. Introdurre, per esempio, un fuocheggiatore esterno, sposterebbe più avanti il primario e renderebbe l'effetto del riduttore inefficiente.

Fatto tutto questo spippone, credo che il caso in questione implichi qualche distanza non rispettata che andrà controllata specificamente.

_________________
Simone Martina
(a.k.a. gaeeb)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Gruppo Astrofili Edward Emerson Barnard
Home Page: www.gaeeb.org
Facebook: facebook.com/gaeeb
Twitter: twitter.com/gaeeb_org

autocostruttite.wordpress.com


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 20:49 

Iscritto il: domenica 7 luglio 2019, 19:57
Messaggi: 4
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ringrazio tutti per le risposte ma devo spiegarmi meglio.

La misura rilevata dalla foto di pinpoint è SENZA RIDUTTORE DI FOCALE. La mia domanda è come mai rivela circa 20cm in meno rispetto a quanto dichiara la casa produttrice?? mi sembrano esagerati!

Per quanto riguarda il movimento del secondario ho smontato la lastra e serrato in tubo di supporto per cui ora non balla piu. Ho però avuto una idea forse un po' troppo audace. Ho deciso di pulire la lastra e per farlo mi sono documentato su internet. Ebbene vi spiego il procedimento:
- indosso i guanti e sistemo all'interno di una bacinella, su un panno in microfibra blu la lastra;
- verso dell'acqua distillata e qualche goccia di sapone per i piatti;
- passo delicatamente dell'ovatta sulla lastra imbevuta della stessa acqua e sapone presente nella bacinella;
- miscelo dell'acqua distillata con alcool isopropilico in quantità pari al 50% - 50%;
-ripasso di nuovo l'ovatta come fatto precedentemente;
-risciacquo la lastra con acqua distillata;
- asciugo con phone.
Lastra impeccabile. tutte le macchie di grasso sono scomparse ma cominciano i dubbi...

Rimonto tutto, ovviamente il telescopio è super scollimato ma comincia a venirmi il dubbio di aver fatto qualche danno al trattamento antiriflesso della lastra correttrice e comincio ad impanicarmi a tal punto che decido di montare velocemente.

Sarà la suggestione ma io trovo il telescopio più "buio" oltre a vedere dei "pulcini" invece di stelle... spero dovute alla sola collimazione. Allego foto fatta a piena focale che ancora devo capire se è 2350 oppure 2100 (come dice pinpoint)... bah!
Attendo di nuovo delle risposte.
Grazie a tutti


Allegati:
IMG_4473.JPG
IMG_4473.JPG [ 86.6 KiB | Osservato 1001 volte ]
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 21:13 

Iscritto il: martedì 26 dicembre 2017, 11:48
Messaggi: 428
Il telescopio è completamente scollimato...ma ci può essere di peggio: sei sicuro di avere rimontato la lastra nel giusto verso?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 21:32 

Iscritto il: domenica 7 luglio 2019, 19:57
Messaggi: 4
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si di questo sono sicuro... ho segnato la parte anteriore


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 6 agosto 2019, 22:07 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 459
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
A me sembra solamente una foto di stelle sfocate con ottica scollimata..

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 10 agosto 2019, 14:31 

Iscritto il: domenica 7 luglio 2019, 19:57
Messaggi: 4
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
ho smontato il telescopio e scoperto il problema.
C'era una vite che grattava sul primario quando mettevo a fuoco (allego foto)... attenzione a chi ha il mio stesso strumento.

Ecco spiegati i miei problemi di collimazione e messa a fuoco.


Allegati:
1.jpg
1.jpg [ 228.09 KiB | Osservato 903 volte ]
Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: sabato 10 agosto 2019, 15:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6458
Località: Roma
Cita:
ho smontato il telescopio e scoperto il problema.
C'era una vite che grattava sul primario quando mettevo a fuoco (allego foto)... attenzione a chi ha il mio stesso strumento.

Ecco spiegati i miei problemi di collimazione e messa a fuoco.


E' uno dei problemi più stupidi, ma purtroppo frequenti negli SC, a me è capitato parecchie volte, la prima con un C5 del quale non riuscivo a comprendere la scollimazione , alla fine ho risolto semplicemente traguardando attraverso la lastra il fondo dello strumento, senza smontarlo.
Quanto alla pulizia, secondo me l'ovatta non è il meglio in quanto potrebbe recare dei micro punti di agglomerazione del tessuto, senz'altro meglio un panno in microfibra.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010