1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è lunedì 26 agosto 2019, 10:56

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lunedì 22 luglio 2019, 13:34 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 446
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ho una domanda che mi frulla per la testa e a cui non riesco a dare una risposta..
Ho un c9.25 xlt al quale ho preso il riduttore/correttore celestron e utilizzo, per ora, una dslr nikon.
Dato che il sito del costruttore non dice niente, ho trovato su quello di un rivenditore che il backfocus è a 85mm, su una discussione ho letto addirittura oltre i 100mm.
A che distanza dovrebbe stare il sensore?

Ora la configurazione è:
c9 - riduttore - adattatore da sct a nikon - dslr

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 22 luglio 2019, 15:02 

Iscritto il: martedì 18 aprile 2006, 10:34
Messaggi: 592
Località: Brescia
Nel pdf dedicato agli SC di Fulvio Mete http://www.pno-astronomy.com/Astro%20Li ... estron.pdf a pag 6 è indicata una distanza di 106mm.

Alberto

_________________
Il dubbio è alla base dell'intelligenza umana Davidem27 cit.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 22 luglio 2019, 15:57 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 446
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ho visto il pdf, grazie mille.
Ho però dei dubbi..
il pdf parla che il tubo nudo e crudo ha un backfocus di 100mm ai quali vanno aggiunti 106mm del riduttore.
Vorrebbe dire che dalla fine del filetto sc del tubo devo portare il sensore a 206mm?
Sono 20 cm!! Forse sbaglio e devo contare solo i 106 dalla fine del riduttore?
E se fosse più vicino? Oltre ad avere una cattiva correzione le stelle risulterebbero di diametro maggiore?

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 23 luglio 2019, 11:14 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1711
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Alla fine del filetto del tubo SC, devi avvitare il riduttore di focale e poi, partendo dal filetto del riduttore, distanzi la camera di 100 o 110mm, con opportuni distanziatori, e/o usando un fochegiatore esterno, oppure l'OAG, oppure un disco per filtri, ecc.
Se vai oltre, come ti indica quel grafico sul PDF, avrai una maggiore riduzione, ma vedrai il coma sulle stelle o deformazioni ai bordi dell'immagine.
Se gli dai una minore distanza, avrai una minore riduzione.
Tieni presente anche la variabilità delle focali dello S/C
http://www.telescopedoctor.com/articoli/focali-c8.pdf


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 23 luglio 2019, 12:02 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 446
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Si, il mio è ben sotto i 2350 di focale.
Il problema sarà trovare un raccordo giusto..
Ora ho, dopo il riduttore, questo adattatore https://www.adrianololli.com/public/3569_1.jpg
Credo ci voglia una prolunghina di uno o due centimetri..

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: martedì 23 luglio 2019, 17:49 

Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 14:33
Messaggi: 1711
Località: Termoli (CB) Italy
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sul mio C8 uso gli estensori per macro M42, presi sulla baia.
Costano pochissimo e fanno il loro lavoro in piena sicurezza, anche se non si avvitano completamente al passo T2.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 24 luglio 2019, 8:09 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 446
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Bene a sapersi!
A questo punto misuro il treno e ne cerco uno per arrivare ai 100/110mm.

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 24 luglio 2019, 9:13 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 8 dicembre 2012, 12:35
Messaggi: 1212
Località: Torino
Non vorrei dire un'inesattezza (gli esperti confermino per cortesia) ma nei tuoi calcoli devi considerare il tiraggio della dslr, che per una Nikon dovrebbe essere 46.5mm

Ale


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: mercoledì 31 luglio 2019, 13:30 

Iscritto il: giovedì 21 giugno 2018, 11:31
Messaggi: 446
Località: Santarcangelo di Romagna
Tipo di Astrofilo: Visualista aspirante Fotografo
Ieri sera ho misurato, attualmente ho circa 46 mm del sensore all'attacco nikon e altri 40 mm di adattatore..
significa che mi servono 20mm

_________________
Emanuele


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 11 agosto 2019, 21:12 

Iscritto il: lunedì 15 agosto 2011, 9:32
Messaggi: 154
Località: Livorno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Tocchi un tasto dolente, almeno con me: backfocus e riduttore del C9.25...mamma mia :facepalm:

Chi ti ha detto 85 mm di distanza tra riduttore e sensore...ha detto non bene...BENISSIMO!
Ci ho perso parecchio tempo dietro, in teoria e in pratica, capendo alcune cose di cui non tutti sono al corrente.

1. Prima di tutto i riduttori che dichiarano di portare ad f/6.3 i vari Celestron SC f/10 non sono tutti uguali, ed ogni marca/rebrander lavora "benino" ad una propria distanza.

2. Se si parla dell'originale Celestron, tale distanza è 85-87 mm, e non 105: se monti una reflex full frame avrai vignettatura, certo, ma esaspererai anche il difetto evidenziato per distanze di lavoro sbagliate, così da capire bene cosa succede. Già con una APS-C, se ti metti a 105-110 mm, avrai una forte sovra-correzione, e le stelle ai bordi formeranno piccoli segmenti curvi centrati sull'asse ottico, sempre più ampi allontanandosi dal centro. Al contrario, se la distanza di lavoro è troppo esigua (sotto-correzione), noterai stelle come comete verso i bordi, proprio come il coma dei newton. N.B. Il fattore di riduzione cambia, seppur di poco, al variare della distanza di lavoro.

3. Nella realtà, le stelle migliori le avrai intorno ad 84 mm, riducendo leggermente la correzione ed il fattore di riduzione: piccolo crop, et voilat :mrgreen:
Uno strumento collimato mostrerà in maniera simmetrica eventuali inevitabili difetti delle stelle ai bordi, altrimenti da un lato sembrerà migliore, e dall'altro peggiore, ovviamente.

4. La messa a fuoco NON andrà fatta al centro del frame, ma semmai a metà strada tra il centro ed il bordo, in modo da avere una migliore immagine globale: il riduttore/correttore Celestron usato sugli SC "normali" non li rende MAI perfetti :(

Spero di esserti stato utile :wave:

_________________
Celestron C9.25 su Skywatcher AZ-EQ6, Sharpstar 107/700 APO, SW 70/500, EOS 5D Mark IV, ZWO ASI 1600MM-C PRO, ZWO ASI 224mc...e svariate lenti CANON.


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010