1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 16 luglio 2019, 23:32

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: giovedì 4 aprile 2019, 8:18 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 21 febbraio 2006, 18:47
Messaggi: 3875
Località: Villa C. (MI)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Una collimazione di massima c'è ma bisogna lavorarci per ottenerne una fine; serve una stella e analisi della figura di Airy

_________________
*******************************
Roberto Porta - photallica v. 2.0

"Quando credi di essere perfetto, sei finito!" (Valentino Rossi)


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: giovedì 4 aprile 2019, 23:56 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 9 luglio 2006, 13:08
Messaggi: 363
Località: lucca
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Saluti, ....Dalla foto postate non sì capisce molto, sarebbe utile riprendere 3/4 pose brevi guidate con il telescopio allo zenit, allora si può fare un'analisi mediata e si capisce meglio.
La foto dello startest mostra un notevole disallineamento l'ombra del secondario non è centrata sullo specchio, insomma l'anello non è concentrico. Il campo stellare sembra quasi un mosso da inseguimento, ma guardare meglio si vedono le crociere sdoppiate. Comunque posto i risultati con ccdinspector anche se come ripeto una sola foto non fa testo. Io inizierei con un oculare cheshire, alla fine delle operazioni dovresti vedere che il puntino nero disegnato nel foro del cheshire sia centrato sul marker del secondario, e dovresti vedere tutto lo specchio primario, credo che dovresti vedere i quattro sostegni che reggono il ragno del secondario, oppure le graffette che bloccano lo specchio principale nella sede. Naturalmente il treno del focuser deve essere messo a battuta come da costruzione. Le prime 2 foto mostrano il sensore in 3d e come si vede si nota una forte incurvatura, la 3a immagine rappresenta la forma la delle stelle, se le stelle fossero rotonde la mappa apparirebbe blù scuro, purtroppo passa da un verde all'arancione stelle fortemente deformate, ma questo si vede anche ad occhio. La 4a immagine mostra i valori di disallineamento. L'oculare cheshire ha un foro centrale con un puntino nero per centrare meglio il secondario, quindi usare un portarullino fotografico con un foro fatto in casa non è certo ideale. Comunque nel mio sito ho scritto qualche indicazione pratica che ho adottato per collimare il mio rc8" f/8 e 6" f/9, Capisco che il tuo è un bestione più difficile da trattare, ma penso che un pò di pazienza farai delle foto spettacolari.
Buon lavoro Emiliano.


Allegati:
3dplot1.jpg
3dplot1.jpg [ 52.92 KiB | Osservato 279 volte ]
3dplot2.jpg
3dplot2.jpg [ 21.04 KiB | Osservato 279 volte ]
aspect.jpg
aspect.jpg [ 21.45 KiB | Osservato 279 volte ]
curvatura.jpg
curvatura.jpg [ 46.56 KiB | Osservato 279 volte ]

_________________
https://emimazz.wixsite.com/ilmiosito
strumenti: canon eos 30D modificata, canon eos 7D,
ottiche: tecnosky 80mm f/4,3, Boren-Simon 150mm f/2.8, MTO 1100mm f/10,5, SC 300mm f/10, SC250mm f/10 Mitakon 85mm f/2, GSO r.c 150mm f/9 acromatico 120mm f/5
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: venerdì 5 aprile 2019, 17:34 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 18:27
Messaggi: 747
Località: Rosarno (RC)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Grazie mille a tutti, lavorando con un poco di pazienza tramite una stella sfocata sono riuscito a portarlo a una collimazione accettabile. Nelle prossime sere che sarò in osservatorio lo porterò alla precisione massima raggiungibile.
Molto probabilmente, il cerchietto sul secondario non è precisamente al centro, da qui sono probabilmente scaturiti i maggiori errori che avevo.

_________________
Tony B.

Strumentazione:
RC 500 mm F8 + CCD FLI PLI 1001 + rifrattore guida 127 mm f9
Newton SW Black Diamond 250 mm + CCD Atik 314L + rifrattore guida 80mm f5
EQ6 Pro
SC Meade LX200 10" f6.3
EQ6 Pro
SkyWatcher Star Adventurer


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: venerdì 5 aprile 2019, 20:26 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6312
Località: Roma
Cita:
Sfocando una stella nelle due direzioni ottengo quello mostrato nella foto, secondo voi quanto è ancora scollimato? È scollimato il primario? Perché facendo delle pose ccd le stelle sono allungate.

Se posso fare un commento, l'analisi della figura di diffrazione col CCD andrebbe fatta molto più vicino al fuoco.Sfocando molto, come nella prima foto allegata, anche scollimazioni pesanti non vengono individuate.Proprio in queste serate mi trovo di fronte ad un problema analogo con un Cassegrain modificato, ancora più difficile da collimare dell'RC.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: mercoledì 17 aprile 2019, 22:26 

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 15:30
Messaggi: 151
Località: bergamo provincia
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao, recentemente io ho costruito un rc, la struttura intendo, se posso permettermi ti dico come faccio io e mi sono sempre trovato bene. Come prima cosa senza focheggiatore centro con un laser, che ovviamente deve essere perfettamente collimato il centro del secondario e come detto da te il fascio deve tornare al laser centrato, il primario come Giancarlo utilizzo o la singola stella oppure il campo del ccd, con me a sempre funzionato(ovviamente anche col secondario vedo una stella) . Il problema visto da te in foto mi è successo 1volta in fase di test(quando i materiali non erano definitivi), la prima volta la cella del secondario era tensionata, fuori fuoco sembrava ok, al fuoco subentrava astigmatismo. La seconda volta, e mi sembra strano però con un f8 mi è successo con la baker di zen, il primario era talmente fuori che praticamente il centro del fotogramma era ok, i bordi erano da un lato in intra e dall' altro extrafocale (merito di Romano che mi ha aiutato...). Ultima cosa vista su un telescopio rc non mio , il primario non era in asse ottico con il secondario è focheggiatore.... Ma questo sarebbe un errore strano si uno strumento del genere.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: giovedì 18 aprile 2019, 11:33 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 novembre 2011, 9:25
Messaggi: 684
Località: viterbo
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ma come si fa a sapere che il laser è in asse con il tubo del focheggiatore , che il tubo sia in asse con il primario e che la tolleranza del laser sia accettabile?
Sto avendo gli stessi problemi con un dall kirkham 250.
Se collimo con il laser colli della baader ho un errore sul centro del secondario di circa 3/4 mm al variare della posizione del laser all'interno del fok. :?

Come si procede?

_________________
Osservo con:
Officina Stellare apo152f8,Northek DK 250 f20,Celestron c9,1/4
Astro professional 152 f6


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Collimazione Ritchey-Chretien
MessaggioInviato: giovedì 18 aprile 2019, 22:21 

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 15:30
Messaggi: 151
Località: bergamo provincia
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Io avevo un laser colli della baader ed era inutilizzabile tanto era scollimato , ho preso un laser della meade, arrivato leggermente scollimato, però l' avevo acquistato in quanto collimabile, per sistemarlo l' ho fatto montare su un tornio e l' ho collimato, all' inizio ad una distanza di 3m ruotando creava un cerchio dal diametro di 30mm :facepalm: , una volta sistemato ruotando il punto era sempre allo stesso posto! Per il focheggiatore infatti io non monto il laser li dentro, lo collego direttamente alla culatta del telescopio tramite raccordi appositamente costruiti (ho utilizzato la procedura di una famosa azienda di rc). Per i vari centri ottici tubo primario ecc. ecc io mi sono fatto costruire boccole appositamente calibrate, ma io in questo caso ti parlo del mio che è autocostruito...., ad esempio la cella del mio rc scorre su una boccola centrata nella culatta....


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010