1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è giovedì 15 novembre 2018, 0:50

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Astrografo da affiancare al C9.25?
MessaggioInviato: mercoledì 15 agosto 2018, 14:46 

Iscritto il: lunedì 15 agosto 2011, 9:32
Messaggi: 117
Località: Livorno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao a tutti!
Ormai sono iscritto da un po' di tempo, ed alcuni di voi avranno avuto modo di vedere qualche mia ripresa deep-sky, che di solito realizzo con un C9.25 (generalmente ridotto ad f/6.3) o con teleobiettivi Canon tra i 200 ed i 400 mm di focale.
Sto valutando di acquistare un rifrattore apocromatico di buon livello che deve rispettare alcune "regole":

1. Non deve essere ingestibile per la mia AZ-EQ6, in quanto a peso e ingombro
2. Deve complementare la focale del C9.25 (2350 nativi e 1500 mm quando ridotto)
3. Deve necessariamente prediligere un utilizzo prettamente fotografico, al momento abbinato ad una ASI 1600MM-PRO
4. Budget non oltre i 1500-2000 euro
(5.) Ho fatto funzionare la OAG sul C9.25, e per semplicità potrei montarla anche sul nuovo rifrattore :think:

Non avendo esperienza di rifrattori (lasciamo perdere il mio primissimo Konus 60/900 del 1994 :mrgreen: ), ho notato che un primo bivio da affrontare è quello tra rifrattori spianati in partenza (con spianatori integrati o schemi ottici dedicati) o tradizionali tripletti da abbinare a riduttori/spianatori. Gli "spianati" sembrano l'approccio più intelligiente, ma impongono una focale fissa...al contrario di tripletti classici che possono essere usati tal quali o ridotti+spianati: il sensore della 1600 non è enorme, e magari non va a sfruttare mai i bordi del cerchio immagine.

Sono indeciso tra alcuni modelli da 80-102-107, con focali native dai 480 ai 700 mm e pesi tra i 3,5 ed 6,5 Kg. Mi piacciono molto i modelli marchiati TS (80-102), ma anche il 107/700 Sharpstar o TS. Vorrei comunque smettere di usare il teleobiettivo da 400 mm (per quanto ottimo è pure zoom) e sfruttare ancora il più adatto 200 mm fisso. Oltretutto, abituato alle schifose e deformatissime stelle che vedo nella guida fuori asse attraverso il bordo del C9.25 (non-HD)...immagino non dovrei avere affatto problemi con alcuno di questo rifrattori :|

Avete consigli da darmi in proposito? Sto facendo valutazioni corrette...o sono totalmente fuori strada???

_________________
Celestron C9.25 su Skywatcher AZ-EQ6, Sharpstar 107/700 APO, SW 70/500, EOS 5D Mark IV, ZWO ASI 1600MM-C PRO, ZWO ASI 224mc...e svariate lenti CANON.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 19 agosto 2018, 18:10 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Secondo me se prendi un tubo già progettato spianato per la fotografia non puoi sbagliare e non avrai mai problemi. Quando va a fuoco sei a posto, non hai da rispettare distanze tra spianatore e sensore, ecc. quindi zero problemi. Monti la fotocamera, metti a fuoco e fotografi. Mica male... La forza di un buon rifrattore è questa, successo al primo colpo... Tanto se prendi uno strumento che necessita di uno spianatore poi alla fine non avrai tanta flessibilità in più sulla focale, anzi, secondo me userai il setup che funziona meglio e basta. Gli schemi ottici di questi strumenti sono mutualti da quelli degli obbiettivi fotografici a lunga focale, quindi sono generalmente molto validi, proprio perchè sono stati progettati da grosse case.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 20 agosto 2018, 16:42 

Iscritto il: lunedì 15 agosto 2011, 9:32
Messaggi: 117
Località: Livorno
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Ciao Fabio (Cocco Bill? :mrgreen: )

In effetti sarei orientato su un modello spianato, anche se evidentemente il termine "spianato" è utilizzato con troppa facilità.
Un ottica che mi intriga parecchio, almeno sulla carta è questa qui:
https://www.teleskop-express.de/shop/product_info.php/info/p7331_TS-Optics-Imaging-Star-102-mm-f-5-1---6-element-Flatfield-APO-Telescope.html

...oppure questa: https://www.teleskop-express.de/shop/pr ... d-APO.html

Ma entrambe sembrano necessitare di distanze di backfocus ben precise: campi spianati, ma distanze comunque da rispettare.
Ecco che quindi la mia scelta potrebbe benissimo essere un ottica come lo Sharpstar 107/700, da usare "tal quale" o ridotto/spianato a focali simili ai primi due.
Oltretutto...e correggimi se sbaglio...il sensore della mia 1600MM-PRO è relativamente piccolo (17,7 mm lato lungo): possibile che su un tele come questo, SENZA riduttore/spianatore, già mostri stelle deformate? Dio bono...allora fa più schifo del mio C9.25 :wtf:

TS offre lo Sharpstar 107/700, ma non il piccolo 80, che invece (per risparmiare un po') mi piacerebbe parecchio, e che ho trovato qui:
https://www.telescopi-artesky.it/it/artesky/rifrattori-apocromatici-/3510-rifrattore-80-tripletto-f-625-sharpstar.html

N.B. Il mio intendimento, vista la pigrizia a spostarmi ed i cieli comunque non eccelsi delle campagne che mi circondano, è acquistare i filtri narrowband S ed O da affiancare all'H Alpha che già possiedo, e che mi entusiasma. Fare tricromia con quelli da città sarebbe perfetto, e non servirebbe nemmeno un rifrattore incredibilmente ottimizzato per l'uso fotografico visuale. E' una riflessione stupida?

_________________
Celestron C9.25 su Skywatcher AZ-EQ6, Sharpstar 107/700 APO, SW 70/500, EOS 5D Mark IV, ZWO ASI 1600MM-C PRO, ZWO ASI 224mc...e svariate lenti CANON.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: lunedì 20 agosto 2018, 22:06 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 16:29
Messaggi: 5773
Località: Truccazzano (MI)
Tipo di Astrofilo: Fotografo
Le premesse sono corrette, sicuramente avere una focale compresa tra un teleobiettivo e quella dello SC anche se ridotto, la si può sfruttare su moltissimi soggetti.
Riguardo al fatto di scegliere ottiche spianate in origine o che necessitano di uno spianatore dedicato la differenza sostanzialmente è questa: se lo spianatore è fisso, come nel caso dei Takahashi FSQ, Vixen Na120S e Pentax 75 sdhf o altre realizzazioni simili, il problema del backfocus corretto non sussiste, poichè il tele andrà a fuoco solo alla distanza corretta dallo spianatore, quindi zero problemi. Se invece lo spianatore, anche se montato nel tele, è ancorato al focheggiatore e quindi si sposta quando si mette a fuoco, allora occorre tenere un backfocus esatto, quanto più possibile. Meglio quindi i primi? ....ni. Ho provato diversi rifrattori negli anni e non ci sono risposte univoche. Un tak FSQ probabilmente risolverebbe tutti i problemi ma è chiaramente fuori budget. Il Pentax 75, anche se fuori produzione, ma solo perchè ho avuto modo di utilizzarlo, è un'ottica ben fatta, non ha problemi di calcolo del backfocus, ma otticamente è superato, ad esempio, dal Vixen ED81S accoppiato al nuovo spianatore HD che uso da un po' di tempo e che offre un'eccellente copertura anche per i sensori full frame (non è il tuo caso, però....) anche se lo spianatore in questo caso si muove con il focheggiatore. Oggi io consiglierei proprio il Vixen, ma ciò scaturisce dalla mia esperienza. Non ho mai provato però i tele che indichi. Può essere utile andare a cercare qualche risultato eseguito con quelle ottiche, magari qui sul forum o su Astrobin per farsi un'idea...tenendo sempre a mente la probabile perizia ( o imperizia) dell'utilizzatore... :-)

_________________
Qualcosa sulla "mia" astrofotografia
La mia gallery su Astrobin


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: lunedì 20 agosto 2018, 23:07 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Valerio ha spegato bene quale è la situazione. Si capisce che qualsiasi rifrattore ha una distanza da rispettare, quella del suo piano focale! :lol: Altrimenti si vede sfocato! I quadrupletti e multipletti hanno le lenti fisse, quindi si sposta solo il fuocheggiatore con la fotocamera. Invece gli spianatori si montano del fuocheggiatore e si spostano con questo, creando i problemi delle due distanze da rispettare. Non conosco gli strumenti che indichi, ma sono convinto che siano validi. Alla fine la scelta dipende dalla focale che si vuole avere e dalla spesa che si vuole sostenere. Ad un C925 affiancherei, o meglio, alternerei nelle fotografie astronomiche qualcosa di focale non tanto corta, magari attorno agli 800 - 900 mm, ma ci vuole dei soldi.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010