1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 16 novembre 2018, 10:54

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot], stevedet e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Oag AO o autoguida con filtro
MessaggioInviato: venerdì 15 giugno 2018, 15:11 

Iscritto il: domenica 29 novembre 2009, 13:50
Messaggi: 620
Località: Bolzano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ciao a tutti. Sono interessato a cambiare tipo di guida solo perché vorrei fare qualcosa contro il seeing.
Quello che vorrei tentare è di andare in profondità con le riprese, anche a 3000 di focale(trattasi di planetarie).
Naturalmente proverò la lucky imaging ma se riesco ad aumentare i tempi della posa è meglio, soprattutto se non si tratta del core.

Mi chiedo se ci sono benefici passando da un autoguida acro 80/400 perfettamente funzionante con camera sensibile e pixel da 3,75 e filtro rosso, ad una guida adattiva Starlight. La mia focale nativa è di 1000.

La montatura ,una eq6 modificata, a fine mese sarà equipaggiata con TDM e cinghie rowan.
Inoltre potrei migliorare se usassi sulla autoguida un 80/500 ed o non cambia nulla sul rosso?

Grazie in anticipo dei suggerimenti

_________________
MN190 Mak-Newton f5,3
Orion atlas eqg moddata con rowan,cuscinetti ar e dec skf, corona gierlinger ,timone polare e vsf lappata, morsetto geoptik
Osc orion starshoot pro v2 e autoguida st4
Polar master


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Oag AO o autoguida con filtro
MessaggioInviato: venerdì 15 giugno 2018, 18:12 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Cita:
Quello che vorrei tentare è di andare in profondità con le riprese, anche a 3000 di focale(trattasi di planetarie).



Cita:
Mi chiedo se ci sono benefici passando da un autoguida acro 80/400 perfettamente funzionante con camera sensibile e pixel da 3,75 e filtro rosso, ad una guida adattiva Starlight. La mia focale nativa è di 1000

Innazitutto non mi è chiaro se ti riferisci alle nebulose planetarie, od ai pianeti.Nell'ipotesi del primo caso focali di 3 metri vanno bene, ma dubito si possa guidare bene con un 80/400.Poi non hai detto qual'è la camera di ripresa principale, ma, visto che fai riferimento ad un'ottica adattiva Starlight, suppongo sia di tale marca.L'ottica adattiva, specie ad un numero elevato di oscillazioni, è indicatissima per le planetarie, ed in alcuni casi rende meglio dell'autoguida.
In ogni caso la resa dipende dalla planetaria e dalla sua estensione (oltre che dall'apertura del telescopio).Per alcune di esse, molto piccole e concentrate, si può integrare con relativa velocità (frames da 30 sec sino a 2-3 minuti) il che vuol dire che se la montatura è ben stazionata e di buona qualità si può fare anche a meno dell'autoguida.
Per farti avere un'idea, allego un'immagine a colori della parte centrale di NGC 6543 ripresa con soli 10 frames da 2 minuti l'uno da Roma, senza autoguida (ma su una GM 2000) e con una camera Sbig ST 2000 che non è un mostro di sensibilità.La nebulosa sottende solo 20 arcsec,quindi è molto concentrata,Se avessi usato la ST8 con l'ottica adattiva, probabilmente sarebbero bastati 5-6 frames per avere vla stessa resa.


Allegati:
NGC 6543 10x 120sec final web2.jpg
NGC 6543 10x 120sec final web2.jpg [ 131.01 KiB | Osservato 165 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Oag AO o autoguida con filtro
MessaggioInviato: venerdì 15 giugno 2018, 19:19 

Iscritto il: domenica 29 novembre 2009, 13:50
Messaggi: 620
Località: Bolzano
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Si intendevo per nebulose planetarie.
In definitiva tu mi consigli di passare ad una ottica attiva o di usare un 80/500 o 80/600? Ed o acro?
Un filtro rosso non annulla gran parte Delle turbolenze atmosferiche?

Eventualmente potrei provare a utilizzare un Barlow 2x sul tubo guida , facendolo diventare un f10..cioè un 80/800
Una ottica attiva vedo che costa molto e non so se ne vale la pena..

Vorrei essere sicuro di non sprecare soldi. Un conto è provare a riprendere delle ore in halpha con pixel piccolissimi e un altro conto è farlo col seeing che non va bene.
So che non esiste ancora uno specchio adattivo amatoriale, però vorrei capire quanto posso migliorare con questo tubo,cioè l'mn190. Mak newton.

_________________
MN190 Mak-Newton f5,3
Orion atlas eqg moddata con rowan,cuscinetti ar e dec skf, corona gierlinger ,timone polare e vsf lappata, morsetto geoptik
Osc orion starshoot pro v2 e autoguida st4
Polar master


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Oag AO o autoguida con filtro
MessaggioInviato: venerdì 15 giugno 2018, 20:18 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 6064
Località: Roma
Cita:
In definitiva tu mi consigli di passare ad una ottica attiva o di usare un 80/500 o 80/600? Ed o acro?
Un filtro rosso non annulla gran parte Delle turbolenze atmosferiche?

L'80 /600 ED dovrebbe andar bene sino a 2500 mm circa

Cita:
Eventualmente potrei provare a utilizzare un Barlow 2x sul tubo guida , facendolo diventare un f10..cioè un 80/800
Una ottica attiva vedo che costa molto e non so se ne vale la pena..

Dovresti anche mettere una barlow di almeno 2X sul tele principale.L'ottica attiva è un altra cosa,qui si parla di ottica adattiva, che consiste in una lamina sottile che deforma il fronte d'onda deformato dal seeing in modo da renderlo più stabile possibile.Il costo, ,in alcuni esemplari Sbig o S Xpress è piuttosto contenuto.Sul tuo telescopio il problema maggiore sarebbe , credo, il backfocus.Io posseggo la Sbig AO 7 che assorbe ben 70 mm Quelle più moderne sono molto meglio ed hanno un backfocus inferiore.

Cita:
Vorrei essere sicuro di non sprecare soldi. Un conto è provare a riprendere delle ore in halpha con pixel piccolissimi e un altro conto è farlo col seeing che non va bene.
So che non esiste ancora uno specchio adattivo amatoriale, però vorrei capire quanto posso migliorare con questo tubo,cioè l'mn190. Mak newton.

Intanto puoi provare mettendo una barlow al Mak newton ed al tele di guida, facendo planetarie piccole e luminose,come quella che ti ho mostrato, che non richiedono tempi di integrazione lunghi

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], stevedet e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010