1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 26 settembre 2018, 15:37

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: reynolds e 5 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 97 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2018, 17:56 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 8 febbraio 2006, 15:55
Messaggi: 10271
Località: Salento
Sarò tardo,
ma non ho capito cosa vuoi fare!

conzolen ha scritto:
trovare un algoritmo fare un tipo di astrofotografia (o meglio, per elaborare dati astrofotografici) al fine di mostrare cio' che l'occhio umano vede effettivamente, cosi' come avviene nella normale fotografia diurna.



tu vuoi trovare una funzione/algoritmo che dati in ingresso valori provenienti da un CCD restituisca un'immagine da "visione telescopica" ?

Se ho ben inteso, la prima considerazione che mi viene da fare è che si tenta di risolvere un sistema di N incognite con M equazioni. (con N molto maggiore di M)
In teoria dovresti avere a disposizione N riprese, con diversi filtri ognuno con una certa banda e frequenza e poi combinare il tutto secondo la nostra risposta alle varie frequenze. (+ altre, non ovvie, considerazioni)

... o forse non ho capito una... ahem, niente!

PS: praticamente fai un gigidestroyer, che date in ingresso immagini belle, tiri fuori delle porcherie :mrgreen:

PPS: si scherza ovviamente.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 15 marzo 2018, 19:12 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14717
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ahah fiero di aver resuscitato X :D
Hai capito bene: foto belle in ingresso e fetecchie in uscita
Per la questione variabili sono molto meno pessimista: corpi neri, sorgenti monoatomiche e alto livello di approssimazione dovrebbero rendere il lavoro molto più fattibile

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 11:56 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20286
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Ecco, chiamare l'algoritmo Gigidestroyer mi sembra una buona idea. Per il momento non ho visto nessuna immagine nemmeno di prova fatta da Andrea. Perchè prima di creare l'algoritmo vanno fatte delle prove, essendo una cosa semi-empirica. Dai, Andrea, dai...

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 14:00 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14717
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sono ancora ben lontano, devo ancora affrontare la parte teorica. Per ora mi state aiutando a definire le specifiche.

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 14:10 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20286
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Il fatto è che è difficile capire in che cosa si discosti la visione diretta dalla fotografia. M 42 visualmente appare in un modo che è difficile riprodurre in una foto. Anche se si prende la parte del filtro OIII, che dovrebbe avere una banda passante simile a quella della sensibilità dell'ochio umano alla fine la rappresentazione è diversa. Non è una questione di intensità, se si diminuisce la luminosità l'immagine non diviene eguale a ciò che si vede. E' una questione di percezione psicologica? Magari osservando visualmente di vede la parte delle "ali" perchè è più contrastata con lo sfondo, mentre la zona più in basso la si percepisce meno perchè più sfumata. Quando si guarda la foto si ha una visione differente perchè la foto è un rettangolo ritagliato in un campo visivo comunque luminoso, mentre nella visione diretta questo campo non c'è perchè la zona circostante limmagine dell'oculare è buia. E' solo una ipotesi.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 15:08 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1036
Località: Roma
Forse non ho capito bene, ma mi sembra che ci sia un fondamentale equivoco alla base. L'occhio non è una macchina fotografica, ma una cinepresa che integra ogni 0.15 secondi. Non per nulla al cinema ci sembra di vedere il movimento e non delle foto che si susseguono a scatti. Nel tempo di integrazione della retina sono passati 4 fotogrammi. Quello che vediamo, al telescopio e non, è quindi formato dalla luce che in 0.15 secondi riesce a stimolare i ricettori. Già scattare una foto a 1/4 di secondo è operare una somma di luce innaturale per il nostro occhio. Il fatto che in astronomia siamo soliti guardare oggetti immobili, non significa che stiamo facendo una foto, stiamo comunque riprendendo a quasi 7 fotogrammi al secondo.
Quindi, mi chiedo (ma davvero, senza supponenza), qual è il senso di questo discorso? Per altro, anche scattare una foto a 1/4000 di secondo ad un colibrì è, alla luce di tutto ciò, un falso, ma non per questo i fotografi naturalisti fanno pose volutamente mosse.

M.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 15:36 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 673
Ciao Massimo, avevo fatto una breve stima a me usciva un "virtuale" tempo di scatto dell'occhio di 1/25 secondi (ragionando sul fatto che guardando un video/film a meno di 25fps l'occhio inizia ad accorgersi che "qualcosa" non va, quindi siamo a 25 fotogrammi al secondo, e dunque "scatta" fotogrammi da 1/25 secondi...ovviamente ammesso che il mio ragionamento sia giusto).
Dove hai raccolto il tuo dato?

Inoltre leggendo un articolo l'occhio avrebbe una corrispettiva sensibilità di 60.000 ISO con visione notturna "attivata".


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 15:56 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 9 febbraio 2006, 23:39
Messaggi: 1036
Località: Roma
Andrew189 ha scritto:
Ciao Massimo, ...
Dove hai raccolto il tuo dato?


A memoria mi ricordavo un dato inferiore ad 1/25 di secondo ed in rete ho trovato questo
http://www.brera.mi.astro.it/~gaspani/pr.htm
Comunque, qualunque sia il tempo preciso di integrazione dell'occhio, che poi avrà chissà quante variabili, il senso dei miei dubbi rimane lo stesso.

M.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 16:45 

Iscritto il: giovedì 6 novembre 2014, 18:31
Messaggi: 673
Si mi sembra un discorso piú attendibile del mio fin troppo semplice ragionamento.
Comunque, condivido le tue stesse perplessitá, come diceva qualcuno ci sono tante, forse troppe, variabili.
Ma con questo non vorrei assolutamente smontare l'idea di fondo, perchè mi piace molto e sono fiducioso che si giunga a qualcosa.
A questo punto, forse sarebbero da escludere alcune variabili per semplificare un po il carico del lavoro.
Per dire, non credo sia possibile imitare il funzionamento dei coni e bastoncelli, come emulare la visione centrale e periferica quando lo sguardo spesso lo si sposta nel deepsky?


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 21:40 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 13 febbraio 2006, 9:53
Messaggi: 14717
Località: ̶T̶o̶r̶v̶a̶j̶a̶n̶i̶c̶a̶ Kleve
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Sinceramente non capisco la tua perplessità, Massimo. La risposta che vorrei dare è molto semplice: cosa vedresti andando lì di persona? È una cosa che molti non sanno ed è giusto mostrarlo, per quanto meno affascinante delle comuni astrofoto. Per quanto riguarda la possibilità tecnica di farlo, con le ovvie approssimazioni, al momento non vedo invalicabili difficoltà

_________________
{andreaconsole.altervista.org}¦ Ballscope 300/1500 DIY "John Holmes"


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 97 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: reynolds e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010