1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 19 gennaio 2018, 8:09

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Asi 174 mono
MessaggioInviato: sabato 6 gennaio 2018, 0:43 

Iscritto il: lunedì 10 febbraio 2014, 13:19
Messaggi: 140
Letto ora, domani ti scrivo con calma,c'è parecchio da dire :)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Asi 174 mono
MessaggioInviato: sabato 6 gennaio 2018, 13:53 

Iscritto il: lunedì 10 febbraio 2014, 13:19
Messaggi: 140
eccomi qua.

Partiamo dalla 174: si, soffre sia di banding che di amp glow. in versione uncooled però ci si tira fuori quello che vuoi a gain alto, mettendo in stack 3/4000 pose sotto i 5 secondi. La versione cooled è stata usata, ma per il costo è molto meglio rivolgersi al panasonic MN34230 oppure al Sony IMX-183

Per renderti un'idea, un immagine stretchata e poi trattata con pixinsight, ripreso con hardware pessimo.

Immagine

Essendo estremamente sensibile, puoi lavorare ad high gain a tempi brevissimi, fregandotene dei 6 bits di stop. Inoltre, non si sente particolarmente la necessità nè dei flats ne dei bias.

Ha pixel grossi e tanto campo, ed è una macchina con global shutter. si adatta un pò a tutto, anche se bisogna verificare il sovra/sotto campionamento rispetto all'ottica.

----------------------------------------------------------------

Capitolo IMX-183:

Si tratta di un sensore ad altissima sensibilità con i pixel molto piccoli, un rolling shutter piuttosto veloce (anzi, bello svelto direi) ed un rumore di lettura discreto. Attenzione che se usato in binning è superiore in tutto e per tutto all'ottimo ICX-694 (tranne che per la corrente di buio), perciò non stiamo parlando di un sensore "ne carne ne pesce", ma dell'unico prodotto mono degno di interesse oltre al panasonic MN34230.

----------------------------------------------------------------

Amp glow: è qualcosa di facilmente controllabile, si tratta di una caratteristica imposta dalla progettazione della motherboard. Soltanto la QHY ha hackerato la scheda per cercare di ridurre la cosa. Ad oggi sony ha comunicato di non essere interessata a risolverlo, ci sono soltanto due sensori rgb (uno è l'imx193, l'altro non lo ricordo) che non ne soffrono.

-----------------------------------------------------------------

Banding: a quanto pare è una caratteristica marcata soprattutto nei sony. serve una larga quantità di darks e trovare il giusto compromesso di dithering per farlo sparire (non ci ho ancora lavorato su causa nuvolo,umidità,lavoro,pigrizia e sbronze varie)
-----------------------------------------------------------------

Conclusioni:

- se consideri la camera mono senza raffreddamento con l'ottica di usarla da guida un domani, fai molto bene
- se la cerchi raffreddata, per il costo secondo me è meglio rivolgersi alla 163M od alla 183M (o rispettive asi)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Asi 174 mono
MessaggioInviato: domenica 7 gennaio 2018, 9:30 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 8 giugno 2007, 21:31
Messaggi: 398
Località: chieti scalo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Super grazie CRZHRS, ( non so il tuo nome) per ottima spiegazione e informazione.
Ti pongo qualche altra domanda, dunque la Camera la dovrei usare con questi strumenti un Apo 80 ed un 120 sempre ed è un Maksutov da 150/1800 naturalmente tutti skywatcher, che mi dici come campionamento vanno bene le camere che mi hai consigliato, da premettere che attualmente ho una asi 224 colori da provare, ma per deep sky con pose corte cercavo una mono ma sono indeciso se prenderlo normale o raffreddato.

_________________
La mia strumentazione:
Skywatcher mak 150/1800,tubo ottico 70/500,
Skywatcher apo 80ED.
Montatura Celestron CG5-Advanced GT.
webcam philips SPC 900 NC e imaging source DFK21, magzero MZ-5M.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------Il mio blog:
http://astrogiulio.myblog.it
(piccolo tutorial di registax 5 sul mio blog).


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Asi 174 mono
MessaggioInviato: domenica 7 gennaio 2018, 9:56 

Iscritto il: lunedì 10 febbraio 2014, 13:19
Messaggi: 140
Su astronomy tools (sito) trovi i calcolatori praticamente per ogni cosa. La mia scelta è stata di comprare una camera mono non raffreddata (guida), ed iniziare a sperimentare con quella. Poi ho aggiunto una mono raffreddata, a breve arrivano anche i filtri :)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Asi 174 mono
MessaggioInviato: domenica 7 gennaio 2018, 23:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5662
Località: Roma
Cita:
ma io cercavo una camera mono che posso usare sia per il planetario che per deep sky, ho visto che alcuni fanno delle buone riprese deep sky con sensori cmos integrando
pose corte (30 secondi massimo 1 minuto), e tantissime che poi elaborate con ottimi risultati, tra questi risultati ho visto usare alcune camere Asi, per questo volevo avere informazioni maggiori riguardante la camera migliore per questo tipo di riprese con meno difetti possibili, naturalmente c è di mezzo anche il costo spendere 1500/3000 euro non è da tutti, salvo se con una botta di fortuna faccio una vincita al super enalotto allora il discorso cambia.


Cita:
Sinceramente non conosco camere eccelenti sia in alta risoluzione che nel deep, perchè devono avere caratteristiche diverse per eccellere appunto in uno dei due campi.



Ciao:concordo perfettamente con Bruno: secondo me usare una camera progettata per l'Hires per le lunghe integrazioni richieste dal deep sky non è una buona idea, allo stato attuale dell'arte, a prescindere se si tratti di sensori CMOS o CCD, e se siano raffreddate o meno.
Personalmente ho due camere per l'Hires con sensori Sony (DMK 41 e 51) una delle quali (la DMK 41) col famoso Sony ICX 285 AL. e possiedo anche due camere Atik (16 HR e 314 L+) con lo stesso sensore: ebbene tra le video camere e le CCD raffreddate , a parità di integrazione, c'è un abisso quanto a sensibilità e resa complessiva dell'immagine.
Voglio semplicemente dire che, invece di spendere una cifra intorno ai 1000 € per una camera CMOS o CCD con pixel microscopici , e quindi progettata per un uso di alta risoluzione e/o per un Deep sky con teleobiettivi a basso rapporto F/D, il che è comunque un ripiego ,conviene rivolgersi al mercato dell'usato e farsi una camera seria per il Deep sky . tipo Atik 314 L+, Sbig ST 8300, che tra l'altro possiedono l'importantissima funzione del settaggio della temperatura, utile per farsi una libreria di dark.
Ovviamente quello che dico non è un'idea, ma è stato testato sul campo, in quanto, occupandomi di spettroscopia e dovendo gestire esigui flussi luminosi sul piano focale, le videocamere semplicemente non ci riescono, e devo usare necessariamente CCD progettati per il Deep.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 15 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010