1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 24 ottobre 2017, 12:33

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Bing [Bot], fabio_bocci e 12 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 12:31 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13726
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Relativamente agli intensificatori di luce, gli statunitensi (fortuna loro) giocano in casa, da loro c'è tanto di quel surplus militare di ottima qualità (molte con divieto di esportazione) a prezzi relativamente modici, noi qui dovremmo accontentarci di un "prima generazipne" a prezzi da omicidio.

Relativamente al la visione assistita dal "live stacking" io la sto usando da quando ho preso la 120MC attaccata al Nano, lasciando perdere la palese utilità durante le osservazioni pubbliche, io la utilizzo anche per le mie osservazioni personali, è vero che si utilizza un monitor per visualizzare, ma non è come vedere una foto elaborata, semplicemente perché non lo è, il livestacking prende i fotogrammi prodotti da qualche secondo di ripresa li somma (ovviamente dopo averli messi a registro) e senza null'altro li manda al monitor, quindi spesso nemmeno si vedono i colori, però almeno si vedono. :mrgreen:

Io uso tale possibilità a Milano per i Messier e gli NGC piu appariscenti, perche ad occhio nudo non si vedrebbe una mazza, ma anche questo ha dei limiti, quando l'I.L. è eccessivo, quello che viene fuori sullo da un'integrazione anche di soli 3/4 secondi è una schermata molto lattiginosa dove ti devi impegnare per riconoscere il DSO, infatti lo utilizzo solo quando la trasparenza milanese lo concede (föhn & Co.); ovviamente quando sono col Barile ed un cielo degno, sto con l'occhio all'oculare.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 13:24 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1008
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
yourockets ha scritto:
finalmente si vedono i colori! :mrgreen:

ma cos'è? scatto in afocale, ma fatto con cosa? e che apertura?


E' una foto presa nell'archivio EAA di CloudyNights. Non ci sono dettagli, forse è fatta con un dobson (gli NV google li usano soprattutto con i dobson) e sicuramente in afocale ...

Ma infatti il livestacking dell'EAA è perfettamente logico da utilizzare da cieli inquinati dove l'occhio da solo non riesce più a percepire nulla. Ed è cosa diversa dall'astrofotografia dove le foto vengono calibrate ed elaborate.

La "stranezza" della soluzione argomento del thread sta nel sostituire al monitor un oculare, dando la falsa idea che quello che vedi è quello che arriva dall'ottica direttamente. Non è così.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Ultima modifica di Angelo Cutolo il mercoledì 11 ottobre 2017, 19:57, modificato 1 volta in totale.
Uniti post concecutivi, in questi casi utilizzare il tasto giallo "MODIFICA" in basso a dx, per aggiunte o correzioni al post già scritto. Grazie.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 20:03 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13726
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Non è una stranezza, è perfettamente logico, si tratta di uno strumento stand-alone ultraportatile che (per quanto possibile) deve essere a basso costo, quindi un "oculare elettronico" è meno ingombrante (e probabilmente costa meno) di un monitor e ovviamente piu facilmente implementabile; poi come è già stato detto, non va sottovalutato "l'effetto telescopio" che ha un simile aggeggio a differenza di un ipotetico tele con monitor.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 20:57 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6912
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
Un po' come il mirino elettronico di certe macchine fotografiche o videocamere ...
e francamente, se ci penso, non so come possa essere un bel guardare dato che la risoluzione non può essere elevata ... :roll:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 21:19 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7834
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
e sorvoliamo sul click virtuale delle digitali e perfino dei cellulari.... :evil: sono cose che non capisco. sarebbe come aggiungere fruscio e scrocchi a un cd per imitare un lp... o mettere i pedali a una moto che così "fa bici" mah...
l'oculare ha senso nell'ottica che dice Agnelo ovviamente.

diciamo che resto curioso, mi piacerebbe prima o poi buttarci dentro un occhio (e poi riprenderlo, of course :mrgreen: )


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 21:22 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 20:54
Messaggi: 6912
Località: ̶B̶s̶̶ Francia Corta
yourockets ha scritto:
... buttarci dentro un occhio (e poi riprenderlo, of course :mrgreen: )

Ecco sì, esatto. :rotfl:

_________________
Ippo (Costanzo)
"Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza è primitiva e infantile
eppure è la cosa più preziosa che abbiamo" (A. Einstein).

Immagine :lol: :D Immagine :D :lol: Immagine


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: giovedì 12 ottobre 2017, 10:39 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13726
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
yourockets ha scritto:
e sorvoliamo sul click virtuale delle digitali e perfino dei cellulari.... :evil: sono cose che non capisco.

E' un obbligo di Legge (almeno in UE) in ossequio alla normativa sulla privacy, in breve il "click" serve ad evvertire l'eventuale soggetto ripreso, che gli si sta scattando una foto, tale accorglimento però non è previsto in caso di riprese video, stranezze dei legislatori. :mrgreen:

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: giovedì 12 ottobre 2017, 11:10 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7834
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
sapessi quanto scassano durante i concerti (c'è sempre un fotografo ufficiale che puntualmente rompe i maroni muovendosi nel momento sbagliato, quando la musica è piano, e scattando nel momento sbagliato, quando la musica è pianissimo...). non immaginavo fosse un obbligo di legge (peraltro il mio cellulare è muto...)


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: giovedì 12 ottobre 2017, 11:11 

Iscritto il: martedì 9 maggio 2006, 23:43
Messaggi: 3911
Località: Padova
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Insomma una corazzata Kotionkin pazzesca? :lol:


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: giovedì 12 ottobre 2017, 14:59 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 13:59
Messaggi: 999
Località: Provincia di Sondrio
Angelo Cutolo ha scritto:
yourockets ha scritto:
e sorvoliamo sul click virtuale delle digitali e perfino dei cellulari.... :evil: sono cose che non capisco.

E' un obbligo di Legge (almeno un UE) in ossequio alla normativa sulla privacy, in breve il "click" serve ad evvertire l'eventuale soggetto ripreso, che gli si sta scattando una foto, tale accorglimento però non è previsto in caso di riprese video, stranezze dei legislatori. :mrgreen:

Assolutamente no!!! Io ho una sony a7r2 e posso disattivare le tendine meccaniche proprio per avere lo scatto silenzioso. Il suono è attivabile sulle fotocamere (soprattutto per le compatte) per simulare le tendine della reflex e dar più "piacere" allo scatto per il fotografo. Sulle macchine che ho avuto io era disattivabile.
Addirittura sulla sony A9, una full frame da 20fps, si accendono degli indicatori nel mirino per far sapere al fotografo che la macchina sta scattando, altrimenti con le tendine elettroniche ed i 20fps attivati si rischia di fare migliaia di foto senza accorgersene.

_________________
Oculari ES 82° 32mm 18mm 11mm
SQM L
Il resto venduto tutto!!


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], fabio_bocci e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010