1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 15 dicembre 2017, 11:05

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: martedì 10 ottobre 2017, 22:57 

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2017, 20:03
Messaggi: 203
Località: Guidonia
Tipo di Astrofilo: Visualista
Temo che tu mi abbia frainteso..perché sono d'accordo su tutto quello che hai scritto.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 6:44 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7986
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Si evidentemente ti ho frainteso. Neuroni pochi e inefficienti :) i miei


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 8:10 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1013
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
A questo punto basta piazzare una flash aggiornabile in un telescopio fake senza ottiche che punta e poi carica un'immagine già bella elaborata e luccicante e la mostra nell'oculare elettronico.

Il fascino dell'oculare è essere "investiti" da fotoni remoti che l'immagine sia b/n o colori poco importa, il fascino sta in questa sensazione. L'astronomia visuale è questa.

EEA con CCD e astrofotografia sono altro, un altro approccio che non prevede oculari. Mettere l'occhio nell'oculare e vedere una foto mi sa di presa "per i fondelli". IMHO.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 8:31 

Iscritto il: mercoledì 5 aprile 2017, 20:03
Messaggi: 203
Località: Guidonia
Tipo di Astrofilo: Visualista
Concordo pienamente. Però se è una opzione aggiuntiva e funziona bene non mi dispiacerebbe. Dopo aver gustato a pieno la naturalezza degli oggetti con un oculare normale, poter provare anche quel minimo di esposizione digitale non mi sembra così tanto da buttare


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 8:43 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 4 settembre 2006, 13:29
Messaggi: 5249
Località: Mugello
Tipo di Astrofilo: Visualista
yourockets ha scritto:
"è proprio qui che volevo andare a parare. Sembra che molti vogliano difendere il deep sky visuale, ossia difendere le galassie simili ad aloni e le nebulose simili a nuvolette grigie, quindi difendere il fatto che quel poco che si vede non è per nulla poco e significa invece molto"

scusa ma in tutta sincerità: perchè ti metti al posto degli altri a spiegargli quello che fanno/non fanno vedono/non vedono.
io so benissimo cosa ho visto la prima volta che ho visto m31 e, francamente la mia esperienza, che è stata decisiva e mi ha spinto a comprarmi un telescopio non la puoi mettere in discussione tu.
"difendere le galassie simili ad aloni e nebulose simili a nuvolette grigie".... e se ti dicessi "difendere nebulose simili a vetrine di natale e galassie simili a girandole di carnevale"? sarei superficiale e offensivo nei confronti di quelli che amano un certo tipo di foto deep sky.

sinceramente resto allibito di fronte a un certo modo manicheo di affrontare discussioni su argomenti per giunta marginali. nessuno difende nulla, semplicemente ognuno fa e dice la sua... a me piace fare osservazione visuale, ti sembrerà strano o ideologico, ma da quando osservo le foto non mi interessano più. ma non faccio parte di una setta che si oppone ai fotografi o a un telescopio come questo. dico solo che è un tipo di esperienza che, in astratto, non mi attrae, ma so benissimo che potrei cambiare idea (magari con un visore e non con un simulacro di oculare)


Mai stato più d'accordo di così con un post! :beer: anzi, solo un'altra volta, quando Fulvio ha scritto:
"..beccarsi direttamente sulla retina i fotoni del DSO.
Non è questione di essere puristi o di non accettare l'innovazione: Si parla semplicemente di due cose distinte"

La penso esattamente così, una cosa è il contatto fisico del cervello tramite il nervo ottico con una parte REALE di un oggetto lontanissimo, un'altra è la visione della sua immagine virtuale, tra l'altro le immagini elaborate , integrate, amplificate, sommate e compostate delle astrofoto non son del tutto "reali" nel senso che non sono un avvicinamento virtuale che ti mostra una galassia o una nebulosa come se fossi più vicino, cosa che invece avviene con al visione di pianeti e della luna, in realtà mostrano un'immagine che nella realtà non esiste (o meglio esiste ma non così) nel senso che da nessun punto dell'universo potresti vederla in quel modo, perchè mentre l'ingrandimento "avvicina" un oggetto mostrando l'immagine come se si fosse davvero più vicini, l'intensificazione somma deboli segnali amplificandoli fino a rendere percepibili contrasti e dettagli in realtà impercettibili, o quasi, e per farlo deve comunque ricrearne un'immagine in un certo senso "virtuale".

Mi scuso in anticipo per gli equivoci che potranno nascere, ma sto davvero cercando di spiegare un concetto piuttosto sfuggente, diciamo che il punto principale della faccenda è la differenza tra immagine reale ingrandita otticamente piegando i raggi luminosi e immagine "virtule" riprodotta intensificando elettronicamente dei segnali elettromagnetici. Banalmente potremmo dire INGRANDIMENTO VS. INTENSIFICAZIONE

Resta il fatto che se inventassero un "intensificatore elettronico" da mettere del fuocheggiatore e da poter usare con i miei telescopi ed i miei oculari da due pollici, lo comprerei sicuramente :ook:

_________________
Il Cielo Stellato sopra di Me e la Legge Morale in Me. Kant
Grandi Menti parlano di Idee, Menti Mediocri parlano di Fatti, Menti Piccole parlano di Persone. Eleanor Roosevelt


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 9:07 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1013
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Negli USA alcuni visualisti stanno sperimentando infatti l'uso degli amplificatori di luce stellare, i cosiddetti visori notturni usati in ambito militare.

Nel thread EAA di CloudyNights se ne parla abbastanza.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 9:39 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7986
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
oddio... mah non so che dire avrei bisogno di qualche informazione in più...

@ paolouz

capisco quello che vuoi dire, ma mi sembra di capire che quel telescopio funzioni solo così...


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 10:14 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1013
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non so se posso linkare da altri forum, ecco comunque alcuni esperimenti con i dispositivi per la visione notturna ad amplificazione di luce stellare. Molti "dobsonisti" hanno ottenuto eccellenti risultati anche da cieli molto inquinati.

https://www.cloudynights.com/topic/5928 ... -my-world/

https://www.cloudynights.com/topic/5922 ... something/

Sono oggetti molto costosi comunque, va rimossa l'ottica. Ci sono anche le versioni binoculari.

Immagine

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 10:26 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 4 maggio 2007, 14:27
Messaggi: 1013
Località: Torino
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Uno scatto alla buona direttamente da un NV google:

https://www.cloudynights.com/uploads/pr ... 1.jpg?_r=0

La dominante verde è ovviamente il risultato dell'amplificazione.

_________________
Osservo e fotografo con: Tubi Ottici: Celestron C11 XLT, Celestron C9.25 Starbright XLT, Celestron C6 Starbright XLT, Meade 8" ACF OTA. Montature: Vixen Sphinx Deluxe, CG5 Advanced GT. Oculari: Meade UWA 5000 24mm e 12mm, Celestron X-Cel 25 mm, Siebert Ultra WA 13mm, Siebert Starglitter 6.3 mm. Cam Planetaria: Celestron NexImage 5. CCD: SBIG ST8-XME. Binocolo: Binocolo KonusVue Giant 20x80.


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Unistellar, rivoluzione visuale?
MessaggioInviato: mercoledì 11 ottobre 2017, 11:23 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7986
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
finalmente si vedono i colori! :mrgreen:

ma cos'è? scatto in afocale, ma fatto con cosa? e che apertura?


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010