1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è martedì 27 giugno 2017, 11:26

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Regole del forum



IMPORTANTE: Regole per usare correttamente la sezione Scienze Astronomiche



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 11:46 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5423
Località: Roma
Nonostante il ciclo 24 si avvii verso il minimo , nel 2018, dal 1 ottobre 2016 sino ad oggi, il sole presenta l’aspetto indicato nella foto allegata, totalmente privo di macchie in zona fotosferica e di scarsissima attività a livello cromosferico.Sono ben 3 mesi e mezzo, 104 giorni per la precisione.Devo dire che nella mia vita di osservatore solare (ca 20 anni) non mi era mai capitato un evento così prolungato nel tempo.Comincio quasi a temere che le previsioni di Penn e Livingstone (sulla diminuzione dei campi magnetici solari al di sotto dei 1500 Gauss e la conseguente scomparsa delle macchie solari), che io per primo avevo giudicato azzardate e poco probabili sulla base anche delle mie recenti osservazioni dei campi magnetici delle regioni attive,si stiano verificando.Sono conscio che il lasso di tempo è troppo breve, e potrebbe essere poi seguito da eventi in controtendenza, tuttavia il dubbio rimane.A questo si aggiunge, sia pure per probabili effetti di casualità, un inverno che si preannuncia tra i più duri per l’emisfero settentrionale che mi induce quasi a credere, nonostante il mio iniziale scetticismo, al collegamento tra macchie solari e clima terrestre (minimi di Maunder e Dalton).
Data l’importanza della questione, sia dal punto di vista osservativo che scientifico e speculativo, mi interesserebbe conoscere il parere degli amici che si occupano di osservazioni solari o comunque hanno interesse nello studio della nostra stella.


Allegati:
Sun comparison.jpg
Sun comparison.jpg [ 337.84 KiB | Osservato 911 volte ]

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com
Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 11:52 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17520
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Beh, l'ultima mia osservazione di ieri era su questo tono. viewtopic.php?f=9&t=96080&start=160 Ci sono state anche poche protuberanze negli ultimi giorni. Però il 6 gennaio si vedeva una certa attività in H-alfa. Certo le macchie sono latitanti.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 12:38 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 7 aprile 2008, 14:06
Messaggi: 1279
Località: Arezzo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Fulvio, interessante osservazione. Seguo il sole per anni e nemmeno io ho visto mai una cosa del genere cosi duratura. Sappiamo che il sole "dorme" non per questo proprio perchè dorme può innescare delle violenti espulsioni di materia. Molto meno frequenti ma con maggiore intensità. Il sole è il motore del clima e nessuno lo può negare, la nostra atmosfera interagisce con esso, ma occorre del tempo. Posso dirti che studio da anni l'aspetto "fisica dell'atmosfera" argomento molto ma molto complesso per varie costanti. Se comunque vada il sole ha questa bassa attività "cosa che ormai succede da molti anni" saranno problemi seri per il futuro. Non immediato ma non molto lontano. Ovvio che l'atmosfera è "bollita", e come se scaldiamo un pezzo di ferro. Se smettiamo di scaldare il ferro, prima che si raffreddi occorre tempo. Il ferro in questo caso è l'atmosfera.
p.s per molti scienziati siamo già dentro una piccola era glaciale, controtendenza per molti ma non priva di fondamento. Cercate in rete minimo di Eddy, sarebbe da aggiungere alle passate piccole ere glaciali. Per il momento dai dati di rilevamento è tutto l'incontrario....non resta che attendere.

_________________
http://www.arezzometeo.com Il mio sito Meteo
http://www.lorenzosestini.it Il mio sito personale
http://www.arezzoastrofili.it La mia associazione


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 12:47 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17520
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per quello che riguarda il Sole quando non ci sono macchie l'irraggiamento è superiore e maggiore la quantità di energia che viene ricevuta sulla Terra per metro quadrato. Però per quanto riguarda il clima l'effetto sarebbe l'opposto, perchè c'è meno interazione nell'alta atmosfera con le particelle che vengono trasportate dal vento solare. Questo farebbe sì che l'effetto complessivo sarebbe di un raffreddamento piuttosto che un riscaldamento dell'altmosfera, da qui il minimo di Mauder e simili. A questo effetto adesso si somma quello dell'innalzamento dei livelli di anidride carbonica, che favorisce l'effetto serra. Il risultato netto di queste azioni è ancora tutto da determinare.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 13:25 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13304
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Io seguo il Sole con una certa costanza solo dai primi del 2012 e per quanto possa contare poco la statistica (solo 5 anni) nemmeno io mi ricordo un sole così quieto per tanto tempo, c'è stata qualche "fiammata" in Halfa ogni tanto (soprattutto protuberanze, ma poca attività magnetica di rilievo) ad esempio oggni in questa banda è veramente tranquillo.
Allegato:
Sole 12-01-17.jpg
Sole 12-01-17.jpg [ 325.58 KiB | Osservato 860 volte ]

Fonte: http://halpha.nso.edu/


Ps.: sposto nella sezione piu opportuna.

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 14:09 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 gennaio 2008, 9:06
Messaggi: 5423
Località: Roma
Cita:
Fulvio, interessante osservazione. Seguo il sole per anni e nemmeno io ho visto mai una cosa del genere cosi duratura. Sappiamo che il sole "dorme" non per questo proprio perchè dorme può innescare delle violenti espulsioni di materia. Molto meno frequenti ma con maggiore intensità. Il sole è il motore del clima e nessuno lo può negare, la nostra atmosfera interagisce con esso, ma occorre del tempo. Posso dirti che studio da anni l'aspetto "fisica dell'atmosfera" argomento molto ma molto complesso per varie costanti. Se comunque vada il sole ha questa bassa attività "cosa che ormai succede da molti anni" saranno problemi seri per il futuro. Non immediato ma non molto lontano



Cita:
Per quello che riguarda il Sole quando non ci sono macchie l'irraggiamento è superiore e maggiore la quantità di energia che viene ricevuta sulla Terra per metro quadrato. Però per quanto riguarda il clima l'effetto sarebbe l'opposto, perchè c'è meno interazione nell'alta atmosfera con le particelle che vengono trasportate dal vento solare. Questo farebbe sì che l'effetto complessivo sarebbe di un raffreddamento piuttosto che un riscaldamento dell'altmosfera, da qui il minimo di Mauder e simili


Si, Astrometeo e Fabio:
La mancanza di macchie è dovuta alla diminuzione dell'efficienza della dinamo solare e della attività magnetica del sole: che questa diminuisse, sembrava cosa acquisita in campo professionale, , anche se appare piuttosto incerta l'entità della diminuzione.Personalmente su tre gruppi (piuttosto grandi ) di macchie dal maggio al settembre 2016 ho rilevato una media di poco più di 2000 Gauss che, pur essendo non minimale, era tuttavia quasi la metà dei valori rilevati nei cicli precedenti per macchie di analoga estensione.Questo, pur nella modestia della mia indagine, mi aveva indotto a credere che la diminuzione di attività magnetica sussistesse, ma non fosse così evidente e importante come ipotizzato da Penn e Livingstone nel loro primo paper del 2012, poi corretto nel 2015.Tuttavia gli eventi degli ultimi mesi mi inducono ad avere dei dubbi.
Circa la connessione (se esiste) tra macchie solari (e quindi attività magnetica) e clima terrestre, pur non essendo un cultore della materia , ho letto qualcosa, e mi sembra di aver capito che il campo magnetico solare protegge la terra (oltre a quello terrestre, ed in aggiunta e prima di questo) dai raggi cosmici, che si pensa siano tra le cause della formazione delle nubi nella stratosfera e troposfera, che causerebbero un effetto anti- serra e la diminuzione della temperatura.Mi sembra inoltre di aver capito che su tale argomento il caos regna sovrano, dato che è facile trovare tutto ed il contrario di tutto (forse Astrometeo può confermamelo).I dati sono solo sperimentali (minimi secolari e relative temperature terrestri) e peraltro lungi dall'essere certi.
Diciamo che forse i prossimi mesi (se il trend dovesse sfociare in un minimo di attività solare più lungo di quello del 2007-2008) potrebbero costituire un interessante terreno di studio della interazione tra attività solare e clima terrestre.

_________________
Fulvio Mete
_________________
Siti web:

http://www.lightfrominfinity.org

http://www.pno-astronomy.com


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 14:18 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 495
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Un po' di attività maculare in realtà c'è stata fino alla fine del 2016, con picchi del Wolf anche oltre 50, e qualcosa si è visto anche all'inizio di questo mese, piccoli gruppi di tipo A o B che sono durati poco. Effettuo i conteggi delle macchie dal 1981 e secondo me è presto per dire se siamo di fronte a un ciclo anomalo. Al momento la curva dei giorni spotless in questo periodo di transizione sembrerebbe ricalcare quella di cicli precedenti ma col passare dei mesi potrebbe discostarsene. La tendenza sembra comunque in discesa.

_________________
Raf

La mia pagina su Google+
Astrotest, osservazione e strumentazione astronomica - http://www.astrotest.it
Osservazioni e immagini planetarie - http://pianeti.uai.it/archiviopianeti/


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 14:32 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 17520
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Non sarà un ciclo anomalo, ma anche l'ultimo massimo è stato piuttosto misero, quindi figuriamoci quando ci si avvicina al minimo! C'era un gruppo di macchie che "faceva il giro", mi sembra però che si siano estinte e non siano ricomparse. Significativa è l'assenza delle zone più luminose in H-alfa, che preludono alla formazione delle macchie.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 15:34 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 7 aprile 2008, 14:06
Messaggi: 1279
Località: Arezzo
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Oddio Fulvio. La tua lettura ha valenza scientifica ma le lacune e i riscontri per essere negativa sono molti.
In dettaglio la formazione di nuvole in questo caso le più alte "cirri, cirrocumuli e cirrostrati non arrivano cosi in alto. Massimo viaggiamo nella linea temperata dell'atmosfera che copre fino a 12000km.
Ci sono talmente tante cose da studiare ancora roba da matti. Il sole se uno lo osserva da 50 anni non è niente e lo sappiamo meglio di altri. Prima di arrivare a conclusioni ci possiamo solo basare di aspetti concreti e visibili nel piccolo e medio termine terrestre.
A oggi si studia i disegni di Galileo per redarguire i tempi con macchie. Il Gali, anche se era il numero uno non andrebbe nemmeno preso in considerazione.

Raf??? abbiamo avuto un massimo ridicolo, come fai a dire che non è un ciclo anomalo?

Allegato:
23-ott-16-sonn2.png
23-ott-16-sonn2.png [ 5.59 KiB | Osservato 820 volte ]


Tornando a noi Fulvio si, c'è uno studio che rileva i raggi cosmici stanno aumentando. Ma dal generare nubi è un pò difficile. Lo studio viene fatto anche i medicina, dicono che ci saranno più morti di infarto. Ma lo studio è lungo e trovare conferme è incredibilmente difficile. Il grafico comunque è questo che dimostra l'andamento dei raggi cosmici.

Allegato:
stratosphere_14aug16.png
stratosphere_14aug16.png [ 26.95 KiB | Osservato 818 volte ]

_________________
http://www.arezzometeo.com Il mio sito Meteo
http://www.lorenzosestini.it Il mio sito personale
http://www.arezzoastrofili.it La mia associazione


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa succede al sole?
MessaggioInviato: giovedì 12 gennaio 2017, 16:15 
Avatar utente

Iscritto il: martedì 27 agosto 2013, 17:56
Messaggi: 495
Località: Mediolanum
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
astrometeo ha scritto:
Raf??? abbiamo avuto un massimo ridicolo, come fai a dire che non è un ciclo anomalo?

non hai letto bene, mi riferivo solo al numero di giorni spotless in vista del minimo, la discussione era partita da questo. Che sia stato un ciclo sottotono è palese.

_________________
Raf

La mia pagina su Google+
Astrotest, osservazione e strumentazione astronomica - http://www.astrotest.it
Osservazioni e immagini planetarie - http://pianeti.uai.it/archiviopianeti/


Top
  Profilo   WWW  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 88 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 9  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010