1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è venerdì 20 ottobre 2017, 22:21

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mercoledì 28 giugno 2017, 23:07 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 20:37
Messaggi: 105
Tipo di Astrofilo: Visualista
Il Binodobson 24” presso la Tivoli Astro Guest Farm
Breve storia

La visione binoculare per chi osserva il cielo è la più completa e la più confortevole senza considerare l’effetto tridimensionale che su alcuni oggetti fa una grande differenza rispetto alla visione monoculare. L’idea di costruire un grande telescopio binoculare per avere la sensazione del “viaggiare” nel cielo profondo è venuta a me e Maria nel 2010 quando contattammo il costruttore tedesco Dieter Martini che già per noi aveva realizzato la struttura di un dobson 30”. L’idea gli piacque molto dicendo di essere in grado di realizzarla e la prese come una sfida.
Nel febbraio 2011 il binodobson era pronto nella sua struttura lignea grezza. Nel frattempo avevamo fatto realizzare dall’artigiano italiano Fausto Giacometti uno specchio primario di 60 cm di diametro f/4.3 giacché un altro dalle stesse misure era già stato fatto per noi sempre da lui in passato. Realizzare un binodobson 24” formato da sei ottiche, tutte collimate e coordinate insieme è operazione alquanto difficile. Inaugurammo la prima luce dello strumento in località Forca Canapine presso i Monti Sibillini nel centro Italia nel Giugno del 2011.
Fu un insuccesso!
Lo strumento manifestava da subito i suoi punti critici dovuti essenzialmente a una mancata stabilità in tutti i suoi reparti.
Seguirono mesi di lavoro per apportare le necessarie modifiche.
Per noi collaborarono generosamente tre amici astrofili che ognuno nel suo campo riuscirono a rendere performante ed perfettamente esecutivo lo strumento.
Questi amici furono: Massimo D’Apice, Franco Salvati e Roberto Zacconi che non finiremo mai di ringraziare.
In autunno il Binodobson fu di nuovo messo in campo e questa volta fu un successo! Si andava da un oggetto ad un altro senza subire disastrose scollimazioni! Di tanto in tanto si apportarono nuove ulteriori modifiche rendendo lo strumento sempre più stabile e facile da gestire.
Per 5 anni abbiamo fatto godere molti amici astrofili!
Abbiamo partecipato a Star Party importanti.
Alcune riviste di astronomia amatoriale pubblicarono articoli dedicati alla realizzazione e allo sviluppo del binodobson.
Infine scrissi un libro sulla storia costruttiva di questo strumento e della relative modifiche integrando il testo con un grosso pacchetto di report emozionali scritti da astrofili che con il bino avevano fatto esperienza osservativa.
Purtroppo quei magnifici luoghi di montagna da noi assiduamente frequentati in questi anni col Binodobson, sono stati duramente colpiti dal recente terremoto che ha seminato morte e rovina negandone inoltre l’accesso (non si sa ancora per quanto!).
A seguito di questo evento negativo io e Maria, costretti a sospendere le nostre sessioni osservative, ci siamo tristemente rivolti ai ricordi più belli e tra questi è emerso per primo il viaggio in Namibia del 2008 proprio presso la Tivoli Guest Farm.
Nasce proprio da qui, da questa nostra rimembranza, l’idea illuminante di portare lo strumento in Namibia.
Così come per gioco nel febbraio 2017 ci siamo detti: “perché non provare a fare questa proposta a Reinhold?”.
Provare non costa nulla!
E la risposta fu sorprendentemente positiva perché l’idea piacque molto e fu presa subito seriamente!
A questo punto aveva più senso portare lo strumento in Namibia, renderlo operativo, affittarlo e con i proventi finanziarci il viaggio annuale di 7-10 giorni consecutivi di osservazione sotto un cielo tra i migliori al mondo (Sqm 21.70-22) in luogo di quelle 7-10 uscite annue a Forca Canapine il cui Sqm in questo ultimo tempo non ha superato mai i 21.40 allo zenit senza considerare il forte degrado dall’orizzonte in su fino ai 30°.
Ci dicevamo: “cosa può essere questo strumento in un contesto australe senza inquinamento luminoso se dalle nostre latitudini e con un cielo appena discreto ha emozionato così tanto noi e tutti gli amici astrofili?”.
Seguirono due mesi in cui abbiamo dovuto organizzare sia l’intero collo che la spedizione che si è rivelata più complicata e onerosa del previsto!
Dopo alcune difficoltà doganali, Reinhold riuscì a caricare il Binodobson nel suo pik up e a trasportarlo fino a Tivoli.

Ma la gioia più grande è stata il giorno in cui, arrivati anche noi a Tivoli, abbiamo spacchettato il binodobson: era il 20/06/2017
Grande giorno di tensione.
Intorno a noi tutti gli altri astrofili frementi, ognuno che offriva la sua collaborazione in una spontanea e corale manovra.
Il bino piano piano veniva montato e prendeva forma.
Restavano ancora le verifiche ottiche ed elettroniche che ovviamente avrei dovuto fare io personalmente con il cielo stellato.
Avvenute con successo queste verifiche, il primo oggetto che ho puntato è stato Omega Centauri sul quale Reinhold ha lanciato a gran voce un felice e liberatorio “WOW!!!”
Tutto funzionava!

Gli altri astrofili impazzivano
Momento di gioia collettiva.
Abbiamo brindato allegramente con champagne!

Che vibrazioni!
Da quel momento il Binodobson era attivo in Namibia!

Io e Maria ringraziamo la Tivoli Astro Guest Farm che ha accolto favorevolmente e con entusiasmo questo nostro progetto.
Un progetto che nel suo primo albore era come una follia irrealizzabile come un sogno di passione e d’amore quasi impossibile!
Grazie Maria!


Dimenticavo il video:
https://youtu.be/JhiJFeFrGXM

_________________
Osservo prevalentemente con lo Swarovski el 8x32


Ultima modifica di Angelo Cutolo il giovedì 29 giugno 2017, 11:37, modificato 1 volta in totale.
Uniti post consecutivi.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 7:48 
Vendor
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 settembre 2006, 8:35
Messaggi: 1104
Località: Codroipo (UD)
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Questo è un colpo basso. Mi costringi a tornare da Reinhold e Kirsten! :D

Complimenti per l'iniziativa, credo che farai la felicità di molti astrofili in pellegrinaggio annuale presso la Tivoli farm. Certe visioni sono indimenticabili...

Mauro

_________________

Mauro Narduzzi
Responsabile sezione Astronomia
www.skypoint.it


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 9:03 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 2 maggio 2007, 21:28
Messaggi: 5724
Caro Andrea, ho avuto l'occasione in uno star party a Forca Canapine di guardare nel tuo splendido strumento, ci siamo conosciuti di sfuggita di notte (sono Guido) ma è stata una esperienza splendida... ho ancora le foto mie sulla scaletta che osservo nel tuo binodobson! Non mi ricordo se era il 2014 o 2013 o anche prima... comunque capisco le tue motivazioni anche se mi dispiace non poter più osservare in uno strumento unico come il tuo!
Un caro saluto!

_________________
Il mio sito web: www.guidastro.org


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 11:41 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 13718
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Cavolo! Omega Cen nel binone dalla Namibia, chissà che visione... :crazy: :crazy: :crazy:

_________________
Telescopi: il Barile (Dobson autocostruito 400mm f/4,5); l'Obice (Newton vintage 200mm f/8,25); il Nano (Rifrattore A&M 80mm f/6 apo); il Bidoncino (Newton barlowed Celestron 114/1000 con specchi non alluminati) per osservazione Sole in luce bianca; rifrattore acro Celestron 60/700. * * * Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Bresser/lidl 10x50, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 12:53 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 20:37
Messaggi: 105
Tipo di Astrofilo: Visualista
Omega Centauri al binodobson con due oculari Ethos 100° è una visione indicibile di cui bisogna solo fare esperienza! Così come Eta Carinae che con l'opzione automatica del "Tour a spirale" attivo dalla pulsantiera del Servocat ha come portato l'osservatore dentro un lungo viaggio perlustratore dell'intero e vasto complesso nebulare.
La qualità del cielo faceva la differenza: sqm misurato fuori dalla via lattea dava valori da 21.80 a 21.98

_________________
Osservo prevalentemente con lo Swarovski el 8x32


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 13:19 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 23073
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Voi mi fate stare male



_________________
"Mettiamo i fiori nei nostri telescopi"
Almeno vengono usati.


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 13:28 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 agosto 2006, 10:11
Messaggi: 9626
Località: Cinisello Beach
Tipo di Astrofilo: Visualista
Dev'essere spettacolare.

Ma Andrea, cosa userai ora dall'Italia?

_________________
De kappellatis non disputandum est

Osservo con Dobson 42cm, un meade 8", un acro 150/750, Royal Astro 76/910 e una marea di ocularacci...

stelle già dal tramonto si contendono il cielo a frotte
luci meticolose nell'insegnarti la notte


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 13:56 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7824
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
lo lasci lì? complimenti alla generosità! peccato che non andrò mai in Namibia... :)


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 14:16 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 20:37
Messaggi: 105
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ho un dobson 76 cm non computerizzato. Avevo in mente di recuperarlo e di adattarlo per l'utilizzo di una torretta.
Comunque è uno strumento troppo impegnativo e sinceramente non sono più tanto motivato!
Mentre, qualcuno non me ne voglia, trovo assolutamente appagante le osservazioni con i miei tre binocoli: swarovision EL 8x32; swarovision EL 10x50 e Zeiss Victory SF 8x42. Quest'ultimi due ho portato in Namibia e puntati sulla Via Lattea, credetemi, erano talmente appaganti da non rimpiangere nessun altro strumento.
Io credo che dopo questo mia personale esperienza di questi anni, culminata con il binodobson 24", considerata la scarsa qualità dei nostri cieli, la più gradita visione sia appunto quella del semplice binocolo con 8 o 10 ingrandimenti tanuto a mano libera.
Questa è la mia sintesi!
Penso che i miei strumenti rimarranno questi binocoli, salvo quei 10 giorni annui di deep sky in Namibia dove mi immergerò nel binodobson con l'entusiasmo di scandagliare un cielo nuovo!

_________________
Osservo prevalentemente con lo Swarovski el 8x32


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: giovedì 29 giugno 2017, 14:25 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 luglio 2007, 23:20
Messaggi: 7824
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
e chi vuoi che te ne voglia! :) a parte che il 76 cm è un mostro (ho visto il video, capisco che tu lo definisca troppo impegnativo: per me è al limite uno SC da 10" figurati!) e volendo puoi sempre usarlo, ciascuno osserva come meglio crede, secondo le proprie esigenze e aspettative. con tutta l'esperienza che ti sei fatto saprai bene quello che fai :)


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010