1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è domenica 20 ottobre 2019, 20:44

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: giovedì 25 febbraio 2016, 22:43 

Iscritto il: martedì 7 ottobre 2014, 6:55
Messaggi: 21
Buon giorno a tutti, possiedo già una torretta markv che uso con il mio Dobson e vorrei utilizzarla per l'osservazione dal balcone di casa su luna e pianeti ma soprattutto terrestre (ho un ampio panorama con una bella montagna a circa 8km). Stavo pensando di acquistare una montatura az manuale e metterci su uno dei due fra:
-celestron c6 xlt
-Skywatcher Skymax-150 PRO Maksutov-Casse​grain
Prezzo simile, il Celestron focale 1500 mentre lo Skywatcher focale 1800.
Quale è il migliore secondo voi?
Oltre a questo vorrei sapere se il prisma di amici a 45° che serve a me è lo stesso che esiste per la maxbright? Anche se quest'ultima ha i prismi da 24mm mentre la mia li ha da 30mm? Perchè nel sito baader sotto mark v non ne parla.
Ultima cosa il correttore di tiraggio, mi serve per andare a fuoco? Quale 1,25x o 1,7x?
Grazie mille :please:


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: venerdì 26 febbraio 2016, 0:09 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 10 febbraio 2006, 0:42
Messaggi: 24703
Località: 41°N 16°E
Tipo di Astrofilo: Visualista
Senza dubbio lo Schmidt Cassegrain.
Perchè i modelli Maksutov dai 150mm in su della Skywatcher sono qualitativamente inferiori ai piccoli gioiellini da 90 e 127mm.

In un C6 ogni volta che c'ho guardato dentro mi sono commosso: possibile che in un così piccolo strumentino possano uscire certe visioni? :look:

Piuttosto ti direi di pensare anche a una piccola equatoriale: una eq3.2 o una eq5 nuda e cruda costa poco nell'usato.
In futuro potrai sempre motorizzarle.
E' quello che ho fatto anche io (e col C8 su eq5 ci osservo solo i pianeti da casa, come vuoi fare tu) dopo aver avuto un C5 su montatura altazimutale: dovevo stare sempre lì a correggere sui due assi, e non è come sul dobson. Sugli alti ingrandimenti dei pianeti serve stabilità.

_________________
Immagine

Dobson 60cm f/4
Celestron C8 XLT su Heq5


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: venerdì 26 febbraio 2016, 9:57 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Per la torretta puoi usare un prisma Baader da 32mm, che ti darà l'immagine dritta ma con destra e sinistra invertite. Per il prisma di Amici ci sono due controindicazioni, non so quanto vincolanti, la prima è che ha un cammino ottico interno maggiore di quello di un prisma normale (quindi potresti non andare a fuoco), la seconda è che questi prismi hanno un diametro utile interno molto ridotto, quindi potrebbe vignettare. Tanto per saperlo, io ho un prisma di Amici da 2" (identico al Baader da 2") che all'interno ha prismi di 32mm di diametro e non certo da 2"! Usare un estrattore di fuoco su un telescopio già a lunga focale come il C6 o il Mak 150 ti porterebbe ad avere ingrandimenti esagerati per l'uso diurno. Considera che di giorno gli ingrandimenti che si usano più spesso sono dai 50 ai 75 al massimo. In questo caso potresti anche pensare a prendere un riftattore acromatico, che grazie alla sua corta focale ti potrebbe dare gli ingrandimenti giusti senza troppo cromatismo. Un 120/600 andrebbe benissimo, ma andrebbe accorciato di circa 4 cm nel tubo per andare a fuoco senza correttore di tiraggio.

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: venerdì 26 febbraio 2016, 11:54 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 11 febbraio 2006, 12:43
Messaggi: 15096
Località: Milano
Tipo di Astrofilo: Visualista
Non hai bisogno di nessun correttore di tiraggio, sia il mak che lo SCT focheggiano tramite traslazione del primario, questo garantisce un backfocus piu che sufficiente a portare a fuoco praticamente qualsiasi accessorio (al prezzo però di un aumento della focale nominale dello strumento, comunque inferiore a quello dato da un estrattore), comprese le torrette binoculari con relativi diagonali raddrizzatori e non.

_________________
Associazione Astronomica Mirasole (Astromirasole).
Home page: http://astromirasole.org
Facebook: https://www.facebook.com/AstroMirasole/


Newton: Barile 400/1830 mm; Obice 200/1650 mm; Bidoncino 114/1300 mm con primario disalluminato. ••• Rifrattori: Nano apo 80/480 mm; Milo acro 76/1400 mm; 60ino acro 60/700 mm. ••• Binocoli: Vixen Ark 30x80, Vixen Ultima 8x56, Vortex Diamonback 8x42, Canon 10x30 IS II, Vortex Vanquish 8x26, Pentax Papilio 6,5x21.


Top
  Profilo   WWW  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: sabato 27 febbraio 2016, 1:15 

Iscritto il: martedì 7 ottobre 2014, 6:55
Messaggi: 21
Grazie della dritta sulla focale, in effetti fatti 2 conti hai perfettamente ragione, darò un occhiata ai rifrattori, gli apocromatici solo per fotografi giusto? Oppure anche in visuale sarebbero migliori?
Per andare a fuoco con la torretta cosa intendi per accorciare di 4 cm?
P.s. Nel frattempo ho trovato l'unico prisma di amici che accetta il prisma da 30mm della Markv ed è:William Optics Prisma di Amici 45° 2"


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: sabato 27 febbraio 2016, 12:38 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2008, 17:01
Messaggi: 20566
Località: Firenze
Tipo di Astrofilo: Visualista e Fotografo
Certo che gli apocromatici sono migliori in visuale! Poi quelli che costano di più sono migliori di quelli che costano di meno... :lol: Lo dico con un tono scherzoso, ma è così... :mrgreen: Siccome la torretta allunga il cammino ottico, poi non si riesce a rientrare il fuocheggiatore abbastanza, perchè la sua corsa finisce ed ancora non siamo a fuoco. In questa situazione si può operare in due modi. O si estrae il fuoco mettendo una Barlow davanti alla torretta, però si moltiplica l'ingrandimento per un fattore abbastanza elevato (ed a volte è un inconveniente) oppure si accorcia il tubo del telescopio, smontando il fuocheggiatore, segando un pezzo di tubo e rimontando il fuocheggiatore (si capisce che è una cosa che va saputa fare).

_________________
Ciò che non ha termine non ha figura alcunaLeonardo da Vinci


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: sabato 27 febbraio 2016, 13:10 

Iscritto il: martedì 3 febbraio 2015, 0:51
Messaggi: 107
Ciao, sto pensando di acquistare la Mark V da abbinare a uno dei miei newton anche per osservazioni deepsky. Come ti trovi nel deepsky con il tuo dobson? Lo usi con il correttore per newton da 2" e 1.7x? Noti un evidente calo di luminosità rispetto alla visione monoculare, e hai notato vignettatura a ingrandimenti molto bassi? La mia idea è di accoppiarla ad un 150 f/5 in altazimutale e osservarci un po' di tutto, ma è un investimento in previsione di un diametro più grande..


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: sabato 27 febbraio 2016, 16:50 

Iscritto il: martedì 7 ottobre 2014, 6:55
Messaggi: 21
No, no Fabio di certo non mi metto a segare nulla, calcolerò un estrattore di focale allora.
Io ho un dobson dell'rpAstro che permette di abbassare il cage del secondario a piacimento per estrarre il fuoco quanto basta per andare a fuoco con la torretta, io ho scelto di utilizzare questo sistema sacrificando quindi qualche cm di specchio(4 su 40). Così facendo perdo un po di luce ma ho un campo visuale più ampio a bassi ingrandimenti..... Ho fatto il confronto senza torretta (quindi in monooculare) a pieno specchio e non ho notato differenze di luce, forse compensato dalla tridimensionalità che restituisce la Mark v, non so ma credo che il cervello alla fine sommi la luce che è stata divisa per le singole pupille e quindi il risultato torna lo stesso. Ti dico comunque che non ho molta esperienza, osservo da solo un anno e da sempre con binoculare e non so cosa siano le vignettature :think:


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: sabato 27 febbraio 2016, 19:18 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 15 luglio 2007, 10:35
Messaggi: 2753
Località: Russi (Ravenna)
La mark V non ha apparentemente perdita di luce. :shock:
Io sono riuscito ad andare a fuoco nel mio dobson ,con backfocus minimo di 40mm, con il baader 1.8x da 2" per rifrattori/SC con un esperimento ,andato poi a buon fine.
Il baader 1.8x andrebbe usato solo col diagonale sui rifrattori/SC.
Io ho pareggiato con carta vetrata la ghiera di battuta del correttore invitandolo poi nel filetto t2 femmina all'interno del naso baader da 2" (che più internamente al filetto per i filtri, ha il t2 femmina).
Così ho "raddrizzato" il percorso ottico studiato per il diagonale,guadagnandolo in intravel verso il secondario (altri 30mm circa).
Vado a fuoco per 1mm, con i panoptic 24 a 155x circa.
Giusto un filino di coma i bordi, cercandolo
(Poi per gli alti ingrandimenti la big Barlow televue sembra studiata apposta.)

Diverse prove e giusto per il quintetto di Stephan e la testa di cavallo si nota una lievissima perdita di luminosità, ma dimensioni apparenti di almeno 25% maggiori con tutti i vantaggi della visione binoculare.
Non ho provato galassie estreme.
Sui pianeti,luna e sole nel lunt neanche sto a gare paragoni.

_________________
Telescopi: Ariete/Giacometti 18" - Orion xt 10" - Lunt 35mm deluxe
Binocoli: Miyauchi 100 - Minox 15x58 - Minox 8x44
Microscopio: Zeiss Standard 14


Top
  Profilo    
 
 Oggetto del messaggio: Re: Valorizzare una Baader mark v
MessaggioInviato: lunedì 29 febbraio 2016, 23:19 

Iscritto il: martedì 7 ottobre 2014, 6:55
Messaggi: 21
Premesso che so già cosa mi direte.......
Ho forse trovato il giusto compromesso che mi serve:
https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q= ... 8775610375
Vixen VMC110L
A favore:
1. Focale corta 1035, quanto basta per darmi 43x con il 24mm 68° e 207x con il 5mm 68° oltre ai vari intermedi
2. Riflettore e quindi niente aberrazioni cromatiche
3. Vado a fuoco con la torretta senza segare o aggiungere estrattori
4. Costa pochissimo
5. Iper leggero e trasportabile
6. Ha una diagonale incorporata che gira l'immagine alto/basso che se ho fortuna è di media qualità
7 Diametro 110mm
Contro:
1. Qualità complessiva non eccezionale
2. Difficile da collimare (dicono)
3. Ostruzione elevata (sempre dicono)
Calcolando sempre che mi serve dapprima per il terrestre e secondariamente per luna e pianeti e forse e solo forse un giorno 2 foto quà e là un Apo da 80 cm si sembra una spesa esagerata che dite?
Insomma volevo stare sotto i mille eurozzi cavalletto compreso.


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010