1° Forum di Astronomia Amatoriale Italiano

Il primo forum di astrofili per astrofili, nato nel 2000.
Oggi è mercoledì 1 aprile 2020, 22:05

Menu

* Home
* Iscriviti
* La Bacheca
* F.A.Q.
* Cerca
* Login/Logout 

Login

Nome utente:
Password:

 Ho dimenticato la password

In Linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 4 ospiti

Regolamento

regolamento

Links

*
Astrocafè

Segnala bolide
* Meteoblue.com
* Previsioni seeing
* Il Meteo.it
Help Forum
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 9:16 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2009, 11:20
Messaggi: 976
Località: Gorla Maggiore ( Va )
Tipo di Astrofilo: Visualista
Qualche suggestione sulla giornata di ieri all’Alpe Quaggione.
Innanzi tutto il luogo: incantevole; la cornice autunnale ieri mattina offriva salendo verso il ristorante “Da zio Lalo” dove si è svolto il tutto, un' atmosfera meravigliosa, i colori dell’autunno sono sempre qualcosa di impagabile.
Il meteo tipico della stagione però ha presentato anche il conto, guastandosi nel pomeriggio e rendendo poi impossibili le osservazioni notturne sul cielo stellato e celando già nel dopopranzo parte del bellissimo panorama che si gode dal cortile antistante al ristorante, di persè perfetto per testare i binocoli in condizioni di bel tempo.
Poi cosa c’era?
Un enorme “parco divertimenti” per “malati” come il sottoscritto; quando si usa l’espressione “ogni ben di dio” non si potrebbe mai usarla in modo più appropriato, riferendosi ovviamente ai binocoli; c’era veramente quanto di meglio offrono le produzioni di Swarovsky, Leica, Zeiss, Kowa, Vortex e Canon; non mancavano i binocoli di grande formato che popolano i sogni di visualisti e astrofili: Kowa Highlander, Docter Aspectem sia 40x che zoom, i grandi formati USM, il Nexus visto finalmente affianco del suo progenitore Miyauchi BJ100 e anche dell’angolato a 45° di TS da 100mm, il gigante cinese da 150mm e mi si permetta di aggiungere da ultimo anche il Sard 6x42; forse ho dimenticato pure qualcosa e per brevità tralascio gli spotting scope.
Il tutto è stato presentato con la competente guida di Piergiovanni Salimbeni, Luca Mazzoleni e Corrado Morelli, sempre a disposizione per soddisfare ogni curiosità dei tanti appassionati, intervenuti da varie regioni d’Italia ( Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Toscana, Liguria … ).
Detto ciò, cosa mi ha colpito di più tra tutta questa abbondanza?
Nell’osservazione diurna sulle performance di eccellenza dell’Highlander e dell’Aspectem c’è poco da dire ( va detto che la giornata grigia non ha consentito ai vari binocoli di dare il loro meglio ) tra i piccoli tetto invece le due mie personali note di merito vanno allo Swarovsky SLC, davvero il costo più contenuto e le prestazioni quasi del tutto simili ne fanno un pericoloso concorrente per il più performante ma più caro fratello maggiore EL; poi ho trovato una piccola perla nel Leica Ultravid 8x32HD, ben fatto, poco ingombrante ma non così scomodo da impugnare; con un confortevolissimo campo visivo apparente e perfettamente utilizzabile anche per gli occhialuti come me, poi devo dire che io i Leica li ho preferiti un tantino a luminosi Swaro, a volte tanta luce da l’impressione di slavare un po’ i colori, che invece nei Leica sono sempre ben saturi ( il nero è nero ).
Cosa dire in generale invece degli Zeiss: “sono un binocolo buono”.
Cosa non mi è piaciuto?
La buona ottica costa cara :) .
Se devo poi più seriamente trovare qualcosa che mi ha “detto poco”, diciamo che non perderei il sonno per trovare un pur ottimo Canon stabilizzato ( se dovessi usarlo prettamente di giorno ).
Vista la mancanza di cieli stellati non so dire niente di particolare sul confronto tra i binocoloni da 100mm in su, che hanno lì il loro vero campo di applicazione, opinione mia personalissima ma io nel diurno li ritengo comunque uno spreco, salvo godere di fortunatissime condizioni “residenziali” ( poi dopo è logico che chi ce li ha già li usi comunque ogni dove ).
Tornando invece ai presenti ho avuto modo anche di conoscere altri frequentatori di questo forum, che spero si aggiungeranno ( scusandomi se mi sono permesso di fare da apripista ) con foto e commenti, non li cito per rispetto della privacy :mrgreen: ; e devo dire che questa è stata l’altra grande nota positiva di questo evento: la possibilità di conoscere altri appassionati e di condividere con loro all’istante impressioni sui binocoli appena provati e di scambiare con loro conoscenze ed esperienze preziose, mettendo poi a disposizione anche i propri strumenti personali ( cosa che in molti hanno fatto ).
Un grazie sentito perciò ai tre organizzatori, che hanno svolto un eccellente lavoro, dovendo poi sopperire all’ultimo momento anche alla forzata indisponibilità dei tecnici mandati da Lucchini ( che ha comunque fornito un parco ottiche straordinario ) e anche a Vortex e Auriga che non mancano mai di mettere disposizione i loro prodotti per essere liberamente valutati da noi “noiosi maniaci”.
Non si può infine dimenticare l’ottima cucina fornita da Zio Lalo e dal suo cortese staff a cui va il mio personale grazie.
Adesso basta, perché vi ho stufato a sufficienza.

_________________
Osservo con:
Miyauchi: Galaxy 100mm,Pleiades 60mm; USM 10x50; TS 70mm 45°; Nikon: SE 8x32&12x50, Monarch7 8x30; GHT: MIL8x30&7x50;Swift: Audubon Tipo3 & HR5 MC 8,5x44,Kestrel 10x50 più altri... Zeiss Oberkochen 8x30, Zeiss Jena: Deltrintem 8x30 - Octarem 8x50 - Dodecarem 12x50; Docter 8x56; Helios: Aqulia 8,5x42; SARD 6x42; B&L 7x50 Mk41; Russi: Zomz 30x90 più altri.


Ultima modifica di monpao il martedì 2 novembre 2010, 0:29, modificato 7 volte in totale.

Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 9:40 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 23 giugno 2006, 13:32
Messaggi: 4790
Località: Canossa (RE)
Tipo di Astrofilo: Visualista
Bellissimo report, Monpao! Era veramente un piacere di leggerlo e lo rimpoango ch non ero lì perchè mi sembra di essere stato una fiera eccezionale.

Ciaooo!

Peter

_________________
18" f/5 Arie Otte binodobson
2 x 36mm Siebert Observatory, 2 x 22mm Nagler t4, 2x 12mm Nagler t4,
2 x 9,9mm Siebert Starsplitter, 2 x 8mm Delos, 2 x 4,5mm Delos
RP Optix 23-41x100 con 2 x 21mm Siebert Ultrawide
http://www.astronomydrawings.com
http://astronomydrawings.blogspot.it/
Facciamola finita con le luci stradali: https://www.youtube.com/watch?v=l_5ycdkhH8o


Top
  Profilo   WWW  
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 10:13 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2009, 13:26
Messaggi: 2226
Tipo di Astrofilo: Visualista
Hai ragione monpao, giornata stupenda, tornando a casa avevo il sorriso in faccia, un bimbo al rientro da una giornata trascorsa a Gardaland :mrgreen:
E' stato un piacere conoscerti e ti ringrazio ancora per avermi fatto provare più volte il tuo Sard, impressionante capolavoro d'ottica, una immersione sulla scena che nessun altro binocolo presente ha saputo darmi. E' come balzare in avanti con lo sguardo ed il suo straordinario campo ti fa dimenticare di stare ad osservare attraverso un binocolo.
Non ho fatto molte foto preferendo investire il tempo in test e comparazioni, non ho osservato nemmeno in tutti i binocoli presenti (da tanti che erano) per concentrarmi con ripetuti test su quelle ottiche che difficilmente riesci a trovare ad uno stesso banco e pronte all'uso, comunque:

il mostro da 150mm, al suo ingresso tutti ci siamo un pò fermati e con occhi impressionati abbiamo visto Corrado Morelli montarlo da solo sulla montatura:
http://img204.imageshack.us/img204/5240/img0404v.jpg
http://img526.imageshack.us/img526/4199/img0405mw.jpg
http://img232.imageshack.us/img232/4503/img0410he.jpg

Il banco delle meraviglie (Zeiss FL in varie taglie, i Canon IS 12x36, 10x42, 15x50, 18x50, Swarovski SLC HD ed EL, il General Hit ED, Leica Geovid ed Ultravid):
http://img2.imageshack.us/img2/9094/img0408r.jpg

Il banco Kowa:
http://img709.imageshack.us/img709/2703/img0411js.jpg

C'era anche un bel banco Vortex ma mi sono dimenticato di fotografarlo, ma ho passato molto tempo osservando attraverso questi e con piacevoli sorprese.

I mitici 4 in un test a test sullo stesso soggetto:
http://img709.imageshack.us/img709/9255/img0406fi.jpg
http://img243.imageshack.us/img243/5284/img0407ul.jpg

Alcuni strumenti:
http://img696.imageshack.us/img696/7650/img0409ms.jpg

Ho fatto diverse comparazioni, seppur brevi una idea sono riuscito a farmela (che sono più prime impressioni visto che per un vero test in alcuni casi servirebbero giorni), Zeiss FL vs Swarovski EL, Swarovski SLC vs Canon IS 10x42, Miyauchi vs Nexus vs Docter vs Kowa, telescopio Swarovski HD vs Vortex Razor HD.

Le impressioni però le racconterò più tardi anche per non appesantire questa reply.


ciao

_________________
Dobson RP Astro Phoenix 16" equipaggiato con TS SWA 38mm 70°, ES 24mm 82°, ES 14mm 82°, Televue Ethos 8mm 100°, Astronomik 2" UHC, torretta Baader Maxbright con correttore di coma+tiraggio da 1.7x e coppia di Vixen NPL 30mm.

Binocolo Nikon EDG 8x42, Canon 10x30 IS


Ultima modifica di ivan86 il domenica 31 ottobre 2010, 10:45, modificato 1 volta in totale.

Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 10:35 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2009, 11:20
Messaggi: 976
Località: Gorla Maggiore ( Va )
Tipo di Astrofilo: Visualista
Grazie a Peter per i complimenti, speriamo ci siano altre occasioni così, in cui magari ci potremo incontrare.
E grazie a Ivan per le belle immagini aggiunte che dicono più di molte parole ( approposito chi è "quell'imbecille pelato" che vuole osservare dall'Aspectem a occhi chiusi :mrgreen: ).
Aspetto di leggere molto volentieri le tue impressioni sui binocoli presenti, rinnovando l'invito anche agli altri "illustri presenti" a farlo.

_________________
Osservo con:
Miyauchi: Galaxy 100mm,Pleiades 60mm; USM 10x50; TS 70mm 45°; Nikon: SE 8x32&12x50, Monarch7 8x30; GHT: MIL8x30&7x50;Swift: Audubon Tipo3 & HR5 MC 8,5x44,Kestrel 10x50 più altri... Zeiss Oberkochen 8x30, Zeiss Jena: Deltrintem 8x30 - Octarem 8x50 - Dodecarem 12x50; Docter 8x56; Helios: Aqulia 8,5x42; SARD 6x42; B&L 7x50 Mk41; Russi: Zomz 30x90 più altri.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 10:39 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2009, 13:26
Messaggi: 2226
Tipo di Astrofilo: Visualista
Dimenticavo i ringraziamenti, in primis ai tre organizzatori, Pier, Corrado e Luca, grazie per averci invitato in questo splendido posto, avete letteralmente donato del vostro tempo (e non solo quello) e questo la dice lunga sulla vostra passione, quindi grazie mille !

E poi a tutte le persone presenti, in particolare kappotto, una sagoma umana, non puoi non ridere con lui vicino.

Io mi sono presentato da solo, la mia ragazza non è potuta venire e amici interessati nemmeno a trovarne, nonostante ciò non mi sono sentito solo nemmeno un secondo, sembravamo un grosso gruppo che si conosceva da sempre.

Grazie !

_________________
Dobson RP Astro Phoenix 16" equipaggiato con TS SWA 38mm 70°, ES 24mm 82°, ES 14mm 82°, Televue Ethos 8mm 100°, Astronomik 2" UHC, torretta Baader Maxbright con correttore di coma+tiraggio da 1.7x e coppia di Vixen NPL 30mm.

Binocolo Nikon EDG 8x42, Canon 10x30 IS


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 11:58 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 10 settembre 2009, 12:42
Messaggi: 248
Tipo di Astrofilo: Visualista
Peccato aver perso un' occasione del genere :( Tanta meraviglia tutta insieme!

@ivan86 Le impressioni però le racconterò più tardi anche per non appesantire questa reply.
Aspetterò impaziente :)
Saluti.
Davide

_________________
"Nulla sta nell'anima che prima non sia passato attraverso i sensi"


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 12:07 
Avatar utente

Iscritto il: domenica 8 agosto 2010, 21:10
Messaggi: 223
Località: Treviso
Grazie fin da ora a tutti i partecipanti per i loro preziosi resoconti, molto utili anche per chi non era presente all'evento. Sono conscio però che nulla vale come la visione diretta in prima persona, chissà quante immagini fornite dai vari strumenti avete impresse nella mente ed il cui ricordo ancora vi rende soddisfatti e sereni.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 15:02 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 15 ottobre 2009, 11:20
Messaggi: 976
Località: Gorla Maggiore ( Va )
Tipo di Astrofilo: Visualista
Ecco, per chi volesse Binomania ha pubblicato le foto fatte da Piergiovanni durante la giornata di ieri.

http://www.binomania.it/anteprime/evento30ottobre/index.htm

Buon divertimento :mrgreen:

_________________
Osservo con:
Miyauchi: Galaxy 100mm,Pleiades 60mm; USM 10x50; TS 70mm 45°; Nikon: SE 8x32&12x50, Monarch7 8x30; GHT: MIL8x30&7x50;Swift: Audubon Tipo3 & HR5 MC 8,5x44,Kestrel 10x50 più altri... Zeiss Oberkochen 8x30, Zeiss Jena: Deltrintem 8x30 - Octarem 8x50 - Dodecarem 12x50; Docter 8x56; Helios: Aqulia 8,5x42; SARD 6x42; B&L 7x50 Mk41; Russi: Zomz 30x90 più altri.


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 16:13 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2009, 13:26
Messaggi: 2226
Tipo di Astrofilo: Visualista
Swarovski Swarovision 8.5x42 (2010) vs Zeiss Victory FL 8x42:

Entrambi bellissimi binocoli, il confronto è stato fatto su soggetti quali tralicci dell’alta tensione, rami di alberi, il tetto di un casetta, una Croce sulla punta di un monte.
Lo swarovision ha un campo quasi totalmente piatto ed un controllo delle aberrazioni a bordo campo davvero ottimo. La qualità dell’immagine è davvero sorprendente con una perdita di contrasto e nitidezza ai bordi che non è immediata cogliere. Nessuna traccia di cromatismo a centro campo, qualche cosa invece sulla parte più esterna del bordo, un violaceo che andava e veniva e che dovevi andare a cercare.
Il Victory viceversa non ha un campo piatto e di conseguenza ai bordi cede il passo alla qualità dello Swarovski, tuttavia come Piergiovanni mi ha fatto notare grazie alla presenza di una distorsione, opportunamente inserita dai progettisti, durante l’osservazione è praticamente assente l’effetto palla rotolante.
Nella nostra prova abbiamo usato un palo dell’alta tensione e osservando attraverso il binocolo scorrevamo rapidamente la visuale da destra a sinistra e viceversa.
Il risultato è che mentre nello Swarovksi il traliccio dava come un effetto di muoversi su una superficie sferica, nel Victory si aveva semplicemente una traslazione destra/sinistra del palo.
Faccio notare che l’effetto è soggettivo e passeggero nel senso che quando ci si ferma con la visuale tutto torna perfetto, anzi il campo piatto dello Swarovski permette una visione ai bordi sicuramente superiore al Victory.
Quindi abbiamo da una parte un binocolo con un ottimo campo ben corretto, lo Swarovski, e dall’altra un binocolo che nel panning ha il suo punto di forza sullo swarovision salvo perdere poi ai bordi.
Questa è la differenza principale fra i due binocoli e che potrebbe far decidere per l’acquisto di uno rispetto all’altro, per il resto le prestazioni sono molto simili.
Il controllo dell’aberrazione cromatica sullo Zeiss è davvero molto buona, non ho trovato tracce nemmeno andandole a cercare, la impressione che ho avuto è che nello swarovski i colori siano un tantino più vivi e accesi (guardando delle girandole colorate), mentre il Victory guadagna un tantino in contrasto e nitidezza (osservando foglie ed imperfezioni sulle pareti di una casetta).
Si tratta di differenze davvero minime che vi racconto e non vi racconto nel senso che come sappiamo la visione umana non è così perfetta da rilevare piccole imperfezioni, diventa fondamentale avere buona memoria dell’osservazione precedente e continuare a scambiare i binocoli.
Per quanto mi riguarda mi piace di più lo Swarovski preferendo un campo piatto ad un panning migliore, l’estetica e la struttura a ponte fanno il resto.
Comunque al futuro acquirente che non abbia modo di provarli entrambi consiglio di valutare la scelta di uno o dell’altro per la loro caratteristica principale poiché è anche la differenza davvero più evidente osservando in entrambi, campo piatto vs panning migliore.

Le altre impressioni le scriverò più tardi.

ciao


NB: grande Pier ! mi ha immortalato con in mano il grande Sard:
http://www.binomania.it/anteprime/event ... 10_jpg.htm

:mrgreen:

_________________
Dobson RP Astro Phoenix 16" equipaggiato con TS SWA 38mm 70°, ES 24mm 82°, ES 14mm 82°, Televue Ethos 8mm 100°, Astronomik 2" UHC, torretta Baader Maxbright con correttore di coma+tiraggio da 1.7x e coppia di Vixen NPL 30mm.

Binocolo Nikon EDG 8x42, Canon 10x30 IS


Top
  Profilo    
 
MessaggioInviato: domenica 31 ottobre 2010, 20:53 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2009, 13:26
Messaggi: 2226
Tipo di Astrofilo: Visualista
telescopio Swarovski 80 HD vs Vortex Razor 85 HD:

il test ha un unico soggetto, qualche ripetitore in compagnia di un caseggiato sul cucuzzolo di una montagna.
Entrambi i telescopi sono settati a 50x, lo swarovski su un omonimo treppiede in carbonio mentre il Vortex sul nuovo treppiede T1 della RP Optix. Quest’ultimo mi ha piacevolmente sorpreso considerato anche il suo basso prezzo riuscendo in un paio di secondi ad assestare le vibrazioni create da un piccolo colpo volontario (dato per test) e dare quindi una immagine stabile a 50x (al momento non c'era vento), qualche difficoltà invece durante la messa a fuoco.
La dimensione del campo apparente è molto simile per entrambi gli strumenti, la fascia di prezzo invece è un po’ diversa, parliamo di 2200 euro per lo Swarovski a 45° contro i 1550 euro del Vortex sempre a 45°.
Ho portato lo stesso traliccio a estremo bordo campo su entrambi gli strumenti, lo Swarovski ha un lievissimo residuo cromatico violaceo visibile a tratti, nel Vortex invece è sensibilmente visibile.
Con bordo estremo intendo proprio l’ultima fetta del campo dato che entrambi gli strumenti a centro campo ed in buona parte di questo sono ottimamente corretti da questa aberrazione.
Per quanto riguarda il contrasto ho effettuato un unico test a centro campo usando come parametro la capacità di vedere la struttura in pietra delle mura del lontano caseggiato. L’effetto era quello di un griglia disegnata sulla parete dai bordi di ogni pietra, i dettagli a basso contrasto sono ottimi in questo genere di confronto.
Lo swarovski anche in questo caso si è dimostrato superiore permettendo una più immediata visione di questi dettagli, Il vortex ne è comunque uscito a testa alta, vista la non grandissima differenza ed il costo inferiore. E' difficile quantificare per me la differenza, diciamo che se allo swarovski do un 10 al vortex darei un buon 8.5.
Non mi esprimo su questi strumenti dal punto di vista fotografico, settore sicuramente più critico e dove eventuali differenze potrebbero persino aumentare.
Stesso discorso per la parte meccanica, avendoli provati davvero poco sarebbe stupido parlarne.
Nota curiosa: ho provato a fine giornata lo swarovski con un oculare TMB supermono da 8mm, campo stretto ma immagine tagliente, davvero molto nitida a centro campo e senza alcun residuo cromatico.

Specifico ancora che le mie sono impressioni e non il risultato di un test approfondito, invito per tanto chi volesse approfondire a leggere recensioni sicuramente più autorevoli della mia.
Lo stesso Pier dovrebbe scrivere qualcosa a riguardo.

io durante il test: http://www.binomania.it/anteprime/event ... 39_jpg.htm

vado avanti con le altre impressioni, a dopo

ciao

_________________
Dobson RP Astro Phoenix 16" equipaggiato con TS SWA 38mm 70°, ES 24mm 82°, ES 14mm 82°, Televue Ethos 8mm 100°, Astronomik 2" UHC, torretta Baader Maxbright con correttore di coma+tiraggio da 1.7x e coppia di Vixen NPL 30mm.

Binocolo Nikon EDG 8x42, Canon 10x30 IS


Top
  Profilo    
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 62 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: MSN [Bot] e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010